Discussion:
ragazzo nei vari dialetti ?
(troppo vecchio per rispondere)
Federico Savini
2005-11-17 19:56:44 UTC
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?

Fede
multibob
2005-11-17 20:07:00 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
A Bitonto (BA) si dice così:

Uagnàun (ragazzo)
Uagn-ngìdd (ragazzino)
Pcciuèdd (ragazza)
Pciueddòzz (ragazzina)
claudia
2005-11-17 20:25:05 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Fede
a roma è pischello, pischella
regazzino
a volte anche pischelletto.

Claudia.
luciana
2005-11-17 20:43:13 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Nel Lodigiano
Fiöl = ragazzo,figlio
fiulet= ragazzetto
fiuleta= ragazzetta

L'origine è chiaramente latina.



--
lu.
Ultima Badessa Di Passaggio

*Ecco. Arriva. Mentre io tocco le rose bianche aperte dal calore.
E' come una farfalla notturna, una di quelle farfalle dalle ali brune,
di velluto bruno, di velluto e di silenzio bruno.
Entra. Si nasconde il viso tra le maniche della pelliccia.*


Gabriele d' Annunzio a Melitta, 1916
FB
2005-11-17 21:22:05 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Bagaj [ba'gai] => ragazzo
Tosa ['tuza] => ragazza

Più quelli che dice Luciana.


Ciao, FB
--
bludiesel, una voce fuori dal coro.

...o un cretino?
(RedWiz su it.arti.cinema)
rimuda
2005-11-17 22:03:20 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Napoli
nu Guaglion
na Guaglion
Burdel significa caos

--
Un saluto a volo su Spaccanapoli con gli angeli della luce
100.000 Olmstrom
rAdiomustori
--
face&Bene
rimudaSirePope
AdoremusComputerLuceInTerraStellare una real†à per far rinascere i morti
'Nhuè 'nhuè voglio a mammà & papà 'Nhuè 'nhuè DNA


questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Alessandro "Il Patriarca" Valli
2005-11-18 00:09:31 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Fioeu, ma anche bagàj (letteralmente: bagaglio).
Ciao
Ale
R. Giskard Reventlov
2005-11-18 00:17:29 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Fede
Nel maceratese:
vardàsciu
Nell'ascolano la "v" iniziale torna ad essere "b" e scompare la "u"
finale in favore di un'appena accennata "e":
bardasce

OT ma interessante:
bambino > fricu
mutaforme da Google
2005-11-18 03:13:34 UTC
Fermano:
vardasciu = ragazzo
fricu = bambino
mutaforme da Google
2005-11-18 03:14:41 UTC
Scusa non ci avevo fatto caso che anche tu avevi scritto fricu.
Comunque fermano e maceratese sono simili ;-)
Alessandro "Il Patriarca" Valli
2005-11-18 07:48:33 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Oh, però adesso le risposte le raccogli tutte, fai un bel file e lo
pubblichi sopra 'o Internètte! :)
Ciao
Ale
Maurizio Pistone
2005-11-18 08:38:13 UTC
Piemontese: mat, matòt. Ma lo dicevano mio nonno e mio padre: sono anni
che non lo sento.
--
Maurizio Pistone - Torino
strenua nos exercet inertia Hor.
http://www.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Karla
2005-11-18 15:43:51 UTC
Post by Maurizio Pistone
Piemontese: mat, matòt. Ma lo dicevano mio nonno e mio padre: sono anni
che non lo sento.
Io li sento spesso: matòt e matòta, ma anche fieul e fija.

k
Enrico Olivetti
2005-11-19 01:08:05 UTC
mat e matòt di solito è più piccolo di fieul e fija
Post by Karla
Post by Maurizio Pistone
Piemontese: mat, matòt. Ma lo dicevano mio nonno e mio padre: sono anni
che non lo sento.
Io li sento spesso: matòt e matòta, ma anche fieul e fija.
k
Drengot
2005-11-18 09:25:23 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Fede
Ciao a tutti

Sardo logudorese: piseddu / pisedda
Sardo nuorese: pitzinnu / pitzinna
Sardo campidanese: piccioccu / picciocca
Gallurese (dialetto di origine corsa): steddu / stedda


Essendo il mio primo post in questo newsgroup, che ho scoperto ieri e
trovato subito interessantissimo, mi presento brevemente, dopo aver dato il
mio contributo alla rassegna dei termini per "ragazzo/a".

Sono un traduttore di testi medici e tecnici, ma appassionatissimo di
linguistica. La glottologia, infatti è sempre stata la materia che più mi ha
attratto fin dall'università, e che scelsi anche per la mia tesi di laurea.
Probabilmente, sia la mia passione per la linguistica che quella per la
traduzione sono dovute al fatto che sono praticamente bilingue (sardo
logudorese / napoletano).

Stavo infatti per inserire anche le voci napoletane, dato che appartengono
tra l'altro alla zona in cui vivo, ma l'utente mio conterraneo, che pure
saluto, mi ha preceduto di poco.

Arrivederci presto per altre appassionanti disquisizioni linguistiche sul
newsgroup.

Drengot
Fiorelisa
2005-11-18 10:10:48 UTC
Post by Drengot
Essendo il mio primo post in questo newsgroup,
Benvenuto!
Post by Drengot
che ho scoperto ieri e trovato subito interessantissimo,
Eh, certo! :)
Post by Drengot
mi presento brevemente, dopo aver dato il mio contributo alla rassegna dei
termini per "ragazzo/a".
Sono un traduttore di testi medici e tecnici, ma appassionatissimo di
linguistica. La glottologia, infatti è sempre stata la materia che più mi ha
attratto fin dall'università, e che scelsi anche per la mia tesi di laurea.
Probabilmente, sia la mia passione per la linguistica che quella per la
traduzione sono dovute al fatto che sono praticamente bilingue (sardo
logudorese / napoletano).
Che bello! Evviva! Tempo fa avevo espresso il desiderio di avere in questo
newsgroup un sardo e un campano. Tu sei 2 in 1. :)
Post by Drengot
Stavo infatti per inserire anche le voci napoletane, dato che appartengono tra
l'altro alla zona in cui vivo, ma l'utente mio conterraneo, che pure saluto,
mi ha preceduto di poco.
Arrivederci presto per altre appassionanti disquisizioni linguistiche sul
newsgroup.
Ok! Torna a trovarci!

P.S.: Qualche giorno fa ho letto che la "campana" (din don dan) si chiama così
perché deriva dal latino "vasa campana", cioè "vasi di bronzo della Campania",
la regione in cui vennero costruite le prime campane di bronzo all'origine della
cristianità.
Non è fantastico? :)
Drengot
2005-11-18 11:36:58 UTC
Post by Fiorelisa
Post by Drengot
Essendo il mio primo post in questo newsgroup,
Benvenuto!
Post by Drengot
che ho scoperto ieri e trovato subito interessantissimo,
Eh, certo! :)
Post by Drengot
mi presento brevemente, dopo aver dato il mio contributo alla rassegna
dei termini per "ragazzo/a".
Sono un traduttore di testi medici e tecnici, ma appassionatissimo di
linguistica. La glottologia, infatti è sempre stata la materia che più mi
ha attratto fin dall'università, e che scelsi anche per la mia tesi di
laurea. Probabilmente, sia la mia passione per la linguistica che quella
per la traduzione sono dovute al fatto che sono praticamente bilingue
(sardo logudorese / napoletano).
Che bello! Evviva! Tempo fa avevo espresso il desiderio di avere in questo
newsgroup un sardo e un campano. Tu sei 2 in 1. :)
Post by Drengot
Stavo infatti per inserire anche le voci napoletane, dato che
appartengono tra l'altro alla zona in cui vivo, ma l'utente mio
conterraneo, che pure saluto, mi ha preceduto di poco.
Arrivederci presto per altre appassionanti disquisizioni linguistiche sul
newsgroup.
Ok! Torna a trovarci!
P.S.: Qualche giorno fa ho letto che la "campana" (din don dan) si chiama
così perché deriva dal latino "vasa campana", cioè "vasi di bronzo della
Campania", la regione in cui vennero costruite le prime campane di bronzo
all'origine della cristianità.
Non è fantastico? :)
Ciao Fiorelisa

Grazie per la calorosa accoglienza.

A presto,

Drengot
Epimeteo
2005-11-18 17:48:04 UTC
Post by Drengot
Essendo il mio primo post in questo newsgroup, che ho scoperto ieri e
trovato subito interessantissimo, mi presento brevemente, dopo aver dato
il mio contributo alla rassegna dei termini per "ragazzo/a".
Sono un traduttore di testi medici e tecnici, ma appassionatissimo di
linguistica. La glottologia, infatti è sempre stata la materia che più mi
ha attratto fin dall'università, e che scelsi anche per la mia tesi di
laurea. Probabilmente, sia la mia passione per la linguistica che quella
per la traduzione sono dovute al fatto che sono praticamente bilingue
(sardo logudorese / napoletano).
Che bella presentazione e completa... :-))

BENVENUTO!
Post by Drengot
Stavo infatti per inserire anche le voci napoletane, dato che appartengono
tra l'altro alla zona in cui vivo, ma l'utente mio conterraneo, che pure
saluto, mi ha preceduto di poco.
Ti ci dovrai abituare, gli ICLIsti fanno sempre così: se non sei pronto, ti
rubano la parola.
Post by Drengot
Arrivederci presto per altre appassionanti disquisizioni linguistiche sul
newsgroup.
Beh, "appassionanti" mi sembra un po' eccessivo, a meno che non si tratti di
discussioni con le signore.
"Non noiose", diciamo.

Ciao,
Epimeteo
---
"E' 'na passiona
cchiu' forte 'e 'na catena
ca me turmenta l'anema
e nun me fa campa'..."
(cit. per conto terzi)
Karla
2005-11-18 18:45:15 UTC
Post by Epimeteo
Post by Drengot
Probabilmente, sia la mia passione per la linguistica che quella
per la traduzione sono dovute al fatto che sono praticamente bilingue
(sardo logudorese / napoletano).
Che bella presentazione e completa... :-))
BENVENUTO!
Benvenuto anche da parte mia.
Al ng mancava un esperto in lingue sarde.

k
Drengot
2005-11-18 20:00:38 UTC
Post by Karla
Benvenuto anche da parte mia.
Al ng mancava un esperto in lingue sarde.
Grazie mille anche a te per il benvenuto.

Ciao,

Drengot
Drengot
2005-11-18 19:58:07 UTC
Post by Epimeteo
BENVENUTO!
Grazie mille!

[...]
Post by Epimeteo
Beh, "appassionanti" mi sembra un po' eccessivo, a meno che non si tratti di
discussioni con le signore.
"Non noiose", diciamo.
[...]

Allora cercherò anch'io di essere il meno noioso possibile :-)

Drengot
David Marcucci
2005-11-18 10:09:29 UTC
Arezzo :
Citto/a o Cittino/a
--
******
L'uomo è padrone di ciò che ha da dire ma è schiavo di ciò che ha detto.
******
Maurizio Pistone
2005-11-18 11:45:16 UTC
Post by David Marcucci
Citto/a o Cittino/a
in piemontese cit (a volte scritto: pcit) significa, come aggettivo,
"piccolo"; come nome, "bambino".
--
Maurizio Pistone - Torino
strenua nos exercet inertia Hor.
http://www.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Fiorelisa
2005-11-18 10:12:57 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Da me (Veneto): toso/tuso, bòcia (leggermente spregiativo).
Da 'u me zitu (Sicilia): picciotto.
Moosbrugger
2005-11-18 23:26:27 UTC
Post by Fiorelisa
Da me (Veneto): toso/tuso, bòcia (leggermente spregiativo).
Anche tosàt, e tosatèl (bambino, tipico nel Veneto orientale). Al
plurale è comune anche "fiòi", molto meno al singolare (fìo/fìa) A
Treviso sento spesso "cèo" per "bambino".

Ciao

M.
Sergio Michele
2005-11-19 14:23:12 UTC
Post by Fiorelisa
Da 'u me zitu (Sicilia): picciotto.
Anche "carusu", mi pare.

Sergio.
BluDiesel
2005-11-18 15:27:57 UTC
"Federico Savini" <***@libero.it> ha scritto

Siena: citto; cittino
--
BluDiesel®
" lo giorno che un sito fatto a frame darà del trash allo mio sito e
riuscirà a farla franca, deve ancora venirez!"
scirio a proposito di bynoi
Katja
2005-11-18 15:59:48 UTC
"Federico Savini" ha scritto
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Fede
Gorizia, Trieste:
mul / mulo
mula

Katja
Danilo Giacomelli
2005-11-18 17:23:37 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Bresciano:
- gnaro-a
-s.cet-ta.

Etrambi di puro ceppo latino.

ciao
--
Danilo Giacomelli
--------------------------
Profe: Brönsted ha la "o" con la dialisi?
--------------------------
Giovanni Drogo
2005-11-21 16:18:14 UTC
Passata e' la tempesta, odo nameserver far festa
e il mail exchanger tornato in su la via che ripete il suo EHLO ...

... e' stato menzionato il bresciano, ma non mi pare il bergamasco e il
milanese.

In milanese direi che la forma piu' comune e' "fioeu" (pron. fiö), che
letteralmente e' "figliolo", al maschile (singolare e plurale identici),
mentre al femminile si usa "tosa" (pron. tusa) che al plurale fa
"tosann" (pron. tusan), ovviamente imparentato con il veneto paoliniano
"toso", che pero' e' maschile. Questo sia per indicare "figlio/a" che
"bambino/a" che "ragazzo/a". Esistono anche diminutivi (fiolin,
fiolett, tusetta, tusanetta). La forma "bagaj" mi pare
arcaico-letteraria. C'e' anche "bambin" ma mi pare raro e vezzeggiativo
(lo usava mia nonna).

In bergamasco (perlomeno quello di pianura, sulla linea Milano-Brescia)
invece si usa "s-cett" (plurale "s-cecc") e "s-ceta" (plurale "s-cete")
con i suoi diminutivi (s-ceti', s-cetina, s-cetel, s-cetela). Anche qui
mi pare sia per "ragazzo/a" che "bambino/a" (al massimo col diminutivo)
che "figlio/a". Tuttavia mio zio (85) usa "fiöla" per figlia, ma non
conosco una forma equivalente maschile.
--
----------------------------------------------------------------------
***@mi.iasf.cnr.it is a newsreading account used by more persons to
avoid unwanted spam. Any mail returning to this address will be rejected.
Users can disclose their e-mail address in the article if they wish so.
Drengot
2005-11-19 12:06:21 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Piccola aggiunta relativa ai termini per "bambino/bambina" in napoletano e
sardo:


Sardo logudorese: criadura (invariabile) (ma si utilizza anche
piseddu/pisedda)
Sardo campidanese: pippìu/pippìa
Per le altre varietà valgono anche le forme già citate per "ragazzo"


Napoletano:

Nennillo/Nennella
Criaturo/Criatura ('E criature = i bambini in generale [pron.= i kkriatur',
con "scevà" finale])

Riguardo al primo termine va ricordata la forma più antica "ninno", presente
nella famosa composizione sul Natale "Quanno nascette Ninno", attribuita
Sant'Alfonso de' Liguori, e antecedente della più nota versione italiana "Tu
scendi dalle stelle".

Riguardo invece al secondo termine, come non ricordare l'incipit
dell'ironica canzone "Tammurriata nera": "È nato 'nu criaturo niro niro..."
Da notare poi, in questo caso, il particolare adattamento al maschile che il
napoletano ha effettuato dal latino "creatura", per creare la voce maschile,
distinguendola da quella femminile, mentre, al contrario, come si è visto,
nel sardo logudorese, "criadura" è invariabile.

Drengot
magica
2005-11-21 20:33:48 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Qui, bassa bergamasca: bagài (ragazzo) e bagàia (ragazza), ma anche
(dipende dal contesto) bambino e bambina, e figlio e figlia.

Ciao.

Gian Carlo
ADPUF
2005-12-17 23:46:49 UTC
Post by Federico Savini
Da me si dice Tabac.
Tabaché per ragazzini.
Burdél per la Romagna in generale.
Da voi ?
Par furlan:

fantàt, fantate: ragazzo/a, giovane, celibe, nubile;

Anche puém/pueme in Carnia.

frut, frute: bambino/a.

Anche:
canàe (sing. e collettivo)
bagài (mai sentito)
--
º¿º
Riccardomustodario
2005-12-18 00:57:51 UTC
ADPUF wrote:

Muccusiell

--
Un saluto a volo su Spaccanapoli con gli angeli della luce
100.000 Olmstrom
rAdiomustori
Father McKenzie
2005-12-18 07:17:59 UTC
Cosenza: quatrarìeddu, quatrarèdda; Catanzaro, cotraru, cotrareddu/a;
figghjolu/a. Criaturu/a se piccoli. Vibo/Lametia: quatrariellu (pronuncia
della "l" molto arretrata, quasi "gl")
Father McKenzie
2005-12-18 07:39:34 UTC
Cosenza: quatrarìeddu, quatrarèdda; Catanzaro, cotraru, cotrareddu/a;
figghjolu/a. Criaturu/a se piccoli. Vibo/Lametia: quatrariellu (pronuncia
della "l" con lingua a contatto del 0alato, quasi "gl")