(troppo vecchio per rispondere)
cordiali saluti...
floria tosca
2005-10-06 16:36:23 UTC
Mi hanno fatto venire un dubbio:
in una lettera burocratica che inizia con "la sottoscritta" e in cui quindi
viene sempre usata la terza persona (la sottoscritta inoltra..., la
sottoscritta dichiara...) anche la formula finale dovrebbe essere alla terza
persona (In attesa di un Vostro cortese riscontro coglie l'occasione per
porgere cordiali saluti) o no? Lo chiedo perchè mi è stato dato un modello e
la formula finale invece è "In attesa di un Vostro cortese riscontro colgo
l'occasione per..."
Ho anche un dubbio su questo "Vostro cortese riscontro" : giacchè la
sottoscritta si rivolge a una sola persona ( il Direttore del personale) non
dovrebbe essere "In attesa di un Suo cortese riscontro"?
Grazie a tutti

floria
felix.
2005-10-06 16:59:36 UTC
Post by floria tosca
in una lettera burocratica che inizia con "la sottoscritta" e in cui quindi
viene sempre usata la terza persona (la sottoscritta inoltra..., la
sottoscritta dichiara...) anche la formula finale dovrebbe essere alla terza
persona (In attesa di un Vostro cortese riscontro coglie l'occasione per
porgere cordiali saluti) o no?
Lo chiedo perchè mi è stato dato un modello e
Post by floria tosca
la formula finale invece è "In attesa di un Vostro cortese riscontro colgo
l'occasione per..."
In terza persona si porgono i "distinti saluti"
La prima persona invece, e'preferibile per i " cordiali saluti"
Post by floria tosca
Ho anche un dubbio su questo "Vostro cortese riscontro" : giacchè la
sottoscritta si rivolge a una sola persona ( il Direttore del personale) non
dovrebbe essere "In attesa di un Suo cortese riscontro"?
In burocrazia si usa il voi impersonale.
ciaofelix.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Karla
2005-10-06 18:14:13 UTC
Post by floria tosca
Post by floria tosca
in una lettera burocratica che inizia con "la sottoscritta" e in cui quindi
viene sempre usata la terza persona (la sottoscritta inoltra..., la
sottoscritta dichiara...) anche la formula finale dovrebbe essere alla terza
persona (In attesa di un Vostro cortese riscontro coglie l'occasione per
porgere cordiali saluti) o no?
Lo chiedo perchè mi è stato dato un modello e
Post by floria tosca
la formula finale invece è "In attesa di un Vostro cortese riscontro colgo
l'occasione per..."
In terza persona si porgono i "distinti saluti"
La prima persona invece, e'preferibile per i " cordiali saluti"
I "distinti saluti" non si dovrebbero mai porgere. "Cordiali" va
benissimo, ma mi sembra che il problema fosse un altro.
Volendo essere pignoli, se il testo è tutto in treza persona dovrebbero
anche esserlo i saluti: "in attesa ecc. (la sottoscritta) porge cordiali
saluti." e firma.

k
Epimeteo
2005-10-07 05:25:37 UTC
"Karla" <***@libero.it> ha scritto nel messaggio news:43456ac8$***@newsgate.x-privat.org...
[...]
Post by Karla
I "distinti saluti" non si dovrebbero mai porgere. "Cordiali" va
benissimo, ma mi sembra che il problema fosse un altro.
Volendo essere pignoli, se il testo è tutto in treza persona dovrebbero
anche esserlo i saluti: "in attesa ecc. (la sottoscritta) porge cordiali
saluti." e firma.
Sono d'accordo sul fatto che non si dovrebbe cambiare persona solo per i
saluti, ma a mio parere in una lettera così burocratica (in terza persona!)
non si saluta. Figurarsi poi se si saluta cordialmente!
Si chiude con una frase "fatta" ancora più burocratica, del tipo "con
ossequio", "con deferenza", "con osservanza", "con profonda osservanza"
(quest'ultima l'ho trovata sullo Zingarelli...)

Sono lo zerbino dei tuoi stivali,
Epimeteo
Karla
2005-10-07 11:15:28 UTC
Post by Epimeteo
Sono d'accordo sul fatto che non si dovrebbe cambiare persona solo per i
saluti, ma a mio parere in una lettera così burocratica (in terza persona!)
non si saluta. Figurarsi poi se si saluta cordialmente!
Si chiude con una frase "fatta" ancora più burocratica, del tipo "con
ossequio", "con deferenza", "con osservanza", "con profonda osservanza"
(quest'ultima l'ho trovata sullo Zingarelli...)
Certo, è molto meglio!
Post by Epimeteo
Sono lo zerbino dei tuoi stivali,
Esageroma nen! :-))

k
Bruno Campanini
2005-10-07 13:32:20 UTC
Post by floria tosca
in una lettera burocratica che inizia con "la sottoscritta" e in cui
quindi viene sempre usata la terza persona (la sottoscritta inoltra..., la
sottoscritta dichiara...) anche la formula finale dovrebbe essere alla
terza persona (In attesa di un Vostro cortese riscontro coglie l'occasione
per porgere cordiali saluti) o no? Lo chiedo perchè mi è stato dato un
modello e la formula finale invece è "In attesa di un Vostro cortese
riscontro colgo l'occasione per..."
Ho anche un dubbio su questo "Vostro cortese riscontro" : giacchè la
sottoscritta si rivolge a una sola persona ( il Direttore del personale)
non dovrebbe essere "In attesa di un Suo cortese riscontro"?
Grazie a tutti
floria
Cordiali saluti
ovvero
Cordialità
senza tante contorsioni.

Per la burocrazia i saluti fanno ridere:
In fede

Bruno
toto
2005-10-09 06:57:02 UTC
Post by Epimeteo
[cut]
ma a mio parere in una lettera così burocratica (in terza persona!)
non si saluta. Figurarsi poi se si saluta cordialmente!
Si chiude con una frase "fatta" ancora più burocratica, del tipo "con
ossequio", "con deferenza", "con osservanza", "con profonda osservanza"
(quest'ultima l'ho trovata sullo Zingarelli...)
Secondo me le espressioni di saluto che citi sono un po' vecchiotte.
L'"ossequio" mi fa pensare all' '800; la "deferenza" a ......... lasciamo
stare :-) ; l' "osservanza" mi fa pensare a qualcuno che ti fissa...; mentre
la "profonda osservanza" mi fa pensare a qualcosa di ancora peggio, da
denuncia ai Carabinieri per molestie... :-)

In casi del genere preferisco usare "Con i migliori saluti" che trovo
neutro, più moderno, meno ampolloso e comunque rispettoso.

--
toto
Epimeteo
2005-10-09 17:49:21 UTC
Post by toto
Secondo me le espressioni di saluto che citi sono un po' vecchiotte.
L'"ossequio" mi fa pensare all' '800; la "deferenza" a ......... lasciamo
stare :-) ; l' "osservanza" mi fa pensare a qualcuno che ti fissa...;
mentre la "profonda osservanza" mi fa pensare a qualcosa di ancora peggio,
da denuncia ai Carabinieri per molestie... :-)
Ma è chiaro che si tratta di formule vuote, come richiede il rituale
ottocentesco di questo tipo di documenti!
Nessuno crede agli ossequi e alla deferenza, nè chi li esprime, né chi li
riceve, tuttavia personalmente preferisco una frase vecchia, vuota e
insensata a una falsa cordialità.
Post by toto
In casi del genere preferisco usare "Con i migliori saluti" che trovo
neutro, più moderno, meno ampolloso e comunque rispettoso.
Bah, i "migliori" saluti non li ho mai capiti tanto (anche se li usano
perfino gli angloamericani, vedi i "best regards"), nel senso che non
capisco la funzione linguistica di quel "migliori".
Migliori "de che"? I migliori di cui disponiamo? Se non ne abbiamo di
"migliori", possiamo mandare quelli soltanto "buoni"? O sarebbe meglio che
mandassimo "gli unici migliori"? Gli "ottimi saluti" sono ammessi?
Ovviamente sto scherzando, ma forse sarebbe più dignitoso non salutare
neanche, visto che nessuno prenderà in considerazione, sul piano umano,
quella documentazione e quei saluti, e che l'Alta Personalità a cui la
documentazione è indirizzata (ovviamente Illustrissima, Chiarissima,
Eccellentissima e "Gran Figl di Put") tutto farà meno che leggerla,
lasciando questo compito a qualche "negro" irresponsabile, malpagato e
frustrato, che la metterà agli atti, forse, e se va bene la darà da mangiare
a qualche computer, oppure la farà sparire sotto una pigna di documentazione
simile oppure la cestinerà.
Forse la cosa migliore è scrivere, prima della firma (che ha valenza
legale), un "in fede", come formula di conferma della veridicità di quanto
attestato in precedenza.

Con estrema umiltà,
Epimeteo
toto
2005-10-09 19:08:01 UTC
Post by Epimeteo
[cut]
Ovviamente sto scherzando, ma forse sarebbe più dignitoso non salutare
neanche, visto che nessuno prenderà in considerazione, sul piano umano,
quella documentazione e quei saluti, [cut]
Ebbene sì, mi hai convinto!
La prossima lettera che mi capiterà di scrivere la concluderò con un bel
"annatevene affanculo tutti" che mi sembra adeguato...

^______________________________________^

--
toto
ADPUF
2005-11-21 22:02:28 UTC
Post by toto
Post by Epimeteo
Ovviamente sto scherzando, ma forse sarebbe più dignitoso non salutare
neanche, visto che nessuno prenderà in considerazione, sul piano umano,
quella documentazione e quei saluti, [cut]
Ebbene sì, mi hai convinto!
La prossima lettera che mi capiterà di scrivere la concluderò con un bel
"annatevene affanculo tutti" che mi sembra adeguato...
^______________________________________^
Io sottoscritto, ADPUF, quando scrivo una lettera, e poi la
firmo, uso la prima persona singolare. Mi fa un po' senso usare
la terza se poi firmo, sembra Unca Dunca il Sioux.

E poi non sopporto l'impersonale dei burocrati scaricabarili.
Se uno firma, che si assuma la responsabilità fino in fondo.

Per chiudere una lettera generica, mi pare che nessuno abbia
proposto di usare "rispettosi saluti(, in attesa di una vostra
sollecita, rapida, chiara, inequivoca, esauriente risposta)".
--
º¿º
FB
2005-11-23 10:19:33 UTC
On Mon, 21 Nov 2005 23:02:28 +0100, ADPUF wrote:

[...]
Post by ADPUF
Per chiudere una lettera generica, mi pare che nessuno abbia
proposto di usare "rispettosi saluti(, in attesa di una vostra
sollecita, rapida, chiara, inequivoca, esauriente risposta)".
Se è indirizzata a qualche ufficio pubblico, propongo "in attesa di una
vostra sollec... In attesa di una vostra risp... In attesa".


Ciao, FB
--
"I don't believe in the Republican Party or the Democratic Party. I just
believe in parties."
(Sex and the City)