Discussione:
redarre
(troppo vecchio per rispondere)
Father McKenzie
2021-08-04 08:04:37 UTC
Permalink
Ecco un esempio di deriva dovuta all'uso. Ormai larga parte della
popolazione lo usa in luogo di redìgere - non so quantificare, ma lo
sento continuamente anche in tv e lo leggo su giornali autorevoli.
Possiamo dire che è accettato?
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
orpheus
2021-08-04 08:40:47 UTC
Permalink
Post by Father McKenzie
Ecco un esempio di deriva dovuta all'uso. Ormai larga parte della
popolazione lo usa in luogo di redìgere - non so quantificare, ma lo
sento continuamente anche in tv e lo leggo su giornali autorevoli.
Possiamo dire che è accettato?
Sappiamo che il sistema lingua tende alla semplificazione e che uno dei
motori dell'innovazione è la spinta analogica (redarre come trarre, con
participio passato terminante allo stesso modo: redatto / tratto), per
cui è possibile che redarre un giorno affianchi o perfino scalzi
redigere, verbo di uso limitato, specialistico (redigere un atto, un
contratto) e si imponga anche nei vocabolari e nelle grammatiche come
(unica) forma pienamente accettabile. Fino a quando quel giorno non
sarà venuto, non considereremo come accettabile redarre. Nell'appendice
alla grammatica di Luca Serianni, Italiano (una garzantina), stesa da
Giuseppe Patota, si dedica un apposito riquadro alle forme in
questione. Vale la pena citare: «redigere / redarre: nessun dubbio: la
forma corretta è la prima; la seconda è dovuta all'attrazione del verbo
trarre, favorita dalla comune terminazione in -atto dei due participi
passati (redatto - tratto)». È vero che un dizionario come il
Devoto-Oli (2004-5) mette a lemma la forma redarre: ma ciò dimostra la
sensibilità dei lessicografi che, prendendo atto della forma errata ma
circolante nell'uso, decidono di riportarla all'interno del lemmario,
dando però la seguente perentoria indicazione: «Forma errata per
redigere, modellata sul tema del participio passato redatto». Anche il
Vocabolario Treccani porta a lemma redarre. Certamente dalla
formulazione («Forma talora usata erroneamente in luogo di redigere»)
si capisce che, nel giro di una quindicina d'anni (il volume del
Vocabolario che contiene la voce redarre è del '91) la forma redarre si
è espansa nell'uso.
http://www.aetnanet.org/scuola-news-8860.html
orpheus
2021-08-04 09:32:20 UTC
Permalink
Post by Father McKenzie
Ecco un esempio di deriva dovuta all'uso. Ormai larga parte della
popolazione lo usa in luogo di redìgere - non so quantificare, ma lo
sento continuamente anche in tv e lo leggo su giornali autorevoli.
Possiamo dire che è accettato?
Ho visto il dizionario internazionale postato da Valerio Vanni
e cercando la voce "redarre" ho trovato questo, che mi ha abbastanza
sconvolto
https://dizionario.internazionale.it/parola/redarre
Wolfgang
2021-08-04 10:04:05 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by Father McKenzie
Ecco un esempio di deriva dovuta all'uso. Ormai larga parte
della popolazione lo usa in luogo di redìgere - non so
quantificare, ma lo sento continuamente anche in tv e lo
leggo su giornali autorevoli. Possiamo dire che è accettato?
Ho visto il dizionario internazionale postato da Valerio Vanni
e cercando la voce "redarre" ho trovato questo, che mi ha
abbastanza sconvolto
https://dizionario.internazionale.it/parola/redarre
Ecco quanto si legge sul Nuovo De Mauro:

     1942; tratto da redatto, secondo il tipo tratto-trarre.

     BU [Basso uso] redigere

Cos'è poi quello che ti «ha abbastanza sconvolto»?

Ciao,
Wolfgang
orpheus
2021-08-04 10:10:44 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Post by orpheus
Post by Father McKenzie
Ecco un esempio di deriva dovuta all'uso. Ormai larga parte
della popolazione lo usa in luogo di redìgere - non so
quantificare, ma lo sento continuamente anche in tv e lo
leggo su giornali autorevoli. Possiamo dire che è accettato?
Ho visto il dizionario internazionale postato da Valerio Vanni
e cercando la voce "redarre" ho trovato questo, che mi ha
abbastanza sconvolto
https://dizionario.internazionale.it/parola/redarre
     1942; tratto da redatto, secondo il tipo tratto-trarre.
     BU [Basso uso] redigere
Cos'è poi quello che ti «ha abbastanza sconvolto»?
Che siamo al basso uso della forma corretta.
Se leggi l'altro mio post al riguardo, capisci meglio
IdP
2021-08-04 10:34:52 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by Wolfgang
Post by orpheus
Post by Father McKenzie
Ecco un esempio di deriva dovuta all'uso. Ormai larga parte
della popolazione lo usa in luogo di redìgere - non so
quantificare, ma lo sento continuamente anche in tv e lo
leggo su giornali autorevoli. Possiamo dire che è accettato?
Ho visto il dizionario internazionale postato da Valerio Vanni
e cercando la voce "redarre" ho trovato questo, che mi ha
abbastanza sconvolto
https://dizionario.internazionale.it/parola/redarre
     1942; tratto da redatto, secondo il tipo tratto-trarre.
     BU [Basso uso] redigere
Cos'è poi quello che ti «ha abbastanza sconvolto»?
Che siamo al basso uso della forma corretta.
Se leggi l'altro mio post al riguardo, capisci meglio
In genere mi fido del De Mauro, che meglio fotografa l'uso moderno,
mentre altri raccolgono fotografie un po' ingiallite.
Scrisse "redarre" su una confezione dei fiammiferi lo stesso Umberto
Eco, anche se poi se ne pentì. Si trova la Bustina del pentimento in
Google Libri. Segno, comunque, che l'aveva nelle orecchie.
Wolfgang
2021-08-04 11:27:00 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by Wolfgang
Post by orpheus
Post by Father McKenzie
Ecco un esempio di deriva dovuta all'uso. Ormai larga parte
della popolazione lo usa in luogo di redìgere - non so
quantificare, ma lo sento continuamente anche in tv e lo
leggo su giornali autorevoli. Possiamo dire che è accettato?
Ho visto il dizionario internazionale postato da Valerio Vanni
e cercando la voce "redarre i" ho trovato questo, che mi hae
abbastanza sconvolto
https://dizionario.internazionale.it/parola/redarre
     1942; tratto da redatto, secondo il tipo tratto-trarre.
     BU [Basso uso] redigere
Cos'è poi quello che ti «ha abbastanza sconvolto»?
Che siamo al basso uso della forma corretta.
Se leggi l'altro mio post al riguardo, capisci meglio
Avresti ragione se la qualificazione «BU» si riferisse a «redigere»,
anziché a «redarre».

A mio parere la definizione «BU redigere» vuol dire che la parola
del lemma, cioè «ridarre», è di basso uso e significa redigere.

Ciao,
Wolfgang
orpheus
2021-08-04 11:33:49 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Post by orpheus
Post by Wolfgang
Cos'è poi quello che ti «ha abbastanza sconvolto»?
Che siamo al basso uso della forma corretta.
Se leggi l'altro mio post al riguardo, capisci meglio
Avresti ragione se la qualificazione «BU» si riferisse a «redigere»,
anziché a «redarre».
A mio parere la definizione «BU redigere» vuol dire che la parola del
lemma, cioè «ridarre», è di basso uso e significa redigere.
Mi sa che hai ragione
https://dizionario.internazionale.it/parola/redigere

Continua a leggere su narkive:
Loading...