Discussione:
Le prata
(troppo vecchio per rispondere)
FatherMcKenzie
2008-06-04 21:14:54 UTC
Permalink
Raw Message
D'Annunzio parla, in una sua lettera all'editore, delle allodole sulle
prata di san Rossore. Le prata come le fila, le dita, le braccia, le
membra. Quali altri plurali di questo tipo, più o meno utilizzati, esistono?
--
"Che cos'è l'uomo, quando ci pensi, se non una macchina
complicata e ingegnosa per trasformare, con sapienza infinita,
il rosso vino di Shiraz in orina?" (K.Blixen)
Maurizio Pistone
2008-06-05 05:34:57 UTC
Permalink
Raw Message
Post by FatherMcKenzie
D'Annunzio parla, in una sua lettera all'editore, delle allodole sulle
prata di san Rossore. Le prata come le fila, le dita, le braccia, le
membra. Quali altri plurali di questo tipo, più o meno utilizzati, esistono?
le uova, le frutta, le carra.
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
http://blog.ilpugnonellocchio.it
p***@gmail.com
2017-07-21 06:04:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by FatherMcKenzie
D'Annunzio parla, in una sua lettera all'editore, delle allodole sulle
prata di san Rossore. Le prata come le fila, le dita, le braccia, le
membra. Quali altri plurali di questo tipo, più o meno utilizzati, esistono?
le uova, le frutta, le carra.
le legna?

"Usasi questa voce in singolare dicendo per esempio: /La legna quest'anno è cara assaettata - Mandami della legna/, ec. Con tutto che sia autenticato da esempii e difeso da valentissimi filologi, siamo fermi nel credere che l'uso vero e proprio sia quello dal quale mai non si discosta il popolo toscano, che dice solo /le legna/, per plurale di /legno/; così a modo de' neutri latini, come dice /le lenzuola/ da /lenzuolo/; /le frutta/ da /frutto/; /le labbra/ da /labbro/, e molti altri." Fanfani

Sempre secondo Fanfani, la differenza tra "le frutta" e "le frutte":

"Le frutta sono, specialmente, quelle già colte dall'albero, le quali si mettono in tavola a seconda della mensa, o, come dicesi, per sopratavola, come /Alle frutta cominciarono i brindisi/. - Quando si dice /Le frutte/, intendasi quelle che sono sopra gli alberi e già mature. Benché nell'uso si confondano le frutte con le frutta. Sarà però strano, o per lo meno lezioso, il dir /La frutta/ per /Le frutta/. Frutta sta bene solo nel singolare, come: Datemi una frutta, che potrà essere una pera, una mela, un'arancia e va dicendo. Il Tommaséo osservò (Sinonimi n. 1799): «Le frutta, se scade dall'uso, non è gran danno perché non serve a distinzione veruna»; ma gua', l'uso più regolare appunto riceve /Le frutta/ che /Le frutte/!"
Mad Prof
2017-07-21 06:27:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by p***@gmail.com
"Le frutta sono, specialmente, quelle già colte dall'albero, le quali si
mettono in tavola a seconda della mensa, o, come dicesi, per sopratavola
Sopratavola non lo avevo mai sentito. Come il sobremesa di spagnoli e
portoghesi…
Anche "A seconda della mensa" per dire "dopo il pasto" oggi suona
abbastanza strano…
--
73 is the Chuck Norris of numbers.
p***@gmail.com
2017-07-21 06:50:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mad Prof
Post by p***@gmail.com
"Le frutta sono, specialmente, quelle già colte dall'albero, le quali si
mettono in tavola a seconda della mensa, o, come dicesi, per sopratavola
Sopratavola non lo avevo mai sentito. Come il sobremesa di spagnoli e
portoghesi…
Anche "A seconda della mensa" per dire "dopo il pasto" oggi suona
abbastanza strano…
"Occorre dire che è il /Dessert/ gallico? Coloro che di forestierumi non voglion sapere, dicono /Sopratavola/, voce comunissima in tutte le nostre provincie, specialmente da centro in giù. Es.: Dopo tre pietanze fu portato un abbondante sopratavola di frutte e di paste ... Gli antichi dicevano nobilmente /Le seconde mense/.

Qui vogliam pur notare che si dice /Giardinetto/, quel piatto dove sieno un po' di cacio e frutta di varie specie, che si mangiano alla fine del desinare. Es.: Che frutta vuole? - Dammi un giardinetto."


http://lessico.canaro.net/php/lemma.php?p_id=409
"Lessico dell`infima e corrotta italianita`, P. FANFANI e C. ARLÌA"
p***@gmail.com
2017-07-21 07:04:22 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mad Prof
Anche "A seconda della mensa" per dire "dopo il pasto" oggi suona
abbastanza strano…
In latino le /bellaria/ (per ritornare al tema), in greco:

"epidipnidi: vocabolo usato da Marziale, per indicare la seconda mensa degli Antichi, nella quale, per eccitar di nuovo la gola, apponevansi tutti i cibi piu` dilicati addolciti col miele, non essendo presso di loro in uso lo zucchero, cioe` /le Bellaria/ de`Romani, le /Frutta/ degl`Italiani, ed il /Dessert/ de`Francesi, quando si serve ogni sorta di dolci e di frutti."

https://books.google.it/books?id=VP5yT43dhZUC&pg=RA1-PA254&dq=%22le+bellaria%22&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwj6mO2-5ZnVAhVDVRQKHRrzD9QQ6AEIUTAI#v=onepage&q=%22le%20bellaria%22&f=false
Mad Prof
2017-07-21 08:21:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by p***@gmail.com
Post by Mad Prof
Anche "A seconda della mensa" per dire "dopo il pasto" oggi suona
abbastanza strano…
"epidipnidi: vocabolo usato da Marziale, per indicare la seconda mensa
degli Antichi, nella quale, per eccitar di nuovo la gola, apponevansi
tutti i cibi piu` dilicati addolciti col miele, non essendo presso di
loro in uso lo zucchero, cioe` /le Bellaria/ de`Romani, le /Frutta/
degl`Italiani, ed il /Dessert/ de`Francesi, quando si serve ogni sorta
di dolci e di frutti."
Sì, ma è una costruzione diversa. In "seconda mensa" (secondo pasto)
seconda è aggettivo. Nella prima frase citata "a seconda di" ha valore
avverbiale e significa "dopo": "dopo il pasto".
Tra l'altro il Treccani per "seconda mensa" dà anche un'altra
definizione:

<http://www.treccani.it/vocabolario/mensa/>

"prima mensa, il pranzo dei padroni; seconda mensa, il pasto dei
domestici, dei dipendenti, fatto dopo che i padroni avevano finito di
mangiare".
--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Epimeteo
2008-06-05 05:40:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by FatherMcKenzie
D'Annunzio parla, in una sua lettera all'editore, delle allodole sulle
prata di san Rossore. Le prata come le fila, le dita, le braccia, le
membra. Quali altri plurali di questo tipo, più o meno utilizzati, esistono?
Le labbra, le ciglia, le fusa, le gesta, le lenzuola, le corna, le calcagna,
le urla, le grida, le strida, le ginocchia, le coltella, le cervella, le
cuoia, le ossa...

Padre, le ho quasi raccontato, con toni da "grand guignol", una tragedia
dell'amore.

Mi assolva.
Epimeteo
---
"... quattro schiaffi ti ho servito,
tu mi hai detto 'disgraziato',
la pistola mi hai puntato
ed un colpo mi hai sparato..."
(cit. a tradimento)
edi'®
2008-06-05 09:47:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Epimeteo
Le labbra, le ciglia, le fusa, le gesta, le lenzuola, le corna, le calcagna,
le urla, le grida, le strida, le ginocchia, le coltella, le cervella, le
cuoia, le ossa...
Se è un "caccia all'intruso" punterei su "le fusa".

edi'®
FatherMcKenzie
2008-06-05 10:58:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by edi'®
Se è un "caccia all'intruso" punterei su "le fusa".
"Le passera fecero le nida sulle davanzala delle mie balcona, e io lr
allontanai con le scopa"
--
"Che cos'è l'uomo, quando ci pensi, se non una macchina
complicata e ingegnosa per trasformare, con sapienza infinita,
il rosso vino di Shiraz in orina?" (K.Blixen)
Cingar
2008-06-05 12:01:06 UTC
Permalink
Raw Message
Post by edi'®
Post by Epimeteo
Le labbra, le ciglia, le fusa, le gesta, le lenzuola, le corna, le calcagna,
le urla, le grida, le strida, le ginocchia, le coltella, le cervella, le
cuoia, le ossa...
Se è un "caccia all'intruso" punterei su "le fusa".
Il tuo gatto ti fa i fusi?! Strana bestia.

--
Cingar
edi'®
2008-06-05 13:31:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Cingar
Post by edi'®
Se è un "caccia all'intruso" punterei su "le fusa".
Il tuo gatto ti fa i fusi?! Strana bestia.
Ho un gatto in comproprietà coi vicini.
Non gli do mai da mangiare - ci pensa mia moglie - ma
gli sto simpatico lo stesso, visto che spesso mi fa le fusa.
A volte va avanti per minuti interi, altre si ferma quasi
subito... ma non è mai accaduto che mi facesse un unico fuso.

edi'®
Giovanni Drogo
2008-06-05 14:41:36 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Cingar
Il tuo gatto ti fa i fusi?! Strana bestia.
Gatto californiano ?

"ciapa la rocca e el füs
che andemm in California
che andemm in California
in California a stoppà i büs" (cit. popolare)
--
----------------------------------------------------------------------
***@mi.iasf.cnr.it is a newsreading account used by more persons to
avoid unwanted spam. Any mail returning to this address will be rejected.
Users can disclose their e-mail address in the article if they wish so.
FatherMcKenzie
2008-06-05 15:09:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
in California a stoppà i büs" (cit. popolare)
fermare gli autobus o aprire i buchi?
--
"Che cos'è l'uomo, quando ci pensi, se non una macchina
complicata e ingegnosa per trasformare, con sapienza infinita,
il rosso vino di Shiraz in orina?" (K.Blixen)
Giovanni Drogo
2008-06-05 17:10:57 UTC
Permalink
Raw Message
Post by FatherMcKenzie
Post by Giovanni Drogo
in California a stoppà i büs" (cit. popolare)
fermare gli autobus o aprire i buchi?
tappare i buchi
--
----------------------------------------------------------------------
***@mi.iasf.cnr.it is a newsreading account used by more persons to
avoid unwanted spam. Any mail returning to this address will be rejected.
Users can disclose their e-mail address in the article if they wish so.
FatherMcKenzie
2008-06-05 17:19:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
Post by FatherMcKenzie
Post by Giovanni Drogo
in California a stoppà i büs" (cit. popolare)
fermare gli autobus o aprire i buchi?
tappare i buchi
Però mi piaceva più l'idea di fermare gli autobus
--
"Che cos'è l'uomo, quando ci pensi, se non una macchina
complicata e ingegnosa per trasformare, con sapienza infinita,
il rosso vino di Shiraz in orina?" (K.Blixen)
ADPUF
2008-06-07 22:04:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
Post by FatherMcKenzie
Post by Giovanni Drogo
in California a stoppà i büs" (cit. popolare)
fermare gli autobus o aprire i buchi?
tappare i buchi
In friulano stropâ=tappare, stròpul=tappo (anche fig.).

Ma: strop=aiuola dell'orto, rialzata.
--
"Hodie mihi, cras idem."
-- ADPUF
Karla
2008-06-05 19:38:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by FatherMcKenzie
Post by Giovanni Drogo
in California a stoppà i büs" (cit. popolare)
fermare gli autobus o aprire i buchi?
Ma come non eri amante delle [bute stupe]? :-)

k
Epimeteo
2008-06-05 16:02:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by edi'®
Post by Epimeteo
Le labbra, le ciglia, le fusa, le gesta, le lenzuola, le corna, le
calcagna, le urla, le grida, le strida, le ginocchia, le coltella, le
cervella, le cuoia, le ossa...
Se è un "caccia all'intruso" punterei su "le fusa".
Intruso?
Senza giustificarlo?
Comunque il mio non era un giochino enigmistico, ma una telenovelina in
quindici plurali anomali: alcuni neutri, alcuni duali, forse.

Epi®
---
"... se la chitarra suonavo,
la gatta faceva le fusa
ed una stellina
scendeva vicina vicina,
poi mi sorrideva
e se ne tornava su..."
(cit. di soddisfazione)
edi'®
2008-06-06 10:08:11 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Epimeteo
Post by edi'®
punterei su "le fusa".
Intruso?
Senza giustificarlo?
E' l'unico che non ha singolare, no?

edi'®
Epimeteo
2008-06-06 17:06:50 UTC
Permalink
Raw Message
Post by edi'®
Post by Epimeteo
Post by edi'®
punterei su "le fusa".
Intruso?
Senza giustificarlo?
E' l'unico che non ha singolare, no?
Uhm... sobillato da Zingarelli e da Garzanti, io pensavo che il singolare di
"fusa" fosse "fuso", l'arcaico strumento usato per filare.
Certo, poi, giustificarlo non è facilissimo...

Ciao,
Epimeteo
---
"... e Berta filava,
filava con Mario,
filava con Gino
e nasceva il bambino
che urlava e piangeva
e la gente diceva:
'Anvedi che santo'..."
(cit. defilata)
Karla
2008-06-06 18:49:40 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Epimeteo
Post by edi'®
Post by Epimeteo
Post by edi'®
punterei su "le fusa".
Intruso?
Senza giustificarlo?
E' l'unico che non ha singolare, no?
Uhm... sobillato da Zingarelli e da Garzanti, io pensavo che il singolare di
"fusa" fosse "fuso", l'arcaico strumento usato per filare.
Certo, poi, giustificarlo non è facilissimo...
Un gatto che fila la lana?
Epimeteo
2008-06-07 05:54:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Karla
Post by Epimeteo
Uhm... sobillato da Zingarelli e da Garzanti, io pensavo che il singolare di
"fusa" fosse "fuso", l'arcaico strumento usato per filare.
Certo, poi, giustificarlo non è facilissimo...
Un gatto che fila la lana?
Un gatto che finge di filare la lana, imitando il ronzio che fanno i fusi
quando girano.
Che lo faccia intenzionalmente è opinabile...

Ciao,
Epimeteo
---
"... quindi, maledetto gatto,
tu continua a far le fusa,
se per caso lei è confusa,
riuscirai a mangiarmi nel piatto,
maledetto di un gatto..."
(cit. mogoliana)
Shylock
2008-06-05 09:43:51 UTC
Permalink
Raw Message
Post by FatherMcKenzie
Quali altri plurali di questo tipo, più o meno utilizzati, esistono?
Le reni della Grecia.

A.
FatherMcKenzie
2008-06-05 10:57:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Shylock
Le reni della Grecia.
Ma non sono le rena...
--
"Che cos'è l'uomo, quando ci pensi, se non una macchina
complicata e ingegnosa per trasformare, con sapienza infinita,
il rosso vino di Shiraz in orina?" (K.Blixen)
s***@live.it
2008-06-05 14:28:19 UTC
Permalink
Raw Message
On 5 Giu, 12:57, FatherMcKenzie <***@MENOinfinito.it>
wrote:
[...]
Post by FatherMcKenzie
Post by Shylock
Le reni della Grecia.
Ma non sono le rena...
Ops!

A.
edi'®
2008-06-05 14:30:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by FatherMcKenzie
Post by Shylock
Le reni della Grecia.
Ma non sono le rena...
Spazzeremo la rena della Grecia!

edi'®
Karla
2008-06-05 11:12:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by FatherMcKenzie
D'Annunzio parla, in una sua lettera all'editore, delle allodole sulle
prata di san Rossore. Le prata come le fila, le dita, le braccia, le
membra. Quali altri plurali di questo tipo, più o meno utilizzati, esistono?
Mi chiedevo se "prata" esistesse veramente o se fosse una licenza
dannunziana.
Esiste, ed dato come toscanismo, il femm., dal lat. prata n., si è
mantenuto nel fr. prée, nel prov. prada, nell'engad. preda.

k
Marco Bonavoglia
2008-06-05 14:04:12 UTC
Permalink
Raw Message
Post by FatherMcKenzie
D'Annunzio parla, in una sua lettera all'editore, delle allodole sulle
prata di san Rossore. Le prata come le fila, le dita, le braccia, le
membra. Quali altri plurali di questo tipo, più o meno utilizzati, esistono?
ma non erano le pratora? O erano le prata nella lettera e sono diventate
pratora nella poesia?

O Marina di Pisa, quando folgora
il solleone!
Le lodolette cantan su le pratora
di San Rossore
e le cicale cantano su i platani
d'Arno a tenzone.


ciao, Marco
FatherMcKenzie
2008-06-05 15:07:40 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Marco Bonavoglia
ma non erano le pratora? O erano le prata nella lettera e sono diventate
pratora nella poesia?
Probabilmente nel frattempo avrà elaborato l'idea originale...
--
"Che cos'è l'uomo, quando ci pensi, se non una macchina
complicata e ingegnosa per trasformare, con sapienza infinita,
il rosso vino di Shiraz in orina?" (K.Blixen)
Karla
2008-06-05 19:43:19 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Marco Bonavoglia
Post by FatherMcKenzie
D'Annunzio parla, in una sua lettera all'editore, delle allodole sulle
prata di san Rossore. Le prata come le fila, le dita, le braccia, le
membra. Quali altri plurali di questo tipo, più o meno utilizzati, esistono?
ma non erano le pratora? O erano le prata nella lettera e sono diventate
pratora nella poesia?
O Marina di Pisa, quando folgora
il solleone!
Le lodolette cantan su le pratora
di San Rossore
e le cicale cantano su i platani
d'Arno a tenzone.
Prata, pratora, pratola... vicino a Father c'è pure Pratora con tante
prature.

k
FatherMcKenzie
2008-06-06 05:34:19 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Karla
Prata, pratora, pratola... vicino a Father c'è pure Pratora con tante
prature.
Pratora è vicino Tiriolo, per dirla tutta.
--
"Che cos'è l'uomo, quando ci pensi, se non una macchina
complicata e ingegnosa per trasformare, con sapienza infinita,
il rosso vino di Shiraz in orina?" (K.Blixen)
Epimeteo
2008-06-06 06:19:47 UTC
Permalink
Raw Message
Post by FatherMcKenzie
Post by Karla
Prata, pratora, pratola... vicino a Father c'è pure Pratora con tante
prature.
Pratora è vicino Tiriolo, per dirla tutta.
Ah, sapere dov'è Tiriolo...

Vicino a Bolzano, forse?

M'illumini d'incenso.
Epimeteo
---
"... mi ricordo montagne verdi
e le corse di una bambina,
con l'amico mio più sincero
un coniglio dal muso nero..."
(cit. geografica tipica)
FatherMcKenzie
2008-06-06 06:21:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Epimeteo
Ah, sapere dov'è Tiriolo...
Proprio sopra Pratora. :)
--
"Che cos'è l'uomo, quando ci pensi, se non una macchina
complicata e ingegnosa per trasformare, con sapienza infinita,
il rosso vino di Shiraz in orina?" (K.Blixen)
Epimeteo
2008-06-06 06:37:36 UTC
Permalink
Raw Message
Post by FatherMcKenzie
Post by Epimeteo
Ah, sapere dov'è Tiriolo...
Proprio sopra Pratora. :)
Ho anche letto che ha una frazione denominata Sarrottino.

Ah, sapere cosa vuol dire Sarrottino...

M'illumini d'incenso.
Epimeteo
---
"... paese mio che stai sulla collina,
disteso come un vecchio addormentato..."
(cit. frazionistica)
FatherMcKenzie
2008-06-06 06:40:23 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Epimeteo
Post by FatherMcKenzie
Post by Epimeteo
Ah, sapere dov'è Tiriolo...
Proprio sopra Pratora. :)
Ho anche letto che ha una frazione denominata Sarrottino.
No, quello è da un'altra parte, vicino Settingiano.
Post by Epimeteo
Ah, sapere cosa vuol dire Sarrottino...
Non so. Settingiano però deriva da septem ianuae
--
"Che cos'è l'uomo, quando ci pensi, se non una macchina
complicata e ingegnosa per trasformare, con sapienza infinita,
il rosso vino di Shiraz in orina?" (K.Blixen)
Loading...