Discussione:
"C'era una volta il Sessantotto" in 68 anagrammi
(troppo vecchio per rispondere)
abc
2018-03-19 07:32:57 UTC
Permalink
Raw Message
Ennio Peres
68 anagrammi di "C'era una volta il Sessantotto" (pubblicato su "Linus"
di marzo 2018)

Ti attestava luce l'anno rosso
tu la stanavi con le ossa rotte
alla venuta te di tanto scosso
la natura stessa invocò lotte
l'anno culto t'attrasse, e osavi
con la testa svenata, risoluto
e rantolato lassù contestavi
avanti! contestare l'assoluto!
causa tastò l'insorto valente
attuò la svolta rossa, ci tenne
issata su con la lotta rovente
riscattava l'atto suo solenne
tallonava: sì, contestate, orsù
scalare Sant'Ivo, tanto esultò
"il contestatore nato va lassù
a valle scassare tutto!", intonò
usava lì lo scontro saettante
lo rivalutò con tante sassate
notò svolta sicura, esaltante
ò, sì, la scuola tonta sventrate!
stava là uno scolaretto, sentì
a scassare tutto l'inno levato
serve la lotta astuta, non così
valutò scaltrito e assennato
casserei l'ottusa lotta, non va
catturate l'assenso involato
si attuasse con altre volontà
lavoro a tutti! lesse scannato
estro alato, Linus contestava
solo attuò scalate snervanti
e Lotta Continua lo stressava
Stella rossa covò attenuanti
Risuonava "Contessa", t'allettò
notò svolta sicura, esaltante
un tale, visto sostare, la cantò
là svelò una storia scottante
e assonante avallò costrutti
sorse la lotta? su, non è cattiva
sorse al sole, cantavano tutti
sorse una stonata collettiva
su testate cloni l'ora stonava
titolavano: contestare lassù?
sulla cara vetta? sono testoni!
e stavolta scantonatoli orsù
assolve tonti un atto sacrale
attenti: nuoce la svolta rossa
vara notti con l'atto sessuale
nota veleno tutti alla riscossa
SOS e un'onta travolse la città
urlavano scossi: è l'attentato!
un atto vile scrostò sana l'età
è sancito al salto sventurato
in assalto voluto e castrante
l'asse nero stanato cavò lutti
e lo Stato torniva la scusante
e varcato l'anno assolse tutti
salta su test l'anno rievocato
là non era tutta vita col sesso?
assolvi un attore scatenato?
l'età vuota contrasta il nesso?
l'attuale anno stesso ci trova
tosti salvo con un'età astrale
su attorno nell'attesa ci cova
un trasvolante stato sociale
ò su, l'attiva lotta non cesserà
contò la nota virtù? è la stessa!
Linus contestava, lotta oserà
talvolta risuonerà "Contessa"
Roger
2018-03-19 12:17:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by abc
Ennio Peres
68 anagrammi di "C'era una volta il Sessantotto" (pubblicato su "Linus" di
marzo 2018)
Ti attestava luce l'anno rosso
[...]
C'è proprio gente che non ha un emerito tubo da fare.
E prima o poi gli arriverà il reddito di cittadinanza :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Rapsòdo
2018-03-19 13:07:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by abc
Ennio Peres
68 anagrammi di "C'era una volta il Sessantotto" (pubblicato su
"Linus" di marzo 2018)
Ti attestava luce l'anno rosso
[...]
C'è proprio gente che non ha un emerito tubo da fare.
E prima o poi gli arriverà il reddito di cittadinanza :-)
Ennio Peres (Milano, 1º dicembre 1945)

è un enigmista italiano; ha ideato per sé la definizione di giocologo.

Vive fin dalla nascita a Roma. Laureato con lode in matematica, è stato
professore di matematica ed informatica prima di iniziare ad operare
per la diffusione del giocare con "lettere e cifre" (titolo di una
rubrica che ha tenuto sul quotidiano La Stampa).
Come enigmista si dedica particolarmente agli anagrammi ed è autore di
rebus e di parole incrociate.

https://it.wikipedia.org/wiki/Ennio_Peres
abc
2018-03-19 17:55:43 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rapsòdo
Post by Roger
Post by abc
Ennio Peres
68 anagrammi di "C'era una volta il Sessantotto" (pubblicato su
"Linus" di marzo 2018)
Ti attestava luce l'anno rosso
[...]
C'è proprio gente che non ha un emerito tubo da fare.
E prima o poi gli arriverà il reddito di cittadinanza :-)
Ennio Peres (Milano, 1º dicembre 1945)
è un enigmista italiano; ha ideato per sé la definizione di giocologo.
Vive fin dalla nascita a Roma. Laureato con lode in matematica, è stato
professore di matematica ed informatica prima di iniziare ad operare
per la diffusione del giocare con "lettere e cifre" (titolo di una
rubrica che ha tenuto sul quotidiano La Stampa).
Come enigmista si dedica particolarmente agli anagrammi ed è autore di
rebus e di parole incrociate.
https://it.wikipedia.org/wiki/Ennio_Peres
Sui presunti anagrammi di Aldo Moro:

"Qualche tempo dopo la morte di Moro venni a sapere che un gruppo di
persone, tra gli amici di Moro, si erano dati da fare immediatamente,
ancora nei giorni della sua prigionia, per capire qualcosa di più sulle
sue lettere e su possibili "messaggi" contenuti in esse. Sapevano, loro,
e così mi hanno riferito, che Moro, soffrendo di insonnia frequente,
durante le sue notti si dilettava con grande competenza di enigmistica,
di rebus, di anagrammi, e pensarono di leggere con quel particolare
"filtro" i testi delle lettere che arrivavano dalla prigione delle Br.


Del gruppo facevano parte parecchie persone. Tra esse per esempio il
prof. Giorgio Bachelet, fratello del più noto Vittorio Bachelet,
vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, il prof.
Filippo Sacconi e il Dr. Alberto Malavolti. Con loro “lavorarono” anche
altri noti professionisti, e alcuni degli incontri di esame dei testi
avvennero in casa di E. e G. L., miei amici, che mi informarono del fatto.


Durante gli incontri, dunque, l'attenzione era stata posta sui testi
delle lettere in prospettiva di possibili anagrammi nascosti. Era
un'idea bislacca per chi non avesse saputo che Moro aveva quell'abilità
singolare. Per loro non lo fu. Avrebbe potuto utilizzare quelle lettere,
Moro, per far sapere qualcosa al di fuori, ad eventuali anagrammisti
esperti come lui? C'era, in quei testi, qualche messaggio cifrato? Con
un lunghissimo e minuzioso lavorio, con le lettere dell'alfabeto
separate scritte su pezzettini di carta disposti via via sul tavolo, che
poi venivano conservati in un pacchetto di sigarette vuoto, il gruppo
arrivò ad isolare prima una frase della lettera a Zaccagnini del 4
aprile, e poi un'altra della lettera alla Dc fatta arrivare al
"Messaggero" il 29 aprile.
In ambedue i casi la frasi segnano, nel contesto, un brusco passaggio
logico, ed in ambedue i casi si parla della "famiglia", interrompendo
lunghi ragionamenti politici pubblici, per parlare improvvisamente del
privato.

Eccole:
Dalla Lettera a Zaccagnini: "Se non avessi una famiglia così bisognosa
di me, sarebbe un po' diverso".
Dalla Lettera alla Dc: "E' noto che i gravissimi problemi della mia
famiglia sono la ragione fondamentale della mia lotta contro la morte".
Dopo tantissimi tentativi quel gruppo di amici di Moro giunse ai
seguenti anagrammi, sorprendentemente convergenti:
Il primo testo: "Son fuori Roma, dove la Cassia in basso forma un'esse,
vedo pini e bimbi".
Il secondo: "Le Br mi tengono prigioniero nel cottage a mattoni a sommo
della valle di Formello tra Flaminia e Cassia: Aldo M."
Per precisione nel primo anagramma restava fuori una g, e nel secondo
tre lettere: h, i, u.
I due anagrammi indicavano, se presi sul serio, un luogo abbastanza
preciso: zona di Formello, tra Flaminia e Cassia. Quella zona è
raggiungibile in meno di un quarto d'ora da via Fani, ed è ancora più
vicina alla nota - adesso - via Gradoli, di cui si continua a parlare
fino ad oggi.


Va aggiunto, avendo di fronte i testi autografi di Moro, che i due testi
sono scritti in modo del tutto singolare, soprattutto il secondo. Moro
interrompe la pagina 8 della lettera ben prima della fine del foglio,
lascia un ampio spazio vuoto e comincia la pagina 9 ex abrupto con
quella frase fuori contesto…"
http://www.lastampa.it/2012/07/15/vaticaninsider/ita/documenti/moro-anni-tra-enigma-e-tragedia-1Qx9ZKJ2tZzzuDg7ApSeWI/pagina.html
ADPUF
2018-03-23 21:40:06 UTC
Permalink
Raw Message
Post by abc
Post by Rapsòdo
Post by Roger
Post by abc
Ennio Peres
68 anagrammi di "C'era una volta il Sessantotto"
(pubblicato su
"Linus" di marzo 2018)
Ti attestava luce l'anno rosso
[...]
C'è proprio gente che non ha un emerito tubo da fare.
E prima o poi gli arriverà il reddito di cittadinanza :-)
Ennio Peres (Milano, 1º dicembre 1945)
è un enigmista italiano; ha ideato per sé la definizione di
giocologo.
Vive fin dalla nascita a Roma. Laureato con lode in
matematica, è stato professore di matematica ed informatica
prima di iniziare ad operare per la diffusione del giocare
con "lettere e cifre" (titolo di una rubrica che ha tenuto
sul quotidiano La Stampa). Come enigmista si dedica
particolarmente agli anagrammi ed è autore di rebus e di
parole incrociate.
https://it.wikipedia.org/wiki/Ennio_Peres
"Qualche tempo dopo la morte di Moro venni a sapere che un
gruppo di persone, tra gli amici di Moro, si erano dati da
fare immediatamente, ancora nei giorni della sua prigionia,
per capire qualcosa di più sulle sue lettere e su possibili
"messaggi" contenuti in esse. Sapevano, loro, e così mi hanno
riferito, che Moro, soffrendo di insonnia frequente, durante
le sue notti si dilettava con grande competenza di
enigmistica, di rebus, di anagrammi, e pensarono di leggere
con quel particolare "filtro" i testi delle lettere che
arrivavano dalla prigione delle Br.
Del gruppo facevano parte parecchie persone. Tra esse per
esempio il prof. Giorgio Bachelet, fratello del più noto
Vittorio Bachelet, vicepresidente del Consiglio Superiore
della Magistratura, il prof. Filippo Sacconi e il Dr. Alberto
Malavolti. Con loro “lavorarono” anche altri noti
professionisti, e alcuni degli incontri di esame dei testi
avvennero in casa di E. e G. L., miei amici, che mi
informarono del fatto.
Durante gli incontri, dunque, l'attenzione era stata posta
sui testi delle lettere in prospettiva di possibili anagrammi
nascosti. Era un'idea bislacca per chi non avesse saputo che
Moro aveva quell'abilità singolare. Per loro non lo fu.
Avrebbe potuto utilizzare quelle lettere, Moro, per far
sapere qualcosa al di fuori, ad eventuali anagrammisti
esperti come lui? C'era, in quei testi, qualche messaggio
cifrato? Con un lunghissimo e minuzioso lavorio, con le
lettere dell'alfabeto separate scritte su pezzettini di carta
disposti via via sul tavolo, che poi venivano conservati in
un pacchetto di sigarette vuoto, il gruppo arrivò ad isolare
prima una frase della lettera a Zaccagnini del 4 aprile, e
poi un'altra della lettera alla Dc fatta arrivare al
"Messaggero" il 29 aprile. In ambedue i casi la frasi
segnano, nel contesto, un brusco passaggio logico, ed in
ambedue i casi si parla della "famiglia", interrompendo
lunghi ragionamenti politici pubblici, per parlare
improvvisamente del privato.
Dalla Lettera a Zaccagnini: "Se non avessi una famiglia così
bisognosa di me, sarebbe un po' diverso".
Dalla Lettera alla Dc: "E' noto che i gravissimi problemi
della mia famiglia sono la ragione fondamentale della mia
lotta contro la morte". Dopo tantissimi tentativi quel gruppo
di amici di Moro giunse ai seguenti anagrammi,
sorprendentemente convergenti: Il primo testo: "Son fuori
Roma, dove la Cassia in basso forma un'esse, vedo pini e
bimbi". Il secondo: "Le Br mi tengono prigioniero nel cottage
a mattoni a sommo della valle di Formello tra Flaminia e
Cassia: Aldo M." Per precisione nel primo anagramma restava
fuori una g, e nel secondo tre lettere: h, i, u.
I due anagrammi indicavano, se presi sul serio, un luogo
abbastanza preciso: zona di Formello, tra Flaminia e Cassia.
Quella zona è raggiungibile in meno di un quarto d'ora da via
Fani, ed è ancora più vicina alla nota - adesso - via
Gradoli, di cui si continua a parlare fino ad oggi.
Va aggiunto, avendo di fronte i testi autografi di Moro, che
i due testi sono scritti in modo del tutto singolare,
soprattutto il secondo. Moro interrompe la pagina 8 della
lettera ben prima della fine del foglio, lascia un ampio
spazio vuoto e comincia la pagina 9 ex abrupto con quella
frase fuori contesto…"
http://www.lastampa.it/2012/07/15/vaticaninsider/ita/documenti/moro-anni-tra-enigma-e-tragedia-1Qx9ZKJ2tZzzuDg7ApSeWI/pagina.html


Suggestivo.
Ma più lettere si considerano più messaggi possibili si
trovano.
Come dimostrato dagli epici anagrammi di Ennio Peres.
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
https://en.wikipedia.org/wiki/Usenet
calypsos
2018-03-19 23:40:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by abc
Ennio Peres
68 anagrammi di "C'era una volta il Sessantotto" (pubblicato su "Linus"
di marzo 2018)
Una cosa così spiritosa e intelligente non la sentivo dal '68!
Grazie del divertimento
c.
Giovanni Drogo
2018-03-21 11:22:09 UTC
Permalink
Raw Message
C'e' questo sito (su cui ho scoperto il burlesco inviso)
http://www.nomix.it/anagramma-nome-cognome-parole-frasi.php
Roger
2018-03-21 12:49:31 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
C'e' questo sito (su cui ho scoperto il burlesco inviso)
http://www.nomix.it/anagramma-nome-cognome-parole-frasi.php
E quelli del Gaunt
http://www.nightgaunt.org/anagrams/anagrams.htm
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Roger
2018-03-21 12:54:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by Giovanni Drogo
C'e' questo sito (su cui ho scoperto il burlesco inviso)
http://www.nomix.it/anagramma-nome-cognome-parole-frasi.php
E quelli del Gaunt
http://www.nightgaunt.org/anagrams/anagrams.htm
Scoperta: "Nomix" sfrutta il motore anagrammatico di Gaunt:
sfruttatori! :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
abc
2018-03-21 14:46:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roger
Post by Giovanni Drogo
C'e' questo sito (su cui ho scoperto il burlesco inviso)
http://www.nomix.it/anagramma-nome-cognome-parole-frasi.php
E quelli del Gaunt
http://www.nightgaunt.org/anagrams/anagrams.htm
Scoperta: "Nomix" sfrutta il motore anagrammatico di Gaunt: sfruttatori!
:-)
il migliore è sempre questo, anche se non è stato più aggiornato dal
2009 http://www.iread.it/verbatron.php
Rapsòdo
2018-03-21 17:15:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by abc
Post by Roger
Post by Giovanni Drogo
C'e' questo sito (su cui ho scoperto il burlesco inviso)
http://www.nomix.it/anagramma-nome-cognome-parole-frasi.php
E quelli del Gaunt
http://www.nightgaunt.org/anagrams/anagrams.htm
sfruttatori! :-)
il migliore è sempre questo, anche se non è stato più aggiornato dal
2009 http://www.iread.it/verbatron.php
Quando m'hai fatto scoprire Ennio Peres, che non conoscevo,
ho letto che ci fu una sfida tra lui ed il Motore Anagrammatico
del Gaunt (quindi contro il "programmatore" del medesimo)
e vinse Ennio Peres :-)
Certo, dopo aver visto questi suoi anagrammi, capisco il perché :)
ADPUF
2018-03-23 21:53:30 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
C'e' questo sito (su cui ho scoperto il burlesco inviso)
http://www.nomix.it/anagramma-nome-cognome-parole-frasi.php
"burlesco inviso"?
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
https://en.wikipedia.org/wiki/Usenet
ADPUF
2018-03-23 21:53:58 UTC
Permalink
Raw Message
Post by abc
Ennio Peres
68 anagrammi di "C'era una volta il Sessantotto" (pubblicato
su "Linus" di marzo 2018)
Epico!
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
https://en.wikipedia.org/wiki/Usenet
Loading...