Discussione:
Notizie italiane di Berlino
Aggiungi Risposta
Stefan Ram
2017-04-20 03:08:05 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Per quello che può valere, si può trovare notizie italiane
di Berlino (la città in cui vivo) a berlinocacioepepemagazine.com
.
ADPUF
2017-04-21 22:18:08 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Stefan Ram
Per quello che può valere, si può trovare notizie italiane
di Berlino (la città in cui vivo) a
berlinocacioepepemagazine.com .
"Cacio e pepe", che strano nome.


Ma "magazine" è inglese... :-(
--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Mad Prof
2017-04-21 23:38:30 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
"Cacio e pepe", che strano nome.
È una ricetta per la pasta. Non mi dire che non l'hai mai provata…
--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Stefan Ram
2017-04-22 05:51:41 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ADPUF
"Cacio e pepe", che strano nome.
È una ricetta per la pasta. Non mi dire che non l'hai mai provata?
(Ho aggiunto due segni speciali di Mad Prof che non potevo
leggere.)

È di moda negli Stati Uniti d'America.

Fonti statunitensi:

»It's 2016 most popular pasta dish« (theguardian.com)

»It is among the most basic, simplest pastas there is,
and suddenly trendy to boot.« (nytimes.com)

»If one pasta dish exemplifies the complexity of pan
sauce precision, it's cacio e pepe« (epicurious.com)
Klaram
2017-04-22 16:01:24 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Mad Prof
Post by ADPUF
"Cacio e pepe", che strano nome.
È una ricetta per la pasta. Non mi dire che non l'hai mai provata…
Ottima col pecorino, è tipica romana, ma si è diffusa ovunque.

k
Wolfgang
2017-04-22 12:36:35 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Stefan Ram
Per quello che può valere, si può trovare notizie italiane
di Berlino (la città in cui vivo) a berlinocacioepepemagazine.com
Vedi http://berlinocacioepepemagazine.com/home/chi-siamo-86586/

La parte tedesca del «chi siamo» esordisce così:

Berlino Magazine ist das Kulturmagazine über Berlin
und Deutschland *auf italienischer Sprache*.

Sono brutte bestie le preposizioni tedesche, sì, ma alle volte sono
anche buone amiche.

Se si fosse tradotta alla lettera l'espressione «in lingua
italiana», il risultato tedesco sarebbe stato perfetto, giacché in
questo caso la preposizione «in» va bene in entrambe le lingue. Ma
il traduttore ha voluto complicare ad ogni costo il suo lavoro,
scegliendo una preposizione diversa da quella italiana. Che bravo!

Ciao,
Wolfgang
terry@diesel
2017-04-23 21:19:25 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Wolfgang
Post by Stefan Ram
Per quello che può valere, si può trovare notizie italiane
di Berlino (la città in cui vivo) a berlinocacioepepemagazine.com
Vedi http://berlinocacioepepemagazine.com/home/chi-siamo-86586/
Berlino Magazine ist das Kulturmagazine über Berlin
und Deutschland *auf italienischer Sprache*.
Sono brutte bestie le preposizioni tedesche, sì, ma alle volte sono
anche buone amiche.
Se si fosse tradotta alla lettera l'espressione «in lingua italiana», il
risultato tedesco sarebbe stato perfetto, giacché in questo caso la
preposizione «in» va bene in entrambe le lingue. Ma il traduttore ha
voluto complicare ad ogni costo il suo lavoro, scegliendo una
preposizione diversa da quella italiana. Che bravo!
Ciao,
Wolfgang
ne approfitto - spero nessuno me ne voglia - per chiedere cosa può voler
dire in tedesco l'abbreviazione «Vf.»?

Sarebbe l'abstract in tedesco di un articolo originale polacco ...
Ad es. la prima frase:
Der Vf. sucht in der allegorischen Exegese eine ‎Erklärung für dieses
Problem.‎

Nel corso di una decina di righe è ripetuta 3 / 4 volte ...

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
JaWo
2017-04-24 04:56:30 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ***@diesel
ne approfitto - spero nessuno me ne voglia - per chiedere cosa può voler
dire in tedesco l'abbreviazione «Vf.»?
Sarebbe l'abstract in tedesco di un articolo originale polacco ...
Der Vf. sucht in der allegorischen Exegese eine ‎Erklärung für dieses
Problem.‎
Nel corso di una decina di righe è ripetuta 3 / 4 volte ...
"Der Vf." vuol dire 'der Verfasser' = 'l'autore'
terry@diesel
2017-04-24 10:21:02 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by JaWo
Post by ***@diesel
ne approfitto - spero nessuno me ne voglia - per chiedere cosa può
voler dire in tedesco l'abbreviazione «Vf.»?
Sarebbe l'abstract in tedesco di un articolo originale polacco ...
Der Vf. sucht in der allegorischen Exegese eine ‎Erklärung für dieses
Problem.‎
Nel corso di una decina di righe è ripetuta 3 / 4 volte ...
"Der Vf." vuol dire 'der Verfasser' = 'l'autore'
grazie mille

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Giovanni Drogo
2017-04-24 12:50:06 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by JaWo
"Der Vf." vuol dire 'der Verfasser' = 'l'autore'
come mai "Verfassung" significa anche "Costituzione" (o quanto meno
entra nel nome Bundesverfassungsgericht di quella che noi chiamiamo
Corte Costituzionale) ?
Wolfgang
2017-04-24 13:32:32 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Drogo
Post by JaWo
"Der Vf." vuol dire 'der Verfasser' = 'l'autore'
come mai "Verfassung" significa anche "Costituzione" (o quanto
meno entra nel nome Bundesverfassungsgericht di quella che noi
chiamiamo Corte Costituzionale) ?
Tenendo conto al fatto che stia indietro il verbo «verfassen»
('redigere'), «der Verfasser» ('l'autore') è alla lettera 'il
redattore' e «die Verfassung» ('la costituzione'), è 'il redatto'
(sottinteso 'il documento').

Nelle parole composte «Bundes-» significa 'federale' e
«Verfassungs-» 'costituzionale' cosicché il nome
«Bundesverfassungsgericht» vuol dire alla lettera 'Corte federale
costituzionale' (non so se anche gli aggettivi vogliano l'iniziale
maiuscola). La specificazione 'federale' serve a distinguere la
Costituzione federale da quelle dei Länder, alcuni dei quali hanno
perfino una Corte costituzionale.

Ciao,
Wolfgang
cap
2017-04-26 07:28:04 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Wolfgang
«Bundesverfassungsgericht» vuol dire alla lettera 'Corte federale
costituzionale' (non so se anche gli aggettivi vogliano l'iniziale
maiuscola)
Una regola universalmente condivisa non c'è, ma posso dirti che in Utet (Casa editrice torinese specializzata in enciclopedie e dizionari, vi ho lavorato come redattore per 32 anni) in casi di questo genere si usava far iniziare con la minuscola tutte le parole successive alla prima - tranne, ovviamente, i nomi propri.
Dunque: Corte costituzionale, Ministero dei beni culturali, Orchestra sinfonica nazionale, Fabbrica italiana automobili Torino, Unico prezzo italiano Milano, eccetera.
Ciao.
Claudio
Wolfgang
2017-04-26 08:32:55 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by cap
Post by Wolfgang
«Bundesverfassungsgericht» vuol dire alla lettera 'Corte
federale costituzionale' (non so se anche gli aggettivi
vogliano l'iniziale maiuscola)
Una regola universalmente condivisa non c'è, ma posso dirti che
in Utet (Casa editrice torinese specializzata in enciclopedie e
dizionari, vi ho lavorato come redattore per 32 anni) in casi di
questo genere si usava far iniziare con la minuscola tutte le
parole successive alla prima - tranne, ovviamente, i nomi propri.
Dunque: Corte costituzionale, Ministero dei beni culturali,
Orchestra sinfonica nazionale, Fabbrica italiana automobili Torino,
Unico prezzo italiano Milano, eccetera.
Ciao.
Claudio
Una regola semplicissima e chiarissima - mille grazie!

Ciao,
Wolfgang

Loading...