Discussione:
Il genere maschile in italiano non esiste
Aggiungi Risposta
m***@gmail.com
2017-11-16 20:11:15 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
"sul manuale c’è scritto che c’è un genere maschile e uno femminile, ma se ci pensate bene l’unico vero genere ben definito è il secondo. Lo uso ogni volta che sono sicuro che ogni elemento dell’insieme è di sesso femminile. Invece il genere maschile non esiste: fosse per me lo chiamerei non-femminile; infatti si usa ogni volta che in un insieme non sono tutte femmine. “Una classe di studentesse” mi dice con precisione chi c’è dentro. “Una classe di studenti” mi lascia il dubbio: alcune saranno femmine e alcuni no. Ecco qua. Ho detto una bugia? Non proprio. Diciamo che ho esercitato il mio diritto a fornire una spiegazione meno sessista dei fenomeni grammaticali. La regola alla fine resta sempre la stessa, e può darsi che sia sbagliata (ma mica spetta a me cambiarla). Però almeno evito la scenetta dei ragazzi che ridacchiano e festeggiano una presunta superiorità attestata sul manuale. Forse ho solo confuso le acque: forse è tutto quel che posso fare."

https://leonardo.blogspot.it/2017/11/il-genere-maschile-non-esiste.html

Ciao.
nessuno
2017-11-16 20:16:54 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by m***@gmail.com
"sul manuale c’è scritto che c’è un genere maschile e uno femminile, ma se ci
pensate bene l’unico vero genere ben definito è il secondo. Lo uso ogni volta
che sono sicuro che ogni elemento dell’insieme è di sesso femminile. Invece
il genere maschile non esiste: fosse per me lo chiamerei non-femminile;
infatti si usa ogni volta che in un insieme non sono tutte femmine. “Una
classe di studentesse” mi dice con precisione chi c’è dentro. “Una classe di
studenti” mi lascia il dubbio: alcune saranno femmine e alcuni no. Ecco qua.
Ho detto una bugia? Non proprio. Diciamo che ho esercitato il mio diritto a
fornire una spiegazione meno sessista dei fenomeni grammaticali. La regola
alla fine resta sempre la stessa, e può darsi che sia sbagliata (ma mica
spetta a me cambiarla). Però almeno evito la scenetta dei ragazzi che
ridacchiano e festeggiano una presunta superiorità attestata sul manuale.
Forse ho solo confuso le acque: forse è tutto quel che posso fare."
https://leonardo.blogspot.it/2017/11/il-genere-maschile-non-esiste.html
Ciao.
ma vaffanculo va
Maurizio Pistone
2017-11-16 23:02:33 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
va
va'

plonk
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Giovanni Drogo
2017-11-17 09:30:46 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
La mia grammatica delle medie parlava di "genere comune", infatti
Dragonòt
2017-11-18 07:29:23 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
La mia grammatica delle medie parlava di " genere comune", infatti
Il "genere comune" si trovava nell'indoeuropeo pre-anatolico, assieme al
"genere neutro".
Bepe
Klaram
2017-11-17 17:49:41 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by m***@gmail.com
"sul manuale c’è scritto che c’è un genere maschile e uno femminile, ma se ci
pensate bene l’unico vero genere ben definito è il secondo. Lo uso ogni volta
che sono sicuro che ogni elemento dell’insieme è di sesso femminile. Invece
il genere maschile non esiste: fosse per me lo chiamerei non-femminile;
infatti si usa ogni volta che in un insieme non sono tutte femmine. “Una
classe di studentesse” mi dice con precisione chi c’è dentro. “Una classe di
studenti” mi lascia il dubbio: alcune saranno femmine e alcuni no. Ecco qua.
Ho detto una bugia? Non proprio. Diciamo che ho esercitato il mio diritto a
fornire una spiegazione meno sessista dei fenomeni grammaticali. La regola
alla fine resta sempre la stessa, e può darsi che sia sbagliata (ma mica
spetta a me cambiarla). Però almeno evito la scenetta dei ragazzi che
ridacchiano e festeggiano una presunta superiorità attestata sul manuale.
Forse ho solo confuso le acque: forse è tutto quel che posso fare."
https://leonardo.blogspot.it/2017/11/il-genere-maschile-non-esiste.html
Non è vero che il genere maschile non esiste, semplicemente non è
marcato, come dicono i linguisti, mentre il genere femminile è marcato.

Ci sono anche nomi femminili non marcati, ad esempio (la) tigre,
perché comprende sia i maschi sia le femmine.

https://goo.gl/eg5fy9

Ovviamente, nelle società umane il fatto che il genere maschile
comprenda anche il femminile e non viceversa, non è casuale, ma qui si
aprirebbe un discorso sociologico, che va ben oltre le regole
grammaticali di cui però è alla base.

k
Roger
2017-11-17 18:39:13 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
[...]
Ovviamente, nelle società umane il fatto che il genere maschile comprenda
anche il femminile e non viceversa, non è casuale, ma qui si aprirebbe un
discorso sociologico, che va ben oltre le regole grammaticali di cui però è
alla base.
"Uomo" ha anche il significato di genere umano.
Basti pensare a espressioni tipo
- comparsa dell'uomo sulla terra
- a memoria d'uomo
- l'uomo preistorico, l'uomo moderno
e simili
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Klaram
2017-11-17 18:51:58 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
[...]
Ovviamente, nelle società umane il fatto che il genere maschile comprenda
anche il femminile e non viceversa, non è casuale, ma qui si aprirebbe un
discorso sociologico, che va ben oltre le regole grammaticali di cui però è
alla base.
"Uomo" ha anche il significato di genere umano.
Basti pensare a espressioni tipo
- comparsa dell'uomo sulla terra
- a memoria d'uomo
- l'uomo preistorico, l'uomo moderno
e simili
Appunto! :))

k
Giovanni Drogo
2017-11-20 10:01:40 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
"Uomo" ha anche il significato di genere umano.
Accidentale in italiano (e nelle lingue romanze ?)

Il tedesco pero' distingue "Mensch" (essere umano) da "Mann" (maschio
della specie umana). A suo modo anche il russo: "celovjek" (per quanto
ne so piu' che altro "individuo" ma "celovjecestvo" e' "umanita'" nel
senso di "mankind") e "muzhcina" (maschio della specie umana, da "muzh"
marito).

Altri casi per lingue piu' esotiche ?
Roger
2017-11-20 12:34:25 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
Post by Roger
"Uomo" ha anche il significato di genere umano.
Accidentale in italiano (e nelle lingue romanze ?)
Il tedesco pero' distingue "Mensch" (essere umano) da "Mann" (maschio della
specie umana). A suo modo anche il russo: "celovjek" (per quanto ne so piu'
che altro "individuo" ma "celovjecestvo"
No, celovjek (человек) significa anche essere umano, persona, gente.
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Giovanni Drogo
2017-11-20 12:46:08 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
della specie umana). A suo modo anche il russo: "celovjek" (per quanto ne
so piu' che altro "individuo" ma "celovjecestvo"
No, celovjek (человек) significa anche essere umano, persona, gente.
Mah i miei insegnanti mi indicavano che quella come "individuo" era la
traduzione piu' corretta e che poi in mancanza di meglio teneva anche il
posto dei significati "essere umano, persona". In quanto a "gente" che
per noi e' un collettivo, si usa "ljudi" (plurale difettivo di
singolare) che fa anche da plurale per "celovjek" (singolare
sostanzialmente difettivo di plurale).
Roger
2017-11-20 13:11:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
Post by Roger
della specie umana). A suo modo anche il russo: "celovjek" (per quanto ne
so piu' che altro "individuo" ma "celovjecestvo"
No, celovjek (человек) significa anche essere umano, persona, gente.
Mah i miei insegnanti mi indicavano che quella come "individuo" era la
traduzione piu' corretta [...]
Sicuramente è corretta, sul "più corretta" ci sarebbe da discutere. :-)

Ad ogni modo viene usato anche col significato generico di essere
umano,
come "uomo" in italiano, senza cioè riferimento al genere.
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Voce dalla Germania
2017-11-20 15:51:10 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by Giovanni Drogo
Post by Roger
Post by Giovanni Drogo
"celovjek" (per quanto ne
so piu' che altro "individuo" ma "celovjecestvo"
No, celovjek (человек) significa anche essere umano,
persona, gente.
Mah i miei insegnanti mi indicavano che quella come
"individuo" era la traduzione piu' corretta [...]
Sicuramente è corretta, sul "più corretta" ci sarebbe da
discutere. :-)
Ad ogni modo viene usato anche col significato generico di
essere umano,
come "uomo" in italiano, senza cioè riferimento al genere.
Guarda che Giovanni ha detto la stessa cosa, e cioè che
anche in russo, come in tedesco e probabilmente in molte
altre lingue, hanno parole diverse per uomo di sesso
maschile e uomo come essere umano.

Poi, come sempre, la traduzione dipende dal contesto. In
alcuni casi la traduzione migliore sarà "individuo", in
altri "persona", in altri ancora qualcos'altro.

Un monolingue russo inizia così la definizione di человек:
essere vivente in possesso del dono del raziocinio e della
parola, ...
Probabilmente dovranno modificarla se e quando incontreremo
degli extraterrestri.
ADPUF
2017-11-20 19:19:10 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
Post by Roger
"Uomo" ha anche il significato di genere umano.
Accidentale in italiano (e nelle lingue romanze ?)
Il tedesco pero' distingue "Mensch" (essere umano) da "Mann"
"celovjek" (per quanto ne so piu' che altro "individuo" ma
"celovjecestvo" e' "umanita'" nel senso di "mankind") e
"muzhcina" (maschio della specie umana, da "muzh" marito).
Altri casi per lingue piu' esotiche ?
greco antico?

antropo e andro
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
edi'®
2017-11-21 08:51:26 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Post by Giovanni Drogo
Il tedesco pero' distingue "Mensch" (essere umano) da "Mann"
"celovjek" (per quanto ne so piu' che altro "individuo" ma
"celovjecestvo" e' "umanita'" nel senso di "mankind") e
"muzhcina" (maschio della specie umana, da "muzh" marito).
Altri casi per lingue piu' esotiche ?
greco antico?
antropo e andro
Non sono "antico".
/Antropos/ è l'uomo nel senso... antropologico ;-)
mentre /andras/ è l'uomo nel senso di maschio.

E.D.

Father McKenzie
2017-11-18 05:56:30 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Ci sono anche nomi femminili non marcati, ad esempio (la) tigre, perché
comprende sia i maschi sia le femmine.
Negli anni '60 una famosa compagnia petrolifera provò a introdurre il
maschile. "Metti un tigre nel motore con...". con tanto di pupazzetto
tigre maschioche veniva regalato quando facevi il pieno
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Giacobino da Tradate
2017-11-18 18:21:26 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Father McKenzie
"Metti un tigre nel motore con...". con tanto di pupazzetto
tigre maschio che veniva regalato quando facevi il pieno
Non regalavano nessun "tigre maschio" ma solo la coda a righe, si
appendeva allo specchietto oppure all'antenna dell'autoradio

non sono in grado di distinguere se la coda era maschile o femminile
--
la cricca dei giacobini (C) M.G.
Father McKenzie
2017-11-18 18:26:14 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giacobino da Tradate
Non regalavano nessun "tigre maschio" ma solo la coda a righe, si
appendeva allo specchietto oppure all'antenna dell'autoradio
io avvo il pupazzo e una matita con cappuccio-testa di tigre
c'era anche la coda, sì, e altri gadget
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Roger
2017-11-19 12:51:12 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
[...]
io avvo...
Tu avvi
Egli avve
:-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Loading...