Discussione:
[OT] Caro amico virtuale
(troppo vecchio per rispondere)
GCPillan
2003-11-13 23:02:52 UTC
Permalink
Secondo me "virtuale" è un termine usato spesso a sproposito.
Giusto qualche giorno fa, ZioBit esprimeva il suo desiderio di
incontrarmi dal vivo, situazione in cui sarei stato forse "ragionevole"
a differenza che "nel virtuale". Ma purtroppo io sono maledettamente
reale sia dal vivo che quando scrivo! Irragionevole o ragionevole,
sempre reale. Virtuale lo lascerei per qualificare un personaggio di
fantasia, come una ragazza di nome Shôko o una ragazza di nome Momo.

Quello che segue è un freschissimo carteggio privato tra una persona
reale e una creatura virtuale. Una "nuova arrivata" getta il suo piccolo
amo per acchiappare le cosiddette "quattro righe" di Nicola che
costituiscono il "benvenuto" al NG o meglio un utile avviso sul
personaggio che lo infesta con le sue turbe psichiatriche.

In altre parole l'oggetto del carteggio elettronico sono io.

Appena Momo svela di non chiamarsi proprio così il pesciolino scopre che
sotto l'appetitoso vermetto c'è la punta dell'amo. Compone un acrobatico
insulto in verticale maiuscolo, si pappa il vermetto e fugge via. Beh,
io non volevo ferire il pesciolino, solo studiarlo, stuzzicarlo,
divertirmi.

Il tutto è rigorosamente integrale, autentico, non ritoccato né
commentato in alcun modo. Ah, i benpensanti si fermino qui.

Buon divertimento!


###################################################################
From: "momo momo" <***@umpire.com>
To: indirizzo-di-***@libero.it
Subject: Ma ti fai?
Date: Wed, 12 Nov 2003 08:49:37 -0500

Ciao Nick!
Posso chiederti una cosa anzi due? Chi te lo fa fare di prendertela
così tanto con GP? Che c'hai? Che t'ha fatto? Ti puzza? Che ti frega?
Se c'è uno che non capisce un cacchio e non sa davvero niente in
confronto a te lascialo stare che invece ci fai una figura di m ogni
volta che reagisci. Quel poveraccio non vede l'ora che tu gli dedichi
del tempo che non si merita, così può fingere d'essere quello
perfettino che insegna agli altri le buone maniere. Io ho detto la
mia, da lurkker che legge tutto o quasi, poi te fa come cacchio vuoi.
Non scrivermi che non devo leggere quel che scrivono gli altri perché
io ragiono di testa mia e faccio quel che cacchio mi pare. Seconda
richiesta. Siccome che vado a San Pietroburgo prima di natale, mi
insegni qualche frase utile in russo? Ci si può fidare degli uomini
russi? Vado con un'amica e non vorrei prendere fregature. Sono
disposta a pagare qualche lezione ma non troppo perchè studio e già
il viaggio mi costa un ciulo. Grazie infinite.

XXX

< Momo >

###################################################################
From: "Nicola Nobili" <indirizzo-di-***@libero.it>
To: "momo momo" <***@umpire.com>
Subject: Re: Ma ti fai?
Date: Wed, 12 Nov 2003 16:08:45 +0100


Caro Amico virtuale,
Posso chiederti una cosa anzi due? Chi te lo fa fare di prendertela
così tanto con GP?

Ma guarda che non *ma la prendo*. Scrivo con grande calma, molto
raramente, per il gusto di farlo punto e basta. In passato ho avuto
diverbî accesi con quell'individuo, che si sono dimostrati inutili,
visto che non ha mai ammesso i suoi molti torti, ed è arrivato al punto
di riportare lettere private senza autorizzazione (anzi, quando gli era
stato chiesto di non farlo), a mentire sul mio conto a terzi contattati
privatamente, etc. Poi l'ho messo nel filtro. Da allora so che mi
perseguita, mi attacca scorrettamente con grande frequenza e mi pedina
persino su altri gruppi che non ha mai frequentato per il solo gusto di
stuzzicarmi. Lo so perché qualcuno mi scrive in privato e mi chiede come
faccio a non reagire. Nella stragrande maggioranza dei casi, quindi, non
dico nulla.
Ogni tanto, specie quando c'è uno nuovo che rischia di passare
quello che passai io a suo tempo, scrivo un messaggio in cui mi prendo
lo sfizio di dargli del coglione. Tutto qui. Se poi non vuoi leggerlo, o
vuoi ritenermi un maleducato, fai pure. In ogni caso, all'educazione nei
gruppi di discussione su Internet non credo piú da tempo.
Siccome che vado a San Pietroburgo prima di natale, mi
insegni qualche frase utile in russo?
Del tipo? Sai, a parte che non so se il tuo computer legge i
caratteri russi, sarebbe difficile spiegarti pronuncia, uso, etc., per
giunta di frasi non meglio definite. In generale, trovi in libreria
alcuni frasarî russi anche ben fatti (tipo quelli della Vallardi, etc.),
che per un turista alle prime armi dovrebbero andare bene. Prova con "Io
parlo russo". Se invece mi dici qualcosa di piú preciso, vedrò che
suggerirti.
Ci si può fidare degli uomini russi?
In che senso? Continui ad essere un tantino vago... Se mi fai
qualche esempio o specifichi meglio, magari riesco ad aiutarti.
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).

###################################################################
From: "momo momo" <***@umpire.com>
To: "Nicola Nobili" <indirizzo-di-***@libero.it>
Subject: Re: Ma ti fai?
Date: Wed, 12 Nov 2003 12:09:26 -0500

Senti Nick, preciso subito che sono una donna!
Come mai pensi che sia un maschio?

Mi scuso di averti disturbato vedo che sei veramente incazzato con quel
poveraccio. Ma io penso con la mia testa e siccome seguo un casino di NG
(anche se non scrivo quasi mai) e non è un cacchio vero che quel tipo ti
perseguita, sei sempre tu l'attaccabrige, tu che lo deridi per le sue
disgrazie e per i suoi errori. Forse tu pensi che lui fa lo stesso con
te, ma non è mica vero. A meno che questo succede su dei NG che non
seguo. Quali? E perché non gli dici di smetterla o lo denunci? C'è un
sacco di uomini che non ti mollano solo perchè t'hanno pagato un drink
ma appena dici che vai a denunciarli alla polizia se la fanno sotto.

Ti avevo chiesto qualche lezione "dal vivo" quando e se puoi a me e alla
mia amica. Se non puoi vuol dire che faccio da me con le cassette ma
capirai che non è la stessa cosa. Sulla Russia volevo sapere se due
donne possono fidarsi ad andare da sole nelle discoteche e divertirsi
alle feste in cui bevono tutta la vodca senza pericolo.

Grazie infinite. Smack-smack Ciao-ciao

< Momo >

###################################################################
From: "Nicola Nobili" <indirizzo-di-***@libero.it>
To: "momo momo" <***@umpire.com>
Subject: Re: Ma ti fai?
Date: Wed, 12 Nov 2003 18:52:29 +0100

Cara Momo,
chiedo perdono per l'incomprensione, ma sai, "Momo" non mi suggeriva
che avessi a che fare con una fanciulla, e nel messaggio non avevo
rilevato elementi conclusivi per l'identificazione di chi mi stava parlando.
Ma io penso con la mia testa e siccome seguo un casino
di NG (anche se non scrivo quasi mai) e non è un cacchio vero
che quel tipo ti perseguita, sei sempre tu l'attaccabrige
Permettimi, ma allora ne segui pochi, o li segui di fretta. Potrei
citarti DOZZINE, se non centinaia, di casi in cui l'individuo ha, tanto
per fare qualche esempio:

-chiamato "cretino" o simili il sottoscritto
-riportato pubblicamente il testo di lettere personali mie o di terze
persone, quando ESPLICITAMENTE gli era stato chiesto di non farlo
-riportato abbondanti citazioni di miei messaggi da un gruppo all'altro,
fuori contesto, al fine di farmi apparire maleducato (tagliava sempre
opportunamente, omettendo il contesto ad arte)
-si è finto una giapponesina, una volta, per evitare il mio filtro
-ha scritto a un mio (oramai ex) professore, falsificando la mia
opinione e spacciando per sua la mia vera opinione al fine di farsi dare
ragione quando aveva palesemente torto
-eccetera eccetera.

Quell'individuo è, obiettivamente, un tipo disturbato, che non fa
altro che molestare il prossimo per ricavarne piacere. Dici di leggere
tanti gruppi. Ebbene, allora ti è sfuggita l'ENORME lista di coloro con
cui ha litigato. Aspramente. Quasi sempre a torto. Non sono io quello
che attacca i litigi, anzi, avrai visto che l'unico con cui sono in
siffatti rapporti è soltanto lui, mentre quelli che hanno avuto da
ridire con lui sono tantissimi. E continuamente i nuovi arrivati hanno
da ridire con lui.
No, scusami tanto, ma la nomea di "attaccabrighe" la rifiuto proprio.
Ogni tanto, carognescamente, gli sparo di sbieco qualche accusa, ne sono
consapevole, ma l'elemento aggressivo e facinoroso del gruppo è lui,
assolutamente.
E perché non gli dici di smetterla o lo denunci?
Si tratta di patologia psichiatrica, è tutto inutile. Dirgli di
smetterla, lo fanno in tanti, di continuo, ma non serve a nulla.
Denunciarlo, a parte la seccante e lunghissima procedura burocratica
(durante la quale nessuno lo può fermare), difficilmente porterebbe a
qualcosa, visto che il mondo virtuale di Internet difficilmente fornisce
prove oggettive utilizzabili in tribunale. Per inciso, l'ho anche
accennato, un paio di volte, ma ovviamente non è servito a nulla, anzi,
ha ricominciato peggio di prima. Inutile, un malato non guarisce
parlandogli, ci vorrebbero cure appropriate, oppure una dose di cicuta.
Ti avevo chiesto qualche lezione "dal vivo" quando e
se puoi a me e alla mia amica.
"Dal vivo"? Io abito a Bologna, se stai in zona ci si può mettere
d'accordo. Se intendi "via mail", si può fare, sarebbe però opportuno
capire meglio che cosa intendi.
Sulla Russia volevo sapere se due donne possono fidarsi ad
andare da sole nelle discoteche e divertirsi alle feste in
cui bevono tutta la vodca senza pericolo.
Beh, ovviamente dipende da tante cose. Ti consiglierei, per il
principio, di essere prudente. Voglio dire, i Russi sono gente
straordinaria, però sono anche un po' "maschilisti", o meglio, hanno
un'idea delle attenzioni da riservare a una donna che potrebbe non farti
piacere, di primo achito. E nelle grandi città tipo Pietroburgo càpita
che certi locali siano frequentati da "nuovi russi", ossia quei nuovi
ricci che hanno fatto i soldi in maniera "poco chiara". Insomma,
inizialmente non sbilanciarti, poi, se hai modo di approfondire la
conoscenza, vedrai che i Russi, superata la barriera iniziale, sono
gente a posto.
Un consiglio: sempre con voi un documento di identità (altrimenti
restate di rimanere in commissariato fino all'accertamento
dell'identità), e non ricorrete ai cambiavalute illegali, che oltre a
potervi spacciare banconote fuori corso, rischiano di farvi finire in
galera.
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).

###################################################################
From: "momo momo" <***@umpire.com>
To: "Nicola Nobili" <indirizzo-di-***@libero.it>
Subject: Cattive notizie! Re: Ma ti fai?
Date: Thu, 13 Nov 2003 06:50:26 -0500

Carissimo Nick, ma davvero non sai chi è Momo?

E’ la protagonista del mitico romanzo "Momo" di Michael Ende! Hanno
anche fatto un film e un cartone animato bellissimo! Momo è una bambina
sola che ha la capacità di ASCOLTARE gli altri e così facendo risolve un
sacco di casini dei suoi amici. Lei ha due amici che non si parlano da
anni per una vecchia questione ma lei li fa parlare così fanno pace. Ti
consiglio di leggerlo, non è mica lungo come la storia infinita!!!
non avevo rilevato elementi conclusivi per l'identificazione
di chi mi stava parlando.
Certo che parli difficile tu! Vuoi dire che quando ho scritto "sono
andata" non si capisce di che sesso sono? Sul discorso della tua Storia
Infinita con Giancarlo secondo me dovresti fare un po’ come Momo e
guardare solo al presente dritto negli occhi. Io non so cos’ha combinato
quel tizio in passato però vedo che oggi sei tu che ne dici di tutti i
colori su di lui! Mica il contrario! In quali NG ti perseguita? Non me
ne dici neanche uno! Non è che sei solo un fissato con la mania di
persecuzione! Non prendertela eh?
Anche a me hanno detto stronza ma io gli ho detto vaff.... Questo capita
a tutti non è mica persecuzione! La persecuzione è quando uno stronzo
che non vuoi più vedere te lo vedi ovunque vai e ti telefona alle tre di
notte e devi cambiare la SIM e denunciarlo ai carabinieri!!! Giancarlo
ha scritto sul NG che tu hai pubblicato fatti della sua vita personale
che fanno capire quanto è un disgraziato. La cattiva notizia è proprio
qui: il padre della mia amica è un avvocato mitico e gli ho detto di
quel che succede in Internet e lui ha detto che non importa se è un
giornale o una scritta sul muro o se è il maurizio costanzo show o se è
Internet ma è diffamazione in ogni caso che non riesci poi a dimostrare
che quel che hai scritto è vero. Sei nei casini!!!
"Dal vivo"? Io abito a Bologna, se stai in zona ci
si può mettere d'accordo. Se intendi "via mail", si può
fare, sarebbe però opportuno capire meglio che cosa intendi.
Cacchio! Dal vivo non vuol mica dire per email! Ma dove vivi? Vuol dire
che ci vediamo in un locale (lo so benissimo che sei di Bologna, sennò
mica ti scrivevo!) ci facciamo un drink e ci insegni le frasi più
importanti tipo come ti chiami, sei libero, offri tu, quanti anni hai e
vaff.... Poi tanto il corpo parla molto meglio di qualsiasi lingua eh eh eh!

Che locali mi consigli a San Pietroburgo? I nuovi ricchi van benissimo
se pagano loro! Noi saremo certo prudenti come lo siamo con gli
italiani, ma sai non vorrei che con le straniere loro credono di essere
i padroni. Meglio i locali o le feste private? C’hai dei rubli d’avanzo?
Certo che non vado a dare i soldi ai criminali! Grazie per i consigli,
sei un tesoro anche se non mi insegni il russo.

Smack-smack

< Momo > (non è il mio vero nome, capito?)


###################################################################
From: "Nicola Nobili" <indirizzo-di-***@libero.it>
To: "momo momo" <***@umpire.com>
Subject: Re: Cattive notizie! Re: Ma ti fai?
Date: Thu, 13 Nov 2003 18:37:34 +0100


Cara Momo,

Premetto che non ho letto il romanzo di cui parli. Mi dispiace.
Insomma, sono ignorante, lo ammetto. Può capitare. Magari
La prossima volta che vado in biblioteca lo cerco e ci do una
Letta in fretta, se mi piace lo prendo, anche se di cose da fare ne
Avrei tante in questo periodo, ma in fondo sono ancora giovane,
Non credi?, prima o poi lo leggerò davvero.

Ciò detto, ribadisco le mie scuse per avere equivocato (ehm)
Orrendamente il tuo sesso. Di norma non confondo mai una
Gentile fanciulla con un uomo, se mi credi ;-).
La questione dell'individuo che citi, se non ti spiace, mi pare
Inutile proseguirla, tanto è evidente che abbiamo idee che,
Onestamente, mi paiono quantomai discordanti. Eppoi, se tu
Non hai ancora visto gli aspetti peggiori di quell'individuo, beh,
È una buona cosa per te! Forse dovrei dire che t'invidio...
è diffamazione in ogni caso che non riesci poi a dimostrare
che quel che hai scritto è vero. Sei nei casini!!!
Che dici? Direi proprio di no: si tratta di spezzoni che lui
Ha scritto pubblicamente in passato. Tutti possono verificare.
Inoltre, una causa richiede tempi e spese non indifferenti,
Pertanto credo proprio che non sarà tanto matto da volersi
Esporre a tanto per avere il gusto, al massimo massimo,
Nell'improbabile ipotesi che vinca la causa, di farmi pagare
Sommette ridicole di risarcimento.
Insomma, c'è un limite pratico a tutto, non credi? Eppoi
Di avvocati bravi ce ne sono tanti, e so dove trovarne anch'
Io.
Cacchio! Dal vivo non vuol mica dire per email! Ma dove vivi?
Io abito a Bologna, l'ho già detto, no? ;-)
Non so, se vuoi ci vediamo, magari questo week-end...
Giustamente ho degli impegni, ma magari trovo un ritaglio
Anche per te. Posso chiederti in che zona abiti? Io sto proprio
Nella città di Bologna, piú precisamente in periferia,
Nel bel mezzo di una zona verdeggiante e piena di parchi,
A non grande distanza dalla stazione e dal centro storico.
Riesci a spostarti liberamente? Sennò passo io da qualche parte.
E... Beh, fammi sapere. Ti lascio il mio numero:

051/245504
Oppure mi trovi talvolta allo 051/227874, prova in quest'ordine.
C'hai dei rubli d'avanzo?
Hanno fatto almeno due o tre riforme valutarie dall'ultima volta
che sono stato in Russia. I soldi che avanzano, se non sono spesi entro
pochissimi mesi, non valgono nulla.
Grazie per i consigli, sei un tesoro anche se non mi insegni
il russo.
Ma dài, ti insegno qualcosina:

Buon giorno = ?????? ????
Buona sera = ?????? ?????
Scusi, dov'è il bagno? = ?? ??????, ??? ?????? - ??????????? ??????
Vorrei cambiare soldi = ??? ?? ?????? ??? ??? ????, ?????.

Il resto te lo dico di persona.
A presto,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
heliogabalus
2003-11-13 23:53:12 UTC
Permalink
trovo estremamente scorretto il fatto che tu abbia divulgato queste lettere
private , da cui , peraltro , la figura di nicola nobili esce limpida

particolarmente grave trovo l ' aver riportato in pubblico il suo numero di
telefono privato

non mi pento di averti difeso di recente , perchè ti vedevo attaccato da
tutti e un istinto che mi porto appresso da quando ero piccolo mi ha sempre
suggerito di proteggere chi si trova in condizioni di debolezza

ma ora , preso atto anche della tua dichiarazione di aver usato dei trucchi
verso nicola invece che comportarti lealmente con lui , identificandomi per
un attimo con te , provo solo vergogna

heliogabalus


--
.......................................................................
' le cose che conosciamo meglio sono quelle che non ci hanno insegnato '
vauvenargues
FB
2003-11-14 00:38:26 UTC
Permalink
Post by heliogabalus
trovo estremamente scorretto il fatto che tu abbia divulgato queste lettere
private , da cui , peraltro , la figura di nicola nobili esce limpida
No, adesso mi devi spiegare: ma ti sei innamorato di lui? E' scandaloso,
perfino E. Fede sarebbe disgustato da quello che scrivi da un po' di tempo a
questa parte di Nicola Nobili.
Per carità, io stimo Nicola Nobili (e non entro in discussioni che non mi
riguardano affatto), ma l'adulazione non fa per me. Fosse per denaro, poi...
(faccina sorridente)

P.S. Questa cosa non ha *nulla* a che fare con Nicola Nobili, che è solo
l'oggetto dell'<<ammirazione>> di Heliogabalus.


Ciao, FB
Nicola Nobili
2003-11-14 10:48:34 UTC
Permalink
heliogabalus
Post by heliogabalus
particolarmente grave trovo l ' aver riportato in pubblico il suo numero di
telefono privato
Fammi capire (sai, i filtri): il Pillàn ha pubblicato le lettere che mi
ha scritto in privato (con relative risposte) spacciandosi per una certa
Momo Momo? Perfetto!
Lui crede di avermi arrecato un danno, ma a parte lo squallore della sua
tecnica, non ha nemmeno capito che SONO IO che l'ho preso in giro fin
dall'inizio. Ha pubblicato la mia lettera (per inciso, tutte le lettere sono
artificiose, mi sono ben guardato dal dire qualcosa di compromettente) col
mio "numero di telefono"?
Probabilmente non ha provato a comporre i numeri che gli ho dato: il
primo corrisponde ad un sexy shop (messaggio subliminale: cómprati una
bambolina gonfiabile, cosí almeno hai qualcos'altro da fare la sera), il
secondo a una ditta di pompe funebri (messaggio subliminale: prenota, domani
potrebbe essere troppo tardi).
Ha anche riportato le frasi in russo che gli avrei insegnato? Le prime
due sono vere (buon giorno e buona sera), la terza significa "Lo sa che
Pillàn è un perfetto idiota?" (risposta: sí). La quarta non è russo, è
italiano scritto in cirillico, e si legge "Non mi prendi per il culo".

Infine (e questa è la piú grossa, nella foga ha proprio perso ogni
spirito di osservazione): il messaggio andava spessissimo a capo, e la prima
lettera di ogni riga era maiuscola. Mettendo di fila queste maiuscole
(evidentissime sullo schermo!) compariva la frase:
PILLANCOGLIONECHIPENSIDIINGANNARE, ossia (lo traduco, sennò non capisce):
Pillàn, coglione, chi pensi di ingannare?

Si tratta di dati oggettivi. Lui credeva di avermi raggirato, ma in
realtà sono io che mi sono divertito a sbeffeggiarlo.
E speriamo che questa farsa abbia termine!
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
heliogabalus
2003-11-14 16:09:05 UTC
Permalink
Post by Nicola Nobili
Fammi capire (sai, i filtri): il Pillàn ha pubblicato le lettere che mi
ha scritto in privato (con relative risposte) spacciandosi per una certa
Momo Momo?
l ' è propri inscì
Post by Nicola Nobili
Ha anche riportato le frasi in russo che gli avrei insegnato? Le prime
due sono vere (buon giorno e buona sera), la terza significa "Lo sa che
Pillàn è un perfetto idiota?" (risposta: sí). La quarta non è russo, è
italiano scritto in cirillico, e si legge "Non mi prendi per il culo".
veramente lui le risposte le ha riportate sotto forma di una serie di punti
interrogativi
.
Post by Nicola Nobili
E speriamo che questa farsa abbia termine!
una curiosità tecnica : dal tono delle tue risposte sembrava che fossi
davvero inconsapevole dell ' identità dell ' interlocutore

come hai fatto ad accorgerti che si trattava di lui ?

ciao

heliogabalus

----------------------------------
ACCORDING to an ancient legend, the first man was made by Jupiter, the first
bull by Neptune, and the first house by Minerva. On the completion of their
labors, a dispute arose as to which had made the most perfect work. They
agreed to appoint Momus as judge, and to abide by his decision. Momus,
however, being very envious of the handicraft of each, found fault with all

Aesop's Fables
Nicola Nobili
2003-11-14 16:23:42 UTC
Permalink
heliogabalus
Post by heliogabalus
veramente lui le risposte le ha riportate sotto forma di una serie di punti
interrogativi
Ah! Un problema di codifica, càpita spesso riportando messaggi in russo
da una mail all'altra. Beh, non importa, tanto non avrebbe capito (e non
solo quello non capisce...).
Certo che i numeri di telefono, a parte sempre l'abiezione morale di un
individuo che li riporta, sono il punto piú basso della sua grottesca
mess'inscena: qualsiasi coglioncello avrebbe potuto controllarli con
facilità.
Post by heliogabalus
una curiosità tecnica : dal tono delle tue risposte sembrava che fossi
davvero inconsapevole dell ' identità dell ' interlocutore
come hai fatto ad accorgerti che si trattava di lui ?
Ma guarda che l'ho capito súbito. A parte che l'unico che finora abbia
mai parlato bene dell'individuo era la giapponesina inesistente (e quindi un
secondo caso è sospetto...), a parte che un minimo di dubbio si deve
concedere, c'erano troppe coincidenze stilistiche, troppa rapidità nel
rispondere (uno che ha di meglio da fare si prende il suo tempo), troppa
voglia di insistere a parlare dell'individuo... E allora ho creato ad arte
un paio di messaggi in cui dico tutto e niente, fumosi, senza riferimenti
precisi a persone o eventi (e quindi inutili), senza dire nulla di
compromettente, e miscelando consigli apparentemente calzanti (ma inventati
di sana pianta) a fatti minimamente veri (che nessuno può decifrare).
Insomma, gli ho teso una trappola: essendo certo che un siffatto
individuo avrebbe poi reso pubblica la mia corrispondenza privata (lo fa
abitualmente), nei primi messaggi ho scritto di nulla (mi sono solo preso lo
sfizio di dargli dello psicolabile, insomma), poi, quando il gioco era
maturo, ho inserito i miei messaggi, nei quali è cascato come una pera
cotta.
Se si fosse tenuto per sé questi messaggi, sarebbe finita tutto lí. E
invece, egli stesso s'è coperto di ridicolo, e ha reso perpetuo il mio ben
riuscito sfottò. Non c'è che dire: "Se uno te lo mette nel culo, non
muoverti: potresti fare il suo gioco". Perdonate il linguaggio, ma
l'individuo, ultimamente, s'è dimenato proprio tanto...
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
GCPillan
2003-11-14 18:28:08 UTC
Permalink
Nicola Nobili tenta di farci credere che lui non è cascato nel giochetto.

Che fosse facile sospettare di Momo dopo esser cascato con Shôko è
evidente. All'epoca si incavolò parecchio. Se avesse capito che ero io
avrebbe troncato immediatamente, in linea con quanto ha sempre fatto in
passato.

La verità è che nonostante il più che valido sospetto, si è preso la
briga di rispondere con grande cura esattamente come avrebbe fatto con
un nuovo arrivato. Tant'è che descrive i miei lati oscuri allo stesso
modo con cui li ha descritti in altro volantino che ho ricevuto da altro
abituale frequentatore di questo NG.

In quanto ai numeri di telefono, li avrei certamente censurati così come
ho fatto con il suo indirizzo email, se non fossero stati di un sexy
shop e di un'agenzia funebre.

Ecco quindi un tentativo FALLITO di Nicola.
Il bimbo ha tentato di affibbiarmi il reato di divulgazione del suo
numero privato (e heliogabalus c'è cascato). Ma così non è.

Sospetto lecito: dei due numeri mi sono accorto solo ora?
No, per due motivi.

Io pubblico sì i contenuti, ma non nomi, indirizzi, telefoni.
L'ho sempre fatto sin dalla mitica lettera del suo professore.
Chi non mi crede, controlli pure nel nostro mega archivio.

Sarebbe da ingenui credere che una persona che t'ha scoperto, che ti
insulta con le maiuscole in prima colonna ti dia pure il numero di
telefono. Che tra l'altro, avessi ottenuto, non avrei certo usato.
Post by Nicola Nobili
Certo che i numeri di telefono, a parte sempre l'abiezione morale di un
individuo che li riporta, sono il punto piú basso della sua grottesca
mess'inscena: qualsiasi coglioncello avrebbe potuto controllarli con
facilità.
Ripeto, li ho lasciati apposta (dopo averli controllati) per aspettare
che tu li usassi come appiglio per buttarmi del fango addosso. Sono io
che gioco te, non il contrario.
Post by Nicola Nobili
Post by heliogabalus
una curiosità tecnica : dal tono delle tue risposte sembrava che fossi
davvero inconsapevole dell ' identità dell ' interlocutore
come hai fatto ad accorgerti che si trattava di lui ?
Ma guarda che l'ho capito súbito. A parte che l'unico che finora abbia
mai parlato bene dell'individuo era la giapponesina inesistente (e quindi un
secondo caso è sospetto...), a parte che un minimo di dubbio si deve
concedere, c'erano troppe coincidenze stilistiche, troppa rapidità nel
rispondere (uno che ha di meglio da fare si prende il suo tempo), troppa
voglia di insistere a parlare dell'individuo...
Sono tutti segni che ho intenzionalmente lasciato per insospettirti. Il
giorno che voglio DAVVERO non farmi scoprire non mi invento una
ragazzina dal nome esotico, non ti vengo a dire che non è il mio nome,
non faccio la cretina. Mi faccio un personaggio NORMALE, maschile, con
un nome italiano, che ti parla normalmente.

Il mio divertimento è farti cadere per una seconda volta sulla ragazzina
dal nome bisillabe che t'ammira.
Post by Nicola Nobili
E allora ho creato ad arte
un paio di messaggi in cui dico tutto e niente, fumosi, senza riferimenti
precisi a persone o eventi (e quindi inutili), senza dire nulla di
compromettente,
Ne hai dette parecchie di cose compromettenti.
Post by Nicola Nobili
e miscelando consigli apparentemente calzanti (ma inventati
di sana pianta) a fatti minimamente veri (che nessuno può decifrare).
Insomma, gli ho teso una trappola: essendo certo che un siffatto
individuo avrebbe poi reso pubblica la mia corrispondenza privata (lo fa
abitualmente), nei primi messaggi ho scritto di nulla (mi sono solo preso lo
sfizio di dargli dello psicolabile, insomma), poi, quando il gioco era
maturo, ho inserito i miei messaggi, nei quali è cascato come una pera
cotta.
Io sarei cascato?
A quanto si vede, io ti ho provocato e tu hai reagito.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Nicola Nobili
2003-11-14 16:31:37 UTC
Permalink
heliogabalus
Post by heliogabalus
come hai fatto ad accorgerti che si trattava di lui ?
Scordavo il dettaglio piú sugoso: hai notato che lo chiamo al maschile,
anche se, ovviamente, i verbi al femminile indicavano che si trattava di una
donna? E hai notato come mi scuso in maniera pomposissima per averne
equivocato il sesso? Faceva parte del piano, e lui c'è cascato bellamente.
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
heliogabalus
2003-11-14 17:00:46 UTC
Permalink
Post by heliogabalus
heliogabalus
Post by heliogabalus
come hai fatto ad accorgerti che si trattava di lui ?
Scordavo il dettaglio piú sugoso: hai notato che lo chiamo al maschile,
anche se, ovviamente, i verbi al femminile indicavano che si trattava di una
donna? E hai notato come mi scuso in maniera pomposissima per averne
equivocato il sesso? Faceva parte del piano, e lui c'è cascato bellamente.
infatti m ' era sembrato strano che non avessi notato che i verbi erano al
femminile : )

saluti

heliogabalus


--
« Toute l'eau de la mer ne suffirait pas à laver une tache de sang
intellectuelle »
Lautréamont
Nicola Nobili
2003-11-14 20:05:22 UTC
Permalink
heliogabalus
Post by heliogabalus
infatti m ' era sembrato strano che non avessi notato che i verbi erano al
femminile : )
Oh, io ho notato tutto! È l'individuo, invece, che non s'è accorto di un
accidenti, e per questo l'ha sbandierato ai quattro venti, a eterna memoria
della sua coglionaggine!
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
GCPillan
2003-11-14 18:39:39 UTC
Permalink
Post by Nicola Nobili
Probabilmente non ha provato a comporre i numeri che gli ho dato: il
primo corrisponde ad un sexy shop (messaggio subliminale: cómprati una
bambolina gonfiabile, cosí almeno hai qualcos'altro da fare la sera), il
secondo a una ditta di pompe funebri (messaggio subliminale: prenota, domani
potrebbe essere troppo tardi).
Non ho provato a comporli perché era evidente che non erano veri.
Ma prima di pubblicarli ho controllato sulle pagine bianche on line.
Post by Nicola Nobili
Ha anche riportato le frasi in russo che gli avrei insegnato? Le prime
due sono vere (buon giorno e buona sera), la terza significa "Lo sa che
Pillàn è un perfetto idiota?" (risposta: sí). La quarta non è russo, è
italiano scritto in cirillico, e si legge "Non mi prendi per il culo".
Era facile sospettare che in russo scrivevi qualche volgarità per cui ho
ottenuto gli interrogativi con un passaggio sul Blocco Note.
Post by Nicola Nobili
Infine (e questa è la piú grossa, nella foga ha proprio perso ogni
spirito di osservazione): il messaggio andava spessissimo a capo, e la prima
lettera di ogni riga era maiuscola. Mettendo di fila queste maiuscole
Pillàn, coglione, chi pensi di ingannare?
Senti bimbo, prova a leggere con attenzione l'introduzione al carteggio.
........................................................................
Appena Momo svela di non chiamarsi proprio così il pesciolino scopre che
sotto l'appetitoso vermetto c'è la punta dell'amo. Compone un acrobatico
insulto in verticale maiuscolo, si pappa il vermetto e fugge via. Beh,
io non volevo ferire il pesciolino, solo studiarlo, stuzzicarlo,
divertirmi.
........................................................................

Se non mi fossi accorto di niente a cosa si riferisce l'acrobatico
insulto in verticale maiuscolo?
Post by Nicola Nobili
Si tratta di dati oggettivi. Lui credeva di avermi raggirato, ma in
realtà sono io che mi sono divertito a sbeffeggiarlo.
E speriamo che questa farsa abbia termine!
Saluti,
Nicola
Se lo dici tu...

Ti ho dimostrato che:
- ho riconosciuto la prima colonna
(trucco da me già usato con John Konceit)
- ho individuato i numeri
- ho censurato il russo.
- ho fatto di tutto per farti capire chi ero
(Momo non è il mio vero nome, capito?)

Ora, Nicola, tira pure fuori il messaggino subliminale presente già
nella prima risposta... Avendo il lecitissimo sospetto non compromettevi
alcunché se Momo non fosse stata virtuale mi aspetto che ci sia.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
GCPillan
2003-11-14 17:50:09 UTC
Permalink
Post by heliogabalus
trovo estremamente scorretto il fatto che tu abbia divulgato queste lettere
private , da cui , peraltro , la figura di nicola nobili esce limpida
Limpida?

Posso dire che sei hai gravi turbe psichiche?
Post by heliogabalus
particolarmente grave trovo l ' aver riportato in pubblico il suo numero di
telefono privato
Non c'è nessun numero di telefono privato.
Post by heliogabalus
non mi pento di averti difeso di recente , perchè ti vedevo attaccato da
tutti e un istinto che mi porto appresso da quando ero piccolo mi ha sempre
suggerito di proteggere chi si trova in condizioni di debolezza
Quindi non hai visto attacchi di alcun tipo in uno che mi da del
coglione scrivendo a persone che manco conosce.
Post by heliogabalus
ma ora , preso atto anche della tua dichiarazione di aver usato dei trucchi
verso nicola invece che comportarti lealmente con lui , identificandomi per
un attimo con te , provo solo vergogna
Dimentichi il fatto che Nicola ha dichiarato divertente prendersi gioco
di me. Se vuoi "identificarti con me" provvedi a darmi il tuo nome e
cognome e città REALI che provvedo a inviare in giro email in cui sparo
ogni forma di menzogna sul tuo conto. Poi puoi dire di "identificarti".
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
heliogabalus
2003-11-15 00:56:25 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Post by heliogabalus
trovo estremamente scorretto il fatto che tu abbia divulgato queste lettere
private , da cui , peraltro , la figura di nicola nobili esce limpida
Limpida?
Posso dire che sei hai gravi turbe psichiche?
mettiti nei miei panni

leggo il tuo post di 18 k , e lo prendo per oro a 18 karati

poi , dai messaggi di nicola e dai tuoi , scopro che era tutto un double
jeux

a questo punto devo introdurre la distinzione freudiana fra contenuto
manifesto e latente dei sogni [ anche se questo comincia ad assomigliare a
un incubo : ) ]

tu pubblichi un messaggio di nicola in cui questi comunica privatamente a
momo i suoi numeri di telefono : mi fido del contenuto manifesto , e mi
indigno per il fatto che tu li abbia divulgati

poi vengo a scoprire i contenuti latenti : nicola aveva mangiato la foglia ,
e aveva trasmesso dei numeri fittizi ; tu ti eri reso conto del trucco ,
consultando le pagine bianche , e avevi rilanciato

ma quando ho espresso la mia disapprovazione non sapevo di tutti i
retroscena : ed ecco perchè ho giudicato il comportamento di nicola limpido

infatti , dalle sue repliche , evincevo ( contenuto manifesto ) che
replicava ai tuoi messaggi , da te preliminarmente additati come insidiosi ,
in maniera innocente

ora , che sono a conoscenza del contenuto latente , continuo tuttavia a
ritenere limpido il suo comportamento : mi sembra giusto , infatti , che
colui al quale vengano tesi laccioli e reti se ne difenda con ogni astuzia

piuttosto , spiegami la ragione del tuo comportamento : perchè lo tratti
come un pesciolino al quale tendere un amo ? perchè agire verso di lui in
maniera subdola ? qual è , confidami , la chiave del tuo profondo
risentimento nei suoi confronti ? avrai notato che , in una risposta a
nicola , ho citato una favola in cui momus , interpellato da giove su quale
dio avesse forgiato il prodotto migliore , negò tale capacità a tutti

momus lo fece per invidia , ma non credo , francamente , che tu sia afflitto
da tale peste ; e allora , perchè ?
Post by GCPillan
Post by heliogabalus
non mi pento di averti difeso di recente , perchè ti vedevo attaccato da
tutti e un istinto che mi porto appresso da quando ero piccolo mi ha sempre
suggerito di proteggere chi si trova in condizioni di debolezza
Quindi non hai visto attacchi di alcun tipo in uno che mi da del
coglione scrivendo a persone che manco conosce.
proprio perchè ho visto un sacco di attacchi nei tuoi confronti ho deciso di
spendere una parola a favore tuo , contro , direi , i pareri di tutti quelli
che si sono espressi nel ng , a parte paolo bonardi
Post by GCPillan
Post by heliogabalus
ma ora , preso atto anche della tua dichiarazione di aver usato dei trucchi
verso nicola invece che comportarti lealmente con lui , identificandomi per
un attimo con te , provo solo vergogna
Dimentichi il fatto che Nicola ha dichiarato divertente prendersi gioco
di me. Se vuoi "identificarti con me" provvedi a darmi il tuo nome e
cognome e città REALI che provvedo a inviare in giro email in cui sparo
ogni forma di menzogna sul tuo conto. Poi puoi dire di "identificarti".
capisco il tuo stato d ' animo , e me ne dispiace

però , se uno ti dileggia , perchè far ricorso a truccchi per combatterlo ?

personalmente ( e sono stato oggetto a numerose attenzioni di questo tipo ,
negli ultimi tempi ) preferisco uno sdegnoso silenzio

ciao

heliogabalus

--
' Est enim philosophia paucis contenta judicibus, multitudinem consulto ipsa
fugiens, eique suspecta et invisa '
Cic., Tusc.quaest., lib. II, cap. I
Nicola Nobili
2003-11-15 15:58:00 UTC
Permalink
heliogabalus
Post by heliogabalus
ora , che sono a conoscenza del contenuto latente , continuo tuttavia a
ritenere limpido il suo comportamento
Certo. L'unica cosa manifestamente scorretta, moralmente quanto
legalmente, è cercare (peraltro invano) di ingannare il prossimo, nonché
pubblicare lettere private. Ma ormai lo sappiamo che fa sempre cosí, senza
speranza. Dovrei aggiungerlo alla lista degli avvertimenti che mando in giro
alle vittime di turno: ricorda che tutto ciò che gli scriverai in privato
verrà reso pubblico subdolamente, e senza che nemmeno si prenda la briga di
chiederti il permesso. Trattandosi di evento vero e facilmente verificabile,
non si tratta certo di diffamazione.
Post by heliogabalus
mi sembra giusto , infatti , che
colui al quale vengano tesi laccioli e reti se ne difenda con ogni astuzia
Infatti, i pazzi li eviti oppure li capisci in quanto pazzi, cercare di
agire da persona normale non ha senso.
Post by heliogabalus
piuttosto , spiegami la ragione del tuo comportamento : perchè lo tratti
come un pesciolino al quale tendere un amo ? perchè agire verso di lui in
maniera subdola ?
Perché gli scoccia terribilmente che abbia capito quale individuo
sfigato e insulso sia, e perché visti i miei filtri non ha alcun modo di
raggiungermi se non subdolamente. Occorre capire il tipo di individuo di
fronte al quale ci troviamo, non pensare a come ragionerebbe una persona
normale al riguardo.
Post by heliogabalus
Post by GCPillan
Quindi non hai visto attacchi di alcun tipo in uno che mi da del
coglione scrivendo a persone che manco conosce.
proprio perchè ho visto un sacco di attacchi nei tuoi confronti ho deciso di
spendere una parola a favore tuo , contro , direi , i pareri di tutti quelli
che si sono espressi nel ng , a parte paolo bonardi
Eh, già! Se collezionassimo tutti i messaggi in cui qualcuno si lamenta
dell'individuo, creiamo un newsgroup apposito! Eppoi non do del "coglione" a
nessuno scrivendo a persone che non conosco: scrivo messaggi ai poveracci di
turno che stanno cadendo nel tranello, per informarli, citando episodî
oggettivi, quanto sia inutile e pericoloso avere a che fare coll'individuo.
E tutti concordano con me, e quasi sempre ringraziano. E quella Momo non era
certo una sconosciuta: avendo capito súbito di chi si trattava, gli ho detto
in faccia quello che pensavo, non è certo diffamazione.
Post by heliogabalus
però , se uno ti dileggia , perchè far ricorso a truccchi per combatterlo ?
"Dileggiare" è un verbo inadatto: l'ho fatto nella corrispondenza con
Momo, perché se l'è cercata. Io sparo sentenze che fanno piú male, perché
sono vere.
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
GCPillan
2003-11-15 17:12:50 UTC
Permalink
Post by Nicola Nobili
Dovrei aggiungerlo alla lista degli avvertimenti che mando in giro
alle vittime di turno: ricorda che tutto ciò che gli scriverai in privato
verrà reso pubblico subdolamente, e senza che nemmeno si prenda la briga di
chiederti il permesso. Trattandosi di evento vero e facilmente verificabile,
non si tratta certo di diffamazione.
E' più limpido esporre le proprie affermazioni pubblicamente o inviarle
SUBDOLAMENTE a persone che manco le hanno chieste?

Non avrei nessun problema ad inviare "privatamente" a tutti i
frequentatori di questo NG prove inconfutabili delle tue menzogne.

Ma non lo faccio, non scendo a questi mezzi SUBDOLI per portare acqua al
mio mulino.
Post by Nicola Nobili
Eh, già! Se collezionassimo tutti i messaggi in cui qualcuno si lamenta
dell'individuo, creiamo un newsgroup apposito! Eppoi non do del "coglione" a
nessuno scrivendo a persone che non conosco: scrivo messaggi ai poveracci di
turno che stanno cadendo nel tranello, per informarli, citando episodî
oggettivi, quanto sia inutile e pericoloso avere a che fare coll'individuo.
E tutti concordano con me, e quasi sempre ringraziano.
Una menzogna evidente e facilmente dimostrabile.
Se contiamo le persone che Nicola ha mandato a stendere solo perché
l'hanno contraddetto facciamo una lista ben più lunga di quelli che
hanno aderito al suo risibile appello.

Se invece riuscissimo a contare tutte le persone che hanno insultato
Nicola per i suoi atteggiamenti arroganti...
Post by Nicola Nobili
E quella Momo non era
certo una sconosciuta: avendo capito súbito di chi si trattava, gli ho detto
in faccia quello che pensavo, non è certo diffamazione.
Potevi avere il sospetto, anche forte, ma non la certezza.
Inoltre hai fatto lo stesso anche con almeno una persona reale che ha
scelto di recapitarmi copia di quel che fai.
Post by Nicola Nobili
"Dileggiare" è un verbo inadatto: l'ho fatto nella corrispondenza con
Momo, perché se l'è cercata. Io sparo sentenze che fanno piú male, perché
sono vere.
Vere?
Metà di quel che affermi sul mio conto è assolutamente falso.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
GCPillan
2003-11-15 16:40:13 UTC
Permalink
Post by heliogabalus
ora , che sono a conoscenza del contenuto latente , continuo tuttavia a
ritenere limpido il suo comportamento : mi sembra giusto , infatti , che
colui al quale vengano tesi laccioli e reti se ne difenda con ogni astuzia
Sono d'accordo sulla tua tesi.

Ma parti da un'ipotesi sbagliata: non è andata così.

Nicola ha tenuto due comportamenti ben distinti.
Il primo è quello che normalmente tiene quando deve spiegare quanto io
sia un soggetto da rifiutare. Capisco che è "normale" sia perché lo
stile di scrittura è il suo classico perfezionista (circonflessi
eccetera) ma soprattutto perché combacia con quello tenuto con persona
reale che m'ha inviato privatamente analoga lettera da lui ricevuta.

Il secondo comportamento è stato il completo scadimento di stile sia sul
piano linguistico (errori di battitura, niente circonflessi) che sul
piano dei contenuti (evita il dettaglio descrittivo, usa parole volgari
in tutto maiuscolo, s'inventa i numeri del sexy shop).

Queste due fasi le puoi verificare da te, magari ti accorgi pure di
qualche dettaglio che m'è sfuggito.

Veniamo ora al comportamento "limpido".
Qui si tratta di un mio parere.

Nella prima fase Nicola mi diffama scrivendo a persona che, nonostante i
sospetti, poteva benissimo essere una nuova arrivata reale. Sul perché
considero diffamazioni certe affermazioni, se mai ce ne fosse il bisogno
lo spiegherò in futuro. Ma sul fatto che certe affermazioni lui le abbia
fatte a Momo così come ad altre persone non c'è alcun dubbio.

Il punto fondamentale su cui mi sembra ovvio convenire, è che queste
lettere che a mia insaputa raggiungono varie persone mi descrivono in
modo decisamente negativo. Se questi aspetti sono falsi si tratta di
diffamazione. Ma anche se fossero veri non mi pare sia un comportamento
"limpido". E' limpido, pulito, un comportamento neutro o come minimo
trasparente.

Trasponiamo la vicenda sul mondo del lavoro.
Paperino e Paperoga lavorano in ufficio per Paperone.

Paperino scrive un'email a Paperone sul suo collega Paperoga. Scrive che
Paperoga è un inetto pasticcione e che sbaglia ogni cosa. Lo fa di
nascosto da Paperoga così che Paperoga non può neppure replicare.

Anche Paperoga scrive un'email a Paperone sul suo collega Paperino.
Scrive che Paperino è un gran dormiglione e che non fnisce mai un
lavoro. M mette in copia anche Paperino così che il suo collega può
replicare se lo ritiene necessario.

Chi dei due tiene un comportamento "limpido"?

Nella seconda fase, quando Nicola manifesta la certezza del tranello, è
naturale non aspettarsi correttezza da parte della vittima. Quello che
Nicola ha tentato senza successo di fare è ripagarmi con ugual moneta.
Ha finto una risposta normale pensando che non mi accorgessi di nulla,
né della frase in prima colonna (se non la evidenziava col maiuscolo
FORSE non l'avrei notata), né dei numeri falsi, né delle false
traduzioni. Lui, si sa, si considera intellettualmente più astuto... ma
non lo è neppure rispetto ad una ragazzina adolescente. Una ragazzina,
quando parla di "lezioni dal vivo" non si aspetta certo due numeri di
telefonia fissa ma semmai un cellulare e non si aspetta quattro frasette
tradotte in fondo ad una email. Nessuna persona mediamente intelligente
avrebbe considerato autentica quella lettera. Ma Nicola è pronto a
gloriarsi nonostante il suo fallimento.

Non mi pare che il prendersi in giro sia un comportamento limpido. Né da
parte mia, né da parte sua.
Post by heliogabalus
piuttosto , spiegami la ragione del tuo comportamento : perchè lo tratti
come un pesciolino al quale tendere un amo ?
Il mio comportamento SEGUE (non precede) il suo.

Lui ha usato parole ben meno gentili per spiegare la sua attività.

Il suo scopo dichiarato é prendere per il culo una persona che odia e
detesta allo scopo che quanta più gente possibile arrivi a detestarlo.

Il mio scopo è duplice. C'è l'aspetto del divertimento e c'è l'obiettivo
di difendermi dalla sua opera diffamatoria. La settimana prossima, se ti
interessa, leggerai qualcosa a proposito.

Spero di averti risposto sulle motivazioni, per cui taglio buona parte
delle domande simili.
Post by heliogabalus
però , se uno ti dileggia , perchè far ricorso a truccchi per combatterlo ?
Mi serviva il "Volantino" di cui Nicola parlava pubblicamente.
L'ho anche chiesto su NG, ma ne ho ricevuto una sola copia.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
heliogabalus
2003-11-16 04:10:11 UTC
Permalink
.............
Post by GCPillan
Trasponiamo la vicenda sul mondo del lavoro.
Paperino e Paperoga lavorano in ufficio per Paperone.
Paperino scrive un'email a Paperone sul suo collega Paperoga. Scrive che
Paperoga è un inetto pasticcione e che sbaglia ogni cosa. Lo fa di
nascosto da Paperoga così che Paperoga non può neppure replicare.
Anche Paperoga scrive un'email a Paperone sul suo collega Paperino.
Scrive che Paperino è un gran dormiglione e che non fnisce mai un
lavoro. M mette in copia anche Paperino così che il suo collega può
replicare se lo ritiene necessario.
Chi dei due tiene un comportamento "limpido"?
paperoga , ovviamente

solo che , nel nostro caso , paperoga non si è limitato a scrivere a
paperone ( cioè al ng ) , ma ha indirizzato lettere private a paperino
celando la sua identità

Quello che
Post by GCPillan
Nicola ha tentato senza successo di fare è ripagarmi con ugual moneta.
Ha finto una risposta normale pensando che non mi accorgessi di nulla,
né della frase in prima colonna (se non la evidenziava col maiuscolo
FORSE non l'avrei notata), né dei numeri falsi, né delle false
traduzioni. Lui, si sa, si considera intellettualmente più astuto...
non credo , davvero , che si consideri intellettualmente superiore a te

lo ritengo troppo intelligente per non aver capito che chi si ritiene più
intelligente degli altri è un frustrato

tu sarai indubbiamente più intelligente di me in meccanica : ma dammi i tuoi
studi , il tuo lavoro , le tue esperienze nel settore , e saprò mettermi al
par tuo

in altri termini , l ' intelligenza è frutto di lavoro

tu lo sai che i razzisti hanno usato i test del quoziente d ' intelligenza
per dimostrare che i bianchi sono superiori ai neri ? facevevano presto :
prendevano un ragazzino cresciuto ad harlem , un altro vissuto in una
famiglia di insegnanti bianchi , e i risultati li confortavano
immancabilmente

ritengo , piuttosto , che nicola nobili si ritenga superiore a te
moralmente , e il gioco gli riuscirà facile finchè continuerai a lanciargli
accuse

chiunque , sentendosi accusato ingiustamente , non può che deridere
il suo ' accusatore '

e qui veniamo al punto : si può conoscere la causa prima della tua ' accusa
infinita ' ?
Post by GCPillan
Il mio comportamento SEGUE (non precede) il suo.
finalmente

tiro un sospiro di sollievo , perchè confermi ciò che avevo sempre
sospettato : che tutta questa disputa abbia una precisa origine :
un giorno , una lettera , una reazione

è ovvia la mia richiesta : non potresti precisare ?

ciao

heliogabalus

--
' Est enim philosophia paucis contenta judicibus, multitudinem consulto ipsa
fugiens, eique suspecta et invisa '
Cic., Tusc.quaest., lib. II, cap. I
Nicola Nobili
2003-11-16 14:15:05 UTC
Permalink
heliogabalus
Post by heliogabalus
non credo , davvero , che si consideri intellettualmente superiore a te
E invece qui ti sbagli: io sono un tipo schietto, e non mi faccio
problemi a dire che mi ritengo assai piú intelligente (e soprattutto meno
disturbato) dell'individuo. Il che non è un grande complimento,
intendiamoci.
Guarda soltanto questo filone: si può essere piú cretini di uno che, da
solo, gratuitamente, si getta una montagna di cacca addosso? Ma dico, non
solo assumi false identità per raggirare il prossimo (cosa moralmente
schifosa, oltre che disgustosa), non solo pubblichi lettere private (altra
azione inqualificabile, ma ormai lo sappiamo che è un suo leitmotiv), ma per
giunta, pubblica messaggi in cui io NON DICO NULLA DI COMPROMETTENTE!
L'unica cosa che faccio (peraltro con grande nonchalance) è prenderlo in
giro frustrando il suo giochino.
E i messaggi sono eterni! Quindi, per l'eternità, se qualcuno si
prenderà il disturbo di leggere, dirà: "Guarda un po' quel coglione di
Ivrea! Uno lo sbugiarda, lo prende per il culo, e lui tutto contento lo
rende pubblico, pensando di aver fatto una gran bella cosa!".
Già, come dicevi giustamente, questa storia, semmai, mi ha permesso di
farmi quattro risate e di dimostrare una certa scaltrezza. Ma questo noi lo
sappiamo, e lui non lo ammetterà mai, quindi temo che il tuo gentile
tentativo di fargli capire che nessuno può pensare male di me leggendo quel
filone sia sprecato. Fai come gli altri: ridi e tira avanti.
Post by heliogabalus
lo ritengo troppo intelligente per non aver capito che chi si ritiene più
intelligente degli altri è un frustrato
Non "degli altri". Ma di qualcun altro sí. Ci sono tante persone
intelligenti al mondo, ma di tante non esito a ritenermi piú intelligente.
Va bene l'umiltà, ma bisogna anche capire i proprî meriti, non credi?
Post by heliogabalus
tu sarai indubbiamente più intelligente di me in meccanica : ma dammi i tuoi
studi , il tuo lavoro , le tue esperienze nel settore , e saprò mettermi al
par tuo
in altri termini , l ' intelligenza è frutto di lavoro
Beh, ANCHE. Comprendo che definire "intelligenza" sia un'impresa
difficile, ma mi sembra innegabile che certuni nascano piú dotati di altri.
Vedi un caso famoso: J.S. Bach. Costui, per umiltà, diceva sempre agli
allievi che, quando si fossero impegnati quanto lui e cólla medesima
assiduità, sarebbero diventati musicisti pari a lui. Eppure, anche se alcuni
suoi allievi sono divenuti grandi musicisti, nessuno lo ha saputo
eguagliare. Non era certo una mancanza di volontà o impegno: semplicemente,
Bach era per natura migliore di loro.
Analogamente, un genio come Michelangelo, pur non essendo mai stato
pittore, quando gli fu commissionata la Cappella Sistina creò,
improvvisandosi pittore, una delle piú grandi opere di questa arte, mentre
tanti, in anni e anni di fatiche, non sono mai arrivati nemmeno a sognare
un'opera del genere.
Io stesso, per esempio, andavo benissimo in matematica, e ho fatto il
liceo scientifico. Eppure non era la mia strada, tant'è che ho dimenticato
tantissimo quando ho smesso di studiarla con regolarità, mentre nell'àmbito
linguistico, partendo dallo stesso livello di altri, mi sono distinto
immediatamente, dopo lo stesso numero di lezioni.
Questo solo per dire che non si deve negare l'evidenza: l'intelligenza è
anche, se non soprattutto, un dono di natura, il merito (o demerito)
dell'uomo è quello di metterla a frutto.
Post by heliogabalus
ritengo , piuttosto , che nicola nobili si ritenga superiore a te
moralmente , e il gioco gli riuscirà facile finchè continuerai a lanciargli
accuse
Certamente, mi ritengo tale. Ma, nuovamente, non è un grande
complimento. Eppoi, scusa, io ho SUBITO la corrispondenza fasulla, mentre
lui ha cercato di ingannarmi. Chiunque può vederlo. Chi sarebbe quello
"moralmente superiore"?

Per inciso, posso chiederti una cosetta che mi frulla in testa da un po?
Come mai tu, con grande coerenza, usi solo le minuscole e lasci sempre uno
spazio prima del segno di interpunzione?
Post by heliogabalus
chiunque , sentendosi accusato ingiustamente , non può che deridere
il suo ' accusatore '
Il quale poi lo sbatte ai quattro venti, tanto per far sapere a tutti di
come è stato preso in giro. Questo è proprio l'apice!
Post by heliogabalus
tiro un sospiro di sollievo , perchè confermi ciò che avevo sempre
Oh, no, non proprio... O meglio, l'origine è forse una, chiara e
precisa, ma per questo devi consultare uno psicanalista, chiedere al diretto
interessato non sortirà alcun effetto...
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
GCPillan
2003-11-16 18:54:48 UTC
Permalink
[...] pubblica messaggi in cui io NON DICO NULLA DI COMPROMETTENTE!
Ci sono tutti gli estremi per una denuncia per diffamazione.
E i messaggi sono eterni! Quindi, per l'eternità, se qualcuno si
prenderà il disturbo di leggere, dirà: "Guarda un po' quel coglione
Chi si prendesse mai il disturbo non avrà quella benda sugli occhi
rappresentata dal suo filtro per cui si accorgerà, leggendo la mia
introduzione, che non sono affatto caduto nei suoi tranelli.
Già, come dicevi giustamente, questa storia, semmai, mi ha permesso di
farmi quattro risate e di dimostrare una certa scaltrezza.
Scaltrezza non sufficiente.

Il reato di diffamazione commesso da Nicola è ora evidente.
L'ultima risata me la son fatta io a leggere Nicola che cantava vittoria
per numeri privati pubblicati, insulti in cirillico pubblicati, insulti
in maiuscolo cui era certo che non mi fossi accorto.
Ma questo noi lo
sappiamo, e lui non lo ammetterà mai, quindi temo che il tuo gentile
tentativo di fargli capire che nessuno può pensare male di me leggendo quel
filone sia sprecato. Fai come gli altri: ridi e tira avanti.
Io penso male di chi diffama altre persone mandando in giro lettere con
evidenti falsità. E non sono l'unico, tant'è che la legge lo punisce.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
heliogabalus
2003-11-18 02:40:50 UTC
Permalink
Post by heliogabalus
heliogabalus
Post by heliogabalus
non credo , davvero , che si consideri intellettualmente superiore a te
E invece qui ti sbagli: io sono un tipo schietto, e non mi faccio
problemi a dire che mi ritengo assai piú intelligente (e soprattutto meno
disturbato) dell'individuo.
che una buona fatina ti conservi tale schiettezza in perpetuo
Post by heliogabalus
Fai come gli altri: ridi e tira avanti.
non posso , mi manca un elemento fondamentale per farlo : la cattiveria del
destinatario dei lazzi

posso ridere del presuntuoso sbugiardato , del violento colto in un attimo
di debolezza , del tristo seduttore che s ' innamora

ma giancarlo manifesta il rancore di chi si sente trattato ingiustamente :
che poi a questo stato d ' animo abbia reagito in maniera giusta o
sbagliata , è un ' altra storia

ora , quando trovo qualcuno che SI LAMENTA per qualsivoglia ragione , aguzzo
le orecchie e socchiudo la porta del cuore

certo , se dovessi farlo di fronte a tutte le situazioni tristi che si
presentano sulla faccia della terra , verrei presto mutato in una statua di
sale : ma questo è il ng che frequento , qui passo una parte della mia
vita , e perciò non rido come fanno gli altri , ma mi corruccio
Post by heliogabalus
Comprendo che definire "intelligenza" sia un'impresa
difficile, ma mi sembra innegabile che certuni nascano piú dotati di altri.
non si deve negare l'evidenza: l'intelligenza
è
Post by heliogabalus
anche, se non soprattutto, un dono di natura, il merito (o demerito)
dell'uomo è quello di metterla a frutto.
certo

tutto sta ad intendere questo dono non come qualche cosa che piova
dall ' alto , come vogliono i creazionisti , ma come il risultato
di ' blood , sweat and tears ' nel corso di milioni di anni : e so , dicendo
questo , di sfondare una porta aperta , avendo tu difeso il mio darwinismo
tanto tempo fa

se bach aveva , fin dalla nascita , più talento musicale dei suoi
contemporanei , non può che averlo ereditato

se l ' uomo è più intelligente della scimmia , non è perchè ' qualcuno ' ci
ha voluto ' creare ' diversi : è perchè qualche scimmia , per così dire , si
è fatta un mazzo superiore alle altre , come tu implicitamente riconosci
parlando di ' meriti '

quel che volevo dire , quindi , affermando che non credo proprio che ti
ritieni intellettualmente superiore a giancarlo , è che sono sicuro che non
pensi che i tuoi meriti rispetto a lui siano dovuti a un sangue
blu rispetto ad uno plebeo , ma , eventualmente , alle fatiche intellettuali
che hai compiuto nel corso della tua vita

ove questo fosse dovuto a qualità che hai acquisito geneticamente , è
ovvio , non sarebbe merito tuo , ergo la constatazione della tua
superiorità
intellettuale rispetto a giancarlo sarebbe irrilevante
Post by heliogabalus
Per inciso, posso chiederti una cosetta che mi frulla in testa da un po?
Come mai tu, con grande coerenza, usi solo le minuscole e lasci sempre uno
spazio prima del segno di interpunzione?
la spiegazione è puerile , e te la fornirei volentieri se nel ng fossero
tutti innocui ( nel senso buono della parola ) come te : ma qui abbiamo
anche i lupi , come hai potuto appurare nel thread venatorio , e se lo
facessi sarei sommerso dal ridicolo

scusami

saluti

heliogabalus
--
' Est enim philosophia paucis contenta judicibus, multitudinem consulto ipsa
fugiens, eique suspecta et invisa '
Cic., Tusc.quaest., lib. II, cap. I
GCPillan
2003-11-18 23:25:07 UTC
Permalink
Deridere colui che mi diffama mi pare una reazione proporzionata.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
heliogabalus
2003-11-19 02:30:37 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Deridere colui che mi diffama mi pare una reazione proporzionata.
ok

quanto a me , speravo in una soluzione pacifica

constatato che non si può , non mi resta che affermare la mia stima sia nei
tuoi che nei suoi confronti

dopodichè , non mi immischierò più in ogni questione che riguardi il vostro
contendere

buon duello

heliogabalus
--
' non basterebbe tutta l ' acqua del mare a lavare una macchia di sangue
intellettuale '
Lautréamont
GCPillan
2003-11-19 19:28:12 UTC
Permalink
Post by heliogabalus
quanto a me , speravo in una soluzione pacifica
La soluzione pacifica è quella che desidero anche io.
E' Nicola Nobili a non volerla.
Post by heliogabalus
constatato che non si può , non mi resta che affermare la mia stima sia nei
tuoi che nei suoi confronti
Allora sappi che io non stimo una persona che dopo aver sollevato un
problema non prende poi il tempo necessario a considerare le risposte.

Qui non ha importanza chi dei due ha ragione sul significato di
/paragraph, ma chi ha mentito e chi no.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
heliogabalus
2003-11-19 20:48:37 UTC
Permalink
Post by GCPillan
sappi che io non stimo una persona che dopo aver sollevato un
problema non prende poi il tempo necessario a considerare le risposte.
pazienza

heliogabalus
GCPillan
2003-11-19 23:03:34 UTC
Permalink
Post by heliogabalus
Post by GCPillan
sappi che io non stimo una persona che dopo aver sollevato un
problema non prende poi il tempo necessario a considerare le risposte.
pazienza
heliogabalus
Stavo osservando una cosuccia in tutta questa faccenda.
Forse degna di una ricerca universitaria sul linguaggio.

Osservo frequentemente che si tenta di risparmiare tempo anche saltando
quello che si sta leggendo, che si sceglie di leggere. C'è il desiderio
di tagliar corto, di passar subito alla risposta senza aver prima capito
ciò che s'è letto. Può capitare anche a me, non lo escludo. Ovviamente
io lo scopro negli altri.

Ad esempio heliogabalus il 15/11 mi risponde scrivendo:
.......................................................
mettiti nei miei panni leggo il tuo post di 18 k , e lo
prendo per oro a 18 karati poi , dai messaggi di nicola
e dai tuoi , scopro che era tutto un double jeux
.......................................................

Ma, mi chiedo, l'introduzione è stata letta e capita o
heliogabalus è corso subito a leggere le lettere saltando
la premessa? Sono tuttora convinto che nell'introduzione
sia spiegato abbastanza bene che Momo è un personaggio
di fantasia e che Nicola s'era accorto del gioco.
Riporto qui quell'introduzione.


--------------------------------------------------------
--------------------------------------------------------
Secondo me "virtuale" è un termine usato spesso a sproposito.
Giusto qualche giorno fa, ZioBit esprimeva il suo desiderio di
incontrarmi dal vivo, situazione in cui sarei stato forse "ragionevole"
a differenza che "nel virtuale". Ma purtroppo io sono maledettamente
reale sia dal vivo che quando scrivo! Irragionevole o ragionevole,
sempre reale. Virtuale lo lascerei per qualificare un personaggio di
fantasia, come una ragazza di nome Shôko o una ragazza di nome Momo.

Quello che segue è un freschissimo carteggio privato tra una persona
reale e una creatura virtuale. Una "nuova arrivata" getta il suo piccolo
amo per acchiappare le cosiddette "quattro righe" di Nicola che
costituiscono il "benvenuto" al NG o meglio un utile avviso sul
personaggio che lo infesta con le sue turbe psichiatriche.

In altre parole l'oggetto del carteggio elettronico sono io.

Appena Momo svela di non chiamarsi proprio così il pesciolino scopre che
sotto l'appetitoso vermetto c'è la punta dell'amo. Compone un acrobatico
insulto in verticale maiuscolo, si pappa il vermetto e fugge via. Beh,
io non volevo ferire il pesciolino, solo studiarlo, stuzzicarlo,
divertirmi.

Il tutto è rigorosamente integrale, autentico, non ritoccato né
commentato in alcun modo. Ah, i benpensanti si fermino qui.
--------------------------------------------------------
--------------------------------------------------------

Ora, cosa significa "i benpensanti si fermino qui"?
Che quelli che han da criticare l'esibizione del nudo non dovrebbero
sfogliare tutta la rivista e poi dire scandalizzati che c'era il nudo.
Quel nudo è rivolto a chi voleva vederlo, quei numeri, quegli insulti,
quel doppio gioco erano per chi voleva vederli.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
GCPillan
2003-11-16 19:14:13 UTC
Permalink
Post by heliogabalus
solo che , nel nostro caso , paperoga non si è limitato a scrivere a
paperone ( cioè al ng ) , ma ha indirizzato lettere private a paperino
celando la sua identità
Proprio non ci arrivi. Questa che citi è la seconda fase, il cavallo di
Troia usato per smascherare il gioco sporco di Paperino. Con l'inganno
ho evidenziato che il suo comportamento è tutt'altro che limpido perché
da anni costui mi diffama scrivendo email cui non posso controbattere.

Non nego certo di averlo ingannato. Ma l'inganno è CONSEGUENZA del suo
diffamarmi ed un METODO per scoprire in cosa consiste la diffamazione.
Post by heliogabalus
Post by GCPillan
traduzioni. Lui, si sa, si considera intellettualmente più astuto...
non credo , davvero , che si consideri intellettualmente superiore a te
lo ritengo troppo intelligente per non aver capito che chi si ritiene più
intelligente degli altri è un frustrato
Veramente io mi riferivo alla sua "astuzia nell'ingannare".

Ti porto solo due prove tra molteplici che potrei farti...

NIcola ha scritto il 14 alle 11:48....................................
Infine (e questa è la piú grossa, nella foga ha proprio perso ogni
spirito di osservazione): il messaggio andava spessissimo a capo, e la
rima lettera di ogni riga era maiuscola. Mettendo di fila queste
maiuscole (evidentissime sullo schermo!) compariva la frase:
PILLANCOGLIONECHIPENSIDIINGANNARE, ossia (lo traduco, sennò non
capisce): Pillàn, coglione, chi pensi di ingannare?
.....................................................................

Io avevo scritto, ben DODICI ore prima, quando presentavo il carteggio:
.....................................................................
[...] Compone un acrobatico insulto in verticale maiuscolo, [...]
.....................................................................

Mi pare dimostrato che Nicola crede davvero di aver a che fare con un
ingenuo. Giancarlo che non s'accorge di nulla, pubblica numeri privati,
pubblica frasi in cirillico che non conosce... cos'è questo se non un
piano (fallito) di competere in astuzia ingannatoria sicuri d'essere più
furbi?

Seconda prova.
Ieri Nicola prende un pezzo di laverdure, taglia via il mio nome e
le mie righe e finge che il discorso NON riguardi le sue email di
diffamazione. Così facendo egli, non solo tenta di prendere in
giro me, ma chiunque lo stia leggendo. Te compreso.

Al di là delle prove, io avevo scritto "si sa" perché ritengo sia
evidente che lui tenti di usare l'astuzia per cavarsi d'impaccio.
L'astuzia non è legata alla competenza e alla cultura.
Post by heliogabalus
ritengo , piuttosto , che nicola nobili si ritenga superiore a te
moralmente , e il gioco gli riuscirà facile finchè continuerai a lanciargli
accuse
Ma spiegami un po': secondo te è moralmente lecito diffamare altre
persone con lettere private?
Nicola mi ha diffamato inviando lettere private.
Lui stesso l'afferma ed io ne ho due.
Non l'hai ancora capito questo?
Post by heliogabalus
e qui veniamo al punto : si può conoscere la causa prima della tua ' accusa
infinita ' ?
Fino a quando esisterà un heliogabalus qualsiasi che trova "limpido" ciò
che fa Nicola nei miei confronti, ci sarà motivo per spiegare come
stanno realmente le cose. Se Nicola non esponesse periodicamente le sue
menzogne non ci sarebbe per me alcun motivo per nominarlo.
Post by heliogabalus
tiro un sospiro di sollievo , perchè confermi ciò che avevo sempre
un giorno , una lettera , una reazione
Non è stato UN evento ben preciso, ma una serie di mie contestazioni ad
una piccola parte dei suoi scritti. Che so, "nella scrittura tailandese
si usano correntemente i caratteri cinesi". Magari il resto del pezzo
era ineccepibile ma, essendo io stato in Tailandia più volte, mi sono
impuntato a sostenere che nel loro alfabeto correntemente utilizzato in
libri e giornali il loro riccioluto alfabeto fonetico. Ma Nicola non
prende questa replica come un'osservazione basata sull'esperienza che
può servire a chiarire meglio il discorso. No, per lui ammettere un
errore è una sconfitta. Non potendo fare altro allora deve cercare di
ridicolizzarmi in qualche modo. Una saga ancor più lunga è quella della
traduzione di /paragraph in italiano. I dizionari mono e biligue e i
traduttori professionisti sanno che a seconda del contesto può essere
reso da /capoverso o da /paragrafo. Nicola non accetta nel modo più
assoluto che si traduca con /paragrafo ritenendolo un "false friend" (al
pari di fattoria per factory). Si rivolse quindi ad un suo professore e
mi invitò a scrivergli. Ottenuta la risposta che confermava quanto già
sapevo, gliela inviai privatamente e ne riportai la sostanza su NG.
Partì a questo punto l'offensiva di Nicola: a suo dire non avevo capito
niente e non esponevo correttamente la questione. Ma se ciò fosse stato
vero se ne sarebbe reso conto chiunque del NG, visto che quella lettera
l'avevo pubblicata su NG. Dopo (attenzione DOPO) che la mia email fu
pubblicata, Nicola sostenne che lui non aveva potuto mai vederla e che
sicuramente avevo travisato il suo pensiero. Ma grazie al fatto che
quella lettera era stata pubblicata anche questa menzogna fu scoperta.
L'ultima sua carta da giocare rimaneva quella di raccontare di un
Giancarlo che manipolava meschinamente addirittura il pensiero espresso
dal suo professore nella lettera privatamente ricevuta. Dopotutto
quella non l'aveva vista ancora nessuno e quindi il gioco sporco gli
veniva facile. Ecco perché anche quella lettera venne pubblicata.
A questo punto ogni menzogna era smascherata ma rimaneva l'appiglio
dell'immoralità dell'aver pubblicato quella lettera.

Capito perché pubblico le lettere?
Se puoi, prova per un momento a fare lo sforzo di non vedere la
pubblicazione di una lettera come rivelazione di faccende private
(perché non ce ne è alcuna) ma piuttosto di uno strumento per
smascherare chi pensa di raccontare menzogne senza essere scoperto.

Se ti interessa l'argomento, considera che questo mio pezzo del 20
aprile 2000 che riporto qui sotto era l'ennesimo, quasi un riassunto,
scritto dopo che Nicola esportò il noioso dibattito su cui non riusciva
ad aver ragione sul NG di lingua inglese sperando in sorte migliore.
.................................................................
Post by heliogabalus
Post by GCPillan
I know and showed, I think, that a paragraph, in English,
is just a piece of writing that starts on a new line and ends
when you go to a new line again.
Questa è una definizione sempliciotta di /paragraph.
Di diverso parere sono i dizionari Oxford e Merriam-Webster le cui
definizioni sono ben più articolate. Vediamole:

---- Oxford (fornita dallo stesso Nicola)
2. a. A distinct passage or section of a discourse, chapter, or book,
dealing with a particular point of the subject, the words of a distinct
speaker, etc., whether consisting of one sentence or of a number of
sentences that are more closely connected with each other than with what
stands before and after. Such a passage was at first usually indicated
by the mark described above; but afterwards, as now, by beginning on a
new line, which is indented or set back by the space of an _em-quad',
and ends without running on to the next passage; hence, in reference to
typography or manuscript, a paragraph is a portion of the text between
two such breaks; but, in a less technical sense, it is sometimes applied
to any passage which, from its nature, might or ought to be so indicated
in writing or printing.


---- Merriam-Webster (su web)
1 a : a subdivision of a written composition that consists of one or
more sentences, deals with one point or gives the words of one speaker,
and begins on a new usually indented line b : a short composition or
note that is complete in one paragraph
2 : a character (as ¶) used to indicate the beginning of a paragraph and
as a reference mark


Come i lettori potranno osservare, il /paragraph inglese ha un
significato ben più ampio dell'italiano "capoverso" nonché della
definizione di Nicola:
"just a piece of writing that starts on a new line and ends when you go
to a new line again."
Post by heliogabalus
Post by GCPillan
GCPillan (I don't like to quote people without mentioning their
names!)
Post by heliogabalus
Post by GCPillan
says that "paragraph" is the English equivalent of the Italian
"paragrafo",


Il mio nome è Giancarlo.
Inoltre non è esatto quanto affermato. Io mi attengo ai dizionari che
danno per /paragraph le seguenti traduzioni:

Secondo il SEI
(1) paragrafo; capoverso (2) trafiletto di giornale

Secondo l'HAZON
(1) paragrafo (2) capoverso (3) trafiletto (di giornale)

Ovvero /paragraph si tradurrà con paragrafo quando è un paragrafo e
capoverso quando è un capoverso. Mi sembra elementare!
Post by heliogabalus
Post by GCPillan
I would like all native speakers who feel like it to express their
opinion. Can a paragraph have more than one new line?
Mi dispiace di non poter partecipare al tuo test.
Non sono di madrelingua inglese e non posso certo darmi ragione da solo.
Ha provveduto a darmi ragione il tuo professore cui mi hai fornito
l'indirizzo affinché potessi sapere da un madrelingua che "ho detto solo
cazzate", tanto per usare le tue esatte parole.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
heliogabalus
2003-11-18 02:47:30 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Post by heliogabalus
ritengo , piuttosto , che nicola nobili si ritenga superiore a te
moralmente , e il gioco gli riuscirà facile finchè continuerai a lanciargli
accuse
Ma spiegami un po': secondo te è moralmente lecito diffamare altre
persone con lettere private?
Nicola mi ha diffamato inviando lettere private.
Lui stesso l'afferma ed io ne ho due.
Non l'hai ancora capito questo?
a costo di esasperarti , devo riaffermare che ciò che colgo è solo
l ' intramontabile disputa fra voi due : tu porti le prove della
diffamazione , lui replica che ciò è dovuto alle tue precedenti
scorrettezze , tu ribadisci
che esse sono dovute a sue provocazioni anteriori
Post by GCPillan
Post by heliogabalus
e qui veniamo al punto : si può conoscere la causa prima della tua ' accusa
infinita ' ?
Fino a quando esisterà un heliogabalus qualsiasi che trova "limpido" ciò
che fa Nicola nei miei confronti, ci sarà motivo per spiegare come
stanno realmente le cose. Se Nicola non esponesse periodicamente le sue
menzogne non ci sarebbe per me alcun motivo per nominarlo.
ma hai notato che lui parla di te solo dopo che tu hai fatto commenti ai
suoi messaggi ?

seguo il ng da molti anni , e tutto quel che posso ricordare ( senza
scomodare google per addurre prove ) è che :

1 ) nicola nobili inizia un thread o replica in un altro , senza nominarti ,
e tu intervieni trovando errori in ciò che ha detto

2 ) nicola nobili non replica direttamente , ma quando un interlocutore
riporta una parte del tuo messaggio la commenta negativamente

3 ) tu torni a replicare o direttamente a lui , o all ' interlocutore , e il
' gioco ' va avanti

un esempio ' live ' potrebbe essere proprio il thread
' Caro amico virtuale '

se dunque tu non commentassi più i suoi messaggi , non credi quindi che lui
smetterebbe di reagire negativamente ai tuoi , mancandogli la materia prima
?

a meno che tu non lo ritenga , nei tuoi confronti , portatore di
un ' peccato originale ' che neanche la fine del mondo potrà lavare
Post by GCPillan
Post by heliogabalus
tiro un sospiro di sollievo , perchè confermi ciò che avevo sempre
un giorno , una lettera , una reazione
Non è stato UN evento ben preciso, ma una serie di mie contestazioni ad
una piccola parte dei suoi scritti. Che so, "nella scrittura tailandese
si usano correntemente i caratteri cinesi". Magari il resto del pezzo
era ineccepibile ma, essendo io stato in Tailandia più volte, mi sono
impuntato a sostenere che nel loro alfabeto correntemente utilizzato in
libri e giornali il loro riccioluto alfabeto fonetico. Ma Nicola non
prende questa replica come un'osservazione basata sull'esperienza che
può servire a chiarire meglio il discorso. No, per lui ammettere un
errore è una sconfitta. Non potendo fare altro allora deve cercare di
ridicolizzarmi in qualche modo. Una saga ancor più lunga è quella della
traduzione di /paragraph in italiano. I dizionari mono e biligue e i
traduttori professionisti sanno che a seconda del contesto può essere
reso da /capoverso o da /paragrafo. Nicola non accetta nel modo più
assoluto che si traduca con /paragrafo ritenendolo un "false friend" (al
pari di fattoria per factory). Si rivolse quindi ad un suo professore e
mi invitò a scrivergli. Ottenuta la risposta che confermava quanto già
sapevo, gliela inviai privatamente e ne riportai la sostanza su NG.
Partì a questo punto l'offensiva di Nicola: a suo dire non avevo capito
niente e non esponevo correttamente la questione. Ma se ciò fosse stato
vero se ne sarebbe reso conto chiunque del NG, visto che quella lettera
l'avevo pubblicata su NG. Dopo (attenzione DOPO) che la mia email fu
pubblicata, Nicola sostenne che lui non aveva potuto mai vederla e che
sicuramente avevo travisato il suo pensiero. Ma grazie al fatto che
quella lettera era stata pubblicata anche questa menzogna fu scoperta.
L'ultima sua carta da giocare rimaneva quella di raccontare di un
Giancarlo che manipolava meschinamente addirittura il pensiero espresso
dal suo professore nella lettera privatamente ricevuta. Dopotutto
quella non l'aveva vista ancora nessuno e quindi il gioco sporco gli
veniva facile. Ecco perché anche quella lettera venne pubblicata.
A questo punto ogni menzogna era smascherata ma rimaneva l'appiglio
dell'immoralità dell'aver pubblicato quella lettera.
molto interessante

tralascio il resto , per non appesantire la mia replica

le tue osservazioni , prese così immediatamente , sembrano convincenti , e
rispondere al vero

ma sono matematicamente sicuro che nicola nobili saprebbe rispondere a
ciascuna di esse con plausibilità e onestà argomentativa

si è creata una specie di reazione circolare da cui non vedo come si possa
venir fuori

tristemente

heliogabalus
--
.......................................................................
' le cose che conosciamo meglio sono quelle che non ci hanno insegnato '
vauvenargues
Nicola Nobili
2003-11-18 13:17:44 UTC
Permalink
heliogabalus
Post by heliogabalus
le tue osservazioni , prese così immediatamente , sembrano convincenti , e
rispondere al vero
No, proprio no! E ti prego, non trascrivere spezzoni tanto lunghi, cosa
inutile e, peraltro fastidiosa. L'esempio piú lampante è quello del
"paragraph", che dimostra esplicitamente come l'individuo sia talmente
malato da coprirsi di cacca e ritenere di avere ragione. L'individuo,
semplicemente, alla domanda di uno su paragrafi e sezioni, disse (qualsiasi
coglione può controllare) che la traduzione migliore dell'inglese
"paragraph" è "paragrafo". Il che è una cazzata. Poi scrisse a un mio
insegnate (ingenuamente gli diedi l'indirizzo), scrivendo tutt'altro e
inventandosi di avere ragione. Per fortuna l'insegnante è intelligente, e
quando andai da lui di persona a fargli leggere quello che scriveva
l'individuo sul gruppo, ci facemmo quattro sane risate, e convenne con me
che l'individuo era un attaccabrighe che sparava cazzate (anche se lui lo
disse in maniera educata).
E poi, comincia la parte "criminale", anche se l'insegnante disse
ESPLICITAMENTE che non voleva che il suo messaggio fosse reso pubblico, il
nostro lo pubblicò. Cosa che, peraltro, dimostra la sua mancanza di
intelligenza: TUTTI potranno eternamente leggere come la sua lettera al
professore dicesse TUTT'ALTRO rispetto a quello che aveva scritto nel
gruppo, e TUTTI possono leggere che mi mette in bocca parole che io non ho
mai scritto. E TUTTI potranno leggere che il professore scriveva qualcosa di
assolutamente compatibile con ciò che avevo detto io, e contrario a ciò che
aveva detto lui. Al solito, il nostro è talmente psicopatico che l'intero
mondo "gli dà ragione", se si mette in testa di avere ragione, eventi e
parole sono irrilevanti: basta urlare: "HO RAGIONE IO!!!". Ha urlato al
mondo: "guardate quanto sono coglione!", ed è doppiamente coglione perché
richiama di continuo l'attenzione sulla sua piú netta e cocente smentita
(prima del carteggio con Momo, ovviamente).

Ora, Heliogabalus, tu forse non c'eri ancora nel gruppo all'epoca, e non
hai capito che personaggio sia. Vedrai che a questo messaggio farà seguito
una sfilza di pseudocitazioni, rimandi testuali (o contraffatti, o talmente
cretini da citare messaggi che gli dànno torto mentre dice che ha ragione) e
quant'altro. Accuse infinite. Non cascare nel gioco. Evita certi discorsi.
Vedi, il personaggio gode nel litigare, e quando ha identificato un
argomento potenzialmente pericoloso, lo ripropone periodicamente sperando
che qualcuno, ignaro, replichi come hai fatto tu stavolta. Evita il discorso
(di cui, peraltro, probabilmente non ti frega nulla), lascia che continui a
tirare avanti la sua triste e monotona vita senza relazioni sociali, senza
amicizie, con frustrazioni e disgrazie (a volte anche cercate). Lascialo
stare, è lui quello disgraziato, e volesse il Cielo che si andasse presto a
sfracellare da qualche parte.
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
heliogabalus
2003-11-18 17:51:48 UTC
Permalink
Post by heliogabalus
heliogabalus
Post by heliogabalus
le tue osservazioni , prese così immediatamente , sembrano convincenti , e
rispondere al vero
No, proprio no! E ti prego, non trascrivere spezzoni tanto lunghi, cosa
inutile e, peraltro fastidiosa.
l ' ho dovuto fare

non volevo dare a giancarlo la sensazione che mi fosse passato inosservato
il clou delle sue osservazioni relativo alle origini della disputa
Post by heliogabalus
L'esempio piú lampante è quello del
non faccio fatica a immaginare che tu debba essere parecchio tediato dal
dover ripetere ogni volta le stesse considerazioni , e peraltro ad
interlocutori diversi

credo di aver capito perfettamente come sta l ' " affaire ", e non è il caso
che sprechi tempo ( prezioso ) , perchè , per quanto sia un frequentatore
del ng più ' giovane ' di te , conosco ormai a menadito tutti i dettagli
della faccenda
Post by heliogabalus
Ora, Heliogabalus, tu forse non c'eri ancora nel gruppo all'epoca, e non
hai capito che personaggio sia. Vedrai che a questo messaggio farà seguito
una sfilza di pseudocitazioni, rimandi testuali (o contraffatti, o talmente
cretini da citare messaggi che gli dànno torto mentre dice che ha ragione) e
quant'altro. Accuse infinite. Non cascare nel gioco. Evita certi discorsi.
Vedi, il personaggio gode nel litigare, e quando ha identificato un
argomento potenzialmente pericoloso, lo ripropone periodicamente sperando
che qualcuno, ignaro, replichi come hai fatto tu stavolta. Evita il discorso
(di cui, peraltro, probabilmente non ti frega nulla)
infatti

gli è che mi auguravo che fosse possibile un ' chiarimento ' fra voi due ,
ma vedo che non si può

per cui farò come mi consigli : eviterò il discorso

ciao

heliogabalus

--
.......................................................................
' le cose che conosciamo meglio sono quelle che non ci hanno insegnato '
vauvenargues
Nicola Nobili
2003-11-19 12:44:04 UTC
Permalink
heliogabalus
Post by heliogabalus
per cui farò come mi consigli : eviterò il discorso
Bravo. Adesso, "istruito" ZioBit e godendo della tua collaborazione, per
un po' si dovrebbe stare tranquilli. Fino a quando non giungerà il prossimo
ingenuo benintenzionato nuovo frequentatore del gruppo, ahimè!
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
GCPillan
2003-11-19 19:32:17 UTC
Permalink
Post by Nicola Nobili
Bravo. Adesso, "istruito" ZioBit e godendo della tua collaborazione, per
un po' si dovrebbe stare tranquilli. Fino a quando non giungerà il prossimo
ingenuo benintenzionato nuovo frequentatore del gruppo, ahimè!
A mio parere ZioBit tace perché dopo la mia ragionevole e dettagliata
spiegazione sui toni di grigio con più di otto bit si è reso conto che
ha fallito anche nell'ultimo suo tentativo di aver ragione (gli altri li
aveva già ammessi). A me sinceramente non importa se ZioBit ha invece
scelto di diventare un seguace di Nicola, l'importante è che chi mi
legge abbia trovato ragionevoli le mie risposte alle sue obiezioni.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
ZioBit
2003-11-24 19:19:21 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Post by Nicola Nobili
Bravo. Adesso, "istruito" ZioBit e godendo della tua collaborazione, per
un po' si dovrebbe stare tranquilli. Fino a quando non giungerà il prossimo
ingenuo benintenzionato nuovo frequentatore del gruppo, ahimè!
A mio parere ZioBit tace perché dopo la mia ragionevole e dettagliata
spiegazione sui toni di grigio con più di otto bit si è reso conto che
ha fallito anche nell'ultimo suo tentativo di aver ragione (gli altri li
aveva già ammessi). A me sinceramente non importa se ZioBit ha invece
scelto di diventare un seguace di Nicola, l'importante è che chi mi
legge abbia trovato ragionevoli le mie risposte alle sue obiezioni.
Io attaccabrighe?! E mi hai addirittura dedicato un thread...
Ovviamente rispondo giusto perche' mi da fastidio che *TU* possa
addirittura travisare miei SILENZI, oltre che parole.

Non c'e' proprio bisogno che tu debba inventarti nulla sui miei
silenzi. L'ho scritto. Leggi. Leggi. Ho di meglio da fare, e tu sei
instancabilmente e maniacalmente fissato con il voler imporre la tua
parola. Guarda tutti, tutti i thread in cui ci sei tu. Finiscono TUTTI
con dei tuoi interventi. La gente, dopo un po', non ce la fa piu'. Ed
ha di meglio da fare.

E, tra l'altro, io non son "seguace" di nessuno, se permetti.
Fai bene a dire che non te ne importa, dato che appunto non sono
affari tuoi.

Cosi' come non sono affari miei i motivi per cui:

1) Dopo INFINITE mie richieste, tu non mi abbia *MAI* scritto una mail
in privato per evitare di intasare il NG con flame vari (e ripeto per
l'ennesima volta che la mia mail "vera" tu ce l'hai, io la tua NON CE
L'HO; quella che dai in giro e' - per tua stessa ammissione - in
disuso)
2) Dopo INFINITE mie richieste, tu non abbia *MAI* voluto porre un
fine alla faccenda con una birra tra "amici". Cio' - per qualcuno -
potrebbe significare stereotipizzarti (???) nel classico "nerd",
attivissimo sui PC, un po' meno al di fuori. Attenzione, non lo sto
dicendo io. Sto solo dicendo che certi comportamenti possono destare,
all'occorrenza, sospetti
3) Dopo INFINITE mie richieste, tu non abbia mai voluto portare il mio
post "vero" sui grigi da un "professore" (e non le tre righe in cui ho
probabilmente "abusato" della parola "problemi", e che ho spiegato nel
post successivo).

Continuo? No, ho di meglio da fare; vado a "vivere".

ZioBit

ps: e non travisare di nuovo il significato dei miei silenzi,
soprattutto quando io li ho gia' spiegati.
Nicola Nobili
2003-11-25 15:59:58 UTC
Permalink
ZioBit
Post by ZioBit
Ovviamente rispondo giusto perche' mi da fastidio che *TU* possa
addirittura travisare miei SILENZI, oltre che parole.
Tranquillo! Chiunque legga (pochi, dopo il terzo messaggio
dell'individuo) sa come stanno le cose, e se rispondi, immediatamente ti
tempesterà, fino a quando (fatalmente, essendo tu meno malato di lui)
lascerai stare, per poter riprendere a dire: "Ho ragione io perché lui non
risponde!". È un elemento tipico della sua diagnosi, e palesemente si tratta
di un vaneggiamento. Rimane valido ciò che ti ho detto, in privato e in
pubblico.
Post by ZioBit
1) Dopo INFINITE mie richieste, tu non mi abbia *MAI* scritto una mail
in privato
Eh, comprendilo, il suo tempo libero gli andava via per rispondere a
mai, in privato, spacciandosi per una ragazzina un po' mignottona. È da
sempre il suo sogno proibito, non lo sapevi? C'è una forte componente
freudiana in questa sua volontà di interpretare le ragazzine...
Post by ZioBit
2) Dopo INFINITE mie richieste, tu non abbia *MAI* voluto porre un
fine alla faccenda con una birra tra "amici". Cio' - per qualcuno -
potrebbe significare stereotipizzarti (???) nel classico "nerd",
attivissimo sui PC, un po' meno al di fuori.
Hai colto il punto. Ti ho già spiegato il significato del bolognesismo
"omarin pugnetta"?
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
GCPillan
2003-11-25 20:33:29 UTC
Permalink
[...] per poter riprendere a dire: "Ho ragione io perché lui non
risponde!". È un elemento tipico della sua diagnosi, e palesemente si tratta
di un vaneggiamento.
Ragioniamo.
Non è affatto sufficiente che un pezzo rimanga senza risposta per
diagnosticare che ha ragione chi ha detto l'ultima parola. Anzi!

Occorrono ben altri elementi!

E' indispensabile che tra le due parti ci siano stati numerosi
interventi di approfondimento.

E' indispensabile che nel NG ci siano persone pronte ad evidenziare
punti deboli se non errori dell'ultima argomentazione.

E' indispensabile che l'intervento che rimane ultimo sia serio,
documentato e si appoggi ad informazioni pubbliche ed attendibili.


Non ho mai sostenuto quel che Nicola mi attribuisce, ovvero l'aver
ragione per la sola assenza di replica. Un'altra menzogna.

Nel caso della mia spiegazione sui toni di grigio rappresentati con
più di otto bit, sono vere tutte le tre condizioni appena citate.
Eh, comprendilo, il suo tempo libero gli andava via per rispondere a
mai, in privato, spacciandosi per una ragazzina un po' mignottona. È da
sempre il suo sogno proibito, non lo sapevi? C'è una forte componente
freudiana in questa sua volontà di interpretare le ragazzine...
Le ragazzine erano l'esca per Nicola.
Il primo personaggio virtuale era un uomo: John Konceit.
Nicola ancora non lo conoscevo e non ho costruito Mr Konceit per
superare filtri. Si divertirono pure le vittime dello scherzo.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
GCPillan
2003-11-25 21:02:44 UTC
Permalink
ZioBit:
[...]
Post by ZioBit
Ovviamente rispondo giusto perche' mi da fastidio che *TU* possa
addirittura travisare miei SILENZI, oltre che parole.
Non c'e' proprio bisogno che tu debba inventarti nulla sui miei
silenzi. L'ho scritto. Leggi. Leggi. Ho di meglio da fare, e tu sei
instancabilmente e maniacalmente fissato con il voler imporre la tua
parola. Guarda tutti, tutti i thread in cui ci sei tu. Finiscono TUTTI
con dei tuoi interventi. La gente, dopo un po', non ce la fa piu'. Ed
ha di meglio da fare.
Questa potrebbe essere una spiegazione valida.
Ma nel tuo caso è palesemente falsa.

Perché, se fosse stato vero che non avevi tempo da perdere,
NON avresti insistito per l'ennesima volta sulla faccenda dei
toni di grigio ma piuttosto avresti mollato con il tuo, che so,
sesto intervento...
Invece decidi di tacere ESATTAMENTE al settimo intervento.
Come mai? Ma perché la mia sesta replica al tuo sesto intervento
è inequivocabilmente RAGIONEVOLE e troppo dettagliata e precisa
per poter essere contestata con un minimo di successo.
Siccome la tua teoria sulla mia irragionevolezza, sul mio tagliuzzare
i tuoi pezzi senza mai considerarli nella loro interezza è caduta
miseramente, allora hai opportunamente scelto il silenzio. Che è
cosa buona e saggia. Sarebbe stato ancor meglio se tu avessi risposto,
che so: "Grazie Giancarlo, stavolta ho capito che sbagliavo a ritenere
impossibile una scala di 12 bit per descrivere migliaia di livelli di
grigio. Hai scritto delle cose che non sapevo ed io ho insistito
pensando di aver ragione".

Proviamoci a chiedere perché mai io avrei dovuto far leggere la tua
dotta (ma sbagliata) dissertazione matematica a qualche professore
mentre tu ti senti "a posto" nell'ignorare del tutto la mia.

Questa è sbruffonaggine bella e buona.

Capirei se tu fossi sparito dal NG. Ma così non è stato: hai spostato le
tue energie sul tema "privacy" sperando forse di cogliermi in fallo lì e
far cadere nel dimenticatoio il discorso su cui TU hai insistito tanto.

Riassumendo: ti ho risposto con estrema cortesia, ragionevolezza e
dedizione sul tema a te caro. Tu reagisci vigliaccamente, prima cercando
di portare l'attenzione altrove, poi tiri fuori la scusa che hai di
meglio da fare.
Se avevi di meglio da fare potevi fare a meno di insistere su quel
tema dei bit e delle scale di grigio. La verità è che il tema ti
interessava tantissimo finché speravi di trovarmi in errore, mentre non
ti interessa più quando ti toccherebbe ammettere un tuo errore.

Tra noi due quello che non sa ammettere i propri errori sei tu e lo stai
dimostrando anche con questo scritto. Io sbaglio poche volte, ma quando
sbaglio non ho problemi ad ammetterlo. Non me ne sono mai uscito
all'ennesima replica con un improvviso e sospetto disinteresse al tema.
Post by ZioBit
E, tra l'altro, io non son "seguace" di nessuno, se permetti.
Bene: stai quindi smentendo di seguire i consigli di Nicola?
Sai, prima hai esordito con il titolo "mi aggiungo anche io a quelli che
ignorano GCP" manifestando che intendevi SEGUIRE Nicola e altri due che
però non sono così infantili da propagandare la loro scelta. Poi c'è
stato Nicola che ha scritto che tu stai seguendo i suoi consigli.

In altre parole:
ZioBit dichiara di seguire il suggerimento di Nicola.
Nicola dichiara che ZioBit segue il suo consiglio.

Non si può dedurre che ZioBit sia seguace di Nicola?
Amen.
Post by ZioBit
1) Dopo INFINITE mie richieste, tu non mi abbia *MAI* scritto una mail
in privato per evitare di intasare il NG con flame vari
Ma INFINITE volte ti ho dato la stessa risposta:
richiesta privata => risposta privata
richiesta pubblica => risposta pubblica
Vale per tutti, te compreso.
Post by ZioBit
(e ripeto per
l'ennesima volta che la mia mail "vera" tu ce l'hai, io la tua NON CE
L'HO; quella che dai in giro e' - per tua stessa ammissione - in
disuso)
Ma io ENNE volte ti ho dato la stessa risposta:
l'email pubblica è quella che in molti usano con successo:
***@email.com

Il messaggio automatico era rivolto agli amici che possono usare altra
casella. Tu non fai parte dei miei amici quindi devi usare la casella
pubblica. Sei l'unico che non l'ha ancora capito? Se stai fingendo un
presunto problema di email, pensi davvero di ingannare chi ti legge?
Post by ZioBit
2) Dopo INFINITE mie richieste, tu non abbia *MAI* voluto porre un
fine alla faccenda con una birra tra "amici".
Ma io ENNE volte ti ho dato la stessa risposta:
non mi interessa incontrare persone che non mi stimano.

Ti ho anche scritto che per me qui conta SOLO ED ESCLUSIVAMENTE ciò che
ognuno di noi scrive. Non mi interessa andare sul personale, indagare
sui titoli di studio, sui lutti in famiglia, su quanto uno sia amabile
dal vivo o irragionevole qui. Io mi ritengo ragionevole qui come in
birreria. Se non mi trovi ragionevole qui non mi troverai ragionevole
neppure in birreria. Comincia con il rispondere educatamente alle mie
spiegazioni su bit, byte, grigi e graffe. Comincia con lo stimarmi qui
per quel che scrivo. Inizia a scrivermi privatamente se vuoi DAVVERO
instaurare un rapporto amichevole. Non sperare che questa menzogna del
tuo cercare un amichevole rapporto venga bevuta da chi ti legge.

La scelta di darmi contro in pubblico e di non scrivermi in privato è
tua ed esclusivamente tua.

La scelta di abbandonare ogni discorso per spostare la tua attenzione su
un nuovo discorso è tua ed esclusivamente tua visto che dichiari di non
essere seguace di nessuno.
Post by ZioBit
Cio' - per qualcuno -
potrebbe significare stereotipizzarti (???) nel classico "nerd",
attivissimo sui PC, un po' meno al di fuori. Attenzione, non lo sto
dicendo io. Sto solo dicendo che certi comportamenti possono destare,
all'occorrenza, sospetti
Non m'importa nulla dei tuoi sospetti. Come già ti spiegai valorizzo
molto di più le numerose persone che quotidianamente si confrontano con
me con ogni mezzo (il NG è uno di tanti) piuttosto che di tre tizi che
spendono le loro energie a tentare disperatamente di cogliermi in fallo
o di sospettare che la mia vita privata sia un fallimento.

Su un NG di cuori solitari mi interesserebbe capire il carattere degli
altri. Ma qui mi interessa esclusivamente la competenza e l'esperienza
dei partecipanti dal punto di vista linguistico o tecnico.
Post by ZioBit
3) Dopo INFINITE mie richieste, tu non abbia mai voluto portare il mio
post "vero" sui grigi da un "professore" (e non le tre righe in cui ho
probabilmente "abusato" della parola "problemi", e che ho spiegato nel
post successivo).
Ma ti ho risposto con cura perché non l'ho fatto!
Provo a riassumere:
1) perché mi ritengo sufficientemente competente sull'argomento,
2) perché non saprei a quale "professore" rivolgermi,
3) perché non vorrei infastidire neppure un NG dedicato,
4) perché mi sentirei ridicolo a chiedere ciò che so.

L'unico stimolo che potrebbe spingermi a superare queste difficoltà
sarebbero i 1000 euro di una bella scommessa. Allora sì che affronterei
la spesa del viaggio, il rischio di perdere, il professore che ci guarda
come due paranoici. Ma ti sei espresso chiaramente sul fatto che non ti
vanno le scommesse, per cui non insisto. Se cambi idea io sono sempre
pronto. Tu con la tua teoria matematica dettagliata e "provata" dagli
scanner reali ed io con la mia risposta a quella teoria degli otto bit.
Post by ZioBit
Continuo? No, ho di meglio da fare; vado a "vivere".
Bravo, il problema è che non lo fai, ti piace ripetere INFINITE volte le
stesse cose ignorando INFINITE volte le mie repliche. Stai perdendo
tempo e lo stai facendo perdere a me e... spero a nessun altro.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
ZioBit
2003-12-01 18:18:43 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Io sbaglio poche volte
[...]
Post by GCPillan
non mi interessa incontrare persone che non mi stimano.
[...]
Post by GCPillan
4) perché mi sentirei ridicolo a chiedere ciò che so.
Per me - e per la lingua italiana - queste frasi possono essere
portate come esempio di definizione di "arroganza" e "presunzione".
Post by GCPillan
3) perché non vorrei infastidire neppure un NG dedicato,
Invece riversare flame su flame off topic in un NG non dedicato ti fa
sentire bene... Wow...
Post by GCPillan
Proviamoci a chiedere perché mai io avrei dovuto far leggere la tua
dotta (ma sbagliata) dissertazione matematica a qualche professore
mentre tu ti senti "a posto" nell'ignorare del tutto la mia.
Ma perche' se tu sei SICURO di avere ragione, ed io ANCHE, allora
bisogna richiedere l'intervento esterno, non credi? Non puoi dire che
tu NON LO RITIENI NECESSARIO dato che tu ritieni di avere ragione.
Post by GCPillan
ZioBit dichiara di seguire il suggerimento di Nicola.
Nicola dichiara che ZioBit segue il suo consiglio.
Non si può dedurre che ZioBit sia seguace di Nicola?
Amen.
No. Se io seguo un consiglio (UN CONSIGLIO! UNO!) di una persona, non
divento automaticamente un seguace. Se - per portare un esempio
politico - un esponente dell'opposizione concorda su di una proposta
della maggioranza, NON VUOL DIRE che sia diventato un SEGUAGE del
proponente. Semplicemente si trova d'accordo su di UN tema. Un seguage
e' un qualcosa di piu'.
Post by GCPillan
Post by ZioBit
Continuo? No, ho di meglio da fare; vado a "vivere".
Bravo, il problema è che non lo fai, ti piace ripetere INFINITE volte le
stesse cose ignorando INFINITE volte le mie repliche. Stai perdendo
tempo e lo stai facendo perdere a me e... spero a nessun altro.
Mercoledi': a pesca in barca tutto il giorno per le coste sud del New
Jersey con due amici americani e uno tedesco; Giovedi': invitato a
casa di amici americani per Thanksgiving; a cena invitato da famiglia
uruguaiana. Venerdi' e Sabato: gita a Washington; sabato sera festa di
compleanno di un amico cinese. Domenica: la mattina ad una convention
di importatori taiwanesi di computer parts; al pomeriggio e sera,
costruzione ed addobbo albero di natale dai miei amici cinesi al
ristorante.

Da come hai risposto tu, sembra che "vivere" significhi andare su
qualche altro NG :( Per me e' fare tante attivita' differenti ed
interessanti, con persone diverse - che magari non mi stimano, ma da
cui posso imparare qualcosa e che magari possono imparare qualcosa da
me; e queste attivita' riguardano sia il computer che il mondo
esterno, che e' bello ed e' vasto.

Oggi son tornato in ufficio e - nella pausa pranzo, giusto per
digerire - ti ho risposto. Ricordandoti solo che i silenzi sono la
cosa piu' difficile da interpretare. Soprattutto con l'arroganza e la
presunzione in mente. Ed il buon Nicola, *almeno* su di un punto, ha
ragione. Ma non per questo son suo seguace. Magari, da qui a sei mesi,
saro' d'accordo con lui su mille punti; saremo allora d'accordo su
mille punti, insieme, senza una necessaria relazione di seguace/capo
spirituale.

Torno a vivere.
ZioBit
GCPillan
2003-12-01 19:43:53 UTC
Permalink
Post by ZioBit
Per me - e per la lingua italiana - queste frasi possono essere
portate come esempio di definizione di "arroganza" e "presunzione".
Può essere secondo il tuo punto di vista.

Io sbaglio poche volte su NG perché scrivo solo quando sono abbastanza
sicuro di ciò che scrivo. Arroganza?

Ti ho dato più volte la stessa risposta perché tu hai fatto sempre la
stessa domanda senza tener conto della risposta già data. Se tu avessi
espresso disaccordo o incomprensione (come con i toni di grigio) allora
non avrei ripetuto la stessa risposta, ma avrei cercato di spiegare
meglio il concetto. Arroganza?

Mi sento ridicolo a rompere le scatole a chiedere ad altri ciò che so o
che ritengo di sapere. Arroganza?
Post by ZioBit
Post by GCPillan
3) perché non vorrei infastidire neppure un NG dedicato,
Invece riversare flame su flame off topic in un NG non dedicato ti fa
sentire bene... Wow...
Un conto è INIZIARE a rompere in un NG che non seguo.
Tutt'altro è RISPONDERE alle obiezioni già presenti nel NG.
T'è chiara la differenza?
Post by ZioBit
Ma perche' se tu sei SICURO di avere ragione, ed io ANCHE, allora
bisogna richiedere l'intervento esterno, non credi? Non puoi dire che
tu NON LO RITIENI NECESSARIO dato che tu ritieni di avere ragione.
Sì. Ma c'è una macroscopica differenza tra la mia spiegazione e la tua.
Indipendentemente da chi ha ragione o da chi la sa più lunga. Io ho
trovato errori sulla tua spiegazione e te li ho spiegati accuratamente.
Tu non hai trovato alcun errore nella mia spiegazione: l'hai
semplicemente ignorata. C'è poi un'altra differenza, secondaria. A
dimostrazione della tua teoria hai scritto testualmente che non esistono
scanner che acquisiscono oltre i 256 livelli di grigio. Ora, se
permetti, l'esistenza o l'inesistenza di uno scanner da 12 bit è
verificabile con una banale ricerca su web.

Vedi, non è la presunzione o l'arroganza che mi danno una ragionevole
certezza in quel che affermo: è la RICERCA.

Ad esempio nella tua dissertazione scrivi che non hai tempo di cercare i
tre coefficienti del rosso, verde e blu per fare la conversione in
livello di luminosità. Io mi sono preso il tempo necessario per
riportarli. Anche se avessi torto su tutta la linea, rimane il fatto che
io mi sono documentato, che io ho analizzato il tuo scritto mentre tu
hai blaterato senza controllare qual che dicevi (per tua stessa ammissione).
Post by ZioBit
No. Se io seguo un consiglio (UN CONSIGLIO! UNO!) di una persona,
Purtroppo non lo segui affatto.
Hai solo detto di seguirlo!
Post by ZioBit
non
divento automaticamente un seguace. Se - per portare un esempio
politico - un esponente dell'opposizione concorda su di una proposta
della maggioranza, NON VUOL DIRE che sia diventato un SEGUAGE del
proponente. Semplicemente si trova d'accordo su di UN tema. Un seguage
e' un qualcosa di piu'.
Perfettamente d'accordo.
Si giocava sul doppio senso della parola "seguace".
Il senso puramente etimologico ed il significato esteso.
Siamo su ICLI, no? E allora si gioca sulle parole :-)
Post by ZioBit
Mercoledi': a pesca in barca tutto il giorno per le coste sud del New
Jersey con due amici americani e uno tedesco; Giovedi': invitato a
casa di amici americani per Thanksgiving; a cena invitato da famiglia
uruguaiana. Venerdi' e Sabato: gita a Washington; sabato sera festa di
compleanno di un amico cinese. Domenica: la mattina ad una convention
di importatori taiwanesi di computer parts; al pomeriggio e sera,
costruzione ed addobbo albero di natale dai miei amici cinesi al
ristorante.
Che ci importa?
Post by ZioBit
Da come hai risposto tu, sembra che "vivere" significhi andare su
qualche altro NG :( Per me e' fare tante attivita' differenti ed
interessanti, con persone diverse - che magari non mi stimano, ma da
cui posso imparare qualcosa e che magari possono imparare qualcosa da
me; e queste attivita' riguardano sia il computer che il mondo
esterno, che e' bello ed e' vasto.
Per niente!
Sei tu che hai citato il discorso "vivere" = "non perder tempo su NG".
Post by ZioBit
Oggi son tornato in ufficio e - nella pausa pranzo, giusto per
digerire - ti ho risposto. Ricordandoti solo che i silenzi sono la
cosa piu' difficile da interpretare. Soprattutto con l'arroganza e la
presunzione in mente. Ed il buon Nicola, *almeno* su di un punto, ha
ragione. Ma non per questo son suo seguace. Magari, da qui a sei mesi,
saro' d'accordo con lui su mille punti; saremo allora d'accordo su
mille punti, insieme, senza una necessaria relazione di seguace/capo
spirituale.
I tuoi amici cinesi come pronunciano Beijing?
Post by ZioBit
Torno a vivere.
Io vivo anche quando, prima di cena, scrivo su NG.
Quindi non smetto mai di vivere.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Paolo Bonardi dalla Dinamica Modernita' e Futurista
2003-12-02 09:20:04 UTC
Permalink
Post by ZioBit
Invece riversare flame su flame off topic in un NG non dedicato ti fa
sentire bene... Wow...
Bene. Su un gruppo di linguistica italiana: sei parole inglesi in una
sola frase.

P.
--
Il laminatoio meccanico geometrico inesorabile del fuoco di mitragliatrice.
Nicola Nobili
2003-12-02 13:31:42 UTC
Permalink
ZioBit
Post by ZioBit
Mercoledi': a pesca in barca tutto il giorno per le coste sud del New
Jersey con due amici americani e uno tedesco; Giovedi': invitato a
casa di amici americani per Thanksgiving; a cena invitato da famiglia
uruguaiana. Venerdi' e Sabato: gita a Washington; sabato sera festa di
compleanno di un amico cinese. Domenica: la mattina ad una convention
di importatori taiwanesi di computer parts; al pomeriggio e sera,
costruzione ed addobbo albero di natale dai miei amici cinesi al
ristorante.
Bello! Prendo anch'io parte al giochino!
Venerdí, dopo il lavoro, uscita al pub con amici. Sabato visita alla
zia, e poi serata in posticino carino fuori città con una splendida
fanciulla, tête-à-tête, per il suo compleanno, con tanto di degustazione
enologica e sguardo alla volta stellata. Domenica gitarella fuori porta,
alla scoperta di alcune cose belle e sconosciute tra le tante in questo
paese. Lunedí ufficio la mattina, shopping il pomeriggio, lavoro nuovamente
la sera.
Già, noi sí che ne abbiamo, di cose da fare! (Per inciso, anche se
negherà, sono certo che la cosa gli roda parecchio, perché lui, invece, la
fantastica fanciulla di sabato o gli amici uruguaiani se li sogna).
Post by ZioBit
Oggi son tornato in ufficio e - nella pausa pranzo, giusto per
digerire - ti ho risposto.
Io direi per stimolare la diuresi...
Post by ZioBit
Ed il buon Nicola, *almeno* su di un punto, ha
ragione. Ma non per questo son suo seguace.
Eh no! Càspita! Non hai ancora capito che in questo gruppo c'è la gruppa
tra due mondi opposti? I testimoni di vrea da una parte, i seguaci di Nicola
dall'altra. Tu da che parte stai? ;-)
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
GCPillan
2003-12-02 18:56:53 UTC
Permalink
Post by Nicola Nobili
Venerdí, dopo il lavoro, uscita al pub con amici. Sabato visita alla
zia, e poi serata in posticino carino fuori città con una splendida
fanciulla, tête-à-tête, per il suo compleanno, con tanto di degustazione
[...]

Infantile esibizionismo.

Sarebbe facilissimo per chiunque metter già venti righe di diario
raccontando le cose belle che gli succedono. Già dovevo farlo alle
elementari: si chiamava "La cronaca" e prendeva i primi dieci minuti di
ogni giorno. Poi però sono cresciuto.

So che le faccende personali non interessano, che qui nel NG si è
apprezzati per quel che si scrive e poco importa se si sta in galera o a
Las Vegas.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
AD
2003-12-02 21:53:00 UTC
Permalink
Post by Nicola Nobili
Eh no! Càspita! Non hai ancora capito che in questo
gruppo c'è la gruppa
tra due mondi opposti? I testimoni di vrea da una parte, i
seguaci di Nicola dall'altra. Tu da che parte stai? ;-)
Saluti,
Nicola
Tertium non datur?
--
oggi no, domani sì
Nicola Nobili
2003-12-02 22:27:40 UTC
Permalink
AD
Post by AD
Post by Nicola Nobili
due mondi opposti? I testimoni di vrea da una parte, i
seguaci di Nicola dall'altra. Tu da che parte stai? ;-)
Saluti,
Nicola
Tertium non datur?
Eh, non parlare latino, noster insanulus non intelligit linguam maiorum
Italianorum.
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]

GCPillan
2003-11-18 23:23:27 UTC
Permalink
Post by Nicola Nobili
L'individuo,
semplicemente, alla domanda di uno su paragrafi e sezioni, disse (qualsiasi
coglione può controllare) che la traduzione migliore dell'inglese
"paragraph" è "paragrafo". Il che è una cazzata. Poi scrisse a un mio
insegnate (ingenuamente gli diedi l'indirizzo), scrivendo tutt'altro e
inventandosi di avere ragione. Per fortuna l'insegnante è intelligente, e
quando andai da lui di persona a fargli leggere quello che scriveva
l'individuo sul gruppo, ci facemmo quattro sane risate, e convenne con me
che l'individuo era un attaccabrighe che sparava cazzate (anche se lui lo
disse in maniera educata).
Nicola mente sapendo di mentire.

Ho pubblicato sia la mia lettera di richiesta che la lettera di risposta
del professore che Nicola insistentemente volle includere nel dibattito.

Questo non avvenne dopo la mia primissima e superficiale risposta, ma
dopo una chilometrica discussione in cui sia io che Nicola consultammo
numerosi dizionari ed analizzammo esempi. Sto parlando di decine di
messaggi, di centinaia di righe. Nicola riuscì pure a mandarmi delle
fotocopie a casa con sottolineati i punti salienti.
Post by Nicola Nobili
E poi, comincia la parte "criminale", anche se l'insegnante disse
ESPLICITAMENTE che non voleva che il suo messaggio fosse reso pubblico, il
nostro lo pubblicò.
Lo rifaccio di nuovo perché mi pare molto più "criminale" mentire ancora
dopo anni all'intero NG circa il contenuto di quelle due lettere
piuttosto che pubblicarle ancora una volta.
Sono autentiche, checché ne dica Nicola.
Le faccio precedere da uno stralcio della mia opinione ANTECEDENTE
l'invito di Nicola a scrivere al suo professore affinché sia evidente in
cosa consiste il mio "scrivere tutt'altro".

...................................................................
Il 19/4/2000 scrivevo su questo NG, tra l'altro...
...................................................................
Nicola afferma che la definizione che ho portato dal dizionario SEI è
"manipolata ed inutile". Non è affatto manipolata. E' riportata
ESATTAMENTE, carattere per carattere, come chiunque può verificare
consultando tale dizionario. Abbiamo quindi appurato che Nicola mente.

La citazione non è inutile (questa almeno è opinione e non menzogna)
perché evidenzia che NON siamo in presenza di un "false friend". Il
"false friend" è la parola italiana che assomiglia come forma ad una
parola inglese ma ha significato diverso. Ad esempio /actually che non
significa "attualmente" ma "in realtà" oppure /factory che non significa
"fattoria" ma fabbrica. Ora, chiunque avesse dei dubbi può vedere che i
dizionari si guardano bene dal tradurre un termine con un "false
friend". Altrimenti che dizionari sarebbero?

actually = realmente; effettivamente (NON compare "attualmente")
factory = fabbrica; manifattura; officina; stabilimento
(NON compare "fattoria")
paragraph = paragrafo; capoverso

Penso che chiunque sappia vedere che la citazione che ho fatto illustra
sinteticamente il concetto. Ovvero "paragrafo" è una delle due
possibilità che abbiamo per tradurre CORRETTAMENTE /paragraph.

Andando a consultare un dizionario come l'Oxford si vede che la
definizione di /paragraph è molto lunga ed articolata. Ma qui ci fu la
*manipolazione* di Nicola. Egli riportò integralmente la definizione ma
IGNORO' l'80% della stessa e si concentrò su due righe: proprio quelle
che combaciano con il capoverso italiano. Questa è vera manipolazione.
...................................................................
Questa è la lettera che scrissi io il giorno dopo, 20/4/2000.
Vi è riportata la stessa mia opinione espressa pubblicamente.
...................................................................

Gentile Peter Mead,

Nicola Nobili mi ha suggerito di scriverle su un argomento forse futile,
ma con cui Nicola mi perseguita su un gruppo di discussione in Internet.
I modi ed i toni usati, se vuole, li può verificare in Usenet nel gruppo
it.cultura.linguistica.italiano.

Vengo direttamente alla domanda.
Sappiamo tutti che un significato comune di /paragraph è quel pezzo di
testo continuo tra due "capoversi" ovvero righe vuote. La controversia è
che secondo Nicola questa sarebbe l'unica corretta traduzione, mentre la
corrispondenza /paragraph con /paragrafo sarebbe sbagliata, frutto di un
cosiddetto "false friend".

Io ho consultato due dizionari alla voce /paragraph.

Secondo il SEI (curatore Malcom Skey)
(1) paragrafo; capoverso (2) trafiletto di giornale

Secondo l'HAZON
(1) paragrafo (2) capoverso (3) trafiletto (di giornale)

Ciò mi fa ritenere che /paragraph debba essere tradotto con "paragrafo"
o con "capoverso" a seconda dell'accezione che gli si vuol dare. Abbiamo
anche consultato l'Oxford e la definizione è parecchio lunga ed
articolata: secondo me non è affatto riassumibile in "capoverso" la cui
definizione è... banale.


Nicola afferma che le mie citazioni sarebbero state da me "manipolate" e
che quella corretta sarebbe:
(1) capoverso (2) (dir.) article

Ho aggiunto "article" perché questa è, a suo parere, la traduzione in
ambito giuridico di /paragraph. Cosa che non trovo sui dizionari.
Il discorso "giuridico" nacque dal fatto che io sostenevo che fosse
possibile trovare dei /paragraphs fatti da più di un capoverso. Esempi
ci sono su web, tra l'altro nella Costituzione della Georgia di cui
riporto un frammento.
Dal sito: http://www.law.emory.edu/GEORGIA/gaconst/art-2.html
.............................................................
Article II. Voting and Elections

Section I. Method of Voting; Right to Register and Vote

Paragraph I. Method of voting.
.............................................................

Se quest'ultimo "Paragraph" viene tradotto con "Articolo", allora come
verrebbe tradotto "Article"?

Forse ho divagato troppo... Ma in sostanza la questione è semplice.
Ritiene che i miei dizionari siano manipolati o errati e che quindi
/paragraph NON DEBBA MAI essere tradotto con "paragrafo"? Ritiene che la
definizione italiana di "capoverso" sia equivalente a quella inglese di
/paragraph? Le riporto, per comodità, al fondo.


Tengo a precisare che il mio interesse alla questione è esclusivamente
culturale, non professionale.

La ringrazio della sua cortese risposta e porgo cordiali saluti.



...................................................................
Questa è risposta che ricevetti da Peter Mead e che pubblicai su NG
solo qualche giorno dopo e solo perché Nicola arrivò a sostenere
che ne avevo addirittura manipolato il contenuto!
Secondo te, sarei così tanto stolto dal manomettere una lettera
firmata con nome e cognome?
...................................................................

Gentile Giancarlo Pillan,
grazie del Suo messaggio.

Interpellato "al volo" su quest'argomento da Nicola (stavo per salire su
un treno), mi sembrava che a lui interessasse l'accezione corrente della
parola "paragraph", ossia il pezzo di testo continuo in cui non si va
mai a capo.
Su quest'accezione, anch'io sarei dell'idea di proporre "capoverso"
piuttosto che "paragrafo" come equivalente italiano. Rispetto sia
all'Hazon che al SEI, preferirei quindi mettere piu' in evidenza la
traduzione "capoverso". E, sempre nell'ambito dell'accezione corrente,
penso effettivamente che le definizioni Merriam-Webster e Zingarelli
siano molto vicine.

Non sarei pero' cosi' dogmatico da negare la possibilita' di tradurre
"paragrafo" con "paragraph". Come Lei, sono sempre dell'idea di
consultare dizionari monolingui e testi nella lingua "d'arrivo": nella
fattispecie, sia l'Oxford che l'esempio della Costituzione dello stato
di Georgia da Lei giustamente citati ci ricordano l'accezione legale del
termine. La mia preferenza sarebbe quindi di ritenere "capoverso" e, in
ambito giuridico, "paragrafo".

Forse potrebbe essere una buona idea verificare in quale misura queste
accezioni sono rappresentate in un corpus come il "BNC".

Il parere che esprimo rispecchia una competenza personale in ambito
linguistico, ma non in materia di lessicologia/terminologia.

Senza che io abbia ancora consultato il sito che ospita il gruppo di
discussione, mi dispiace che Nicola abbia usato nei Suoi confronti toni
smodatamente polemici e che, nonostante gli studi liceali in ambito
classico, egli non manifesti certo il dono dell' "humiltas".
Io e Lei non ci conosciamo, ma non creda che nella Scuola dove insegno
(e presso la quale Nicola si laureera' fra qualche mese) incoraggiamo
gli studenti ad assumere atteggiamenti presuntuosi e gratuitamente
polemici. I nostri studenti sono tutti maggiorenni e responsabili delle
proprie azioni: la stragrande maggioranza si comporta effettivamente in
maniera matura, responsabile e civile.

Sperando che questi brevi commenti possano dare un apporto costruttivo
alla discussione in corso, rimango a disposizione per eventuali futuri
contatti (pur con la precisazione che non intendo partecipare ad alcun
gruppo di discussione per Internet) e Le trasmetto i miei piu' cordiali
saluti.

Peter Mead

...................................................................
Non voglio sporcare questo documento autentico con dei commenti.
Solo annotare che mi sono permesso di citare pubblicamente nome e
cognome del professore in questione solo DOPO che l'identità fu resa
pubblica da Nicola su questo NG.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Francis
2003-11-21 13:42:34 UTC
Permalink
Sì sì, un'altra volta, fino alla fine dei secoli, perchè noi lurker di
icli, come ti ha già detto un mio collega, senza di te non abbiamo gusto a
leggere il ng. Ma tu perchè sei sempre così serio? I tuoi messaggi non li
leggi per divertirti un po'? Per favore nella prossima puntata ci fai
rivedere per la milionesima volta Nicola che parla male di te? Poi ci fai
rivedere ancora questa puntata in cui tu parli bene di Nicola al suo
professore che non legge icli e che si fida delle tue parole?

Ciao,
Francesco in attesa delle prossime puntate
Gentile Peter Mead, (.) Nicola Nobili mi ha suggerito di scriverle
su un argomento forse futile, ma con cui Nicola mi perseguita su un
gruppo di discussione in Internet. (.) Nicola afferma che le mie
citazioni sarebbero state da me "manipolate"
Gentile Giancarlo Pillan, (.) Senza che io abbia ancora consultato
il sito che ospita il gruppo di discussione, mi dispiace che Nicola
abbia usato nei Suoi confronti toni smodatamente polemici (.) non
creda che nella Scuola dove insegno (e presso la quale Nicola
si laureera' fra qualche mese) incoraggiamo gli studenti ad
assumere atteggiamenti presuntuosi e gratuitamente polemici
Nicola Nobili
2003-11-21 17:30:56 UTC
Permalink
Francis,

perdona la domanda, ma chi sei? Non mi sembra di averti mai letto su queste
bande. Comunque, benvenuto anche tu nel corposissimo clan degli "stressati
dai testimoni di vrea"!
Post by Francis
Ma tu perchè sei sempre così serio?
Non gli resta altro. Nella vita reale è un "omarin pugnetta"
(espressione tipica bolognese), almeno vuole illudersi che nel mondo
virtuale, quello che non esiste, sia il sovrano incontrastato.
Mèttilo nel filtro, oppure ignoralo, tanto se pensi che smetterà perché
glielo consigli tu, ti dovrai ricredere. Anzi, passerà poco prima che
cominci a perseguitare anche te.

Saluti,
Nicola
Post by Francis
non creda che nella Scuola dove insegno (e presso la quale Nicola
si laureera' fra qualche mese) incoraggiamo gli studenti ad
assumere atteggiamenti presuntuosi e gratuitamente polemici
Ah, ma poi l'ho visto NELLA VITA REALE, il professore, e tutto s'è
sistemato in un lampo... L'ho anche rivisto a settembre, e siamo sempre in
cordiali rapporti. Inutile, quando si penetra nel mondo reale, l'individuo
non vale piú una sega.

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
Francis
2003-11-24 14:51:53 UTC
Permalink
Nicola, sono un lurker, come ho scritto. Faccio parte del clan dei
divertiti, non del clan degli stressati. D'accordo con quello che scrivi,
però secondo me il discorso è più chiaro se lo rovesci, cioè molti
individui valgono una sega quando e perchè non penetrano. Adesso però,
come ho già scritto, torno a lurkare.

Ciao,
Franceso
chi sei? (.) benvenuto anche tu nel corposissimo clan degli "stressati dai
testimoni di vrea"! (.) quando si penetra nel mondo reale, l'individuo non
vale piú una sega.
Nicola Nobili
2003-11-24 17:59:58 UTC
Permalink
Francis
Post by Francis
Nicola, sono un lurker, come ho scritto.
Ma sei lo stesso Francis che comparve poco tempo fa su
it.cultura.linguistica.inglese?
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
Francis
2003-11-25 14:21:13 UTC
Permalink
Nicola, non leggo it.cultura.linguistica.inglese e non conosco quel
Francis. Adesso però torno davvero solo a lurkare.

Ciao,
Francesco
Post by Nicola Nobili
Ma sei lo stesso Francis che comparve poco tempo fa su
it.cultura.linguistica.inglese?
GCPillan
2003-11-22 17:06:43 UTC
Permalink
Francis,
chi legge ripetutamente ciò che io mostro ripetutamente si sta
ripetutamente dando la zappa sui piedi.

Ciò che ricopio da vecchie discussioni è ben segnalato come tale. Lo
riporto rivolgendomi a chi non l'ha mai letto o a chi ha la memoria
corta. Non è rivolto a chi è stufo di rileggerlo. Quando, di notte, vedi
alle tele un film che hai già visto te lo guardi per l'ennesima volta
per poi lamentartene o cambi canale?
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Francis
2003-11-24 13:34:40 UTC
Permalink
Come la fai lunga. Trovo divertenti le tue ristampe e come con le comiche
di Ollio e Stanlio non cambio canale, anche se le ho viste e riviste. Ti
ho chiesto se anche tu le leggi, visto che sei sempre così serio. Non
facevi prima a rispondermi di no? Adesso smetto e torno a lurkare, perchè
a scrivere basti tu.

Ciao,
Francesco
Post by GCPillan
chi legge ripetutamente ciò che io mostro ripetutamente si sta
ripetutamente dando la zappa sui piedi.
Ciò che ricopio da vecchie discussioni è ben segnalato come tale. Lo
riporto rivolgendomi a chi non l'ha mai letto o a chi ha la memoria
corta. Non è rivolto a chi è stufo di rileggerlo. Quando, di notte,
vedi alle tele un film che hai già visto te lo guardi per l'ennesima
volta per poi lamentartene o cambi canale?
Nicola Nobili
2003-11-24 18:02:09 UTC
Permalink
Francis
Post by Francis
ho chiesto se anche tu le leggi, visto che sei sempre così serio.
No, è incapace di avvertire l'umorismo, le battute. Pensa che, anni fa,
quando ancora lo trattavo da essere civile e cercavo di trovare accordi
(vanamente) civili, gli scrissi pure una barzelletta (quella che di recente
aveva riscosso maggiori successi) via mail. Rispose lapidario "non mi è
piaciuta".
Simpatico come un gattino attaccato agli zebedei...
Saluti,
Nicola

P.S. Ora comincia un altro pistolotto, quasi certamente cambia il titolo del
messaggio e vengono fatte, senza chiedere il consenso, citazioni da vecchie
lettere private. Ordinaria amministrazione, insomma.

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
GCPillan
2003-11-24 23:51:39 UTC
Permalink
Post by Nicola Nobili
No, è incapace di avvertire l'umorismo, le battute. Pensa che, anni fa,
quando ancora lo trattavo da essere civile e cercavo di trovare accordi
(vanamente) civili, gli scrissi pure una barzelletta (quella che di recente
aveva riscosso maggiori successi) via mail. Rispose lapidario "non mi è
piaciuta".
Qual era questa meravigliosa battuta? Non la ricordo.

In quanto alla mia incapacità di avvertire l'umorismo... mi permetto di
consigliare a tutti la lettura di Nicola alle prese con Shôko Nishiyama.
Lettura o rilettura visto che sicuramente molto sarà sfuggito a chi s'è
goduto lo spettacolo in diretta. Shôko si prende gioco di Nicola per
puro divertimento, le parodie, le provocazioni ed i riferimenti sono
numerosi.

Nicola non riuscì (e non riesce tuttora) a capire l'aspetto comico
dell'aver discusso amabilmente con un mio personaggio virtuale. Ricorda
l'episodio con rancore sminuendolo ad un mio inganno per superare il suo
benedetto kill file. Non cerco di penetrare le sue protezioni visto che
sono stato io per primo a chiedere d'essere ignorato. Il giorno che lo
volessi fare non mi inventerei un personaggio femminile tanto strano ma
un uomo della mia età che si esprime normalmente. Shôko è la
dimostrazione che mi so divertire e che Nicola non capisce forme
sofisticate di umorismo ma solo quelle da adolescente tipo "L'erezione
di San Patrizio fu voluta dal vescovo". Per chi non sa o non ricorda
riassumo che la cattedrale di St Patrick sta a Manhattan, che il
volantino in italiano s'apre come indicato e che a dire di Nicola tutti
gli italiani che leggono il volnatino si scompisciano dalle risate
pensando non alla cattedrale bensì all'organo sessuale.

Non nego di avere un diverso senso dell'umorismo rispetto a quello di un
adolescente. Capita di crescere. Prima o poi.

Ultima osservazione: io non ho mai smesso di trattare Nicola da essere
civile. Sarà falso e bambino, ma lo considero come persona e spero che
un giorno maturi e capisca che augurare la morte a chi non condivide le
sue idee non è né intelligente, né dignitoso.
Post by Nicola Nobili
P.S. Ora comincia un altro pistolotto, quasi certamente cambia il titolo del
messaggio e vengono fatte, senza chiedere il consenso, citazioni da vecchie
lettere private. Ordinaria amministrazione, insomma.
Già, a Nicola piace ripetere sempre le stesse cose...
Un campionario?

... pubblica le lettere private
... io c'ho ragione su /paragraph
... è rognoso, alluvianato
... è sfigato
... litiga con tutti
... non ha di meglio da fare che scrivere su NG
... è nel mio kill file ma amici mi riportano ciò che scrive!
Post by Nicola Nobili
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
Qualche aneddoto su questa frasetta.
Venne pubblicata appena seppe che non so il latino.
Si rifiutò di tradurmela, gustandosi che non la capissi. Che ingenuo!
Venne pubblicata inizialmente con due o più errori.
Grazie a Shôko mi feci tradurre questa frasetta.
Che so bene cosa vuol dire e che se avessi voluto usare come firma...
sarebbe stata corretta sin dal principio.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
GCPillan
2003-11-24 23:57:59 UTC
Permalink
Post by Francis
Come la fai lunga. Trovo divertenti le tue ristampe e come con le comiche
di Ollio e Stanlio non cambio canale, anche se le ho viste e riviste. Ti
ho chiesto se anche tu le leggi, visto che sei sempre così serio.
Certo, e mi diverto un sacco.
Post by Francis
Non
facevi prima a rispondermi di no?
A quale domanda?

Il tuo pezzo chiedeva...
1) Ma tu perchè sei sempre così serio?
2) I tuoi messaggi non li leggi per divertirti un po'?
3) Per favore nella prossima puntata ci fai rivedere per la
milionesima volta Nicola che parla male di te?
4) Poi ci fai rivedere ancora questa puntata in cui tu parli
bene di Nicola al suo professore che non legge icli e che
si fida delle tue parole?

Risposte
1) Sei tu che non cogli l'aspetto comico
2) Sì, certo.
3) Ne farei volentieri a meno.
4) Al professore ho scritto il vero, puoi controllare.

Può darsi che queste risposte serie non ti divertano.
Ma le domande erano pubbliche e il lato comico delle tue osservazioni
non era così evidente (se c'era).
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Francis
2003-11-25 14:33:35 UTC
Permalink
La fai lunghissima. La domanda era se leggi le tue ristampe, per
divertirti anche tu, visto che sei sempre così serio, non se ti diverti a
rivedere le comiche di Ollio e Stanlio. La risposta è ovvia ormai, cioè
non le leggi, forse perchè sei altruista e vuoi fare divertire solo gli
altri. Se aumenterai ancora un pochino il tuo altruismo e proverai almeno
a leggere i messaggi degli altri, prima di rispondergli, sarai perfetto.

Ciao,
Francesco
Come la fai lunga. Trovo divertenti le tue ristampe (.) Ti ho chiesto se
anche tu le leggi, visto che sei sempre così serio.
Nicola Nobili
2003-11-25 16:01:17 UTC
Permalink
Francis
Post by Francis
Se aumenterai ancora un pochino il tuo altruismo e proverai almeno
a leggere i messaggi degli altri, prima di rispondergli, sarai perfetto.
Bellissima. Il lurker piú illuminato che abbia mai incontrato.
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
GCPillan
2003-11-25 20:36:09 UTC
Permalink
Post by Nicola Nobili
Francis
Post by Francis
Se aumenterai ancora un pochino il tuo altruismo e proverai almeno
a leggere i messaggi degli altri, prima di rispondergli, sarai perfetto.
Bellissima. Il lurker piú illuminato che abbia mai incontrato.
Saluti,
Nicola
Illuminato da cosa?
Francesco, rifacendo una domanda cui avevo già risposto, ha dimostrato
che batte sulla tastiera senza prima aver letto ciò che scrivo.

E' poi un grandioso e divertente controsenso che Nicola lodi colui
che (giustamente) consiglia di leggere i messaggi prima di rispondere.
Non dimentichiamo che Nicola risponde da anni a miei messaggi che
non legge :-)

Cadendo nel ridicolo quando, per esempio, si gloria di dedurre qualcosa
che è già avvenuto, ma in senso contrario alla sua deduzione :-)
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Francis
2003-11-26 17:43:32 UTC
Permalink
Mi spiace per te, ma Nicola ha ragione a chiamarmi illuminato, visto che
ho una lampadina da 100 watt accesa mezzo metro sopra la mia testa. Poi
leggo quello che scrivi e la domanda a cui hai già risposto l'ho rifatta
perchè è una domanda retorica, come quelle che fai tu, e la risposta la so
già, come tu sai già le risposte alle tue domande. Come vedi ci
somigliamo, però solo fino a un certo punto, perchè le risposte che sai tu
di solito sono sbagliate.

Ciao,
Francesco
Post by GCPillan
Post by Nicola Nobili
Bellissima. Il lurker piú illuminato che abbia mai incontrato.
Illuminato da cosa?
Francesco, rifacendo una domanda cui avevo già risposto, ha dimostrato
che batte sulla tastiera senza prima aver letto ciò che scrivo.
GCPillan
2003-11-26 18:03:07 UTC
Permalink
Post by Francis
Mi spiace per te, ma Nicola ha ragione a chiamarmi illuminato, visto che
ho una lampadina da 100 watt accesa mezzo metro sopra la mia testa. Poi
leggo quello che scrivi e la domanda a cui hai già risposto l'ho rifatta
perchè è una domanda retorica, come quelle che fai tu, e la risposta la so
già, come tu sai già le risposte alle tue domande. Come vedi ci
somigliamo, però solo fino a un certo punto, perchè le risposte che sai tu
di solito sono sbagliate.
Insomma tu mi leggi ripetutamente, cerchi di protrarre il discorso anche
se non serve per poterti lamentare che leggi ripetutamente le stesse
cose e che ti infastidisce chi la tira lunga. Mai conosciuto uno più
illogico di te! Una persona che legge ripetutamente ciò che ritiene
sbagliato è uno che perde il suo tempo. Lascia che mi leggano le persone
che mi stimano.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Marco Cimarosti
2003-11-26 18:47:33 UTC
Permalink
Lascia che mi leggano le persone che mi stimano.
Io ti stimo, ma quando ti impegoli in questo genere di interminabili menate
non ti leggo. Come mi cataloghi?

Ciao.
Marco

P.S. È inutile che ripeti per la millantunesima volta la tua argomentazione
chiave: la discussione non l'ho letta e non mi frega niente di leggerla - mi
basta il titolo.
Mïñ¢hiå, ma ci sarà ben un altro argomento che ti interessa oltre a Nicola
Nobili!


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
magica
2003-11-26 20:09:00 UTC
Permalink
Post by Marco Cimarosti
Mïñ¢hiå, ma ci sarà ben un altro argomento che ti interessa oltre a Nicola
Nobili!
Odi et amo: quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.

Ciao.

Gian Carlo
Epimeteo
2003-11-27 07:21:45 UTC
Permalink
Post by magica
Post by Marco Cimarosti
Mïñ¢hiå, ma ci sarà ben un altro argomento che ti interessa oltre a Nicola
Nobili!
Odi et amo: quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.
"Amor, ch'a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor non m'abbandona.

Amor condusse noi ad un nusgruppo:
Caina attende chi lingua ci spese".
Queste parole attesero sviluppo.

Ciao,
Epimeteo
magica
2003-11-27 20:01:35 UTC
Permalink
In <dChxb.13823$***@news1.tin.it> "Epimeteo" <***@tin.it>
scrive...
Post by Epimeteo
Post by magica
Odi et amo: quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.
"Amor, ch'a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor non m'abbandona.
Caina attende chi lingua ci spese".
Queste parole attesero sviluppo.
Quand'io intesi quell'anime intense
china'l viso e tanto tenni basso,
fin che 'l poeta mi disse: "Che pense?".

Quando rispuosi, cominciai: "Qual spasso,
quale dolce pensier saper Caina
sempre vota restar, di questo passo!".

Ciao.

Gian Carlo

P.S. Ho supposto che volesssi scrivere "chi lingua ci spense".
Epimeteo
2003-11-28 07:12:36 UTC
Permalink
Post by magica
Post by Epimeteo
"Amor, ch'a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor non m'abbandona.
Caina attende chi lingua ci spense".
Queste parole attesero sviluppo.
Quand'io intesi quell'anime intense
china'l viso e tanto tenni basso,
fin che 'l poeta mi disse: "Che pense?".
Quando rispuosi, cominciai: "Qual spasso,
quale dolce pensier saper Caina
sempre vota restar, di questo passo!".
Poi mi rivolsi a loro e parla' io
e cominciai: "Nicola, i tuoi martìri
a lagrimar mi fanno tristo e pio.

Ma dimmi: se nel letto ti rigiri,
falsa pulzella ti promise amore,
ma deluse l'osceni tuoi desiri?"

Epimeteo
Nicola Nobili
2003-11-27 11:36:31 UTC
Permalink
magica
Post by magica
Odi et amo: quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.
Ah, ecco, mancavi solo tu! Tu sei l'altro grande "stressato"
dall'individuo, no? Benvenuto, mi mancavi.
Saluti,
Nicola

--
Multa non quia difficilia sunt non audemus, sed quia non audemus sunt
difficilia (Seneca).
[it, en, ru, es, (fr, pt, la, zh, ar)]
magica
2003-11-27 19:57:04 UTC
Permalink
Post by Nicola Nobili
Ah, ecco, mancavi solo tu! Tu sei l'altro grande "stressato"
dall'individuo, no? Benvenuto, mi mancavi.
Grazie. Però stressato non direi. E visto che è dai tempi dei limerick
pre-ICLI che qui non si verseggia, torno subito al messaggio di
Epimeteo.

Ciao.

Gian Carlo

P.S.O.T.Come hai trovato il "lascia che sia... nudo"?
GCPillan
2003-11-27 18:08:03 UTC
Permalink
Marco Cimarosti,

Oggi ho letto quattro interventi su questo filone.
Ogni giorno ce ne sono un po', segno che interessa.
Se non ce ne fossero, non ci sarebbero neppure i miei.

A me non interessa Nicola Nobili, ma ciò che costui scrive sul mio
conto. Un piccolo schemino :-)


Nicola scrive di me +
Nicola mente =
---------------------
Giancarlo reagisce
Post by Marco Cimarosti
Io ti stimo, ma quando ti impegoli in questo genere di interminabili menate
non ti leggo. Come mi cataloghi?
Di normale intelligenza.

E' quel che faccio io quotidianamente: non seguo le discussioni
interminabili su discorsi già visti e rivisti.
Post by Marco Cimarosti
P.S. È inutile che ripeti per la millantunesima volta la tua argomentazione
chiave: la discussione non l'ho letta e non mi frega niente di leggerla - mi
basta il titolo.
Qualche giorno fa, non so più chi mi rimproverava di aver messo nome e
cognome nell'oggetto. Direi che ho fatto bene. Se interessa approfondire
si legge il messaggio, se non interessa non si legge.
Post by Marco Cimarosti
Mïñ¢hiå, ma ci sarà ben un altro argomento che ti interessa oltre a Nicola
Nobili!
Se mi leggi sai benissimo che scrivo su diversi argomenti.
Tanto per fare un esempio, da giorni scrivo su come gestire un archivio
di schede di libri. Intervieni su quell'argomento se ti interessa di più
delle menzogne di Nicola.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
GCPillan
2003-11-25 20:27:51 UTC
Permalink
Post by Francis
La fai lunghissima. La domanda era se leggi le tue ristampe, per
divertirti anche tu, visto che sei sempre così serio, non se ti diverti a
rivedere le comiche di Ollio e Stanlio. La risposta è ovvia ormai, cioè
non le leggi, forse perchè sei altruista e vuoi fare divertire solo gli
altri. Se aumenterai ancora un pochino il tuo altruismo e proverai almeno
a leggere i messaggi degli altri, prima di rispondergli, sarai perfetto.
Un momento!
Tu oggi pomeriggio mi stai rifacendo una domanda cui ho già risposto
ieri notte per ben due volte! Rispondevo affermativamente.

Ti pregherei quindi di leggere ciò che scrivo prima di farmi domande
cui ho già risposto. Secondo me chi "la fa lunga" è colui che ripropone
ripetutamente le stesse domande nonostante abbiano già avuto risposta.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
GCPillan
2003-11-18 23:24:52 UTC
Permalink
Post by heliogabalus
a costo di esasperarti , devo riaffermare che ciò che colgo è solo
l ' intramontabile disputa fra voi due : tu porti le prove della
diffamazione ,
Fin qui è vero, dopo no.
Post by heliogabalus
lui replica che ciò è dovuto alle tue precedenti
scorrettezze , tu ribadisci
che esse sono dovute a sue provocazioni anteriori
Lui non replica ed è di minima importanza chi ha cominciato.
Quello che conta è che io, ogni volta che leggo qualcosa di suo, lo
considero senza alcun pregiudizio. Sono pronto a dire e a ripetere che
solo una minimissima parte di quel che scrive è criticabile. Non vado a
predicare che Nicola è psicopatico o che è ignorante o che non merita
d'esser letto. Tutt'altro: è competente, scrive con stile ed è di
piacevole lettura. Ha un solo difetto: porta rancore per episodi vecchi
di anni, perché ho dimostrato che qualche volta sbagliava o mentiva.
Nonostante dichiari di non leggere nulla di quel che scrivo, non perde
occasione di farlo. Non si tratta di stabilire chi ha cominciato ma
piuttosto di chi oggi CONTINUA a fare la guerra.
Post by heliogabalus
ma hai notato che lui parla di te solo dopo che tu hai fatto commenti ai
suoi messaggi ?
E' il contrario.
Post by heliogabalus
seguo il ng da molti anni , e tutto quel che posso ricordare ( senza
1 ) nicola nobili inizia un thread o replica in un altro , senza nominarti ,
e tu intervieni trovando errori in ciò che ha detto
Esatto!
Questo non è affatto dargli contro.
Questo è il comportamento che ho con chiunque.
Non scrivo quando condivido ciò che leggo ma solo quando leggo qualcosa
che non mi convince. Lo faccio con tutti.
Post by heliogabalus
2 ) nicola nobili non replica direttamente , ma quando un interlocutore
riporta una parte del tuo messaggio la commenta negativamente
La GRANDE DIFFERENZA è che lui ne approfitta per far commenti sul piano
personale. E' l'unico in questo NG che si mette a scrivere che sono uno
sfigato, che ho avuto un lutto in famiglia o che nel 2000 ho pubblicato
la lettera del suo professore.

Nelle mie repliche invece, come tu stesso affermi, trovo errori in ciò
che scrive. Non faccio commenti sulla sua vita privata.

Se permetti, discutere di errori è in tema, discutere della mia vita
privata non lo è.
Post by heliogabalus
un esempio ' live ' potrebbe essere proprio il thread
' Caro amico virtuale '
No, questa è proprio l'eccezione.
E' uno dei rarissimi discorsi iniziati da me.
Inoltre il carattere ingannatorio evidente.

Potresti andare leggermente a monte? Scoprirai che Nicola ha espresso
valutazioni fortemente negative sulla mia persona accodandosi a ZioBit.
Perché, a sua volta, ZioBit è sceso sul personale? Per la mia frase
"All'epoca c'era il Pascal". Ora, onestamente, dimmi si quando dicevo
che all'epoca c'era il Pascal intendevo attaccare qualcuno nei suoi
aspetti di vita privata.
Post by heliogabalus
se dunque tu non commentassi più i suoi messaggi , non credi quindi che lui
smetterebbe di reagire negativamente ai tuoi , mancandogli la materia prima
?
No, non lo credo.
Come ti ho fatto notare, verificalo pure direttamente, non sono le mie
repliche ai suoi scritti a scatenare il suo rancore. Piuttosto lui si
scatena quando vede che qualcun altro mi critica. Tutte le volte che
qualcuno mi appoggia, Nicola tace. In questo momento lui sta
"cavalcando" i tuoi scritti. Se non ci fossero lui non replicherebbe.
Hai notato una qualche replica al mio "Le diffamazioni di Nicola"?
Post by heliogabalus
ma sono matematicamente sicuro che nicola nobili saprebbe rispondere a
ciascuna di esse con plausibilità e onestà argomentativa
Tieni conto che lui mente mentre io dico la verità.
C'è un archivio, basta saperlo usare per smascherarlo.

Non darmi del presuntuoso: alla sincerità ci tengo.
Altri tengono di più a mostrare che sanno tutto e che non sbagliano mai.
Insistono che dire "serbo-croato" è sbagliato, che il giapponese non
utilizza i caratteri ideografici, che tradurre /paragraph con la parola
italiana che c'assomiglia è un errore gravissimo.

Io non posso certo competere con Nicola in lingue: lui ha studiato
lingue, io ho studiato elettronica. Però ho avuto l'ardire di scovare
qualche errore in quel che scrive. Stai pur tranquillo che io non lo
taccerò di ignoranza se un giorno trovasse errato quel che affermo sui
toni di grigio a 16 bit.
Post by heliogabalus
si è creata una specie di reazione circolare da cui non vedo come si possa
venir fuori
Due persone possono avere due punti di vista differenti entrambi validi
e rispettabili. Ma quando due persone affermano due cose mutuamente
esclusive allora significa che una delle due mente.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
GCPillan
2003-11-19 19:36:01 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Tieni conto che lui mente mentre io dico la verità.
C'è un archivio, basta saperlo usare per smascherarlo.
Forse pochi sanno usare l'archivio di Google.

Innanzitutto si trova qui: http://www.google.it/
Dopodiché è opportuno selezionare Gruppi e Ricerca avanzata nei gruppi.

Si arriva a questa pagina: http://www.google.it/advanced_group_search?hl=it

Ora la chiave di tutto è... mettere le chiavi giuste :-)

Mettiamo di voler scoprire come si è sviluppato il dialogo tra la
piccola Shôko e Nicola. Basterà cercare shoko nishiyama (senza
circonflesso), 100 messaggi, ordinati per data. Scorrendo i risultati si
può notare che Shôko comincia a dialogare con Nicola nel tema: "A cosa
serve la scrittura?"

Mettiamo di voler scoprire come si è sviluppato il discorso sulla
traduzione di /paragraph tra me e Nicola.

Basta inserire paragraph e nicola ma, se vogliamo scoprire l'inizio
dobbiamo anche giocare con la data di fine ricerca. Andando indietro di
mesi, settimame e giorni si arriva alla data 2000 marzo 17. Si trova
così uno dei pezzi del dibattito iniziale e cliccando su "Complete
thread" lo si può leggere interamente.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Continua a leggere su narkive:
Risultati di ricerca per '[OT] Caro amico virtuale' (newsgroup and mailinglist)
456
risposte
1/2 OT - E' un gioco ma stile anime .. adesso voglio vedere chi ha il coraggio di dire che lo sacrica....
iniziato 2009-05-07 19:24:54 UTC
it.arti.cartoni
82
risposte
[OT] Toni di grigio (con la massima correttezza verso ZioBit)
iniziato 2003-11-14 01:32:11 UTC
it.cultura.linguistica.italiano
14
risposte
"wow", "newsgroup", "off topic", "flame", sono parole italiane? era: OT: caro amico virtuale
iniziato 2003-12-04 00:37:36 UTC
it.cultura.linguistica.italiano
21
risposte
Amor, ch'a nullo amato [era:[OT]...[OT]]
iniziato 2003-11-29 02:45:21 UTC
it.cultura.linguistica.italiano
123
risposte
OT: kennyt
iniziato 2006-05-05 04:35:25 UTC
it.discussioni.ufo
Discussioni interessanti ma non correlate
6
risposte
Cosa posso fare per ridurre al minimo il rischio di essere licenziato?
iniziato 2013-09-02 22:17:58 UTC
8
risposte
È comune richiedere l'accettazione dei datori di lavoro per gli sviluppi del software privato?
iniziato 2016-05-24 12:16:44 UTC
11
risposte
È una buona idea chiedere a un futuro datore di lavoro se potrei essere autorizzato a fare sviluppo open source?
iniziato 2014-03-03 23:04:10 UTC
5
risposte
Il nuovo datore di lavoro vuole che paghi per l'accreditamento ISO 9001 prima che inizi il lavoro - è una truffa?
iniziato 2016-05-09 22:54:35 UTC
11
risposte
Come comportarsi con il reclutatore persistente che continua a contattarmi dopo aver rifiutato l'offerta
iniziato 2017-03-27 14:59:45 UTC
Loading...