Discussione:
Quoto tutto!
(troppo vecchio per rispondere)
Rosalba e Massimo
2004-08-05 16:21:32 UTC
Permalink
Ma sì. :)
"Quoto", nel senso di "riporto", "riscrivo": e quindi, senz'altri
commenti, "faccio mio", "come l'avessi scritto io".
Eh, però questi scrivono "quoto tutto" anche quando citano solo una frase.
Almeno scrivessero "me too". Sarebbero sempre messaggi inutili ma eviterebbero
di diventare dei violentatori semantici.
infatti, all'inizio a volte ho visto usare "quoto" nel senso di "sono
daccordo" ma riportando davvero tutto il messaggio, o almeno tutta la
parte pertinente.

Il senso sarebbe "sono talmente in sintonia con quanto e' scritto
nell'articolo precedente, che lo riporto (quoto) pari pari integralmente
non perche' ignoro la netiquette, ma per rincarare la dose"

ora sempre piu' spesso e' usato come sinonimo di sono daccordo, senza
pero' riportare (quotare) tutto il testo ("quoto tutto" "ti quoto!").
Insomma si intuisce il perche' dell'uso, ma e' un po' "translato"
rispetto all'originale.

Ho notato anche un'altra "deviazione" occasionale del significato,
ovvero talvolta si dice "quotare" nel senso di "quotare correttamente
secondo netiquette". Infatti uno che riporta il testo integrale
dell'articolo a cui risponde, senza fare gli opportuni tagli, sta senza
dubbio quotando (riportando, citando), ma a volte c'e' chi lo
redarguisce dicendogli "ehi, la prossima volta cerca di quotare, OK?"

e poi... ma quotare esiste in linguia italiana? non sarebbe "citare"?

xpost ma per ora no f/up

ciao
max
--
Rispondete a: rosamax (presso) fastwebnet.it
"A Quart of Ale is a Dish for a King" - Shakespeare (A Winter's Tale)
www.maxbeer.org |Homebrewing/Microbirrerie/Beer Database/Etichette
www.abbatya.com |Compra online le migliori birre
Cingar
2004-08-05 16:57:10 UTC
Permalink
(*) ed ecco un altro assillante problema cyberesistenziale ;-)
sono ormai solito scrivere l'accento con l'apostrofo, ma a volte
càpita di dover scrivere parole che cambiano di significato secondo
la posizione dell'accento: come faccio a scriverle? :))
Anch'io ho un problema simile: scrivo sempre "hanno" con l'acca ma poi,
quando rileggo, non so mai se intendevo "hanno" come voce del verbo avere o
"hanno" come periodo di dodici mesi. Sono hanni e hanni che mi assillo per
trovare una soluzione a questo hannoso problema.

--
Cingar


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Pastello
2004-08-05 17:02:12 UTC
Permalink
Post by Rosalba e Massimo
Ma sì. :)
e poi... ma quotare esiste in linguia italiana? non sarebbe "citare"?
Mai sentito "quotare in borsa"??? :-)))

Quotare (brutto) in quell'altro senso è neologismo.
Luca
2004-08-05 22:39:14 UTC
Permalink
Post by Pastello
Quotare (brutto) in quell'altro senso è neologismo.
Interessante la seconda definizione di "neologismo" per De Mauro, non lo
sapevo:

|1. TS ling. parola o locuzione nuova, o anche nuova accezione di una
|parola già esistente, entrata da poco tempo a far parte del lessico di una
|lingua
|2. TS psic. uso patologico di parole inventate o di parole comuni cui
|viene dato un significato arbitrario e simbolico, che è uno dei sintomi
|della schizofrenia

Così potrò dare dello schizofrenico a chiunque parli di "quotare" su Usenet :)
--
Luca - e-mail: p.stevens at libero.it
Ravachol
2004-08-05 17:56:51 UTC
Permalink
Molli l'apostrofo e passi all'accento. Ti do io il permesso :-)
No, non lo farò mai! Ovvero(*), non lo farò sùbito! ;-)

Be', da user usenettiani "molto in alto" (leggi membri del GCN :) )
avevo avuto il consiglio di continuare ad usare gli apostrofi,
nonostante i tempi moderni: direi che è ora di modernizzarsi! ^_-

(*) ormai ho preso l'abitudine: invece di aprire un nuovo thread(**),
asterisco e via: molti usano "ovvero" come per dire "oppure",
così come ho fatto - erronamente, credo - adesso. Mentre quando
lo usavo a modo mio era per dire "ossia". Eppure ho visto
l'uso di "ovvero" anche in sedi istituzionali. Chi ha ragione?

(**) va be', cambiando subject qualche n/reader apre un nuovo thread!

x/post e f/up impostati di conseguenza :)

Saluti,
R.
Massimo Manca
2004-08-05 18:35:03 UTC
Permalink
Post by Ravachol
Be', da user usenettiani "molto in alto" (leggi membri del GCN :) )
avevo avuto il consiglio di continuare ad usare gli apostrofi,
Mi pare che tutti noi usiamo gli accenti.
--
le piante, infatti, assorbono cloruro di sodio e lo convertono in azoto
(_eXplora_, rivista di divulgazione scientifica, segnalazione Lefthand)
FB
2004-08-06 14:07:24 UTC
Permalink
Post by Massimo Manca
--
le piante, infatti, assorbono cloruro di sodio e lo convertono in azoto
(_eXplora_, rivista di divulgazione scientifica, segnalazione Lefthand)
Riderei, ma la scienza per me è qualcosa di misterioso.

Imbattibile la tag-line sulcono gelato!


Ciao, FB
--
Mrs. Palmer, in her way, was equally angry. 'She was determined to drop his
acquaintance immediately, and she was very thankful that she had never been
acquainted with him at all'. (Jane Austen)
FB
2004-08-05 19:17:21 UTC
Permalink
Post by Ravachol
(*) ormai ho preso l'abitudine: invece di aprire un nuovo thread(**),
asterisco e via: molti usano "ovvero" come per dire "oppure",
così come ho fatto - erronamente, credo - adesso. Mentre quando
lo usavo a modo mio era per dire "ossia". Eppure ho visto
l'uso di "ovvero" anche in sedi istituzionali. Chi ha ragione?
"Ovvero" inteso come sinonimo di "oppure" è ORRIBILE. Mi sa di burocratico.

Quando leggevo o sentivo "girare a destra ovvero a sinistra" mi veniva da
chiedermi se fossi deficiente io o gli istruttori.

Anzi, sai che ti dico? Scrivi "o": risparmi cinque lettere.


Ciao, FB
--
L'importante è che risplenda tu, sola primadonna e immarcescibile leggenda
del tuo pianerottolo.
(Lucangel su it.cultura.libri)
Ravachol
2004-08-06 18:34:56 UTC
Permalink
Post by FB
Eppure ho visto l'uso di "ovvero" anche in sedi istituzionali.
Ehm... ovviamente intendevo «l'uso di "ovvero" come "oppure"». :)
Post by FB
"Ovvero" inteso come sinonimo di "oppure" è ORRIBILE. Mi sa di burocratico.
Appunto. :)
Post by FB
Anzi, sai che ti dico? Scrivi "o": risparmi cinque lettere.
Già. :-) L'uso di 'ovvero' è però molto conveniente nelle discussioni
quando si ha un'incertezza! ^_-

Grazie anche agli altri,
Ravachol

ps. Massimo Manca: se non ricordo male, fu MdI(tri) ad assumere le
difese degli apostrofi in una discussione su una ml di qualche mese fa.
Ma non son sicuro fosse lui: se vuoi vado a controllare.
--
«In Inghilterra, proprio mentre si smetteva di bruciare le streghe, si
cominciò a impiccare i falsificatori di banconote» - M. K.
Ghost
2004-08-05 20:21:51 UTC
Permalink
Post by Ravachol
(*) ormai ho preso l'abitudine: invece di aprire un nuovo thread(**),
asterisco e via: molti usano "ovvero" come per dire "oppure",
così come ho fatto - erronamente, credo - adesso. Mentre quando
lo usavo a modo mio era per dire "ossia". Eppure ho visto
l'uso di "ovvero" anche in sedi istituzionali. Chi ha ragione?
Se ne parlò anche qui: <***@HerenotThere.h45a4ce95.invalid>
(ovvero http://snipurl.com/89d2).
--
Bye, Ghost of Lem Novantotto
Informazioni su it.*: http://www.news.nic.it
Archivio news: http://groups.google.com/advanced_group_search?hl=it
Linee guida della netiquette: http://www.faqs.org/rfcs/rfc1855.html
SomeKindaNerve
2004-08-06 13:18:17 UTC
Permalink
"Ravachol"
Post by Ravachol
molti usano "ovvero" come per dire "oppure",
così come ho fatto - erronamente, credo - adesso. Mentre quando
lo usavo a modo mio era per dire "ossia". Eppure ho visto
l'uso di "ovvero" anche in sedi istituzionali. Chi ha ragione?
I dizionari, sotto la voce "ovvero", riportano 1.ossia 2.oppure. In effetti
"oppure" deriva da "o pure", e il termine "pure" ha valenza sia di "anche"
(e in tal caso coincide con "ovvero") sia di "tuttavia" che è un avversativo
(e in tal caso ci sovviene l'uso comune del termine "oppure").
Quindi penso l'uso di "ovvero" in luogo di "oppure" non sia sbagliato per le
leggi della grammatica italiana, anche se confonde un po' le idee.
Ricordo i quiz per la patente: il tal cartello significa che siamo possiamo
svoltare a destra ovvero svoltare a sinistra.
Le prime volte credevo che fosse un inganno per facilitare la bocciatura,
poi ho riflettuto così: il tal cartello significa che possiamo svoltare a
destra ma vero anche che possiamo svoltare a sinistra.

Invito chi più di me possa dare una riposta esaustiva, o almeno più
accademica, a farlo.
--
somekindanerve
----------------------------------------------------------------
< Where the fuck does everybody go when they "have to go"? >
----------------------------------------------------------------
[ elimina la televisione per scrivermi ]
Luca
2004-08-05 23:27:33 UTC
Permalink
Post by Rosalba e Massimo
Ho notato anche un'altra "deviazione" occasionale del significato,
ovvero talvolta si dice "quotare" nel senso di "quotare correttamente
secondo netiquette".
Vero pure questo :-(
Post by Rosalba e Massimo
e poi... ma quotare esiste in linguia italiana? non sarebbe "citare"?
Ho provato spesso a convincere in quel senso, ma è sempre stata palla persa.
--
Luca - e-mail: p.stevens at libero.it
Continua a leggere su narkive:
Loading...