Discussione:
Trova l'errore
(troppo vecchio per rispondere)
abc
2018-02-22 07:55:52 UTC
Permalink
Raw Message
Loading Image...
Maurizio Pistone
2018-02-22 08:33:55 UTC
Permalink
Raw Message
Post by abc
https://i.imgur.com/SDsNI8B.jpg
"Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, le donne nere
negli Stati Uniti rischiano di morire di parto tre volte di più delle
bianche. Ma non è solo un problema degli Stati Uniti. Nel mondo migliaia
di donne rischiano la vita per far nascere un bambino nei paesi più
poveri. Quando hanno complicazioni come le mie, non ci sono farmaci o
strutture sanitarie che le possono salvare".

immagino che il problema sia questo
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Roger
2018-02-22 09:30:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by abc
https://i.imgur.com/SDsNI8B.jpg
"Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, le donne nere
negli Stati Uniti rischiano di morire di parto tre volte di più delle
bianche. Ma non è solo un problema degli Stati Uniti. Nel mondo migliaia
di donne rischiano la vita per far nascere un bambino nei paesi più
poveri. Quando hanno complicazioni come le mie, non ci sono farmaci o
strutture sanitarie che le possono salvare".
immagino che il problema sia questo
Probabilmente abc intendeva, molto più semplicemente, l'espressione
"dando la luce a...", anziché "dando alla luce...".
Ad abc l'ardua sentenza.
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Mad Prof
2018-02-22 09:51:19 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Probabilmente abc intendeva, molto più semplicemente, l'espressione
"dando la luce a...", anziché "dando alla luce...".
Ad abc l'ardua sentenza.
Anche su "Giocata e vinta soffrendo solo come donna" ci sarebbe da
ridire…
--
Sanity is not statistical
ADPUF
2018-02-28 18:43:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mad Prof
Post by Roger
Probabilmente abc intendeva, molto più semplicemente,
l'espressione "dando la luce a...", anziché "dando alla
luce...". Ad abc l'ardua sentenza.
Anche su "Giocata e vinta soffrendo solo come donna" ci
sarebbe da ridire…
Anche su "pronta per tornare a vincere"


Ma sono articoli scritti di corsa da precari pagati un tozzo di
pane a pezzo...
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
abc
2018-02-22 11:57:31 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by Maurizio Pistone
Post by abc
https://i.imgur.com/SDsNI8B.jpg
"Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, le donne nere
negli Stati Uniti rischiano di morire di parto tre volte di più delle
bianche. Ma non è solo un problema degli Stati Uniti. Nel mondo migliaia
di donne rischiano la vita per far nascere un bambino nei paesi più
poveri. Quando hanno complicazioni come le mie, non ci sono farmaci o
strutture sanitarie che le possono salvare".
immagino che il problema sia questo
Probabilmente abc intendeva, molto più semplicemente, l'espressione
"dando la luce a...", anziché "dando alla luce...".
Ad abc l'ardua sentenza.
Risposta esatta
Roger
2018-02-22 13:25:56 UTC
Permalink
Raw Message
Post by abc
[...]
Post by Roger
Probabilmente abc intendeva, molto più semplicemente, l'espressione
"dando la luce a...", anziché "dando alla luce...".
Ad abc l'ardua sentenza.
Risposta esatta
Cosa ho vinto? :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Klaram
2018-02-22 17:46:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Probabilmente abc intendeva, molto più semplicemente, l'espressione
"dando la luce a...", anziché "dando alla luce...".
Ad abc l'ardua sentenza.
Mi ricorda una gag di due comici in cui quello che faceva la madre
diceva all'altro: "Io ti ho dato la luce e io te la spengo!".

k
Bruno Campanini
2018-02-23 11:52:32 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Probabilmente abc intendeva, molto più semplicemente, l'espressione
"dando la luce a...", anziché "dando alla luce...".
Ad abc l'ardua sentenza.
Mi ricorda una gag di due comici in cui quello che faceva la madre diceva
all'altro: "Io ti ho dato la luce e io te la spengo!".
Walter Chiari e il mio... "cognonimo"?

Bruno
Klaram
2018-02-23 12:10:46 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
Probabilmente abc intendeva, molto più semplicemente, l'espressione
"dando la luce a...", anziché "dando alla luce...".
Ad abc l'ardua sentenza.
Mi ricorda una gag di due comici in cui quello che faceva la madre diceva
all'altro: "Io ti ho dato la luce e io te la spengo!".
Walter Chiari e il mio... "cognonimo"?
No, mi sembra che fossero Gigi e Andrea.

k
*GB*
2018-02-22 23:47:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
"Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, le donne nere
negli Stati Uniti rischiano di morire di parto tre volte di più delle
bianche. Ma non è solo un problema degli Stati Uniti. Nel mondo migliaia
di donne rischiano la vita per far nascere un bambino nei paesi più
poveri. Quando hanno complicazioni come le mie, non ci sono farmaci o
strutture sanitarie che le possono salvare".
immagino che il problema sia questo
Se volevi dire che il maggior rischio di morte da parto delle nere (3,4
volte di più in USA rispetto alle bianche) dipenderebbe dalla miseria in
Africa e dalla relativa maggior povertà delle nere in America, il tuo
esempio è pessimo, dato che la Williams è miliardaria (come pure suo
marito).

Bye,

*GB*
Maurizio Pistone
2018-02-23 06:47:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by *GB*
Post by Maurizio Pistone
"Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, le donne nere
negli Stati Uniti rischiano di morire di parto tre volte di più delle
bianche. Ma non è solo un problema degli Stati Uniti. Nel mondo migliaia
di donne rischiano la vita per far nascere un bambino nei paesi più
poveri. Quando hanno complicazioni come le mie, non ci sono farmaci o
strutture sanitarie che le possono salvare".
immagino che il problema sia questo
Se volevi dire che il maggior rischio di morte da parto delle nere (3,4
volte di più in USA rispetto alle bianche) dipenderebbe dalla miseria in
Africa e dalla relativa maggior povertà delle nere in America, il tuo
esempio è pessimo, dato che la Williams è miliardaria (come pure suo
marito).
non è mica una cosa che ho detto io
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
ADPUF
2018-02-28 18:43:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by abc
https://i.imgur.com/SDsNI8B.jpg
"Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, le
donne nere negli Stati Uniti rischiano di morire di parto tre
volte di più delle bianche. Ma non è solo un problema degli
Stati Uniti. Nel mondo migliaia di donne rischiano la vita
per far nascere un bambino nei paesi più poveri. Quando hanno
complicazioni come le mie, non ci sono farmaci o strutture
sanitarie che le possono salvare".
immagino che il problema sia questo
Ma qui ce ne sono più d'uno, tra cui uno semantico colossale:
"migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un bambino
nei paesi più poveri."
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Maurizio Pistone
2018-02-28 21:12:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
"migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un bambino
nei paesi più poveri."
dov'è l'errore?
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Rapsòdo
2018-02-28 21:17:17 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by ADPUF
"migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un bambino
nei paesi più poveri."
dov'è l'errore?
Migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita...
altrimenti pare che migrino :)
ADPUF
2018-02-28 21:52:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by ADPUF
Ma qui ce ne sono più d'uno, tra cui uno semantico
colossale: "migliaia di donne rischiano la vita per far
nascere un bambino nei paesi più poveri."
dov'è l'errore?
Migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita...
altrimenti pare che migrino :)
Per quello vengono in Italia sui canotti? :-)


Anche "per far nascere" non mi convince, io direi "nel far
nascere".
Il "per" implica una intenzione, il "nel" implica un fatto
inevitabile non intenzionale.
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
https://en.wikipedia.org/wiki/Usenet
Rapsòdo
2018-02-28 22:53:24 UTC
Permalink
Raw Message
ADPUF ha postato:

[...]
Post by ADPUF
Anche "per far nascere" non mi convince, io direi "nel far
nascere".
Il "per" implica una intenzione, il "nel" implica un fatto
inevitabile non intenzionale.
Le donne fanno dei corsi per prepararsi attivamente
al momento del parto...
quella "non intenzionalità" è molto attiva;
certo è un'intenzionalità diversa da quella maschile;
ma accompagnare la natura nel momento del parto
ha sempre a che fare con qualcosa di "attivo" culturalmente,
non solo da noi.
Allora? Ci può stare il per?
Maurizio Pistone
2018-03-01 09:37:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by ADPUF
"migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un bambino
nei paesi più poveri."
dov'è l'errore?
Migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita...
altrimenti pare che migrino :)
mi sembra che il contesto aiuti abbastanza
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Rapsòdo
2018-03-01 11:39:37 UTC
Permalink
Raw Message
Rapsòdo
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by ADPUF
"migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un bambino
nei paesi più poveri."
dov'è l'errore?
Migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita...
altrimenti pare che migrino :)
mi sembra che il contesto aiuti abbastanza
Quindi può non essere considerato un errore?
Maurizio Pistone
2018-03-01 12:09:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by Rapsòdo
Migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita...
altrimenti pare che migrino :)
mi sembra che il contesto aiuti abbastanza
Quindi può non essere considerato un errore?
non un "errore semantico colossale"
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Klaram
2018-03-01 12:20:02 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by Rapsòdo
Migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita...
altrimenti pare che migrino :)
mi sembra che il contesto aiuti abbastanza
Quindi può non essere considerato un errore?
non un "errore semantico colossale"
Ma neanche un "errore", è solo una frase ambigua.

k
Rapsòdo
2018-03-01 12:43:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Klaram
Post by Maurizio Pistone
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by Rapsòdo
Migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita...
altrimenti pare che migrino :)
mi sembra che il contesto aiuti abbastanza
Quindi può non essere considerato un errore?
non un "errore semantico colossale"
Ma neanche un "errore", è solo una frase ambigua.
Da soggetto a complemento di luogo della frase...
a me parrebbe questo errore;
ma sono arrugginito, quindi attendo lumi :)
Mad Prof
2018-03-01 13:30:46 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Da soggetto a complemento di luogo della frase...
a me parrebbe questo errore;
ma sono arrugginito, quindi attendo lumi :)
Uh…? "Nei paesi più poveri" è comunque un complemento di luogo. A
seconda della posizione, può essere interpretato come complemento di
luogo di "rischiano" o di "far nascere", ma non vedo come possa
diventare soggetto…
--
Sanity is not statistical
Rapsòdo
2018-03-01 13:38:17 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mad Prof
Post by Rapsòdo
Da soggetto a complemento di luogo della frase...
a me parrebbe questo errore;
ma sono arrugginito, quindi attendo lumi :)
Uh…? "Nei paesi più poveri" è comunque un complemento di luogo. A
seconda della posizione, può essere interpretato come complemento di
luogo di "rischiano" o di "far nascere", ma non vedo come possa
diventare soggetto…
sì, hai ragione
pensavo abbinato al soggetto, vale a dire stato in luogo;
vale sempre il discorso dell'arruginito
Bruno Campanini
2018-03-01 14:11:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Klaram
Post by Maurizio Pistone
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by Rapsòdo
Migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita...
altrimenti pare che migrino :)
mi sembra che il contesto aiuti abbastanza
Quindi può non essere considerato un errore?
non un "errore semantico colossale"
Ma neanche un "errore", è solo una frase ambigua.
Pensaci bene: "nel mondo migliaia di donne rischiano la vita"
(il mondo è il luogo in cui risiedono le donne), "per far
nascere bambini nei paesi più poverei" (i paesi più poveri
sono quelli in cui vanno a partorire).

Va bene, c'è San Contesto che nella circostanza sbroglia
la matassa... ma l'ambiguità FORMALE è colossale.

Quindi lasciami sommessamente bisbigliare che non è
Rapsòdo ad essere arruginito.

Bruno
Bruno Campanini
2018-03-01 14:13:50 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Pensaci bene: "nel mondo migliaia di donne rischiano la vita"
(il mondo è il luogo in cui risiedono le donne), "per far
nascere bambini nei paesi più poverei" (i paesi più poveri
sono quelli in cui vanno a partorire).
Va bene, c'è San Contesto che nella circostanza sbroglia
la matassa... ma l'ambiguità FORMALE è colossale.
Quindi lasciami sommessamente bisbigliare che non è
Rapsòdo ad essere arruginito.
arrugginito!!!

Bruno
edi'®
2018-03-01 14:29:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Pensaci bene: "nel mondo migliaia di donne rischiano la vita"
(il mondo è il luogo in cui risiedono le donne), "per far
nascere bambini nei paesi più poveri" (i paesi più poveri
sono quelli in cui vanno a partorire).
Va bene, c'è San Contesto che nella circostanza sbroglia
la matassa... ma l'ambiguità FORMALE è colossale.
L'ambiguità formale indubbiamente c'è.
Ma è altresì vero che si tratta di una frase nella quale il contesto è
così evidente che non credo ci sia qualcuno che possa equivocare.

Le donne rischiano la vita per far nascere i bambini nei paesi poveri.
Le persone rischiano la vita per lavorare in contesti insicuri.
I migranti rischiano la vita per andare per mare su barconi fatiscenti.
etc.

Sono tutti esempi di frasi formalmente ambigue, che però nessuno dotato
di un minimo di raziocinio potrà mai interpretare in maniera diversa da
ciò che in effetti vogliono significare.

E.D.
Bruno Campanini
2018-03-01 14:48:51 UTC
Permalink
Raw Message
Post by edi'®
Post by Bruno Campanini
Pensaci bene: "nel mondo migliaia di donne rischiano la vita"
(il mondo è il luogo in cui risiedono le donne), "per far
nascere bambini nei paesi più poveri" (i paesi più poveri
sono quelli in cui vanno a partorire).
Va bene, c'è San Contesto che nella circostanza sbroglia
la matassa... ma l'ambiguità FORMALE è colossale.
L'ambiguità formale indubbiamente c'è.
Solo della forma si stava parlando.
Post by edi'®
Ma è altresì vero che si tratta di una frase nella quale il contesto è così
evidente che non credo ci sia qualcuno che possa equivocare.
E infatti nessuno ha equivocato sul significato.

Bruno
edi'®
2018-03-01 16:20:31 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by edi'®
Post by Bruno Campanini
Va bene, c'è San Contesto che nella circostanza sbroglia
la matassa... ma l'ambiguità FORMALE è colossale.
L'ambiguità formale indubbiamente c'è.
Solo della forma si stava parlando.
Post by edi'®
Ma è altresì vero che si tratta di una frase nella quale il contesto è
così evidente che non credo ci sia qualcuno che possa equivocare.
E infatti nessuno ha equivocato sul significato.
Quindi non si tratta di un "errore semantico colossale" (cit. M. Pistone)

E.D.
Bruno Campanini
2018-03-01 16:32:47 UTC
Permalink
Raw Message
Post by edi'®
Post by Bruno Campanini
Post by edi'®
Post by Bruno Campanini
Va bene, c'è San Contesto che nella circostanza sbroglia
la matassa... ma l'ambiguità FORMALE è colossale.
L'ambiguità formale indubbiamente c'è.
Solo della forma si stava parlando.
Post by edi'®
Ma è altresì vero che si tratta di una frase nella quale il contesto è
così evidente che non credo ci sia qualcuno che possa equivocare.
E infatti nessuno ha equivocato sul significato.
Quindi non si tratta di un "errore semantico colossale" (cit. M. Pistone)
Se astrai dal contesto hai un significato diverso da quello voluto.
Ma non è "un errore semantico colossale"... è una carezza!

Bruno
Father McKenzie
2018-03-03 07:00:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by edi'®
L'ambiguità formale indubbiamente c'è.
 >
Post by Bruno Campanini
Solo della forma si stava parlando
Ma sul serio? Se ne vedono di molto più peggiori :-D
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Rapsòdo
2018-03-03 10:27:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Father McKenzie
Post by Bruno Campanini
Post by edi'®
L'ambiguità formale indubbiamente c'è.
 >
Post by Bruno Campanini
Solo della forma si stava parlando
Ma sul serio? Se ne vedono di molto più peggiori :-D
Il discorso si fa interessante.
Ho l'impressione che possa dipendere anche da sensibilità personali.
Ad esempio, se si è sensibili al senso della frase,
il tuo errore non stravolge il senso,
mentre l'altro lo stravolge completamente (aiuto del contesto a parte).
A scuola che posto ha il senso delle cose?
Oppure si dà più credito al "formale"?
Non inteso come comportamento, che sarebbe un discorso diverso.
Non vivo in ambiente scolastico, quindi è una osservazione
da esterno ed inesperto.
Father McKenzie
2018-03-03 21:00:35 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Il discorso si fa interessante.
Ho l'impressione che possa dipendere anche da sensibilità personali.
Ad esempio, se si è sensibili al senso della frase,
il tuo errore non stravolge il senso,
mentre l'altro lo stravolge completamente (aiuto del contesto a parte).
A scuola che posto ha il senso delle cose?
Oppure si dà più credito al "formale"?
Non inteso come comportamento, che sarebbe un discorso diverso.
Non vivo in ambiente scolastico, quindi è una osservazione
da esterno ed inesperto.
Io non insegno italiano, e sono al superiore. Da noi comunque si
preferisce badare al sodo, quindi al senso. Ovviamente gli errori più
evidenti si correggono, ma sulle sottigliezze si può sorvolare
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Bruno Campanini
2018-03-03 10:36:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Father McKenzie
Post by Bruno Campanini
Post by edi'®
L'ambiguità formale indubbiamente c'è.
 >
Post by Bruno Campanini
Solo della forma si stava parlando
Ma sul serio? Se ne vedono di molto più peggiori :-D
Credo di capire, ma non sono sicuro, cosa intendi con quel
"di molto più peggiori".
Però un "più peggiori", se non chiaramente definito dal
contesto, suona veramente male.
Che ne diresti di "se ne vedono molto di più peggiori"
che starebbe a significare "se ne vedono molto di più
dei peggiori"?

A mio avviso siamo comunque nell'ambiguità fra bruttura
stilistica ed errore grammaticale.

Bruno
Klaram
2018-03-03 10:55:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by Father McKenzie
Post by Bruno Campanini
Post by edi'®
L'ambiguità formale indubbiamente c'è.
 >
Post by Bruno Campanini
Solo della forma si stava parlando
Ma sul serio? Se ne vedono di molto più peggiori :-D
Credo di capire, ma non sono sicuro, cosa intendi con quel
"di molto più peggiori".
Però un "più peggiori", se non chiaramente definito dal
contesto, suona veramente male.
Che ne diresti di "se ne vedono molto di più peggiori"
che starebbe a significare "se ne vedono molto di più
dei peggiori"?
A mio avviso siamo comunque nell'ambiguità fra bruttura
stilistica ed errore grammaticale.
Siamo decisamente nell'erroraccio, ma forse ti è sfuggita la faccina.
:))

(Father non farebbe mai un errore del genere. Non è mica il ministro
dell'istruzione!)


k
Bruno Campanini
2018-03-03 11:50:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by Father McKenzie
Post by Bruno Campanini
Post by edi'®
L'ambiguità formale indubbiamente c'è.
 >
Post by Bruno Campanini
Solo della forma si stava parlando
Ma sul serio? Se ne vedono di molto più peggiori :-D
Credo di capire, ma non sono sicuro, cosa intendi con quel
"di molto più peggiori".
Però un "più peggiori", se non chiaramente definito dal
contesto, suona veramente male.
Che ne diresti di "se ne vedono molto di più peggiori"
che starebbe a significare "se ne vedono molto di più
dei peggiori"?
A mio avviso siamo comunque nell'ambiguità fra bruttura
stilistica ed errore grammaticale.
Siamo decisamente nell'erroraccio, ma forse ti è sfuggita la faccina. :))
Forse è sfuggito qualcosa a te.
Credo sia una provocazione, il significato dovrebbe
essere: "di peggiori se ne vedono molti di più".
(Father non farebbe mai un errore del genere. Non è mica il ministro
dell'istruzione!)
Lo so! da Tal n'è dato.
(Tal sta per vecchio comunista calabrese).

Bruno
Rapsòdo
2018-03-03 12:00:37 UTC
Permalink
Raw Message
Bruno Campanini ha postato:

[...]
Post by Bruno Campanini
Lo so! da Tal n'è dato.
(Tal sta per vecchio comunista calabrese).
Bruno
Eh? Non l'ho capita.
Sarà gergo vostro?
Bruno Campanini
2018-03-03 12:26:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
[...]
Post by Bruno Campanini
Lo so! da Tal n'è dato.
(Tal sta per vecchio comunista calabrese).di
Bruno
Eh? Non l'ho capita.
Sarà gergo vostro?
Ma no, che gergo?
"da tal n'è dato" viene dall'Inferno di Dante e
"tal" si riferisce a Dio.

Io a quel "tal" ho voluto assegnare analoga dignità
unitamente alla sua (del Father) vecchia costumanza.
E ci ho anche messo la maiuscola!

Bruno
Rapsòdo
2018-03-03 12:32:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by Rapsòdo
[...]
Post by Bruno Campanini
Lo so! da Tal n'è dato.
(Tal sta per vecchio comunista calabrese).di
Bruno
Eh? Non l'ho capita.
Sarà gergo vostro?
Ma no, che gergo?
"da tal n'è dato" viene dall'Inferno di Dante e
"tal" si riferisce a Dio.
Io a quel "tal" ho voluto assegnare analoga dignità
unitamente alla sua (del Father) vecchia costumanza.
E ci ho anche messo la maiuscola!
Aaaaah! Che bella citazione.
È uno che prende sul serio l'articolo 3 della Costituzione!
Bruno Campanini
2018-03-03 12:51:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Post by Bruno Campanini
Post by Rapsòdo
[...]
Post by Bruno Campanini
Lo so! da Tal n'è dato.
(Tal sta per vecchio comunista calabrese).di
Bruno
Eh? Non l'ho capita.
Sarà gergo vostro?
Ma no, che gergo?
"da tal n'è dato" viene dall'Inferno di Dante e
"tal" si riferisce a Dio.
Io a quel "tal" ho voluto assegnare analoga dignità
unitamente alla sua (del Father) vecchia costumanza.
E ci ho anche messo la maiuscola!
Aaaaah! Che bella citazione.
È uno che prende sul serio l'articolo 3 della Costituzione!
Dal secondo comma del quale io toglierei "i lavoratori",
cosicché fosse anche a me (pensionato) legalmente consentito
di partecipare all'organizzazione... etc.

Bruno
Rapsòdo
2018-03-03 13:10:57 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Dal secondo comma del quale io toglierei "i lavoratori",
cosicché fosse anche a me (pensionato) legalmente consentito
di partecipare all'organizzazione... etc.
Mi par giusto, credo sia considerato sinonimo di "cittadini"
tanto varrebbe mettere cittadini (o levarlo)
per non ingenerare confusione;
tanto più che oggi, con tutti i lavoratori precari,
disoccupati, non ha più senso.
Io lo ritengo rivolto alla persona, al cittadino.
Bruno Campanini
2018-03-03 14:30:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Post by Bruno Campanini
Dal secondo comma del quale io toglierei "i lavoratori",
cosicché fosse anche a me (pensionato) legalmente consentito
di partecipare all'organizzazione... etc.
Mi par giusto, credo sia considerato sinonimo di "cittadini"
tanto varrebbe mettere cittadini (o levarlo)
per non ingenerare confusione;
tanto più che oggi, con tutti i lavoratori precari,
disoccupati, non ha più senso.
Io lo ritengo rivolto alla persona, al cittadino.
Anch'io ritengo che che nessuno si sognerebbe mai
di interpretare restrittivamente quel "i lavoratori".
Era solo per prolungare un poco la conversazione.

Bruno
Maurizio Pistone
2018-03-03 16:19:35 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Dal secondo comma del quale io toglierei "i lavoratori",
cosicché fosse anche a me (pensionato) legalmente consentito
di partecipare all'organizzazione... etc.
ovviamente tutti i cittadini partecipano ecc. poiché siamo in democrazia

quella frase è chiaramente aggiuntiva e non limitativa, fa riferimento
(molto discreto) ai progetti di cogestione dell'economia che, almeno in
linea di principio, sarebbero sostenuti da tutti gli orientamenti
politici
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Rapsòdo
2018-03-03 18:52:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Bruno Campanini
Dal secondo comma del quale io toglierei "i lavoratori",
cosicché fosse anche a me (pensionato) legalmente consentito
di partecipare all'organizzazione... etc.
ovviamente tutti i cittadini partecipano ecc. poiché siamo in
democrazia
[...]

Magari fosse vero...
Con questi legami sociali liquidi
molti di noi sono monadi con partecipazioni virtuali :-(
Roger
2018-03-03 19:07:50 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by Bruno Campanini
Dal secondo comma del quale io toglierei "i lavoratori",
cosicché fosse anche a me (pensionato) legalmente consentito
di partecipare all'organizzazione... etc.
ovviamente tutti i cittadini partecipano ecc. poiché siamo in democrazia
[...]
Magari fosse vero...
Con questi legami sociali liquidi
molti di noi sono monadi con partecipazioni virtuali :-(
"Monado" sarai tu... :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Bruno Campanini
2018-03-03 19:12:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by Bruno Campanini
Dal secondo comma del quale io toglierei "i lavoratori",
cosicché fosse anche a me (pensionato) legalmente consentito
di partecipare all'organizzazione... etc.
ovviamente tutti i cittadini partecipano ecc. poiché siamo in democrazia
[...]
Magari fosse vero...
Con questi legami sociali liquidi
molti di noi sono monadi con partecipazioni virtuali :-(
"Monado" sarai tu... :-)
Forse voleva dire "monatti". lol

Bruno
Rapsòdo
2018-03-03 19:25:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
ovviamente tutti i cittadini partecipano ecc. poiché siamo in democrazia
[...]
Magari fosse vero...
Con questi legami sociali liquidi
molti di noi sono monadi con partecipazioni virtuali :-(
"Monado" sarai tu... :-)
insieme a quasi 1/3 degli italiani
Post by Bruno Campanini
Forse voleva dire "monatti". lol
non comprendo
monade = single
però in tante famiglie stanno anche peggio
che... la "liquidità" rende solubili molti legami
e diventa caratteristica della comunità :)
Bruno Campanini
2018-03-04 01:31:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
"Monado" sarai tu... :-)
insieme a quasi 1/3 degli italiani
Post by Bruno Campanini
Forse voleva dire "monatti". lol
non comprendo
monade = single
però in tante famiglie stanno anche peggio
che... la "liquidità" rende solubili molti legami
e diventa caratteristica della comunità :)
Io avevo inteso quel monadi come un errore per nomadi.
E penso che anche Roger abbia ragionato in tal senso,
infatti ponendo il nome al singolare scrive monado
e non monade.
Chissà se fornirà interpretazione autentica del suo dire...

Bruno
Rapsòdo
2018-03-04 05:04:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
"Monado" sarai tu... :-)
Forse voleva dire "monatti". lol
e che c'entrano i "Compromessi sposi"? :)
Roger
2018-03-04 13:00:59 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by Rapsòdo
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
"Monado" sarai tu... :-)
insieme a quasi 1/3 degli italiani
Post by Bruno Campanini
Forse voleva dire "monatti". lol
non comprendo
monade = single
però in tante famiglie stanno anche peggio
che... la "liquidità" rende solubili molti legami
e diventa caratteristica della comunità :)
Io avevo inteso quel monadi come un errore per nomadi.
E penso che anche Roger abbia ragionato in tal senso,
infatti ponendo il nome al singolare scrive monado
e non monade.
Chissà se fornirà interpretazione autentica del suo dire...
Indovinato.
Ho trovato l'errore (presunto) buffo per l'assonanza con "mona" e da
qui la mia risposta.

Tra l'altro i dizionari che ora ho consultato riportano "monade" come
termine filosofico pitagorico.
Nessuno ne dà il significato di "single".
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
ADPUF
2018-03-12 00:33:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by Bruno Campanini
Post by Rapsòdo
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
"Monado" sarai tu... :-)
insieme a quasi 1/3 degli italiani
Post by Bruno Campanini
Forse voleva dire "monatti". lol
non comprendo
monade = single
però in tante famiglie stanno anche peggio
che... la "liquidità" rende solubili molti legami
e diventa caratteristica della comunità :)
Io avevo inteso quel monadi come un errore per nomadi.
E penso che anche Roger abbia ragionato in tal senso,
infatti ponendo il nome al singolare scrive monado
e non monade.
Chissà se fornirà interpretazione autentica del suo dire...
Indovinato.
Ho trovato l'errore (presunto) buffo per l'assonanza con
"mona" e da qui la mia risposta.
Tra l'altro i dizionari che ora ho consultato riportano
"monade" come termine filosofico pitagorico.
Nessuno ne dà il significato di "single".
«Gottfried Wilhelm von Leibniz - La Monadologia (1720)
Traduzione dal francese di Marianna Bacinetti (1856)

1. La monade, di cui noi di presente ragioniamo, altra cosa non
è, che una sostanza semplice, la quale si mesce nei composti:
semplice, vale a dire senza parti.

2. Ed è mestieri che vi sieno sostanze semplici, poichè àvvene
di composte: e non essendo le composte che una congerie ed
aggregazione di semplici.

3. Ove non sono parti non è estensione, nè figura, nè
divisibilità possibile; e queste monadi sono i veri atomi
della natura, e a dirlo nudamente, sono gli elementi delle
cose.

4. Non vi ha neppure a sospettare in esse dissoluzione, nè v’ha
maniera concepibile, per la quale una sostanza semplice possa
finire naturalmente.

5. Per la stessa ragione non v’ha modo alcuno, per cui una
sostanza semplice possa cominciare naturalmente, non potendo
essere formata per composizione.

6. Si può dire altresì che le monadi non potrebbero cominciare
nè finire che in un’istante, cioè non potrebbero cominciare se
non per creazione, e finire se non per annichilazione: laddove
ciò che è composto comincia e finisce per parti.

7. Nè vi ha maniera d’intendere come una monade possa essere
alterata o cambiata interiormente da altra creatura, poichè
non vi si potrebbe nulla trasferire, nè concepirvi alcun
movimento interno, che possa essere eccitato, diretto,
aumentato, o diminuito al di dentro, come avviene nei
composti, ove ha rimescolamento di parti. Le monadi non hanno
punto finestre, onde qualche cosa possa entrarvi, od uscirne;
e gli accidenti non potrebbero distaccarsi nè diportarsi fuori
delle sostanze, come fecero un tempo le specie sensibili degli
Scolastici. Cosicchè nè sostanza, nè accidente possono entrare
da fuori in una monade. (1)

8. Tuttavia è d’uopo che le monadi abbiano talune qualità,
altrimenti non sarebbero tampoco esseri: e se le sostanze
semplici nulla differissero nella qualità, non vi sarebbe modo
di scorgere alcun cambiamento nelle cose, poichè ciò che è nel
composto non può derivare che dagli elementi semplici; e se le
monadi fossero senza qualità, sarebbero indistinguihili l’una
dall’altra, mentre non differiscono nella quantità; e per
conseguenza, concedendosi il pieno, ciascun luogo non
riceverebbe mai nel movimento, se non l’equivalente di ciò che
conteneva, e uno stato di cose non sarebbe distinguibile
dall’altro.

9. È ancora necessario che ciascuna monade sia differente da
ciascun’altra, perchè non si danno in natura due esseri, i
quali siano perfettamente eguali l’uno all’altro, e dove non
sia possibile di scoprire una differenza interna, o fondata
sopra una denominazione intrinseca.

10. Pongo eziandio come concesso, che ogni essere creato è
soggetto a mutamento, e quindi anche la monade creata; e di
più ancora che questo mutamento si è continuo in ciascuna.

11. Segue da ciò che i mutamenti naturali delle monadi nascono
da un principio interno, poichè una causa esterna non potrebbe
operare nel loro interiore. (2)

[.....]

(1) Si noti in questo paragrafo il primo errore, che Leibniz
introduce nella sua bellissima Monadologia; negando egli che
alcuna monade possa agire sulle altre, e che alcuna possa
dalle altre ricevere nessuna modificazione. Imperciocchè egli
dice che le monadi non hanno vie aperte a ricevere le esterne
impressioni, nè possono da sè stesse fare uscire le proprie
qualità per operare su d’altre monadi. Ma senza che le monadi
abbiano veramente finestre, possono però avere, ed hanno
realmente disposizione a ricevere le impressioni esterne
(facoltà recettive), nè ciò ripugna alla loro semplice natura:
e quantunque non possano distaccare e mandare in giro alcuna
delle loro qualità presso le altre monadi, possono però
dirigere a queste le loro azioni, ed operarvi. Ciò che vi ha
di arduo e considerevole nella questione consiste nell’
intendere il modo, come l’azione di una monade trapassi in
altra monade: il qual passaggio è veramente tutto coperto di
oscurità impenetrabile. Ma l’oscurità del modo, con cui si
compie questo passaggio di azione, non interdice di
riconoscere la realità del passaggio stesso: che anzi è
evidente e irrecusabile. Diremo di più che di qualunque
avvenimento di natura non conosciamo il modo, con cui si
adempie, ma solo la realtà dell’adempimento; onde tanto meno
Leibniz poteva ricusare il commercio delle azioni tra le
monadi, perchè non se ne mostrava il modo con chiarezza.
Questa oscurità, cha ha ingannato la mente gagliarda di
Leibniz, ha pure indotto in errore altri illustri Filosofi
Alemanni, i quali non si persuadono doversi arrestare innanzi
alle impenetrabili tenebre, e vi si mettono dentro con nobile,
ma temerario ardimento. Difatti affermano essi che non si
possa dare fra esistenze di natura diversa comunicazione di
azioni, perchè non riescono ad intendere. il passaggio di
queste azioni, che incessantemente si trasmettono: e quindi
sono trascorsi ad immaginare una sostanza comune e universale,
a cui tutte le cose partecipano, e da cui sono in sostanza
costituite, e per mezzo della quale accade ogni trapassamento.
Schelling di fatti scrive che la relazione fra soggetto ed
oggetto non potrebbe darsi, se non fosse fra loro un’armonia
prestabilita, nè potrebbe esistere tale armonia senza la loro
identità (Ideal. Trascend. Introd.). Ed in seguito discorre
che se il mondo fosse diverso dall’anima, sarebbe impossibile
che la volontà di questa fosse valevole a modificarlo, neppure
in grazia dell’armonia prestabilita, la quale neppure sarebbe
possibile senza un termine medio, di cui l’anima ed il mondo
fossero modificazioni. (Luogo citato, parte 3 epoca 3.) E così
Burdach sostiene, che se la diversità che è nelle cose
dell’universo non avesse alcun che di comune, un abisso senza
fondo le separerebbe, nè potrebbero agire le une sulle altre.
(Fisiologia § 1006).

(2) Ecco la prima conseguenza dell’errore notato al § 7.°, dal
quale discende veramente tutta quanta la serie di errori, che
si frammischiano alle profonde verità esposte in questo
prezioso trattato. Poichè se le monadi non potessero agire
l’una sull’altra, sarebbe necessario attribuire ogni loro
mutamento all’interna natura di se stesse, e sarebbe pur
necessario pervenire direttamente al sistema dell’armonia
prestabilità, quale è immaginato da Leibniz. Ma il vero è che
le monadi operano senza ostacolo fra loro, quantunque non
conosciamo il modo, con cui succedono tali operazioni. Mentre
però sosteniamo contro Leibniz che le monadi possono ricevere
dall’esterno i loro cambiamenti, concediamo volentieri che
possono talora determinarsi e cangiare anche per virtù
interna, e gli esseri viventi, e l’anima umana in particolare,
ne offrono manifestissimi esempi.
»
https://it.wikipedia.org/wiki/Monadologia
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
https://en.wikipedia.org/wiki/Usenet
Bruno Campanini
2018-03-03 19:10:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Bruno Campanini
Dal secondo comma del quale io toglierei "i lavoratori",
cosicché fosse anche a me (pensionato) legalmente consentito
di partecipare all'organizzazione... etc.
ovviamente tutti i cittadini partecipano ecc. poiché siamo in democrazia
quella frase è chiaramente aggiuntiva e non limitativa, fa riferimento
(molto discreto) ai progetti di cogestione dell'economia che, almeno in
linea di principio, sarebbero sostenuti da tutti gli orientamenti
politici
Io non ho inteso, come già detto, che quella frase
sia limitativa, ma nemmeno che il suo senso sia estendibile
come tu asserisci.
Che la "estensione" fosse nell'animo dei legislatori come in
quello di tutti i partiti non lo metto in dubbio.
Però da semplice lettore rilevo che quell'estensione non si
evince dal testo scritto e non credo che la ratio di una
norma possa subire un tale allargamento.
Minus dixit quam voluit... dovrebbe avere un range
abbastanza ristretto.

Bruno
Rapsòdo
2018-03-03 19:54:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by Maurizio Pistone
quella frase è chiaramente aggiuntiva e non limitativa, fa
riferimento (molto discreto) ai progetti di cogestione
dell'economia che, almeno in linea di principio, sarebbero
sostenuti da tutti gli orientamenti politici
Io non ho inteso, come già detto, che quella frase
sia limitativa, ma nemmeno che il suo senso sia estendibile
come tu asserisci.
Che la "estensione" fosse nell'animo dei legislatori come in
quello di tutti i partiti non lo metto in dubbio.
Però da semplice lettore rilevo che quell'estensione non si
evince dal testo scritto e non credo che la ratio di una
norma possa subire un tale allargamento.
Minus dixit quam voluit... dovrebbe avere un range
abbastanza ristretto.
Io l'ho capito in altra maniera.
La parte sui lavoratori assume un significato
aggiuntivo ai diritti di qualsiasi cittadino
e riguarda eventuali progetti di cogestione dell'economia.
La qual cosa mi torna.
L'aggiuntivo è riferito ai "lavoratori".
Aggiunge qualcosa e non limita i diritti
di qualsiasi cittadino, già dati nella prima parte,
non limita la partecipazione ad un pensionato come te :)
Father McKenzie
2018-03-03 21:04:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Dal secondo comma del quale io toglierei "i lavoratori",
cosicché fosse anche a me (pensionato) legalmente consentito
di partecipare all'organizzazione... etc.
Perché togliere i lavoratori? Si possono aggiungere pensionati,
disoccupati, studenti, neet...
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Father McKenzie
2018-03-03 21:03:10 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Io a quel "tal" ho voluto assegnare analoga dignità
unitamente alla sua (del Father) vecchia costumanza.
E ci ho anche messo la maiuscola!
Ueh, mi stanno fischiando le orecchie :-D
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Bruno Campanini
2018-03-04 01:22:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Father McKenzie
Post by Bruno Campanini
Io a quel "tal" ho voluto assegnare analoga dignità
unitamente alla sua (del Father) vecchia costumanza.
E ci ho anche messo la maiuscola!
Ueh, mi stanno fischiando le orecchie :-D
Finalmente sei saltato fuori! anche a me fischiano le orecchie,
non vorrei che lunedì mattina mi si rompessero i timpani.

Ciao
Bruno
Father McKenzie
2018-03-03 21:01:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Però un "più peggiori", se non chiaramente definito dal
contesto, suona veramente male.
Eppure un ministro dell'attuale governo ha usato "sempre più migliore".
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Roger
2018-03-03 23:07:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Father McKenzie
Post by Bruno Campanini
Però un "più peggiori", se non chiaramente definito dal
contesto, suona veramente male.
Eppure un ministro dell'attuale governo ha usato "sempre più migliore".
Non è per caso una ministra? :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Klaram
2018-03-01 11:55:57 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by ADPUF
"migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un bambino
nei paesi più poveri."
dov'è l'errore?
Migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita...
altrimenti pare che migrino :)
Meglio spostare "nei paesi più poveri", ma lasciando la frase com'è,
sarebbe bastata una virgola dopo "bambino" per tgliere l'ambiguità?

k
ADPUF
2018-03-03 21:38:54 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Klaram
Post by Rapsòdo
Post by Maurizio Pistone
Post by ADPUF
Ma qui ce ne sono più d'uno, tra cui uno semantico
colossale: "migliaia di donne rischiano la vita per far
nascere un bambino nei paesi più poveri."
dov'è l'errore?
Migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita...
altrimenti pare che migrino :)
Meglio spostare "nei paesi più poveri", ma lasciando la
frase com'è,
sarebbe bastata una virgola dopo "bambino" per tgliere
l'ambiguità?
Vediamo:
"migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un
bambino, nei paesi più poveri."

Sì mi pare che funzioni.

Oppure anticipando:
"migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita per
far nascere un bambino."


E' la stessa cosa di
"si vendono lettini per bambini di ferro"
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
https://en.wikipedia.org/wiki/Usenet
Mad Prof
2018-03-03 22:55:29 UTC
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
"migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita per
far nascere un bambino."
Io anticiperei ancora di più:

"Nei paesi più poveri migliaia di donne rischiano la vita per far nascere
un bambino."

Tra l’altro “far nascere un bambino” mi sembra più adatto a una ostetrica
che non a una puerpera…
--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Bruno Campanini
2018-03-04 01:34:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mad Prof
Post by ADPUF
"migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita per
far nascere un bambino."
"Nei paesi più poveri migliaia di donne rischiano la vita per far nascere
un bambino."
Tra l’altro “far nascere un bambino” mi sembra più adatto a una ostetrica
che non a una puerpera…
Ti è scappato un "non" di troppo o c'è un motivo?
"mi sembra più adatto a una ostetrica che a una puerpera"

Bruno
Roger
2018-03-04 13:02:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by Mad Prof
Post by ADPUF
"migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita per
far nascere un bambino."
"Nei paesi più poveri migliaia di donne rischiano la vita per far nascere
un bambino."
Tra l’altro “far nascere un bambino” mi sembra più adatto a una ostetrica
che non a una puerpera…
Ti è scappato un "non" di troppo o c'è un motivo?
"mi sembra più adatto a una ostetrica che a una puerpera"
Sul "non" pleanastico abbiamo consunato fiumi di "elettroinchiostro".
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Bruno Campanini
2018-03-05 17:44:22 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by Bruno Campanini
Post by Mad Prof
Post by ADPUF
"migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita per
far nascere un bambino."
"Nei paesi più poveri migliaia di donne rischiano la vita per far nascere
un bambino."
Tra l’altro “far nascere un bambino” mi sembra più adatto a una ostetrica
che non a una puerpera…
Ti è scappato un "non" di troppo o c'è un motivo?
"mi sembra più adatto a una ostetrica che a una puerpera"
Sul "non" pleanastico abbiamo consunato fiumi di "elettroinchiostro".
Sì lo so.
Ma qui c'è una comparazione che dovrebbe accettare termini
simmetrici: mi piace più bianco che NON rosso.
Cosa ci sta a fare quel NON, tu glielo mettresti?

Bruno
Klaram
2018-03-05 18:44:38 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
Post by Bruno Campanini
Post by Mad Prof
Tra l’altro “far nascere un bambino” mi sembra più adatto a una ostetrica
che non a una puerpera…
Ti è scappato un "non" di troppo o c'è un motivo?
"mi sembra più adatto a una ostetrica che a una puerpera"
Sul "non" pleanastico abbiamo consunato fiumi di "elettroinchiostro".
Sì lo so.
Ma qui c'è una comparazione che dovrebbe accettare termini
simmetrici: mi piace più bianco che NON rosso.
Cosa ci sta a fare quel NON, tu glielo mettresti?
In questo caso no, perché la frase è ambigua.
Può significare che mi piace più bianco che di qualsiasi altro colore
escluso il rosso (non rosso).

Nella frase di Roger, il non pleonastico non crea ambiguità perché tra
"non" e "puerpera" c'è "a una".

k
Mad Prof
2018-03-05 20:41:23 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Klaram
Nella frase di Roger, il non pleonastico non crea ambiguità perché tra
"non" e "puerpera" c'è "a una".
La frase era mia, comunque sottoscrivo… ;-)
--
Sanity is not statistical
Klaram
2018-03-05 19:01:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mad Prof
Post by ADPUF
"migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita per
far nascere un bambino."
"Nei paesi più poveri migliaia di donne rischiano la vita per far nascere
un bambino."
Secondo la grammatica generativa "nei paesi più poveri" è un sintagma
e può essere spostato nella frase.
In questo caso può occupare solo tre posizioni, vicevera avremmo frasi
agrammaticali:

1)nei paesi più poveri, migiaia di donne rischiano la vita per far e
un bambino;
2)migliaia di donne, nei paesi più poveri, rischiano la vita per far
nascere un bambino;
3)migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un bambino, nei
paesi più poveri.

Le tre frasi sono perfettamente grammaticali. Sembrava che la 3 fosse
ambigua sul piano della semantica, ma con una virgola non lo è più,
quindi preferire l'una o un'altra è solo una scelta stilistica.



k
P.S. non IT: nonostante che queste donne rischino la vita, si danno
molto da fare. Osservando le curve di crescita vertiginosa in questi
Paesi, direi che sarebbe bene, per loro e per il mondo intero, se si
dessero una calmata.
Dragonòt
2018-03-05 20:46:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Klaram
In questo caso può occupare solo tre posizioni, vicevera avremmo frasi
1)nei paesi più poveri, migiaia di donne rischiano la vita per far e un
bambino;
2)migliaia di donne, nei paesi più poveri, rischiano la vita per far
nascere un bambino;
3)migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un bambino, nei
paesi più poveri.
Perché non anche :
4) migliaia di donne rischiano la vita, nei paesi + poveri, per far nascere
un bambino.

Bepe
Klaram
2018-03-06 11:33:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Dragonòt
Post by Klaram
In questo caso può occupare solo tre posizioni, vicevera avremmo frasi
1)nei paesi più poveri, migiaia di donne rischiano la vita per far e un
bambino;
2)migliaia di donne, nei paesi più poveri, rischiano la vita per far
nascere un bambino;
3)migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un bambino, nei paesi
più poveri.
4) migliaia di donne rischiano la vita, nei paesi + poveri, per far nascere
un bambino.
Hai ragione. Devo stare più attenta. :))

k
ADPUF
2018-03-12 00:40:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Klaram
Post by Mad Prof
Post by ADPUF
"migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita
per far nascere un bambino."
"Nei paesi più poveri migliaia di donne rischiano la vita
per far nascere un bambino."
Secondo la grammatica generativa "nei paesi più poveri" è un
sintagma e può essere spostato nella frase.
In questo caso può occupare solo tre posizioni, vicevera
1)nei paesi più poveri, migiaia di donne rischiano la vita
per far e un bambino;
2)migliaia di donne, nei paesi più poveri, rischiano la
vita per far nascere un bambino;
3)migliaia di donne rischiano la vita per far nascere un
bambino, nei paesi più poveri.
Le tre frasi sono perfettamente grammaticali. Sembrava che
la 3 fosse ambigua sul piano della semantica, ma con una
virgola non lo è più, quindi preferire l'una o un'altra è
solo una scelta stilistica.
Con la virgola va bene.
Post by Klaram
P.S. non IT: nonostante che queste donne rischino la vita,
si danno
molto da fare. Osservando le curve di crescita vertiginosa in
questi Paesi, direi che sarebbe bene, per loro e per il mondo
intero, se si dessero una calmata.
Mi sa che si danno molto da fare gli uomini, le donne
subiscono.
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
https://en.wikipedia.org/wiki/Usenet
ADPUF
2018-03-12 01:24:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mad Prof
Post by ADPUF
"migliaia di donne nei paesi più poveri rischiano la vita
per far nascere un bambino."
"Nei paesi più poveri migliaia di donne rischiano la vita per
far nascere un bambino."
Sì, suona bene anche questa.
Post by Mad Prof
Tra l’altro “far nascere un bambino” mi sembra più adatto a
una ostetrica che non a una puerpera…
Già... "per far nascere il _loro_ bambino".

(non "il proprio bambino", che non piace a Bruno)
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
https://en.wikipedia.org/wiki/Usenet
Loading...