Discussione:
Vanvera
Aggiungi Risposta
Roger
2018-08-01 07:35:02 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
"Vanvera", così come "fanfarone" sono vocaboli definiti dai dizionari
"di origine onomatopeica", ma di etimo incerta.

Alcuni, con l'avallo di una citazione della Crusca, sostengono che
la vanvera fosse una guaina in uso nel Seicento presso le nobildonne
veneziane che soffrivano di meteorismo: si trattava cioè di un
contenitore per i gas intestinali che si portava sotto le ampie
vesti aderendo ai glutei e permetteva di scaricare, anche in pubblico,
ed immagazzinare momentaneamente tali miasmi in un sacchetto di pelle
e di scaricarli successivamente, una volta non in presenza di altre
persone.

Da ciò è venuta l'espressione "parlare a vanvera" cioè parlare con
il deretano.
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Maurizio Pistone
2018-08-01 09:21:51 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
etimo incerta
l'hai detto

====

sui social la vanvera è un tormentone da parecchi mesi
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Klaram
2018-08-01 16:43:41 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Roger
"Vanvera", così come "fanfarone" sono vocaboli definiti dai dizionari
"di origine onomatopeica", ma di etimo incerta.
Mi fa venire in mente la parola "fanfola", inventata da Maraini.

k

Loading...