Discussione:
Un plurale
Aggiungi Risposta
ADPUF
2017-04-05 21:32:59 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.

Non ha detto gli "Ii narranti".

:-)
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Bruno Campanini
2017-04-05 21:57:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
E per me ha fatto bene.

Bruno
ADPUF
2017-04-06 19:16:10 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Bruno Campanini
Post by ADPUF
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
E per me ha fatto bene.
:-)

Se si declinasse per numero, perché non anche per genere?

Io, ia, ii, ie.
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Roger
2017-04-07 08:42:42 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Post by Bruno Campanini
Post by ADPUF
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
E per me ha fatto bene.
:-)
Se si declinasse per numero, perché non anche per genere?
Io, ia, ii, ie.
In giapponese ci sono decine di modi per dire "io", a seconda della
condizione
del parlante e a seconda delle persone a cui si parla.
https://hanamiblog.net/21-modi-per-dire-io-in-giapponese/
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
ADPUF
2017-04-08 19:30:20 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by ADPUF
Post by Bruno Campanini
Post by ADPUF
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
E per me ha fatto bene.
:-)
Se si declinasse per numero, perché non anche per genere?
Io, ia, ii, ie.
In giapponese ci sono decine di modi per dire "io", a seconda
della condizione
del parlante e a seconda delle persone a cui si parla.
https://hanamiblog.net/21-modi-per-dire-io-in-giapponese/
Bello.

Mi pare che anche nelle lingue semitiche si declina per genere
pronomi e verbi.

m - Io vado a casa.
f - Ia vada a casa.

:-)
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
verde
2017-04-05 22:09:53 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
:-)
avevo letto "Ii raglianti" :-D

ops... ma siamo su icli(t) ;-)
ADPUF
2017-04-06 19:16:27 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by verde
Post by ADPUF
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
:-)
avevo letto "Ii raglianti" :-D
ops... ma siamo su icli(t) ;-)
Siamo seri, ma non seriosi.
:-)


Del resto l'asino raglia così: "iii-ooo".
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Voce dalla Germania
2017-04-06 19:52:02 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Post by verde
Post by ADPUF
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
:-)
avevo letto "Ii raglianti" :-D
ops... ma siamo su icli(t) ;-)
Siamo seri, ma non seriosi.
:-)
Del resto l'asino raglia così: "iii-ooo".
Questo vale per gli asini italiani.
Gli asini tedeschi ragliano "i-aaah".
È probabile che gli asini francesi, inglesi, spagnoli, arabi
ecc. raglino diversamente, ma non ho né voglia né tempo di
fare ricerche approfondite.

A scanso di equivoci, fino a prova contraria credo che gli
asino raglino dappertutto allo stesso modo. Siamo noi esseri
umani a sentire, interpretare e scrivere diversamente i
suoni che sentiamo.
ADPUF
2017-04-06 20:09:06 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Voce dalla Germania
Post by ADPUF
Del resto l'asino raglia così: "iii-ooo".
Questo vale per gli asini italiani.
Gli asini tedeschi ragliano "i-aaah".
È probabile che gli asini francesi, inglesi, spagnoli, arabi
ecc. raglino diversamente, ma non ho né voglia né tempo di
fare ricerche approfondite.
A scanso di equivoci, fino a prova contraria credo che gli
asino raglino dappertutto allo stesso modo. Siamo noi esseri
umani a sentire, interpretare e scrivere diversamente i
suoni che sentiamo.
Indubbiamente!

Pensa al caso del canto del gallo.
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Giovanni Drogo
2017-04-07 08:14:54 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Del resto l'asino raglia così: "iii-ooo".
Questo vale per gli asini italiani. Gli asini tedeschi ragliano
"i-aaah". È probabile che gli asini francesi, inglesi, spagnoli, arabi
ecc. raglino diversamente,
davanti al nostro albergo pascolava una equina dall'aria meticcia (non
asina ne' cavalla) che "nitragliava" (un po' ragliava e un po' nitriva).
Noi ritenevamo fosse una bardotta, e la chiamavamo Brigitta.
Wolfgang
2017-04-06 12:05:53 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
:-)
Volendo ad ogni costo mettere al plurale «io», dovresti secondo la
grammatica usare «noi», solo che i «noi narranti» sarebbero una cosa
diversa dagli «io narranti». Meglio lasciare invariato «io».

Ciao,
Wolfgang
ADPUF
2017-04-06 19:16:37 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Wolfgang
Post by ADPUF
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
:-)
Volendo ad ogni costo mettere al plurale «io», dovresti
secondo la grammatica usare «noi», solo che i «noi narranti»
sarebbero una cosa diversa dagli «io narranti». Meglio
lasciare invariato «io».
Infatti si parla di una pluralità di singoli narratori e non di
un narratore collettivo, nel qual caso si
direbbe: "il noi narrante".
(forse è meglio col maiuscolo: "il Noi narrante")
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Klaram
2017-04-07 10:45:34 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Post by Wolfgang
Post by ADPUF
Oggi alla radio uno scrittore di racconti parlava
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
:-)
Volendo ad ogni costo mettere al plurale «io», dovresti
secondo la grammatica usare «noi», solo che i «noi narranti»
sarebbero una cosa diversa dagli «io narranti». Meglio
lasciare invariato «io».
Infatti si parla di una pluralità di singoli narratori e non di
un narratore collettivo, nel qual caso si
direbbe: "il noi narrante".
(forse è meglio col maiuscolo: "il Noi narrante")
Il noi narrante, al singolare, sembra un papa d'antan che usa il
plurale maiestatis.

k
Fathermckenzie
2017-04-06 12:43:27 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
I "Noi narranti"?
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Bruno Campanini
2017-04-06 15:03:35 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Fathermckenzie
Post by ADPUF
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
I "Noi narranti"?
Come on Father... stop joking!

Bruno
ADPUF
2017-04-06 19:16:43 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Fathermckenzie
Post by ADPUF
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
I "Noi narranti"?
Avrebbe un significato diverso.
(vedi risposta a Wolfgang)
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Klaram
2017-04-07 10:45:11 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Post by Fathermckenzie
Post by ADPUF
degli "Io narranti" nel suo lavoro.
Non ha detto gli "Ii narranti".
I "Noi narranti"?
Avrebbe un significato diverso.
(vedi risposta a Wolfgang)
E che dire del plurale di "L'io e il sè", che diventerebbe "Il noi e
il loro"? :)

k
ADPUF
2017-04-10 19:14:28 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Klaram
E che dire del plurale di "L'io e il sè", che diventerebbe
"Il noi e il loro"? :)
Psicoanalisi delle folle :-)

Oppure: dallo psicoanalista della mutua: sedute collettive (per
risparmiare)


Si dice ancora "della mutua" anche se da decenni c'è il SSN...
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Roger
2017-04-11 13:47:21 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
[...]
Si dice ancora "della mutua" anche se da decenni c'è il SSN...
E che cos'è il SSN se non "la mutua"?
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Giacobino da Tradate
2017-04-11 15:40:06 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by ADPUF
Si dice ancora "della mutua" anche se da decenni c'è il SSN...
E che cos'è il SSN se non "la mutua"?
La "mutua assistenza" te la paghi e te la scegli tu

il SSN (ormai SSR) te lo becchi senza poter scegliere
--
La cricca dei giacobini (C) M.G.
ADPUF
2017-04-12 21:25:50 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by ADPUF
Si dice ancora "della mutua" anche se da decenni c'è il
SSN...
E che cos'è il SSN se non "la mutua"?
Boh, erano assicurazioni collettive, in genere aziendali.

Nei paesi germanici (D, CH) è tutto di quel tipo, qui hanno
fatto SSN statale tipo UK (mi pare)
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Bruno Campanini
2017-04-13 09:10:52 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Post by Roger
Post by ADPUF
Si dice ancora "della mutua" anche se da decenni c'è il
SSN...
E che cos'è il SSN se non "la mutua"?
Boh, erano assicurazioni collettive, in genere aziendali.
Nein!
Era un servizio pubblico prestato senza scopo di lucro, riservato
a (quasi) tutte le categorie di lavoratori dipendenti, esercitato
da diversi enti (INAM, ENPAS...)
Col tempo il servizio fu unificato ed esteso indistintamente
a tutti i cittadini, successivamente esteso a tutti i vivi
e i morti che si trovino in casa nostra.

Bruno

Loading...