Discussione:
La paura dell'accento
Aggiungi Risposta
Just Time
2017-07-12 17:18:19 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
E' molto comune pensare che a far cadere l'accento quasi sempre
sull'ultima sillaba di una parola siano i NAPOLETANI (Istanbùl invece di
Istànbul, Sofia Lorèn invece di Sofia Lòren, ecc.).
Ma non è sempre così. Anzi, io stesso napoletano, non riesco a
rassegnarmi alla spaventosa ignoranza di tanti presentatori ed
annunciatori TV.
Ecco degli esempi. Gli abitanti di Padova sono Padovàni oppure Pàdovani.
Se sono Padovàni, allora in dialetto è Padoàn. Non conta nulla se il
ministro è o non è veneto: ad essere veneto ci pensa il suo cognome, che
dovrebbe suonare Padoàn, come Trevisàn, come Brusòn e tanti altri nomi
veneti.
Ma non basta: la città dell'Iraq appena liberata dal "califfato" era
fino pochi giorni fa Mosùl. Ora è diventata Mòsul.
Ma su queste mostruosità la RAI non si accorge di nulla?
--
CobraOne
p***@gmail.com
2017-07-13 03:21:01 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Just Time
E' molto comune pensare che a far cadere l'accento quasi sempre
sull'ultima sillaba di una parola siano i NAPOLETANI (Istanbùl invece di
Istànbul, Sofia Lorèn invece di Sofia Lòren, ecc.).
Ma non è sempre così. Anzi, io stesso napoletano, non riesco a
rassegnarmi alla spaventosa ignoranza di tanti presentatori ed
annunciatori TV.
Ecco degli esempi. Gli abitanti di Padova sono Padovàni oppure Pàdovani.
Se sono Padovàni, allora in dialetto è Padoàn. Non conta nulla se il
ministro è o non è veneto: ad essere veneto ci pensa il suo cognome, che
dovrebbe suonare Padoàn, come Trevisàn, come Brusòn e tanti altri nomi
veneti.
Ma non basta: la città dell'Iraq appena liberata dal "califfato" era
fino pochi giorni fa Mosùl. Ora è diventata Mòsul.
Ma su queste mostruosità la RAI non si accorge di nulla?
Per il dizionario della RAI sono previsti due adattamenti dall`arabo: uno Mosul/Mozul, con l`accento sulla "o"; l`altro Mossul, con l`accento sulla "o" o sulla "u".

http://www.dizionario.rai.it/poplemma.aspx?lid=38755&r=132129

Pronuncia originale:


min madinat almawsil "من مدينة الموصل": dalla citta` di Mosul
ADPUF
2017-07-14 19:30:33 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Il giorno mercoledì 12 luglio 2017 19:18:20 UTC+2, Just Time
Post by Just Time
E' molto comune pensare che a far cadere l'accento quasi
sempre sull'ultima sillaba di una parola siano i NAPOLETANI
(Istanbùl invece di Istànbul, Sofia Lorèn invece di Sofia
Lòren, ecc.). Ma non è sempre così. Anzi, io stesso
napoletano, non riesco a rassegnarmi alla spaventosa
ignoranza di tanti presentatori ed annunciatori TV.
Ecco degli esempi. Gli abitanti di Padova sono Padovàni
oppure Pàdovani. Se sono Padovàni, allora in dialetto è
Padoàn. Non conta nulla se il ministro è o non è veneto: ad
essere veneto ci pensa il suo cognome, che dovrebbe suonare
Padoàn, come Trevisàn, come Brusòn e tanti altri nomi
veneti. Ma non basta: la città dell'Iraq appena liberata dal
"califfato" era fino pochi giorni fa Mosùl. Ora è diventata
Mòsul. Ma su queste mostruosità la RAI non si accorge di
nulla?
Per il dizionario della RAI sono previsti due adattamenti
dall`arabo: uno Mosul/Mozul, con l`accento sulla "o";
E da dove viene?

Mai sentito "mòzul", finché dell'Iraq non se ne
sono "interessati" gli americani.

Ovviamente i giornalisti italiani copiano.
l`altro Mossul, con l`accento sulla "o" o sulla "u".
Sempre sentito "mossùl" con la S sorda.

Forse una volta i giornalisti copiavano dai francesi...
http://www.dizionario.rai.it/poplemma.aspx?lid=38755&r=132129
http://youtu.be/GA0yyvTPmLw
min madinat almawsil "من مدينة الموصل": dalla citta` di Mosul
Quella è una S sorda, non sonora.

Per l'accento, vedo che l'unica vocale in mawsil è la U
(trascritto mwsl) per cui non so, forse loro dicono "mùssil".
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
p***@gmail.com
2017-07-15 12:18:31 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by p***@gmail.com
http://youtu.be/GA0yyvTPmLw
Post by p***@gmail.com
min madinat almawsil "من مدينة الموصل": dalla citta` di Mosul
Quella è una S sorda, non sonora.
In arabo le "S" sono sorde e le "Z" sonore (in questo aspetto e` piu` coerente dell`italiano o del tedesco). Poi c`e` la esse enfatica (come quella di Mosul, nella trascrizione si indica con un puntino sottoscritto) che assomiglia un po` alla esse bolognese:


Post by p***@gmail.com
Per l'accento, vedo che l'unica vocale in mawsil è la U
(trascritto mwsl) per cui non so, forse loro dicono "mùssil".
Ho trovato la scritta in arabo con segnate le vocali (non so se si vede):

الْمَوْصِل

mia trascrizone (vocalizzazione tra parentesi):

Al-m(a)w()s(i)l

La "w" dovrebbe essere semivocalica, con vocalizzazione muta (sukun):
https://it.wikipedia.org/wiki/Suk%C5%ABn

In assenza di vocali lunghe, come nel caso in questione, l`accento dovrebbe cadere sulla prima sillaba (ma).

La vocalizzazione aperta ("fathah") breve in realta` ha un suono piu` simile ad una "o" (ma dipende molto anche dal dialetto usato).
p***@gmail.com
2017-07-15 12:33:08 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by p***@gmail.com
http://youtu.be/GA0yyvTPmLw
Post by p***@gmail.com
min madinat almawsil "من مدينة الموصل": dalla citta` di Mosul
Quella è una S sorda, non sonora.
In arabo le "S" sono sorde e le "Z" sonore (in questo aspetto e` piu` coerente dell`italiano e del tedesco).

In Mossul c`e` la esse enfatica (nella trascrizione si indica con un puntino sottoscritto) che assomiglia un po` alla esse bolognese:

http://youtu.be/v2_sNjvv0EM
Post by p***@gmail.com
Per l'accento, vedo che l'unica vocale in mawsil è la U
(trascritto mwsl) per cui non so, forse loro dicono "mùssil".
Ho trovato la scritta in arabo con segnate le vocali (non so se si vede):

مَوْصِل

mia trascrizone (vocalizzazione tra parentesi):

m(a)w()s(i)l

La "w" dovrebbe essere semivocalica, con vocalizzazione muta (sukun):
https://it.wikipedia.org/wiki/Suk%C5%ABn

In assenza di vocali lunghe, come nel caso in questione, l`accento dovrebbe cadere sulla prima sillaba "maw".

La vocalizzazione aperta (in arabo "fathah", trascritta con una "a") breve, cioe` senza la alif segnata, qui ha un suono piu` simile ad una "o", ma puo` dipendere dalla consonante che vocalizza e pure dal dialetto usato.
p***@gmail.com
2017-07-16 06:30:50 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by p***@gmail.com
http://youtu.be/v2_sNjvv0EM
Per un confronto:



(notate anche come, nel dialetto emiliano, l`articolo determinativo maschile sia straordinariamente uguale al corrispettivo arabo)
p***@gmail.com
2017-07-16 06:20:32 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
per cui non so, forse loro dicono "mùssil".
I giornalisti televisivi dovrebbero adottare una pronuncia media, non dialettale ma neanche non troppo "classica":



"في الموصل القديمة" "fi almawsil alqadima" (nell`antica Mossul)

Io sento pronunciare "mòussil".
Roger
2017-07-13 07:13:04 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Just Time
E' molto comune pensare che a far cadere l'accento quasi sempre
sull'ultima sillaba di una parola siano i NAPOLETANI (Istanbùl invece di
Istànbul,
Su "Istánbul" e "Istanbúl" c'è da discutere...
Post by Just Time
Sofia Lorèn invece di Sofia Lòren, ecc.).
Ma non è sempre così. Anzi, io stesso napoletano, non riesco a
rassegnarmi alla spaventosa ignoranza di tanti presentatori ed
annunciatori TV.
Ecco degli esempi. Gli abitanti di Padova sono Padovàni oppure Pàdovani.
Se sono Padovàni, allora in dialetto è Padoàn. Non conta nulla se il
ministro è o non è veneto: ad essere veneto ci pensa il suo cognome, che
dovrebbe suonare Padoàn, come Trevisàn, come Brusòn e tanti altri nomi
veneti.
Ma non basta: la città dell'Iraq appena liberata dal "califfato" era
fino pochi giorni fa Mosùl. Ora è diventata Mòsul.
Ma su queste mostruosità la RAI non si accorge di nulla?
"Mostruosità" è una parola grossa :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Valerio Vanni
2017-07-13 07:58:32 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by Just Time
E' molto comune pensare che a far cadere l'accento quasi sempre
sull'ultima sillaba di una parola siano i NAPOLETANI (Istanbùl invece di
Istànbul,
Su "Istánbul" e "Istanbúl" c'è da discutere...
C'è poi in giro anche la terza pronuncia, quella sdrucciola.
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
Roger
2017-07-13 09:03:47 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Valerio Vanni
Post by Roger
Post by Just Time
E' molto comune pensare che a far cadere l'accento quasi sempre
sull'ultima sillaba di una parola siano i NAPOLETANI (Istanbùl invece di
Istànbul,
Su "Istánbul" e "Istanbúl" c'è da discutere...
C'è poi in giro anche la terza pronuncia, quella sdrucciola.
Vero!
Che poi, forse, è quella più corretta :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Voce dalla Germania
2017-07-13 10:02:24 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
On Thu, 13 Jul 2017 09:13:04 +0200, Roger
Post by Roger
Post by Just Time
E' molto comune pensare che a far cadere l'accento quasi
sempre sull'ultima sillaba di una parola siano i
NAPOLETANI (Istanbùl invece di Istànbul,
Su "Istánbul" e "Istanbúl" c'è da discutere...
C'è poi in giro anche la terza pronuncia, quella sdrucciola.
Vero!
Che poi, forse, è quella più corretta :-)
Gli italiani lo pronunciano come vogliono. Basta mettersi
d'accordo. Sul DOP non c'è?
Però forse è bene sapere che i turchi dicono Istanbul con
l'accento sulla a.
Valerio Vanni
2017-07-13 11:19:18 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Thu, 13 Jul 2017 12:02:24 +0200, Voce dalla Germania
Post by Voce dalla Germania
Gli italiani lo pronunciano come vogliono. Basta mettersi
d'accordo. Sul DOP non c'è?
Sul DOP sono riportate sia la pronuncia piana che quella tronca, ed è
indicata la sdrucciola come errata (prendono atto della sua esistenza
;-) ).
Sul DIPI è indicata la sdrucciola come moderna e la tronca come
tradizionale.
Post by Voce dalla Germania
Però forse è bene sapere che i turchi dicono Istanbul con
l'accento sulla a.
Sul DIPI è indicata come pronuncia "intenzionale".
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
edi'®
2017-07-13 10:01:32 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Valerio Vanni
Post by Roger
Su "Istánbul" e "Istanbúl" c'è da discutere...
C'è poi in giro anche la terza pronuncia, quella sdrucciola.
Se n'è già discusso tempo fa.
Buona parte della mia famiglia è di origini costantinopolitane, e per la
comunità italiana che viveva là da secoli (e che fino a qualche decennio
fa era abbastanza numerosa) la pronuncia era quella sdrucciola.

E.D.
Voce dalla Germania
2017-07-13 07:23:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Just Time
Ecco degli esempi. Gli abitanti di Padova sono Padovàni oppure Pàdovani.
Se sono Padovàni, allora in dialetto è Padoàn. Non conta nulla se il
ministro è o non è veneto: ad essere veneto ci pensa il suo cognome, che
dovrebbe suonare Padoàn, come Trevisàn, come Brusòn e tanti altri nomi
veneti.
AMMP, se il ministro vuole essere chiamato Pàdoan, il
cognome è suo e sono affari suoi. Analogamente, un mio
conoscente ci tiene molto all'accento Maffìa, a maggior
ragione in posti dove parlano inglese o tedesco, lingue che
di solito ignorano le doppie.
Post by Just Time
Ma non basta: la città dell'Iraq appena liberata dal "califfato" era
fino pochi giorni fa Mosùl. Ora è diventata Mòsul.
Ma su queste mostruosità la RAI non si accorge di nulla?
Premessa, non so l'arabo e ancora meno il dialetto iracheno.
Però so che gli inglesi stravolgono la pronuncia delle
vocali dei nomi stranieri, ma di solito conservano l'accento
originale, e un monolingue inglese degli anni ottanta mi
dice Mòsul e Baghdàd/Bagdàd.
Per andare sul sicuro, poi, basta cercare il sito di
Al-Jazira, che trasmette notiziari a tutte le ore.
Al-Mawṣil dovrebbe venire piuttosto spesso.
Valerio Vanni
2017-07-13 08:05:51 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Thu, 13 Jul 2017 09:23:00 +0200, Voce dalla Germania
Post by Voce dalla Germania
AMMP, se il ministro vuole essere chiamato Pàdoan, il
cognome è suo e sono affari suoi. Analogamente, un mio
conoscente ci tiene molto all'accento Maffìa, a maggior
ragione in posti dove parlano inglese o tedesco, lingue che
di solito ignorano le doppie.
Con le doppie avrà perso ogni speranza ;-)
Post by Voce dalla Germania
Premessa, non so l'arabo e ancora meno il dialetto iracheno.
Però so che gli inglesi stravolgono la pronuncia delle
vocali dei nomi stranieri, ma di solito conservano l'accento
originale, e un monolingue inglese degli anni ottanta mi
dice Mòsul e Baghdàd/Bagdàd.
Qui da noi però c'è la tendenza a tirarlo indietro.
"Iraq" "Iran" e "Vietnam" si sentono spesso con l'accento all'inizio,
anche se la loro pronuncia tradizionale ce l'ha alla fine.

Alla radio mi è capitato di sentire addirittura "Bàgdad" (raramente,
però).
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
Voce dalla Germania
2017-07-13 08:57:34 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Valerio Vanni
Qui da noi però c'è la tendenza a tirarlo indietro.
Credevo che fosse più un fenomeno tedesco che italiano.
Post by Valerio Vanni
"Iraq" "Iran" e "Vietnam" si sentono spesso con l'accento all'inizio,
anche se la loro pronuncia tradizionale ce l'ha alla fine.
In tedesco è ancora sempre alla fine. Queste parole
resistono molto bene alla tendenza tedesca a portare
l'accento sulla prima sillaba.
Post by Valerio Vanni
Alla radio mi è capitato di sentire addirittura "Bàgdad" (raramente,
però).
Se è per quello, Bàgdad alla radio e alla TV l'avrò sentito
almeno mille volte. Però di solito, e anche mentre scrivo
queste righe, sento radio e TV tedesche. ;-)
Valerio Vanni
2017-07-13 11:30:35 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Thu, 13 Jul 2017 10:57:34 +0200, Voce dalla Germania
Post by Voce dalla Germania
Post by Valerio Vanni
Qui da noi però c'è la tendenza a tirarlo indietro.
Credevo che fosse più un fenomeno tedesco che italiano.
In italiano è un fenomeno abbastanza moderno, non è radicato nella
storia della lingua... forse per il tedesco è differente.

Probabilmente deriva da un'imitazione della lingua inglese, che spesso
ha l'accento più indietro. Ma quest'imitazione si spinge anche oltre:
pèrformance, contìnental in inglese hanno l'accento più avanti.

Anche il nome della squadra "Mìlan" probabilmente ha avuto la stessa
storia.
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
B.B.
2017-07-13 12:57:43 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Valerio Vanni
In italiano è un fenomeno abbastanza moderno, non è radicato nella
storia della lingua...
A meno di risalire al latino arcaico, naturalmente.

-- bb
Voce dalla Germania
2017-07-13 13:54:09 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Valerio Vanni
Anche il nome della squadra "Mìlan" probabilmente ha avuto la stessa
storia.
Non proprio. I fondatori erano in maggioranza inglesi, al
punto che fondarono il Milan Football & Cricket (!) Club,
non a caso chiamarono la squadra col nome inglese della
città, proprio come il Genoa, e all'inizio l'avranno
sicuramente pronunciato all'inglese. Come minimo avranno
fatto così i soci inglesi.
Diversi anni dopo, quando i soci erano ormai quasi tutti
italiani, il nome Milan rimase, ma si cominciò a
pronunciarlo nel modo classico italiano, cioè con l'accento
sulla penultima sillaba, che in questo caso è anche la
prima. Forse i fondatori italiani l'avevano sempre
pronunciato così, però non conosco audioregistrazioni del
nome Milan risalenti a prima della Prima guerra mondiale.
Giovanni Drogo
2017-07-14 08:25:57 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Diversi anni dopo, quando i soci erano ormai quasi tutti italiani, il
nome Milan rimase, ma si cominciò a pronunciarlo nel modo classico
italiano,
che curiosamente e' diverso dalla pronuncia milanese (della citta'):
Milàn (in antico anche Miràn con rotacismo, cfr. il De Magnalibus di
Bonvesin de la Riva)
Voce dalla Germania
2017-07-14 08:39:20 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
Post by Voce dalla Germania
Diversi anni dopo, quando i soci erano ormai quasi tutti
italiani, il nome Milan rimase, ma si cominciò a
pronunciarlo nel modo classico italiano,
che curiosamente e' diverso dalla pronuncia milanese (della
Milàn (in antico anche Miràn con rotacismo, cfr. il De
Magnalibus di Bonvesin de la Riva)
Solo una supposizione, visto che cent'anni fa si sentiva
parlare in milanese molto più spesso di oggi: che la
pronuncia Mìlan sia stata adottata proprio per distinguere
meglio la squadra dalla città?
edi'®
2017-07-14 11:45:07 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Voce dalla Germania
Solo una supposizione, visto che cent'anni fa si sentiva
parlare in milanese molto più spesso di oggi: che la
pronuncia Mìlan sia stata adottata proprio per distinguere
meglio la squadra dalla città?
Non credo, quando squadra e città hanno lo stesso nome è l'articolo a
discriminare: il Torino, il Bologna, il Napoli etc.
Tra le squadre importanti credo che solo *la* Roma faccia eccezione.

E.D.
qualcunaltro
2017-07-14 12:16:38 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by edi'®
Post by Voce dalla Germania
Solo una supposizione, visto che cent'anni fa si sentiva
parlare in milanese molto più spesso di oggi: che la
pronuncia Mìlan sia stata adottata proprio per distinguere
meglio la squadra dalla città?
Non credo, quando squadra e città hanno lo stesso nome è l'articolo a
discriminare: il Torino, il Bologna, il Napoli etc.
Tra le squadre importanti credo che solo *la* Roma faccia eccezione.
E.D.
Per Milan però si parlava di dialetto e Milàn in milanese è sempre stato
maschile (el me Milan).
edi'®
2017-07-14 13:55:28 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by qualcunaltro
Post by edi'®
Post by Voce dalla Germania
Solo una supposizione, visto che cent'anni fa si sentiva
parlare in milanese molto più spesso di oggi: che la
pronuncia Mìlan sia stata adottata proprio per distinguere
meglio la squadra dalla città?
Non credo, quando squadra e città hanno lo stesso nome è l'articolo a
discriminare: il Torino, il Bologna, il Napoli etc.
Tra le squadre importanti credo che solo *la* Roma faccia eccezione.
Per Milan però si parlava di dialetto e Milàn in milanese è sempre stato
maschile (el me Milan).
Giusta osservazione, ho ragionato in italiano.

E.D.
ADPUF
2017-07-14 19:24:13 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by edi'®
Post by Voce dalla Germania
Solo una supposizione, visto che cent'anni fa si sentiva
parlare in milanese molto più spesso di oggi: che la
pronuncia Mìlan sia stata adottata proprio per distinguere
meglio la squadra dalla città?
Non credo, quando squadra e città hanno lo stesso nome è
l'articolo a discriminare: il Torino, il Bologna, il Napoli
etc. Tra le squadre importanti credo che solo *la* Roma
faccia eccezione.
In friulano l'Udinese è come la città, Ùdin.

"Alè Udin!!!"
(cit. tifica)

Ma io di futbal e di calcio non so niente.

L'ultima volta che andai allo stadio a vedere l'Udinese fu
anche la prima, con mia mamma, Udinese-Triestina:1-1.
Pioveva... :-)
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Valerio Vanni
2017-07-15 09:25:04 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Thu, 13 Jul 2017 15:54:09 +0200, Voce dalla Germania
Post by Voce dalla Germania
Diversi anni dopo, quando i soci erano ormai quasi tutti
italiani, il nome Milan rimase, ma si cominciò a
pronunciarlo nel modo classico italiano, cioè con l'accento
sulla penultima sillaba, che in questo caso è anche la
prima.
E' difficile secondo me ipotizzare una trasformazione verso la parola
piana, come se l'ultima sillaba fosse proprio caduta nel dimenticatoio
e ci si trovasse davanti a una parola misteriosa con scarsi elementi
per decidere.

Un troncamento normalmente non ha quest'effetto: da "dottóre" abbiamo
"dottór", da "ingegnère" "ingegnèr" e così via.
Perché, appunto, gli elementi per decidere sono ben presenti.
Post by Voce dalla Germania
Forse i fondatori italiani l'avevano sempre
pronunciato così, però non conosco audioregistrazioni del
nome Milan risalenti a prima della Prima guerra mondiale.
In effetti le registrazioni sarebbero utili :-)
Post by Voce dalla Germania
Solo una supposizione, visto che cent'anni fa si sentiva
parlare in milanese molto più spesso di oggi: che la
pronuncia Mìlan sia stata adottata proprio per distinguere
meglio la squadra dalla città?
O forse è stata adottata per allontanarsi dalla pronuncia in dialetto.
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
ilChierico
2017-07-15 10:36:18 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Valerio Vanni
Anche il nome della squadra "Mìlan" probabilmente ha avuto la stessa
storia.
Forse per non confonder la squadra con l'omonimo missile controcarro? ;-D
p***@gmail.com
2017-07-13 10:04:42 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Voce dalla Germania
Premessa, non so l'arabo e ancora meno il dialetto iracheno.
Però so che gli inglesi stravolgono la pronuncia delle
vocali dei nomi stranieri, ma di solito conservano l'accento
originale, e un monolingue inglese degli anni ottanta mi
dice Mòsul e Baghdàd/Bagdàd.
Per andare sul sicuro, poi, basta cercare il sito di
Al-Jazira, che trasmette notiziari a tutte le ore.
Al-Mawṣil dovrebbe venire piuttosto spesso.
L`arabo, per quello che ne so, ha un sistema di pronuncia simile al latino: l`accento dovrebbe cadere sempre sulla sillaba contenente una vocale lunga. In Bagdad:

https://ar.wikipedia.org/wiki/%D8%A8%D8%BA%D8%AF%D8%A7%D8%AF

e` presente solo una vocale lunga (suono aperto "ah"), segnalata dalla lettera "alif": bghdAd.

In "mwssl" invece non sono segnate vocali lunghe (la "w" in questo caso ha funzione semivocalica):

https://ar.wikipedia.org/wiki/%D8%A7%D9%84%D9%85%D9%88%D8%B5%D9%84

Se non sbaglio, in assenza di vocali lunghe, l`accento dovrebbe cadere sempre sulla prima.
JaWo
2017-07-14 10:17:09 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by p***@gmail.com
https://ar.wikipedia.org/wiki/%D8%A8%D8%BA%D8%AF%D8%A7%D8%AF
e` presente solo una vocale lunga (suono aperto "ah"), segnalata dalla lettera "alif": bghdAd.
https://ar.wikipedia.org/wiki/%D8%A7%D9%84%D9%85%D9%88%D8%B5%D9%84
Se non sbaglio, in assenza di vocali lunghe, l`accento dovrebbe cadere sempre sulla prima.
La posizione dell'accento nell'arabo classico può essere piana o
sdrucciola. Quando la penultima sillaba è chiusa o lunga, viene
accentata (ad es. فعلت faʿáltu 'feci'), altrimenti la terzultima
( فعل fáʿala 'fece').

Ma abbiamo anche parole tronche a causa della sparizione delle desinenze
classiche nell'arabo moderno ( كتاب kitā́b da kitā́bun 'libro').
La posizione (dell'acc.) può parzialmente spostarsi, ad es.
مدرسة mádrasa al posto di madrásatun 'scuola'; ma in Egitto senti
regolarmente madrása e in Marocco perfino madrasá.

Paese che vai ...
--
В детстве, вместо компьютера и интернета, у меня было детство.
Gennaro
2017-07-14 08:24:33 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Just Time
E' molto comune pensare che a far cadere l'accento quasi sempre
sull'ultima sillaba di una parola siano i NAPOLETANI (Istanbùl invece di
Istànbul, Sofia Lorèn invece di Sofia Lòren, ecc.).
Ma non è sempre così.
Certo, ma i campani sono famosi per l' accento sull'ultima sillaba,
soprattutto nelle parole che finiscono per consonante: l'Atàn o la Conàd
fanno folclore.
Tra l'altro, è davvero curiosissima la tendenza ad allargare le vocali
soprattutto quelle in sillaba finale. Non so se sia specialità tutta
campana.
Post by Just Time
Anzi, io stesso napoletano, non riesco a
rassegnarmi alla spaventosa ignoranza di tanti presentatori ed
annunciatori TV.
Ma questo è tutta altra cosa. Gli accenti sbagliati soprattutto per i
nomi di città sono un classico, in tv e no.
ADPUF
2017-07-28 18:39:54 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Gennaro
in tv e no.
Mi congratulo per non aver usato il "non".
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Klaram
2017-07-29 11:43:56 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
Post by Gennaro
in tv e no.
Mi congratulo per non aver usato il "non".
Mi associo alle congratulazioni.

k

Loading...