Discussion:
Nome proprio e nome comune
(troppo vecchio per rispondere)
Mac80
2011-02-27 09:25:43 UTC
La differenza tra nome proprio e nome comune è già
stata trattata, ma non condivido la conclusione a cui
si è arrivati: tale distinzione non è sempre chiara.

Secondo me invece è sempre chiara e dipende
dall'accezione del nome. In altre parole un nome
può essere sia un nome proprio che un nome
comune a seconda dell'accezione considerata.

Esempio: "Il Compact Disc è stato sviluppato alla
fine degli anni '70 da Sony e Philips".

In questo caso con "Compact Disc" si intende uno
specifico standard. Esiste un solo standard denominato
"Compact Disc" quindi si tratta di un nome proprio che
richiede la maiuscola.

Altro esempio: "Passami il compact disc che è sul
tavolo".

In questo caso invece con "compact disc" si intende un
oggetto che rispetta il suddetto standard. Esistono molti
oggetti che rispettono il suddetto standard, quindi in
questo caso "compact disc" è un nome comune che
richiede la minuscola.

Cosa ne pensate?
Mac80
2011-02-27 09:36:09 UTC
Post by Mac80
oggetti che rispettono il suddetto standard, quindi in
"rispettano"
Epimeteo
2011-02-27 18:31:57 UTC
Post by Mac80
La differenza tra nome proprio e nome comune è già
stata trattata, ma non condivido la conclusione a cui
si è arrivati: tale distinzione non è sempre chiara.
(snip rispettosissimo)

Penso che "compact disc" sia diventato un nome proprio quando, mettendo insieme
due nomi 'comuni' (l'aggettivo "compact" e il sostantivo "disc"), si è voluto
chiamare in questo modo un disco ottico in grado di conservare e riprodurre
svariate informazioni (testi, suoni, immagini). Se si tratta del nome proprio di
uno standard specifico mi aspetto che abbia l'indicazione ® o ™.
Oltretutto, nel linguaggio di tutti i giorni, noi del popolo 'gnurant' raramente
diciamo "compact disc" e ci limitiamo a dire "ciddì", magari senza sapere che si
tratta delle iniziali di Compact Disc...

Ciao.
Epimeteo
---
"... quando nel mio juke-box
c'è un disco dei Platters,
non mi disturbate
se ascolto 'Only you'...
Ripenso a chi baciavo,
a chi tutto il mio amor donavo..."

(cit. discografica)
Mac80
2011-03-01 08:40:52 UTC
Post by Epimeteo
Penso che "compact disc" sia diventato un nome
proprio quando, mettendo insieme due nomi
'comuni' (l'aggettivo "compact" e il sostantivo
"disc"), si è voluto chiamare in questo modo un
disco ottico in grado di conservare e riprodurre
svariate informazioni (testi, suoni, immagini).
E della mia conclusione secondo cui un nome può
essere sia proprio che comune a seconda
dell'accezione considerata cosa ne pensi? Tu come
distingui un nome proprio da un nome comune?

Secondo Wikipedia "i nomi comuni indicano persone,
animali, cose, luoghi, ecc. in modo generico come
appartenenti ad una classe".
(http://it.wikipedia.org/wiki/Sostantivo)

Secondo tale definizione, nella frase "passami il
compact disc che è sul tavolo" mi sembra
indiscutibile che "compact disc" sia un nome
comune in quanto si intende un oggetto come
appartenente ad una classe di oggetti: esistono
moltissimi oggetti denominati "compact disc".

Diverso invece il caso della frase "il Compact
Disc è stato sviluppato alla fine degli anni '70
da Sony e Philips". In questa frase con "Compact
Disc" si intende uno specifico standard tecnico.
Tale standard è unico, non esistono altri standard
denominati "Compact Disc". Detto in altri termini:
in questa seconda frase non si intente un singolo
oggetto come appartenente ad una classe ma
l'intera classe di oggetti.
Roger
2011-03-01 09:48:50 UTC
Post by Mac80
[...]
Diverso invece il caso della frase "il Compact
Disc è stato sviluppato alla fine degli anni '70
da Sony e Philips". In questa frase con "Compact
Disc" si intende uno specifico standard tecnico.
Tale standard è unico, non esistono altri standard
in questa seconda frase non si intente un singolo
oggetto
come appartenente ad una classe ma
l'intera classe di oggetti.
Secondo la tua teoria, nella frase:

Il telefono è stato inventato da Antonio Meucci

"telefono" andrebbe scritto con l'iniziale maiuscola?

Ciao,
Roger
Mac80
2011-03-01 10:35:18 UTC
Post by Roger
Il telefono è stato inventato da Antonio Meucci
"telefono" andrebbe scritto con l'iniziale maiuscola?
Se riesci a trovare scritti di un secolo fa, sono sicuro
che in alcuni troverai "telefono" con l'iniziale maiuscola.
Ovviamente in frasi come la tua dove con "telefono" si
intende l'invenzione del telefono e non un esemplare
di telefono.

Quando un nome proprio inizia ad essre molto diffuso
nel linguaggio comune, inizia anche ad essere scritto
con l'iniziale minuscola. E col passare del tempo può
arrivare anche ad essere scritto sempre con l'iniziale
minuscola.

Un esempio:
http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2011/28-febbraio-2011/lavoro-internet-laureati-piu-studi-meno-trovi-190114125004.shtml
Non c'è ombra di dubbio che "Intenet" è il nome proprio
di una rete di computer. Come puoi vedere però viene
anche scritto con l'iniziale minuscola.
Mac80
2011-03-01 10:40:16 UTC
Post by Mac80
Quando un nome proprio inizia ad essre molto diffuso
"essere"
Post by Mac80
Non c'è ombra di dubbio che "Intenet" è il nome proprio
"Internet"
Epimeteo
2011-03-01 17:22:00 UTC
Post by Mac80
Post by Mac80
Quando un nome proprio inizia ad essre molto diffuso
"essere"
"L'Essere è e non può non essere"...
(cit. colta)
Post by Mac80
Post by Mac80
Non c'è ombra di dubbio che "Intenet" è il nome proprio
"Internet"
o "Intranet".

Questo è il Problema.

Epi
---
"... sono un visionario,
vedo quello che non c'è,
sogno una macchina che
riavvolge il tempo,
il tempo...
Oggi chiamano filosofi sé stessi
gli insegnanti di filosofia..."

(cit. epistemologica)
ADPUF
2011-03-01 23:04:51 UTC
Post by Epimeteo
Post by Mac80
Post by Mac80
Quando un nome proprio inizia ad essre molto diffuso
"essere"
"L'Essere è e non può non essere"...
(cit. colta)
2 B or not 2 B?
Post by Epimeteo
Post by Mac80
Post by Mac80
Non c'è ombra di dubbio che "Intenet" è il nome proprio
"Internet"
o "Intranet".
Questo è il Problema.
Necessita inventare una Estranet, o Esternet.
--
"People sometimes ask me if it is a sin in the Church of Emacs
to use vi. Using a free version of vi is not a sin; it is a
penance. So happy hacking."
-- Richard Stallman
Epimeteo
2011-03-02 06:33:57 UTC
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
Post by Mac80
Post by Mac80
Quando un nome proprio inizia ad essre molto diffuso
"essere"
"L'Essere è e non può non essere"...
(cit. colta)
2 B or not 2 B?
2 C or not 2 C?
This is the vision.
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
Post by Mac80
Post by Mac80
Non c'è ombra di dubbio che "Intenet" è il nome proprio
"Internet"
o "Intranet".
Questo è il Problema.
Necessita inventare una Estranet, o Esternet.
Cabernet or Fernet: this is the Solution.

Hic!
Epitemoe
---

"... e poi ci troveremo come le stars
a bere del whisky al Roxy bar
o forse non c'incontreremo mai,
ognuno a rincorrere i suoi guai,
ognuno col suo viaggio,
ognuno diverso..."

(cit. piuttosto alta)
Father McKenzie
2011-03-02 07:56:04 UTC
Post by Epimeteo
Cabernet or Fernet: this is the Solution.
Monet e Manet per gli appassionati di pittura francese
Father McKenzie
2011-03-02 07:57:17 UTC
Post by Father McKenzie
Monet e Manet per gli appassionati di pittura francese
sonet la rete dei poeti
wcnet per i cultori della pulizia
Roger
2011-03-02 13:49:40 UTC
Post by Father McKenzie
Post by Father McKenzie
Monet e Manet per gli appassionati di pittura francese
sonet la rete dei poeti
wcnet per i cultori della pulizia
Lolet per gli extraterrestri che ridono.

Roger
ADPUF
2011-03-02 23:04:10 UTC
Post by Epimeteo
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
Post by Mac80
"essere"
"L'Essere è e non può non essere"...
(cit. colta)
2 B or not 2 B?
2 C or not 2 C?
This is the vision.
4 your Is only.
Post by Epimeteo
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
Post by Mac80
Post by Mac80
Non c'è ombra di dubbio che "Intenet" è il nome proprio
"Internet"
o "Intranet".
Questo è il Problema.
Necessita inventare una Estranet, o Esternet.
Cabernet or Fernet: this is the Solution.
C'era un motto che girava in rete:
- internet
+ cabernet
--
"Non riprendere notizie circa scioperi e agitazioni operaie
all'estero anche se si verificano in campo nemico."
-- Min. Cul. Pop., 8 marzo 1943
Epimeteo
2011-03-03 06:38:07 UTC
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
Post by ADPUF
2 B or not 2 B?
2 C or not 2 C?
This is the vision.
4 your Is only.
4 your ice only?
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
Post by ADPUF
Necessita inventare una Estranet, o Esternet.
Cabernet or Fernet: this is the Solution.
- internet
+ cabernet
C'era una parola, anzi due, che giravano sotto rete: "net" e "let".
http://it.wikipedia.org/wiki/Tennis

Epy
---
"... for your eyes only, only for you.
You'll see what no one else can see,
and now I'm breaking free...
For your eyes only, only for you.
The love I know you need in me,
the fantasy you've freed in me,
only for you, only for you..."

(cit. occhiuta)
ADPUF
2011-03-03 22:39:40 UTC
Post by Epimeteo
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
Post by ADPUF
2 B or not 2 B?
2 C or not 2 C?
This is the vision.
4 your Is only.
4 your ice only?
On the rox.
Post by Epimeteo
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
Post by ADPUF
Necessita inventare una Estranet, o Esternet.
Cabernet or Fernet: this is the Solution.
- internet
+ cabernet
C'era una parola, anzi due, che giravano sotto rete: "net" e
"let".
http://it.wikipedia.org/wiki/Tennis
E non dimentichiamo "set" (e "bet", a Wimbledon e Flushing
Meadows).
Post by Epimeteo
"... for your eyes only, only for you.
You'll see what no one else can see,
and now I'm breaking free...
For your eyes only, only for you.
The love I know you need in me,
the fantasy you've freed in me,
only for you, only for you..."
http://youtu.be/JP4xXjW97ko
(cit. occhiuta)
C'era una bella canzone, "Bette Davis' eyes" che ebbe un certo
successo annoni fa, non so perché.
--
"Pecunia non olet, sed scarseggiat semper."
-- ADPUF
Epimeteo
2011-03-04 06:52:47 UTC
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
http://youtu.be/JP4xXjW97ko
(cit. occhiuta)
C'era una bella canzone, "Bette Davis' eyes" che ebbe un certo
successo anni fa, non so perché.
Questa?


In realtà Bette Davis aveva gli occhi un po' da ipertiroidea (morbo di
Basedow-Graves), ma il nome scientifico di questa caratteristica è
"esoftalmo"...

Epy
---
"... occhi di ragazza,
quanti cieli, quanti mari che m'aspettano...
Occhi di ragazza,
se vi guardo vedo i sogni che farò...
Partiremo insieme per un viaggio,
per città che non conosco..."

(cit. glaucopidea)
ADPUF
2011-03-04 22:27:48 UTC
Post by Epimeteo
Post by ADPUF
C'era una bella canzone, "Bette Davis' eyes" che ebbe un
certo successo anni fa, non so perché.
Questa?
http://youtu.be/uPcxZSLzU0Y
Naaaaaaa!

Questa:


(molto anni 80, no? mi piace la voce di KC)
Post by Epimeteo
In realtà Bette Davis aveva gli occhi un po' da ipertiroidea
(morbo di Basedow-Graves), ma il nome scientifico di questa
caratteristica è "esoftalmo"...
Non era bellissima ma era un'attrice con fiocchi, controfiocchi,
velacci, velaccini e controvelaccini.
--
"Hodie mihi, cras idem."
-- ADPUF
Epimeteo
2011-03-05 07:35:20 UTC
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
In realtà Bette Davis aveva gli occhi un po' da ipertiroidea
(morbo di Basedow-Graves), ma il nome scientifico di questa
caratteristica è "esoftalmo"...
Non era bellissima ma era un'attrice con fiocchi, controfiocchi,
velacci, velaccini e controvelaccini.
Aveva anche il belvedere e la randa? [:-o

Epi
---
"... ma come fanno i marinai
a riconoscere le stelle,
sempre uguali, sempre quelle,
all'Equatore e al Polo Nord...
ma come fanno i marinai
a baciarsi tra di loro
e a rimanere veri uomini però..."

(cit. navale)
ADPUF
2011-03-05 23:01:00 UTC
Post by Epimeteo
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
In realtà Bette Davis aveva gli occhi un po' da ipertiroidea
(morbo di Basedow-Graves), ma il nome scientifico di questa
caratteristica è "esoftalmo"...
Non era bellissima ma era un'attrice con fiocchi,
controfiocchi, velacci, velaccini e controvelaccini.
Aveva anche il belvedere e la randa? [:-o
Non molto, direi.

E lo spinnaker, o pallone, chi ce l'ha?

Una come Jane Russel ne aveva un bel paio!


http://www.emiliosalgari.it/mari_salgari/struttura_navi.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/Spinnaker
Loading Image...
Loading Image...
--
"La musica è di tutti. Solo gli editori credono che qualcuno
possa possederla."
-- John Lennon
Epimeteo
2011-03-04 07:07:46 UTC
Post by ADPUF
Post by Epimeteo
C'era una parola, anzi due, che giravano sotto rete: "net" e
"let".
http://it.wikipedia.org/wiki/Tennis
E non dimentichiamo "set" (e "bet", a Wimbledon e Flushing
Meadows).
A volere essere pignoli, c'è anche l'ora CET (Central European Time), la tecnica
diagnostica "PET" (Positron Emission Tomography) e il Tet (capodanno vietnamita,
reso famoso per un'offensiva dei Vietcong contro gli americani nel 1968).

"Vet" potrebbe essere, in inglese, l'abbreviazione di "veterinarian" o di
"Vocational Education and Training".

Per finire, Zet è il chitarrista di una band di metallari norvegesi, i Ram-Zet:
http://en.wikipedia.org/wiki/Ram-Zet

Epy
---
"... c’era un ragazzo
che, come me,
amava i Beatles e i Rolling Stones..."
Girava il mondo e poi finì
a far la guerra nel Viet-Nam..."

(cit. vietata)
Father McKenzie
2011-03-04 07:22:53 UTC
CET "PET" Tet "Vet" Zet
si dimentica Get (in inglese vuol dire un po' di tutto, da "Get a
chance" a "Get back":

Het (articolo fiammingo) es.in "Het Volk", quotidiano belga (Il Popolo)
IET ( http://www.theiet.org/)
MET (The Metropolitan Museum, NY, http://www.metmuseum.org/)
RET (rational-emotional therapy, http://www.retitaly.it/)
UET http://www.uetitalia.it/
Wet che vuo dir bagnato
Yet (ancòra)
Klaram
2011-03-04 11:49:59 UTC
Post by Epimeteo
A volere essere pignoli, c'è anche l'ora CET (Central European Time), la tecnica
diagnostica "PET" (Positron Emission Tomography) >
Pet è anche questo:

Loading Image...

E net è quello che sta per fare costui (almeno, in Italia):

Loading Image...

k
ADPUF
2011-03-04 22:30:07 UTC
Post by Klaram
Post by Epimeteo
A volere essere pignoli, c'è anche l'ora CET (Central
European Time), la tecnica
diagnostica "PET" (Positron Emission Tomography) >
http://blog.lamiaombra.it/wp-content/uploads/pet_therapy_3.jpg
PET era uno dei primi personal compiuter di una certa
diffusione, della Commodore.
--
"Non riprendere notizie circa scioperi e agitazioni operaie
all'estero anche se si verificano in campo nemico."
-- Min. Cul. Pop., 8 marzo 1943
Roger
2011-03-01 12:09:35 UTC
Post by Mac80
Post by Roger
Il telefono è stato inventato da Antonio Meucci
"telefono" andrebbe scritto con l'iniziale maiuscola?
Se riesci a trovare scritti di un secolo fa, sono sicuro
che in alcuni troverai "telefono" con l'iniziale maiuscola.
Ovviamente in frasi come la tua dove con "telefono" si
intende l'invenzione del telefono e non un esemplare
di telefono.
Quando un nome proprio inizia ad essre molto diffuso
nel linguaggio comune, inizia anche ad essere scritto
con l'iniziale minuscola. E col passare del tempo può
arrivare anche ad essere scritto sempre con l'iniziale
minuscola.
http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2011/28-febbraio-2011/lavoro-internet-laureati-piu-studi-meno-trovi-190114125004.shtml
Non c'è ombra di dubbio che "Intenet" è il nome proprio
di una rete di computer. Come puoi vedere però viene
anche scritto con l'iniziale minuscola.
Francesco Potortì
2011-03-01 12:21:57 UTC
Post by Mac80
Non c'è ombra di dubbio che "Intenet" è il nome proprio
di una rete di computer. Come puoi vedere però viene
anche scritto con l'iniziale minuscola.
Il fatto è che Internet è una sola, nell'accezione rigorosa. Siccome
però la consapevolezza della sua unicità si sta perdendo, anche perché
non ci sono concorrenti, scrivere internet è più o meno come scrivere la
rete.
Mac80
2011-03-01 13:17:20 UTC
Post by Francesco Potortì
Il fatto è che Internet è una sola, nell'accezione rigorosa.
Non capisco cosa vuoi dire.
Post by Francesco Potortì
Siccome però la consapevolezza della sua unicità si sta
perdendo, anche perché non ci sono concorrenti, scrivere
internet è più o meno come scrivere la rete.
Ad essere formali se scrivi "la Rete" intendendo Internet
dovresti utilizzare l'iniziale maiuscola. Vedi ad esempio qui:
http://mag.sky.it/mag/cinema/2011/02/28/oscar_2011_reazioni_della_rete.html
In questo caso la maiuscola serve a puntualizzare che ti
stai riferendo alla rete per antonomasia.

Il fatto è che l'uso della maiuscola è in diminuzione, soprattutto
in contesti informali come chat e forum.
Francesco Potortì
2011-03-02 13:15:48 UTC
Post by Mac80
Post by Francesco Potortì
Il fatto è che Internet è una sola, nell'accezione rigorosa.
Non capisco cosa vuoi dire.
Un'internet è una rete pensata per connettere frea loro diverse reti
locali, ad un livello protocollare comune, l'Internet Protocol (IP). A
suo tempo questa era la situazione. Siccome la rete Internet ha poco a
poco eclissato tutti i concorrenti, in pratica esistono poche internet,
e una sola Internet, ragion per cui almeno quando non si usa un
linguaggio tecnico rigoroso il motivo della distinzione è in pratica
svanito, e Internet è diventata un nome comune: internet.
Post by Mac80
Post by Francesco Potortì
Siccome però la consapevolezza della sua unicità si sta
perdendo, anche perché non ci sono concorrenti, scrivere
internet è più o meno come scrivere la rete.
Ad essere formali se scrivi "la Rete" intendendo Internet
dovresti utilizzare l'iniziale maiuscola.
Sì, esattamente come, ad essere rigorosi, si scrive Internet. Ma fuori
dal rigore o dalla formalità "la rete" e "internet" vanno bene.
Post by Mac80
http://mag.sky.it/mag/cinema/2011/02/28/oscar_2011_reazioni_della_rete.html
In questo caso la maiuscola serve a puntualizzare che ti
stai riferendo alla rete per antonomasia.
Lo vedo fuori luogo. Va bene in un testo tecnico, in un testo
giornalistico che parla della rete come tale, in un romanzo di Gibson,
ma lì mi pare più che altro una concessione gratuita alla terminologia
tecnica o l'uso di un neofita.
Post by Mac80
Il fatto è che l'uso della maiuscola è in diminuzione, soprattutto
in contesti informali come chat e forum.
Di questo si è già parlato. Secondo me è vero solo in contesti al
limite fra l'informale e il gergale, mentre nei contesti neutri e
formali è in aumento, per l'influenza dell'inglese.
posi
2011-03-02 18:35:13 UTC
Post by Francesco Potortì
Post by Mac80
Post by Francesco Potortì
Il fatto è che Internet è una sola, nell'accezione rigorosa.
Non capisco cosa vuoi dire.
Un'internet è una rete pensata per connettere frea loro diverse reti
locali, ad un livello protocollare comune, l'Internet Protocol (IP). A
suo tempo questa era la situazione. Siccome la rete Internet ha poco a
poco eclissato tutti i concorrenti, in pratica esistono poche internet,
e una sola Internet, ragion per cui almeno quando non si usa un
linguaggio tecnico rigoroso il motivo della distinzione è in pratica
svanito, e Internet è diventata un nome comune: internet.
In realtà esistono molte "internet" indipendenti da Internet, ma, per
evitare confusioni, queste vengono chiamate "intranet". E' questo il
motivo per cui si può usare indifferentemente la minuscola senza il
rischio di essere fraintesi.
Post by Francesco Potortì
Post by Mac80
Post by Francesco Potortì
Siccome però la consapevolezza della sua unicità si sta
perdendo, anche perché non ci sono concorrenti, scrivere
internet è più o meno come scrivere la rete.
Ad essere formali se scrivi "la Rete" intendendo Internet
dovresti utilizzare l'iniziale maiuscola.
Sì, esattamente come, ad essere rigorosi, si scrive Internet. Ma fuori
dal rigore o dalla formalità "la rete" e "internet" vanno bene.
Post by Mac80
http://mag.sky.it/mag/cinema/2011/02/28/oscar_2011_reazioni_della_rete.html
In questo caso la maiuscola serve a puntualizzare che ti
stai riferendo alla rete per antonomasia.
Lo vedo fuori luogo. Va bene in un testo tecnico, in un testo
giornalistico che parla della rete come tale, in un romanzo di Gibson,
ma lì mi pare più che altro una concessione gratuita alla terminologia
tecnica o l'uso di un neofita.
Post by Mac80
Il fatto è che l'uso della maiuscola è in diminuzione, soprattutto
in contesti informali come chat e forum.
Di questo si è già parlato. Secondo me è vero solo in contesti al
limite fra l'informale e il gergale, mentre nei contesti neutri e
formali è in aumento, per l'influenza dell'inglese.
Francesco Potortì
2011-03-03 15:18:57 UTC
Post by posi
Post by Francesco Potortì
Post by Mac80
Post by Francesco Potortì
Il fatto è che Internet è una sola, nell'accezione rigorosa.
Non capisco cosa vuoi dire.
Un'internet è una rete pensata per connettere frea loro diverse reti
locali, ad un livello protocollare comune, l'Internet Protocol (IP). A
suo tempo questa era la situazione. Siccome la rete Internet ha poco a
poco eclissato tutti i concorrenti, in pratica esistono poche internet,
e una sola Internet, ragion per cui almeno quando non si usa un
linguaggio tecnico rigoroso il motivo della distinzione è in pratica
svanito, e Internet è diventata un nome comune: internet.
In realtà esistono molte "internet" indipendenti da Internet, ma, per
evitare confusioni, queste vengono chiamate "intranet". E' questo il
motivo per cui si può usare indifferentemente la minuscola senza il
rischio di essere fraintesi.
Io direi che non è proprio così. Le intranet sono in effetti connesse
ad Internet, e ne fanno parte. Ne sono sconnesse in generale a livelli
protocollari più alti. Invece internet autonome, ossia sconnesse da
Internet, non esistono (perlomeno di dimensioni significative).
Father McKenzie
2011-03-03 18:30:57 UTC
Post by posi
Post by Francesco Potortì
Il fatto è che Internet è una sola
In realtà esistono molte "internet" indipendenti da Internet
divertiamoci: oltre alle già ricordate so.net ma.net, mo.net. e wc.net
(per i non italiani la prima sarà son.net) ipotizziamo
- clari.net rete dei musicisti
- gabi.net rete dei ministri
- mi.net rete delle ragazze bunga bunga
- na.net rete personale di Brunetta
- fer.net rete dei digestivi
- pen.net rete dei fan della tennista
- sapo.net rete dei puliti
- rubi.net rete degli idraulici esosi
- ruby.net vedi mi.net
- pug.net rete dei masturbatori (intellettuali e non)
..............................
Epimeteo
2011-03-04 06:48:32 UTC
divertiamoci: oltre alle già ricordate so.net ma.net, mo.net. e wc.net (per i
non italiani la prima sarà son.net) ipotizziamo
- clari.net rete dei musicisti
- gabi.net rete dei ministri
- mi.net rete delle ragazze bunga bunga
- na.net rete personale di Brunetta
- fer.net rete dei digestivi
- pen.net rete dei fan della tennista
- sapo.net rete dei puliti
- rubi.net rete degli idraulici esosi
- ruby.net vedi mi.net
- pug.net rete dei masturbatori (intellettuali e non)
..............................
Padre, per quest'ultimo esempio si potrebbe proporre anche "casso.net"?
O pensa che l'uso raccapricciante di "cassonet" come "raccoglitore di neonati"
sia storicamente prevalente?

Mi benedica.
Epimeteo
---
"... i frutti veri e propri si trovan nel frutteto,
i frutti di mare si trovano nel mare.
I frutti del peccato si trovano nel mare
e nel frutteto,
dentro il fiume, nel laghetto,
nella siepe sotto casa...
Più probabilmente in un sacchetto,
nel cassonetto..."

(cit. di cassazione)
Klaram
2011-03-04 11:53:37 UTC
Post by Epimeteo
O pensa che l'uso raccapricciante di "cassonet" come "raccoglitore di neonati"
sia storicamente prevalente?
Solo in quelli dell'umido, neh!

k
Epimeteo
2011-03-04 17:19:06 UTC
Post by Klaram
Post by Epimeteo
O pensa che l'uso raccapricciante di "cassonet" come "raccoglitore di
neonati" sia storicamente prevalente?
Solo in quelli dell'umido, neh!
E lo dici a me che sono un maniaco dell'ordine?
Loading Image...

Epino
---
"... ciao, ciao, bambina, un bacio ancora
e poi per sempre ti perderò...
Come una fiaba, l'amore passa,
c'era una volta poi non c'è più.
Cos'è che trema sul tuo visino..."

(cit. infantile)
posi
2011-03-04 02:21:41 UTC
Post by Francesco Potortì
Post by posi
Post by Francesco Potortì
Post by Mac80
Post by Francesco Potortì
Il fatto è che Internet è una sola, nell'accezione rigorosa.
Non capisco cosa vuoi dire.
Un'internet è una rete pensata per connettere frea loro diverse reti
locali, ad un livello protocollare comune, l'Internet Protocol (IP). A
suo tempo questa era la situazione. Siccome la rete Internet ha poco a
poco eclissato tutti i concorrenti, in pratica esistono poche internet,
e una sola Internet, ragion per cui almeno quando non si usa un
linguaggio tecnico rigoroso il motivo della distinzione è in pratica
svanito, e Internet è diventata un nome comune: internet.
In realtà esistono molte "internet" indipendenti da Internet, ma, per
evitare confusioni, queste vengono chiamate "intranet". E' questo il
motivo per cui si può usare indifferentemente la minuscola senza il
rischio di essere fraintesi.
Io direi che non è proprio così. Le intranet sono in effetti connesse
ad Internet, e ne fanno parte. Ne sono sconnesse in generale a livelli
protocollari più alti. Invece internet autonome, ossia sconnesse da
Internet, non esistono (perlomeno di dimensioni significative).
Un'intranet non è niente altro che una rete aziendale privata che usa il
protocollo IP, cosa ben diversa dall'essere connessi ad Internet. Non è
escluso che possa anche avere un gateway verso Internet, ma non è
nemmeno necessario, anzi, se la si chiama "intranet" è proprio per
sottolineare la sua natura chiusa, privata, e soprattutto
*indipendente*: non hai bisogno di usare sever esterni di alcun genere,
né di chiedere permessi per usare tutti i nomi di dominio che vuoi.
Francesco Potortì
2011-03-04 10:08:55 UTC
Post by posi
Post by Francesco Potortì
Post by posi
In realtà esistono molte "internet" indipendenti da Internet, ma, per
evitare confusioni, queste vengono chiamate "intranet". E' questo il
motivo per cui si può usare indifferentemente la minuscola senza il
rischio di essere fraintesi.
Io direi che non è proprio così. Le intranet sono in effetti connesse
ad Internet, e ne fanno parte. Ne sono sconnesse in generale a livelli
protocollari più alti. Invece internet autonome, ossia sconnesse da
Internet, non esistono (perlomeno di dimensioni significative).
Un'intranet non è niente altro che una rete aziendale privata che usa il
protocollo IP, cosa ben diversa dall'essere connessi ad Internet. Non è
escluso che possa anche avere un gateway verso Internet, ma non è
nemmeno necessario, anzi, se la si chiama "intranet" è proprio per
sottolineare la sua natura chiusa, privata, e soprattutto
*indipendente*: non hai bisogno di usare sever esterni di alcun genere,
né di chiedere permessi per usare tutti i nomi di dominio che vuoi.
Nel caso che descrivi si tratta proprio di quella che ai tempi si
chiamava un'internet, e corrisponde perfettamente alla tua prima
definizione.

Ma per intranet si intende anche più genericamente (forse meno
propriamente) una serie d servizi il cui accesso è consentito solo
dall'interno di un'organizzazione. Ad esempio un sito web (o una parte
di sito web) che risponde solo agli accessi locali, e in cui il filtro
sugli accessi è implementato a livello del server web. In questo caso
la "intranet" è a tutti gli effetti connessa ad Internet.

Da questa discussione mi pare di poter concludere che oggi non si usi
più "internet" come termine generico, contrapposto ad "Internet", cosa
ne pensi?
posi
2011-03-05 15:44:09 UTC
Post by Francesco Potortì
Post by posi
Post by Francesco Potortì
Post by posi
In realtà esistono molte "internet" indipendenti da Internet, ma, per
evitare confusioni, queste vengono chiamate "intranet". E' questo il
motivo per cui si può usare indifferentemente la minuscola senza il
rischio di essere fraintesi.
Io direi che non è proprio così. Le intranet sono in effetti connesse
ad Internet, e ne fanno parte. Ne sono sconnesse in generale a livelli
protocollari più alti. Invece internet autonome, ossia sconnesse da
Internet, non esistono (perlomeno di dimensioni significative).
Un'intranet non è niente altro che una rete aziendale privata che usa il
protocollo IP, cosa ben diversa dall'essere connessi ad Internet. Non è
escluso che possa anche avere un gateway verso Internet, ma non è
nemmeno necessario, anzi, se la si chiama "intranet" è proprio per
sottolineare la sua natura chiusa, privata, e soprattutto
*indipendente*: non hai bisogno di usare sever esterni di alcun genere,
né di chiedere permessi per usare tutti i nomi di dominio che vuoi.
Nel caso che descrivi si tratta proprio di quella che ai tempi si
chiamava un'internet, e corrisponde perfettamente alla tua prima
definizione.
Ma per intranet si intende anche più genericamente (forse meno
propriamente) una serie d servizi il cui accesso è consentito solo
dall'interno di un'organizzazione. Ad esempio un sito web (o una parte
di sito web) che risponde solo agli accessi locali, e in cui il filtro
sugli accessi è implementato a livello del server web. In questo caso
la "intranet" è a tutti gli effetti connessa ad Internet.
Da questa discussione mi pare di poter concludere che oggi non si usi
più "internet" come termine generico, contrapposto ad "Internet", cosa
ne pensi?
Il punto è che oggi praticamente tutte le reti, grandi, piccole, pubbliche
o private, usano questo protocollo, quindi specificare che la propria rete
è di tipo internet è inutile e fuorviante. Ma ciò non significa che tutte
le reti siano parte di Internet.
Quindi se dico che il mio computer è connesso a "internet" è chiaro che
intendo Internet (in pratica, posso accedere a google).
Se invece dico che è connesso a intranet mi riferisco alla rete interna
aziendale (in pratica, posso accedere al materiale privato dell'azienda).
Epimeteo
2011-03-01 17:16:18 UTC
Post by Mac80
E della mia conclusione secondo cui un nome può
essere sia proprio che comune a seconda
dell'accezione considerata cosa ne pensi? Tu come
distingui un nome proprio da un nome comune?
(snip rispettoso)

Condivido il tuo ragionamento, anche se lo taglio per una tradizione
"usenetica"...

Ciao.
Epimeteo
---
"...chiamami ancora Amore,
chiamami sempre Amore,
che questa maledetta notte
dovrà pur finire,
perché la riempiremo noi da qui
di musica e parole..."

(cit. onomatoclistica)
Maurizio Pistone
2011-03-01 10:42:07 UTC
Post by Mac80
In questo caso con "Compact Disc" si intende uno
specifico standard. Esiste un solo standard denominato
"Compact Disc" quindi si tratta di un nome proprio che
richiede la maiuscola.
tui scrivi "il Metro" per indicare l'unità di lunghezza e "il metro" per
indicare uno specifico oggetto per misurare?

Nella questione entrano due altri aspetti:

1. non tanto lo standard, quanto il marchio registrato. Compact Disc
evidentemente è stato registrato così, come iPod è stato registrato con
l'iniziale minuscola, e la seconda lettera maiuscola.

2. l'uso inglese di abbondare nelle maiuscole con una larghezza
sconosciuta all'italiano. Un personaggio di Pogo, P. T. Bridgeport si
esprimeva in fumetti scritti come un collage di manifesti pubblicitari
da circo

http://tinyurl.com/4pnr95n

3. Compact Disc sembra fatto apposta per suggerire l'acronimo CD, così
come Laser è l'acronimo di Light Amplification by Stimulated Emission of
Radiation, e viene da GNU's Not Unix non la N di Not maiuscola.
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it http://www.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Mac80
2011-03-01 13:07:09 UTC
Post by Maurizio Pistone
tui scrivi "il Metro" per indicare l'unità di lunghezza e "il metro" per
indicare uno specifico oggetto per misurare?
Quando "metro" indica l'oggetto per misurare è sempre un
nome comune. Quando "metro" indica l'unità di lunghezza
secondo me dipende dall'accezione. Nella frase "il Metro
è un'unità di lunghezza" il nome "Metro" è un nome proprio.
Nella frase "il tavolo è lungo un metro" il nome "metro" è
un nome comune.

Il fatto che normalmente si scriva "il metro è un'unità di
lunghezza" non è rilevante perché, come ho detto a
Roger, il non utilizzo della maiuscola non è discriminante
al fine di stabilire se un nome è un nome proprio. Ho
fatto l'esempio di "Internet", spesso scritto con l'iniziale
minuscola.

Facciamo così, ti rigiro la frittata. Nella frase "il metro è
un'unità di lunghezza" il nome "metro" è un nome comune?
Se la risposta è affermativa riporta la tua definizione di
nome comune e spiega perché "metro" nella frase
citata rispetta tale definizione.
Enrico Gregorio
2011-03-01 13:21:12 UTC
Post by Mac80
Post by Maurizio Pistone
tui scrivi "il Metro" per indicare l'unità di lunghezza e "il metro" per
indicare uno specifico oggetto per misurare?
Quando "metro" indica l'oggetto per misurare è sempre un
nome comune. Quando "metro" indica l'unità di lunghezza
secondo me dipende dall'accezione. Nella frase "il Metro
è un'unità di lunghezza" il nome "Metro" è un nome proprio.
Nella frase "il tavolo è lungo un metro" il nome "metro" è
un nome comune.
Qui ti stai riferendo all'unità di misura e non certo all'oggetto
con cui misuri; non vedo la differenza tra "il metro è un'unità
di lunghezza" e "il tavolo è lungo un metro".
Post by Mac80
Il fatto che normalmente si scriva "il metro è un'unità di
lunghezza" non è rilevante perché, come ho detto a
Roger, il non utilizzo della maiuscola non è discriminante
al fine di stabilire se un nome è un nome proprio. Ho
fatto l'esempio di "Internet", spesso scritto con l'iniziale
minuscola.
Facciamo così, ti rigiro la frittata. Nella frase "il metro è
un'unità di lunghezza" il nome "metro" è un nome comune?
Se la risposta è affermativa riporta la tua definizione di
nome comune e spiega perché "metro" nella frase
citata rispetta tale definizione.
Il metro (unità di misura) è un concetto astratto esattamente
come la bellezza o la virtù, parlare di nome proprio mi sembra
alquanto azzardato. Analogo discorso per telefono: nella frase
"il telefono è stato inventato da Meucci" non ci riferiamo alla
particolare apparecchiatura costruita quella volta, bensì al
concetto astratto di telefono.

Ciao
Enrico
edi'®
2011-03-01 13:32:05 UTC
Post by Mac80
Facciamo così, ti rigiro la frittata. Nella frase "il metro è
un'unità di lunghezza" il nome "metro" è un nome comune?
Tutto sommato il tuo ragionamento fila... però non scriverei
- Tizio ha inventato la Televisione
- Francesco Datini ha inventato l'Assegno
- Pare che il Preservativo sia stato inventato dai cinesi

E se dovessi fare l'analisi grammaticale delle frasi in questione
definirei /metro, televisione, assegno, preservativo.../ come nome
comune.

E.D.