Discussione:
Questo, codesto e quel
Aggiungi Risposta
peterpunk
2018-08-20 13:47:30 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
A pagina 367 del libro di Ivàn Gonciaròv, Oblòmov, nella traduzione per
Einaudi di Ettore Lo Gatto del 4 ottobre 1941, leggiamo:
"in una parola (Oblòmov) aveva sperato di trovar nella lettera quel
stesso riso di vita, quello stesso amore che trovava nei biglietti di
Olga."

È su "quel stesso riso di vita" che vorrei attirare la vostra attenzione
e leggere qualche illuminante vostro commento.

Grazie!
Giovanni Drogo
2018-08-20 15:05:29 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
quel stesso riso di vita,
quello stesso amore
È su "quel stesso riso di vita" che vorrei attirare la vostra attenzione
E' curioso che usi una volta "quel stesso" e un'altra "quello stesso".
Capirei "quel riso" e "quell'amore/quello amore" ... come se ci fosse
una concordanza col sostantivo in consonante o vocale. Come se fosse un
errore di qualche automatismo che ha inserito DOPO l'aggettivo "stesso".
Ma la data del 1941 esclude qualsivoglia software automatico ...
Valerio Vanni
2018-08-20 19:53:22 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Mon, 20 Aug 2018 17:05:29 +0200, Giovanni Drogo
Post by Giovanni Drogo
Post by peterpunk
È su "quel stesso riso di vita" che vorrei attirare la vostra attenzione
E' curioso che usi una volta "quel stesso" e un'altra "quello stesso".
Capirei "quel riso" e "quell'amore/quello amore" ... come se ci fosse
una concordanza col sostantivo in consonante o vocale. Come se fosse un
errore di qualche automatismo che ha inserito DOPO l'aggettivo "stesso".
Ma la data del 1941 esclude qualsivoglia software automatico ...
Potrebbe essere un errore fatto a mano. A me qualche volta è capitato
di riorganizzare il discorso lasciando un pezzo del discorso vecchio.

Però nel caso specifico non convince neanche me.
E' un errore più da scrittura che da traduzione, ed è strano che
arrivi alla stampa.
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
Klaram
2018-08-24 13:30:01 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
quel stesso riso di vita,
quello stesso amore
È su "quel stesso riso di vita" che vorrei attirare la vostra attenzione
E' curioso che usi una volta "quel stesso" e un'altra "quello stesso".
Capirei "quel riso" e "quell'amore/quello amore" ... come se ci fosse una
concordanza col sostantivo in consonante o vocale. Come se fosse un errore di
qualche automatismo che ha inserito DOPO l'aggettivo "stesso". Ma la data del
1941 esclude qualsivoglia software automatico ...
Errori di stampa si possono trovare anche in testi antecedenti
all'informatizzazione.

k
peter schlemihl
2018-08-21 09:35:15 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by peterpunk
A pagina 367 del libro di Ivàn Gonciaròv, Oblòmov, nella traduzione per
"in una parola (Oblòmov) aveva sperato di trovar nella lettera quel
stesso riso di vita, quello stesso amore che trovava nei biglietti di
Olga."
È su "quel stesso riso di vita" che vorrei attirare la vostra attenzione
e leggere qualche illuminante vostro commento.
Grazie!
Sul Vocabolario della Crusca si trova Berni, Orlando innamorato I, 24, 14:
“anzi in quel stesso loco” (voci “agone” e “fare”). Su Google libri si
trova un buon numero di altri esempi in poesia e in prosa, tra i quali
alcuni di Pietro Bembo. Mi pare che fino agli inizi del Novecento non fosse
un uso sconosciuto.
Roger
2018-08-21 11:10:45 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by peter schlemihl
Post by peterpunk
A pagina 367 del libro di Ivàn Gonciaròv, Oblòmov, nella traduzione per
"in una parola (Oblòmov) aveva sperato di trovar nella lettera quel
stesso riso di vita, quello stesso amore che trovava nei biglietti di
Olga."
È su "quel stesso riso di vita" che vorrei attirare la vostra attenzione
e leggere qualche illuminante vostro commento.
Grazie!
“anzi in quel stesso loco” (voci “agone” e “fare”). Su Google libri si
trova un buon numero di altri esempi in poesia e in prosa, tra i quali
alcuni di Pietro Bembo. Mi pare che fino agli inizi del Novecento non fosse
un uso sconosciuto.
Sì, certo.
Però la curiosità sta nel fatto che Lo Gatto ha usato "quel stesso
riso"
e "quello stesso amore" nello stesso periodo.
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Maurizio Pistone
2018-08-28 17:37:11 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by peterpunk
in una parola (Oblòmov) aveva sperato di trovar
trovar?
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
peterpunk
2018-09-15 13:13:05 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by peterpunk
in una parola (Oblòmov) aveva sperato di trovar
trovar?
Davvero.
Ecco (a centro pagina):
http://www.hackbloc.it/tmp/Gonciarov.pdf

Grazie,
peterpunk
--
Nulla dies sine linea
Loading...