Discussione:
La parola "bandus" nei giochi di bambini
(troppo vecchio per rispondere)
Multivac85
2013-06-16 15:17:24 UTC
Permalink
Raw Message
Mi ricordo che quando facevo le elementari (sono dell'85 e abito nel
Veneto) in vari giochi che noi facevamo nel cortile come nascondino o
"strega comanda colore" o "alto terra", quando per "causa di forza
maggiore" si era costretti ad interrompere il gioco si era soliti
pronunciare la parola simil-latina "Bandus", questa parola è
documentata anche in questi due siti:

http://bandus.blogspot.it/

nel seguente (che cita anche il gioco "alto terra" ) è usata la
variante "bandius"

http://labibbiasecondome.blogspot.it/2012/01/bandius.html

Qualcuno di voi sa dare maggiori informazioni riguardo all'effettiva
attestazione di questa parola dalle vostre zone fino agli anni '90
anche in fonti cartacee e l'etimologia di tale vocabolo?

Ciao.
Maurizio Pistone
2013-06-16 16:14:17 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Multivac85
Mi ricordo che quando facevo le elementari (sono dell'85 e abito nel
Veneto) in vari giochi che noi facevamo nel cortile come nascondino o
"strega comanda colore" o "alto terra", quando per "causa di forza
maggiore" si era costretti ad interrompere il gioco si era soliti
pronunciare la parola simil-latina "Bandus"
in Piemonte, "marsa"
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
father mckenzie
2013-06-16 16:44:22 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
in Piemonte, "marsa"
che in arabo significherebbe "porto"
--
Audiente autem omni populo, dixit discipulis suis: “Attendite a scribis,
qui volunt ambulare in stolis et amant salutationes in foro et primas
cathedras in synagogis et primos discubitus in conviviis”.(Lc, 20,45-46)
Maurizio Pistone
2013-06-16 17:44:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by father mckenzie
Post by Maurizio Pistone
in Piemonte, "marsa"
che in arabo significherebbe "porto"
conosco una simpatica vecchina, già archeologa di fama internazionale,
che si è fissata nella ricerca dei Saraceni come radice della cultura
del Piemonte.

Quando me ne parla, io cerco regolarmente di svicolare dal discorso.
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
orpheus
2013-06-16 17:09:32 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Multivac85
Mi ricordo che quando facevo le elementari (sono dell'85 e abito nel
Veneto) in vari giochi che noi facevamo nel cortile come nascondino
o "strega comanda colore" o "alto terra", quando per "causa di forza
maggiore" si era costretti ad interrompere il gioco si era soliti
pronunciare la parola simil-latina "Bandus"
in Piemonte, "marsa"
in Toscana "spigo"
nessuno
2013-06-16 17:35:29 UTC
Permalink
Raw Message
Post by orpheus
Post by Maurizio Pistone
Post by Multivac85
Mi ricordo che quando facevo le elementari (sono dell'85 e abito nel
Veneto) in vari giochi che noi facevamo nel cortile come nascondino
o "strega comanda colore" o "alto terra", quando per "causa di forza
maggiore" si era costretti ad interrompere il gioco si era soliti
pronunciare la parola simil-latina "Bandus"
in Piemonte, "marsa"
in Toscana "spigo"
A Milano si dice(va?) "arimortis" (o anche "arimo") quando si
interrompeva e "arivivis" quando si poteva riprendere il gioco.
(sono ricordi sono di quasi cinquant'anni fa!)
orpheus
2013-06-16 19:29:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by nessuno
Post by orpheus
in Toscana "spigo"
A Milano si dice(va?) "arimortis" (o anche "arimo") quando si
interrompeva e "arivivis" quando si poteva riprendere il gioco.
(sono ricordi sono di quasi cinquant'anni fa!)
Alcuni ipotizzano che il termine derivi dal latino «arae mortis» (gli
altari della morte). Questi altari venivano costruiti per celebrare i
caduti al termine delle guerre. Erano quindi una indicazione di tregua
in atto.

Un etimo più probabile si può trovare nelle locuzioni latine alea vivis
e alea mortis con le quali gli antichi giocatori d'azzardo
accompagnavano il lancio dei dadi; con alea vivis (dadi vivi) il
giocatore annunciava il lancio e con alea mortis (dadi morti)
dichiarava la conclusione dello stesso e la possibilità per
l'avversario di raccoglierli e giocarli a sua volta. Quindi, è assai
probabile che da alea vivis e alea mortis derivino, per composizione,
alimortis e alivivis, dai quali i moderni arimortis e arivivis.
http://it.wikipedia.org/wiki/Arimortis

Almeno per codesto si trovano ipotesi di etimologia
e spiegazioni...
M'è venuta curiosità di capire perché in Toscana
si dice spigo (o spiga), ma non ci sto arrivando O__O
orpheus
2013-06-17 08:59:31 UTC
Permalink
Raw Message
orpheus wrote:

[...]
Post by orpheus
M'è venuta curiosità di capire perché in Toscana
si dice spigo (o spiga), ma non ci sto arrivando O__O
Il perché pare sia da trovare nel fatto che giocando ad acchiappino,
per non sciupare il grano (e prendere relative mazzate), quando si
arrivava alle spighe di grano si diceva spiga o spigo, per dire
che più in là non si poteva andare e quindi ci si doveva fermare

ahem... ci sono ancora dei nipoti "ruspanti"
Lem Novantotto
2013-06-16 19:45:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by nessuno
A Milano si dice(va?) "arimortis" (o anche "arimo")
Yep!
Credo che "arimo" fosse (sia?) comune per lo meno in tutta la Lombardia.
--
Bye, Lem
Ceterum censeo ISLAM esse delendum
_________________________________________________________________
Non sprecare i cicli idle della tua CPU, né quelli della tua GPU.
http://www.worldcommunitygrid.org/index.jsp
http://www.rnaworld.de/rnaworld/ http://home.edges-grid.eu/home/
http://www.gpugrid.net/
edi'®
2013-06-16 22:34:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Lem Novantotto
Credo che "arimo" fosse (sia?) comune per lo meno in tutta la Lombardia.
Propendo per il "fosse": qualche tempo fa avevo chiesto alle mie figlie
se usassero il termine "arimo", ma gli risultava sconosciuto.
Dopo le spiegazioni sul significato mi hanno risposto "ah, sì, vuoi dire
TIME OUT!"...

E.D.
orpheus
2013-06-16 22:42:22 UTC
Permalink
Raw Message
Post by edi'®
Post by Lem Novantotto
Credo che "arimo" fosse (sia?) comune per lo meno in tutta la Lombardia.
Propendo per il "fosse": qualche tempo fa avevo chiesto alle mie
figlie se usassero il termine "arimo", ma gli risultava sconosciuto.
Dopo le spiegazioni sul significato mi hanno risposto "ah, sì, vuoi
dire TIME OUT!"...
una così bella espressione, uccisa dall'imperialismo
linguistico :-/
edi'®
2013-06-16 23:06:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by orpheus
Post by edi'®
Post by Lem Novantotto
Credo che "arimo" fosse (sia?) comune per lo meno in tutta la Lombardia.
Propendo per il "fosse": qualche tempo fa avevo chiesto alle mie
figlie se usassero il termine "arimo", ma gli risultava sconosciuto.
Dopo le spiegazioni sul significato mi hanno risposto "ah, sì, vuoi
dire TIME OUT!"...
una così bella espressione, uccisa dall'imperialismo
linguistico :-/
Già. C'è da dire, però, la mia statistica si basa su un campione non
proprio vastissimo: le mie figlie e le loro amiche.
Magari basta chiedere ai bambini di una scuola (o parco, cortile...)
di un altro quartiere per ritrovare il termine "arimo" vivo e vegeto.

E.D.
Klaram
2013-06-17 11:14:40 UTC
Permalink
Raw Message
Post by orpheus
Post by edi'®
Post by Lem Novantotto
Credo che "arimo" fosse (sia?) comune per lo meno in tutta la Lombardia.
Propendo per il "fosse": qualche tempo fa avevo chiesto alle mie
figlie se usassero il termine "arimo", ma gli risultava sconosciuto.
Dopo le spiegazioni sul significato mi hanno risposto "ah, sì, vuoi
dire TIME OUT!"...
una così bella espressione, uccisa dall'imperialismo
linguistico :-/
A me sembra che siano scomparsi anche i giochi in cortile. :-(

k
ADPUF
2013-06-21 21:48:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Klaram
Post by orpheus
Post by edi'®
Post by Lem Novantotto
Credo che "arimo" fosse (sia?) comune per lo meno in tutta
la Lombardia.
Propendo per il "fosse": qualche tempo fa avevo chiesto alle
mie figlie se usassero il termine "arimo", ma gli risultava
sconosciuto. Dopo le spiegazioni sul significato mi hanno
risposto "ah, sì, vuoi dire TIME OUT!"...
una così bella espressione, uccisa dall'imperialismo
linguistico :-/
A me sembra che siano scomparsi anche i giochi in cortile.
:-(
Sono scomparsi anche i cortili, e i bambini sono pochi e tenuti
al guinzaglio radioelettrico da mammine e papini premurosi.
--
"Research is what I'm doing when I don't know what I'm doing."
-- Wernher von Braun
Fiorelisa
2013-06-17 21:46:06 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Multivac85
Qualcuno di voi sa dare maggiori informazioni riguardo all'effettiva
attestazione di questa parola dalle vostre zone fino agli anni '90
anche in fonti cartacee e l'etimologia di tale vocabolo?
Anch'io sono veneta (di Padova) e anch'io mi ricordo di questo termine
'bandus' quando giocavamo da piccoli.
Non so però di preciso da dove venga.
Guardando sul Treccani la parola 'bando', mi pare interessante il punto 4:
"fig., lasciare o mollare in b. qualcosa, abbandonare un oggetto dove
e come si trova, o sospendere un lavoro senza più curarsene (v. anche
imbando)."
Chissà se c'entra?
orpheus
2013-06-18 09:05:01 UTC
Permalink
Raw Message
Fiorelisa wrote:

[...]
Post by Fiorelisa
Anch'io sono veneta (di Padova) e anch'io mi ricordo di questo
termine 'bandus' quando giocavamo da piccoli. Non so però di preciso
da dove venga. Guardando sul Treccani la parola 'bando', mi pare
interessante il punto 4: "fig., lasciare o mollare in b. qualcosa,
abbandonare un oggetto dove e come si trova, o sospendere un lavoro
senza più curarsene (v. anche imbando)." Chissà se c'entra?
Nel linguaggio di marina (in questo senso, dalla locuz. del fr. ant. a
bandon «alla mercé»: cfr. abbandonare)
http://www.treccani.it/vocabolario/bando/

La tua ipotesi mi pare plausibile, vista la confluenza
di due possibilità nel veneto:
- la diffusione del gergo marinaro
- la forte influenza francese

Considerando anche che nel gioco, l'altra possibilità,
quella di essere praticamente "esiliati",
mi pare eccessiva :-)
s***@gmail.com
2017-02-15 18:20:26 UTC
Permalink
Raw Message
Io ti amo
s***@gmail.com
2017-02-15 18:23:59 UTC
Permalink
Raw Message
An chi io ti amo sono rita spaccavento
ADPUF
2013-06-21 21:49:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Multivac85
Mi ricordo che quando facevo le elementari (sono dell'85 e
abito nel Veneto) in vari giochi che noi facevamo nel cortile
come nascondino o "strega comanda colore" o "alto terra",
quando per "causa di forza maggiore" si era costretti ad
interrompere il gioco si era soliti pronunciare la parola
simil-latina "Bandus",
[...]
Post by Multivac85
Qualcuno di voi sa dare maggiori informazioni riguardo
all'effettiva attestazione di questa parola dalle vostre zone
fino agli anni '90 anche in fonti cartacee e l'etimologia di
tale vocabolo?
Io non mi ricordo di quei giochi o di "bandus", non mi pare che
ci fosse.

Mi ricordo solo di due giochi, "ghega alta" e "ghega bassa",
cioè uno stava sotto (per il primo si faceva "la conta" con
varie filastrocche) e doveva rincorrere gli altri finché non
toccava uno che andava sotto a sua volta.
Se uno trovava un posto basso (o alto) era salvo in rifugio, e
l'inseguitore doveva cercare di prendere un altro.

Quando si giocava a pallone in strada si gridava "auto!" e si
sospendeva.
C'erano poche auto e tanti bambini (e vetri rotti...)
--
In a Copenhagen airline ticket office:
"We take your bags and send them in all directions."
Maurizio Pistone
2013-06-22 06:09:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Mi ricordo solo di due giochi, "ghega alta" e "ghega bassa",
cioè uno stava sotto (per il primo si faceva "la conta" con
varie filastrocche) e doveva rincorrere gli altri finché non
toccava uno che andava sotto a sua volta.
per me c'era un più banale "rialzo"
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
Lem Novantotto
2013-06-22 09:54:57 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
per me c'era un più banale "rialzo"
Questo termine pare sia usato, al posto di "azione", nei film porno.
--
Bye, Lem
Ceterum censeo ISLAM esse delendum
_________________________________________________________________
Non sprecare i cicli idle della tua CPU, né quelli della tua GPU.
http://www.worldcommunitygrid.org/index.jsp
http://www.rnaworld.de/rnaworld/ http://home.edges-grid.eu/home/
http://www.gpugrid.net/
edevils
2013-06-22 10:15:51 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Lem Novantotto
Post by Maurizio Pistone
per me c'era un più banale "rialzo"
Questo termine pare sia usato, al posto di "azione", nei film porno.
Non oso chiedere il perché!
orpheus
2013-06-22 10:39:38 UTC
Permalink
Raw Message
Post by edevils
Post by Lem Novantotto
Post by Maurizio Pistone
per me c'era un più banale "rialzo"
Questo termine pare sia usato, al posto di "azione", nei film porno.
Non oso chiedere il perché!
e chiederlo a Federica? :o)
edi'®
2013-06-24 08:26:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
per me c'era un più banale "rialzo"
Rialzo me lo ricordo anch'io, ed è un gioco che i bambini fanno
ancora oggi.

E.D.
p***@gmail.com
2014-02-26 10:46:00 UTC
Permalink
Raw Message
Ciao, sono di Padova e questa parola da bimbo l'ho stra-usata. Bandus per me è una parola molto interessante, perché da quanto ne so è una parola latina sopravvissuta fino a oggi solo attraverso il passaparola dei bambini! Bandus ( e le sue varianti), avrebbe la stessa origine di "bandito", ossia messo ai margini, e infatti la invoca un bambino che momentaneamente si tira fuori dal gioco.
Luciana Grazioli
2014-02-26 12:02:11 UTC
Permalink
Raw Message
Post by p***@gmail.com
Ciao, sono di Padova e questa parola da bimbo l'ho stra-usata. Bandus per me è una parola molto interessante, perché da quanto ne so è una parola latina sopravvissuta fino a oggi solo attraverso il passaparola dei bambini! Bandus ( e le sue varianti), avrebbe la stessa origine di "bandito", ossia messo ai margini, e infatti la invoca un bambino che momentaneamente si tira fuori dal gioco.
Ciao.
Sì. Sono sopravvissuti Termini latini nel linguaggio ludico infantile:
io ricordo ARIMORTIS e ARIVIVIS.
--
lu.
Ultima Badessa di Passaggio

"Porto il limo della terra d'Abruzzi,
porto il fango della mia foce alle suole delle mie scarpe,
al tacco dei miei stivali"
edi'®
2014-02-26 13:49:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Luciana Grazioli
io ricordo ARIMORTIS e ARIVIVIS.
Bentornata badessa!

Noi dicevamo ARIMO.

E.D.
orpheus
2014-02-26 14:00:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by p***@gmail.com
Ciao, sono di Padova e questa parola da bimbo l'ho stra-usata. Bandus
per me è una parola molto interessante, perché da quanto ne so è una
parola latina sopravvissuta fino a oggi solo attraverso il
passaparola dei bambini! Bandus ( e le sue varianti), avrebbe la
stessa origine di "bandito", ossia messo ai margini, e infatti la
invoca un bambino che momentaneamente si tira fuori dal gioco.
Non hai quotato niente,
ma sarebbe stato meglio chiarire che stai rispondendo
ad un 3d del Giugno 2013
https://groups.google.com/forum/?hl=it#!topic/it.cultura.linguistica.italiano/yOi0LAxi6Oc

corto http://tinyurl.com/lftkc38
s***@gmail.com
2017-02-15 15:55:37 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Multivac85
Mi ricordo che quando facevo le elementari (sono dell'85 e abito nel
Veneto) in vari giochi che noi facevamo nel cortile come nascondino o
"strega comanda colore" o "alto terra", quando per "causa di forza
maggiore" si era costretti ad interrompere il gioco si era soliti
pronunciare la parola simil-latina "Bandus", questa parola è
http://bandus.blogspot.it/
nel seguente (che cita anche il gioco "alto terra" ) è usata la
variante "bandius"
http://labibbiasecondome.blogspot.it/2012/01/bandius.html
Qualcuno di voi sa dare maggiori informazioni riguardo all'effettiva
attestazione di questa parola dalle vostre zone fino agli anni '90
anche in fonti cartacee e l'etimologia di tale vocabolo?
Ciao.
Confermo anche io di aver usato la parola "Bandus", incrociando le dita. E mi sono sempre chiesto se fosse una specie di "fossile linguistico" arrivato dritto dritto dai tempi in cui ancora doveva nascere l'italiano! Bandus in latino significa anche "patto/alleanza". E in effetti, quando si dichiarava "Bandus!", gli altri acconsentivano a non inseguirti piu' o insomma a lasciarti fuori dal gioco per un attimo, tipo per il tempo che ti serviva per riallacciarti le scarpe (tecnica usata spesso come scusa...quando ti veniva il fiatone ;-))
Klaram
2017-02-15 19:11:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by s***@gmail.com
Post by Multivac85
Mi ricordo che quando facevo le elementari (sono dell'85 e abito nel
Veneto) in vari giochi che noi facevamo nel cortile come nascondino o
"strega comanda colore" o "alto terra", quando per "causa di forza
maggiore" si era costretti ad interrompere il gioco si era soliti
pronunciare la parola simil-latina "Bandus", questa parola è
http://bandus.blogspot.it/
nel seguente (che cita anche il gioco "alto terra" ) è usata la
variante "bandius"
http://labibbiasecondome.blogspot.it/2012/01/bandius.html
Qualcuno di voi sa dare maggiori informazioni riguardo all'effettiva
attestazione di questa parola dalle vostre zone fino agli anni '90
anche in fonti cartacee e l'etimologia di tale vocabolo?
Ciao.
Confermo anche io di aver usato la parola "Bandus", incrociando le dita. E mi
sono sempre chiesto se fosse una specie di "fossile linguistico" arrivato
dritto dritto dai tempi in cui ancora doveva nascere l'italiano! Bandus in
latino significa anche "patto/alleanza". E in effetti, quando si dichiarava
"Bandus!", gli altri acconsentivano a non inseguirti piu' o insomma a
lasciarti fuori dal gioco per un attimo, tipo per il tempo che ti serviva per
riallacciarti le scarpe (tecnica usata spesso come scusa...quando ti veniva
il fiatone ;-))
Io credo che bandus venga prorpio dalla parola "bando", il latino
serve solo a far scena.
Il "bando" era un avviso di interesse pubblico, che poteva essere di
vari tipi, tra cui l'intimazione di una condanna all'esislio. Di qui ha
assunto il significato figurato di "mettere al bando", proibire
eliminare, escludere (bando agli indugi, bando alle chiacchiere ecc.).

Quindi se un bambino voleva escludersi, allontanarsi, momentaneamente
dal gioco, quale miglior parola di bando/bandus?

k
Bruno Van Dyck
2017-02-18 09:16:56 UTC
Permalink
Raw Message
Post by s***@gmail.com
Post by Multivac85
Mi ricordo che quando facevo le elementari (sono dell'85 e abito nel
Veneto) in vari giochi che noi facevamo nel cortile come nascondino o
"strega comanda colore" o "alto terra", quando per "causa di forza
maggiore" si era costretti ad interrompere il gioco si era soliti
pronunciare la parola simil-latina "Bandus",
Confermo anche io di aver usato la parola "Bandus", incrociando le dita. E
mi sono sempre chiesto se fosse una specie di "fossile linguistico"
arrivato dritto dritto dai tempi in cui ancora doveva nascere l'italiano!
Bandus in latino significa anche "patto/alleanza". E in effetti, quando si
dichiarava "Bandus!", gli altri acconsentivano a non inseguirti piu' o
insomma a lasciarti fuori dal gioco per un attimo, tipo per il tempo che ti
serviva per riallacciarti le scarpe (tecnica usata spesso come
scusa...quando ti veniva il fiatone ;-))
Io credo che bandus venga prorpio dalla parola "bando", il latino serve solo
a far scena.
Il "bando" era un avviso di interesse pubblico, che poteva essere di vari
tipi, tra cui l'intimazione di una condanna all'esislio. Di qui ha assunto il
significato figurato di "mettere al bando", proibire eliminare, escludere
(bando agli indugi, bando alle chiacchiere ecc.).
Quindi se un bambino voleva escludersi, allontanarsi, momentaneamente dal
gioco, quale miglior parola di bando/bandus?
Si usa anche in friulano, ma col significato riportato da Multivac85 di
"pausa", "sospensione" del gioco o gara, tipo il "time-out" del basket o
della pallavolo.
Avendo il friulano molte parole simili al latino davo per scontato fosse
del nostro lessico. Magari in Veneto è arrivata per contaminazione di
confine, specie se Multivac85 fosse nel trevisano.
--
#201815
ADPUF
2017-02-20 22:17:23 UTC
Permalink
Raw Message
mercoledì 15/02/2017 20:11:53 Klaram in
Post by Klaram
Il giorno domenica 16 giugno 2013 17:17:24 UTC+2,
terra", quando per "causa di forza maggiore" si era
costretti ad interrompere il gioco si era soliti
pronunciare la parola simil-latina "Bandus",
Confermo anche io di aver usato la parola "Bandus",
Io credo che bandus venga prorpio dalla parola "bando", il
latino serve solo a far scena.
Il "bando" era un avviso di interesse pubblico, che poteva
essere di vari
tipi, tra cui l'intimazione di una condanna all'esislio. Di
qui ha assunto il significato figurato di "mettere al
bando", proibire eliminare, escludere (bando agli indugi,
bando alle chiacchiere ecc.).
Quindi se un bambino voleva escludersi, allontanarsi,
momentaneamente dal gioco, quale miglior parola di
bando/bandus?
Si usa anche in friulano, ma col significato riportato da
Multivac85 di "pausa", "sospensione" del gioco o gara, tipo
il "time-out" del basket o della pallavolo.
Avendo il friulano molte parole simili al latino davo per
scontato fosse del nostro lessico. Magari in Veneto è
arrivata per contaminazione di confine, specie se Multivac85
fosse nel trevisano.
A me pare di ricordare che dicevamo "bando" non "bandus".

Del resto nella mia zona noi bambini parlavamo in italiano (più
o meno...) non in friulano come i "grandi".
--
AIOE °¿°
s***@gmail.com
2017-02-15 18:22:04 UTC
Permalink
Raw Message
Ti amo
g***@gmail.com
2018-02-22 09:53:32 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Multivac85
Mi ricordo che quando facevo le elementari (sono dell'85 e abito nel
Veneto) in vari giochi che noi facevamo nel cortile come nascondino o
"strega comanda colore" o "alto terra", quando per "causa di forza
maggiore" si era costretti ad interrompere il gioco si era soliti
pronunciare la parola simil-latina "Bandus", questa parola è
http://bandus.blogspot.it/
nel seguente (che cita anche il gioco "alto terra" ) è usata la
variante "bandius"
http://labibbiasecondome.blogspot.it/2012/01/bandius.html
Qualcuno di voi sa dare maggiori informazioni riguardo all'effettiva
attestazione di questa parola dalle vostre zone fino agli anni '90
anche in fonti cartacee e l'etimologia di tale vocabolo?
Ciao.
“Bandus”. sembrerebbe Un’espressione d’origine latina (tratta dal germanico bandwō : insegna militare) almeno così dicono qui: http://www.urbanexperience.it/bandus-fuori-dai-giochi-ovvero-come-tradurre-una-criticita-in-opportunita/
Massimo P.
2018-02-26 10:48:35 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Multivac85
Mi ricordo che quando facevo le elementari (sono dell'85 e abito nel
Veneto) in vari giochi che noi facevamo nel cortile come nascondino o
"strega comanda colore" o "alto terra", quando per "causa di forza
maggiore" si era costretti ad interrompere il gioco si era soliti
pronunciare la parola simil-latina "Bandus"
A Valdagno chi diceva "son de bando" intendeva dire che non doveva andare a lavorare perché era posto in "Cassa Integrazione"
Loading...