Discussione:
FT vincita di duemilioni di euro
(troppo vecchio per rispondere)
Karla
2004-01-30 20:27:45 UTC
Permalink
Cari amici,
ho appena ricevuto una mail, da un certo James Clark, che mi annuncia una
vincita di duemilioni di euro. Il mio indirizzo sarebbe stato sorteggiato,
non ho capito bene da chi, e dovrei rispondere entro un mese, pena la
perdita della vincita.
Vorrei chiedervi se l'avete ricevuta anche voi, e/o se sapete di che cosa si
tratta. E' un virus? O c'è qualche fregatura al momento della risposta? O è
solo uno scherzo?
Grazie
Karla
Maurizio Pistone
2004-01-30 21:28:48 UTC
Permalink
Post by Karla
Vorrei chiedervi se l'avete ricevuta anche voi, e/o se sapete di che cosa si
tratta.
È vera, è vera.

Ho appena incassato i due milioni.
--
Maurizio Pistone - Torino
strenua nos exercet inertia Hor.
***@mauriziopistone.it
http://www.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
lankypart_two
2004-01-30 23:04:11 UTC
Permalink
Post by Karla
Cari amici,
ho appena ricevuto una mail, da un certo James Clark, che mi annuncia una
vincita di duemilioni di euro. Il mio indirizzo sarebbe stato sorteggiato,
non ho capito bene da chi, e dovrei rispondere entro un mese, pena la
perdita della vincita.
Vorrei chiedervi se l'avete ricevuta anche voi, e/o se sapete di che cosa si
tratta. E' un virus? O c'è qualche fregatura al momento della risposta? O è
solo uno scherzo?
Grazie
Karla
Opto per la maxi Fregatura.

ciao

-lanky


--
_____________________________________________________________

La curiosità rende l'uomo sapiens sapiens
Tabhall
2004-01-31 00:18:28 UTC
Permalink
Post by Karla
ho appena ricevuto una mail, da un certo James Clark, che mi annuncia una
vincita di duemilioni di euro.
C'è un allegato, ovviamente.

Almeno a te arrivano virus allegri. A me ha appena scritto l' F.B.I. Mi
annunciano che, essendo io un'accanita scaricatrice di mp3 (!), il mio nome
è stato messo sulla loro lista nera, e che tra qualche giorno avrò
nuovamente loro notizie per posta.

Con le scuse che inventano, ci sarebbe materiale per un libro.
All'inizio ci caschi, poi, dopo che hai assistito impotente alla morte lenta
del tuo computer, metti l'antivirus e non apri nulla che non provenga da
fonte a te conosciuta.

Ciao
Tabhall
Dario de Judicibus
2004-02-03 09:44:31 UTC
Permalink
Post by Tabhall
Post by Karla
ho appena ricevuto una mail, da un certo James Clark, che mi annuncia una
vincita di duemilioni di euro.
C'è un allegato, ovviamente.
Almeno a te arrivano virus allegri. A me ha appena scritto l' F.B.I. Mi
annunciano che, essendo io un'accanita scaricatrice di mp3 (!), il mio nome
è stato messo sulla loro lista nera, e che tra qualche giorno avrò
nuovamente loro notizie per posta.
Con le scuse che inventano, ci sarebbe materiale per un libro.
All'inizio ci caschi, poi, dopo che hai assistito impotente alla morte lenta
del tuo computer, metti l'antivirus e non apri nulla che non provenga da
fonte a te conosciuta.
Fate attenzione. Molte di queste e-mail contengono istruzioni HTML o altri
meccanismi che si attivano aprendo la nota ANCHE in anteprima (preview). Vi
sconsiglio FORTEMENTE di aprirle e leggerle. Non è sempre necessario
lanciare l'allegato per attivarle. Alcune utilizzano meccanismi di
caricamento automatico o altri buchi nella sicurezza di Windows.

Se desiderate leggerle, andate a vedere il sorgente (quello nel quale sono
visibili le intestazioni HTTP). In Outlook Express basta andare sulla nota
SENZA anteprima, cliccare con il menù di destra, aprire le proprietà, andare
su messaggio originale: potrete leggere il contenuto della nota senza
correre rischi.

Evitate sopratutto i messaggi che potrebbero farvi preoccupare, del tipo "il
tuo account è stato disabilitato" oppure "addebito sulla vostra carta di
credito". Sono fatti apposta per farveli aprire SUBITO. Sono i più
pericolosi e generalmente contengono i troiani per il controllo remoto.

DdJ
Tabhall
2004-02-03 22:50:20 UTC
Permalink
Post by Dario de Judicibus
Se desiderate leggerle, andate a vedere il sorgente (quello nel quale sono
visibili le intestazioni HTTP). In Outlook Express basta andare sulla nota
SENZA anteprima,
Se mi potessi spiegare meglio come aprire senza anteprima ti sarei veramente
grata.
Comunque grazie per gli avvertimenti. Pensavo bastasse aggiornare
l'antivirus...non c'è proprio pace.

Saluti
Tabhall
Elisabetta
2004-02-04 00:05:57 UTC
Permalink
Post by Tabhall
Post by Dario de Judicibus
Se desiderate leggerle, andate a vedere il sorgente (quello nel quale sono
visibili le intestazioni HTTP). In Outlook Express basta andare sulla nota
SENZA anteprima,
Se mi potessi spiegare meglio come aprire senza anteprima ti sarei veramente
grata.
Comunque grazie per gli avvertimenti. Pensavo bastasse aggiornare
l'antivirus...non c'è proprio pace.
Saluti
Tabhall
La mia versione di OE è in inglese, quindi scusa se uso i termini inglesi ma
non sono sicura di quelli in italiano (non lo dire a quelli del link al
plurale sennò mi linciano ;)

Dalla posta in arrivo, clicca su "View" (nella barra dei menu dovrebbe
essere il terzo da sinistra). Sul sottomenu che si apre clicca su "Layout"
(quarto dall'alto). TI si apre una finestra di properties, divisa in due. La
parte inferiore dice "Preview", e ha un quadrato con una scritta del tipo
"Mostra preview pane". Se nel quadrato c'è un tic, cliccaci sopra per
toglierlo. Clicca Ok per finire. Da ora in poi non avrai più il preview pane
quando guardi nei vari folder e per aprire i messaggi devi cliccarci sopra
due volte. Oppure, come hanno già detto, evidenzia il messaggio e clicca una
volta col bottone di destra, poi su "Properties" (in fondo), poi su
"Details". Così guardi cosa c'è nel messaggio senza aprirlo e in caso sia
infettato non ti crea problemi.

E
Tabhall
2004-02-05 23:12:49 UTC
Permalink
La mia versione di OE è in inglese,...
Pure la mia... sei stata gentilissima, grazie.
Tabhall
Roger
2004-01-31 00:25:37 UTC
Permalink
Post by Karla
Cari amici,
ho appena ricevuto una mail, da un certo James Clark,
Io, invece da Clark Kent
Post by Karla
che mi annuncia una
vincita di duemilioni di euro. Il mio indirizzo sarebbe stato sorteggiato,
non ho capito bene da chi, e dovrei rispondere entro un mese, pena la
perdita della vincita.
Anche tu?
Io, i due milioni, li ho già persino portati alle isole Cayman :-)

Ciao,
Roger

Ogni dì nasse un merlo, beato chi se lo cucca :-)
magica
2004-01-31 00:32:29 UTC
Permalink
Post by Karla
ho appena ricevuto una mail, da un certo James Clark, che mi annuncia una
vincita di duemilioni di euro.
Complimenti.
Post by Karla
Il mio indirizzo sarebbe stato sorteggiato, non ho capito bene da chi,
e dovrei rispondere entro un mese, pena la perdita della vincita.
Immagino che ritirare la vincita costerà caro,

Prima di ritirarla, ovviamente. :-)

Ciao.

Gian Carlo
Epimeteo
2004-01-31 06:18:50 UTC
Permalink
Post by Karla
Cari amici,
ho appena ricevuto una mail, da un certo James Clark, che mi annuncia una
vincita di duemilioni di euro.
Sei sicura che si tratta di James Clark e non di Clark Kent?

"Ma cosa sono due milioni di euro per uno che fuma?" (Totò)

Epimeteo
Sabrina
2004-01-31 09:36:44 UTC
Permalink
On Fri, 30 Jan 2004 21:27:45 +0100, "Karla"
Post by Karla
Cari amici,
ho appena ricevuto una mail, da un certo James Clark, che mi annuncia una
vincita di duemilioni di euro. Il mio indirizzo sarebbe stato sorteggiato,
non ho capito bene da chi, e dovrei rispondere entro un mese, pena la
perdita della vincita.
Appunto per questo... se non hai fatto nessun concorso e ti dicono che
hai vinto.. non senti aria di fregatura ? Per non dire peggio...
Post by Karla
Vorrei chiedervi se l'avete ricevuta anche voi, e/o se sapete di che cosa si
tratta. E' un virus? O c'è qualche fregatura al momento della risposta? O è
solo uno scherzo?
Grazie
Karla
Alcune semplici regolette di comportamento:

1- installarsi un antivirus sul pc e fare in modo che controlli le
mail in entrata e in uscita. Esistono anche degli antivirus free.

2- NON rispondere MAI a mail di questo genere, perchè così gli si fa
solo capire che l'indirizzo esiste ed è usato.

3- Se ricevete una mail sospetta NON aprire mai gli allegati, nemmeno
se sono immagini. Ci sono modi di mettere un .exe dentro le immagini e
qui siete fregati.

4- se ricevete qualche mail con catene o annunci di vincite o
richieste di aiuto (questi ultimi due casi sono noti col nome di SCAM)
non rispondete e se avete dubbi consultate uno di questi siti
ISTITUZIONALI:
- www.breakthechain.org ---> per le catene (sono tutte false, cari
miei, anche quelle che parlano della povera bambina che aspetta il
trapianto)
- www.norton.com --> sito dell'omonimo antivirus
- http://www.nigerianscam.com/ --> sito che parla delle famose lettere
in cui ti dicono di essere un ex presidente di uno stato africano
ecc... ecc..

Sembra una cavolata, ma c'è gente che ha risposto ai nigerian scam ed
è stata rapinata e/o sequestrata.

Mentre le catene o i virus fanno dei danni, fastidiosi, ma pur sempre
limitati su un pc di casa, gli scam sono una cosa molto seria !!! Si
parla di reati gravi e quindi è meglio non rispondere assolutamente.

Fidatevi: nessuno vi chiede aiuto beccando il vostro indirizzo a caso
su internet e chiedendovi di andare a ritirare dei soldi al posto suo.

Lo scopo di questi messaggi qual'è ?
Ce ne sono diversi:
- prendere il vostro indirizzo email e inondarlo di pubblicità
(fastidioso, ma non pericoloso)
- acquisire dei vostri dati personali (età, sesso, hobby) e venderli a
chi si occupa di marketing e pubblicità (fastidioso, in piu'
guadagnano diffondendo i cavolacci vostri)
- "succhiarvi" il numero di carta di credito (pericoloso)
- installarvi un qualche software che vi spia e che invia dati che vi
riguardano a certe società che poi li utilizzano (avete mai sentito
parlare di spyware ?)
- infine, se cascate in qualche scam, sono cavoli amari perchè
rischiate la vita.

Scusate per il trattato, ma sono particolarmente sensibile a questi
temi e putroppo noto molta ingenuità nella gente !!
Non è una critica, ma solo una puntualizzazione: internet è pericolosa
anche se non sembra. Voi non sapete cosa c'è lì dietro....

Sab
GraZia
2004-01-31 13:38:46 UTC
Permalink
Post by Sabrina
Sembra una cavolata, ma c'è gente che ha risposto ai nigerian scam ed
è stata rapinata e/o sequestrata.
Oh santo cielo! A un paio devo aver risposto con un fu... you.
Me li devo aspettare sotto casa?

GraZia
Alessandro "Tagt The Spellcaster" Valli
2004-02-02 09:17:35 UTC
Permalink
Post by GraZia
Oh santo cielo! A un paio devo aver risposto con un fu... you.
Me li devo aspettare sotto casa?
Direi di no... :-)
Ciao
Ale


--
Namárië Valinor
Davide Pioggia
2004-01-31 13:44:09 UTC
Permalink
Post by Sabrina
Scusate per il trattato, ma sono particolarmente sensibile a questi
temi e putroppo noto molta ingenuità nella gente !!
Non è una critica, ma solo una puntualizzazione: internet è pericolosa
anche se non sembra. Voi non sapete cosa c'è lì dietro....
Anche la vita reale non scherza.

Il 90% delle violenze sui minori (anche quelle sessuali) continua ad
avvenire in famiglia, nonostante i tentativi di internet di allargare il
giro. Si vede che la sacra istituzione della famiglia magari si è un po'
indebolita sulle cose marginali (educazione dei figli, sostegno morale ed
economico, solidarietà intergenerazionale), ma sulle questioni importanti
ancora ha una ottima "tenuta".

C'è poi da prendere nota del numero crescente di liti in famiglia che si
risolvono a fucilate, mariti abbandonati che fanno stragi, eccetera
eccetera.

Poi ci sarebbe da considerare tutta la complicata questione delle violenze
psicologiche e delle famiglie che passano tutto il tempo a fare "giochi
psicotici", per cui alla fine l'anello più debole del gruppo familiare si
spezza, e finisce nelle tossicodipendenze o varie forme di disturbo mentale
grave.

Insomma, se è vero che parlando dello schermo non sappiamo cosà c'è li
dietro, è pur vero che parlando di casa propria non sappiamo cosa c'è lì
dentro.

Ciao,
Davide
Sabrina
2004-01-31 14:58:56 UTC
Permalink
Post by Davide Pioggia
Anche la vita reale non scherza.
ma cosa c'entra con l'argomento, gia off topic, della mail di cui
parlava Karla ?
Post by Davide Pioggia
Insomma, se è vero che parlando dello schermo non sappiamo cosà c'è li
dietro, è pur vero che parlando di casa propria non sappiamo cosa c'è lì
dentro.
Ciao,
Davide
E' vero, ma siccome uno sta seduto a casa sua, non pensa proprio che
in giro per la rete ci possano essere dei pericoli. Uno tende a
pensare che gli hacker attacchino le grandi società, ecc... ecc...

Invece non è così. Gli hacker possono anche sfruttare le vulnerabilità
del tuo pc per usarti e fare da ponte per lanciare attacchi.

Il fatto è che l'utente medio è molto ingenuo, nel senso che non si
può ovviamente immaginare cosa circola la' fuori. Basta beccarsi un
virus una volta per perdere dei dati, ad esempio.
In più si può essere degli inconsapevoli "untori", dato che i virus
usano spesso la rubrica di outlook per re-inviarsi.

Se vuoi ti posso elencare tante belle cosine (spoofing e altri
crimini) che avvengono in rete. Ti posso anche mandare delle slide che
spiegano i potenziali pericoli... (ho fatto il master sull'internet
security).

Ciao ciao
Epimeteo
2004-02-01 07:02:19 UTC
Permalink
Post by Sabrina
E' vero, ma siccome uno sta seduto a casa sua, non pensa proprio che
in giro per la rete ci possano essere dei pericoli. Uno tende a
pensare che gli hacker attacchino le grandi società, ecc... ecc...
Invece non è così. Gli hacker possono anche sfruttare le vulnerabilità
del tuo pc per usarti e fare da ponte per lanciare attacchi.
Dev'essere per questo che ogni tanto mi scrivono i computer(S) di certe aziende e mi
comunicano che il mio messaggio avente titolo "hi" (figurarsi se io mando in giro
consapevolmente messaggi con questo titolo) non è stato accettato perché conteneva il
virus MyDoom A, B o C...
Post by Sabrina
Se vuoi ti posso elencare tante belle cosine (spoofing e altri
crimini) che avvengono in rete. Ti posso anche mandare delle slide che
spiegano i potenziali pericoli... (ho fatto il master sull'internet
security).
No, non farlo, Sab! Toglieresti noi utenti ingenui dalla nostra beata ignoranza...
Ma io ho sempre pensato che tutti questi "casini" fossero prodotti da quelli che poi
devono risolverli, un po' come il gommista che semina la strada di chiodi o puntine
da disegno, oppure come quei governi che organizzano degli attentati dinamitardi con
le bombe. Adesso poi sento dire che i nuovi virus informatici sono mandati dalla
mafia russa e mi sembra una notizia quasi divertente...

Francamente non ho mai avuto un'elevata opinione della salute mentale e dello
"standard etico" degli informatici, esclusi i presenti, ovviamente... :-))

Ciao, Sab.

Epimeteo
Sabrina
2004-02-01 09:29:16 UTC
Permalink
Post by Epimeteo
Dev'essere per questo che ogni tanto mi scrivono i computer(S) di certe aziende e mi
comunicano che il mio messaggio avente titolo "hi" (figurarsi se io mando in giro
consapevolmente messaggi con questo titolo) non è stato accettato perché conteneva il
virus MyDoom A, B o C...
No, questa è ancora una cosa diversa. Praticamente basta fare un
programmino stupido che inventi degli indirizzi email e li metta come
mittenti in un messaggio, fare il messaggio, inviarlo col virus a dei
destinatari generati a caso o pescati su internet... e il gioco è
fatto.

Cioè, se io faccio un programmino che prova tutti gli indirizzi di
tin, prima o poi becco il tuo.
Es. provo a fare ***@tin.it, ***@tin.it e così via..
quando ho finito i 100 numeri a mia disposizione, sicuramente qualche
povera Roberta è stata beccata, perchè sicuramente ci sara' qualcuno
di nome Roberta con indirizzo email Roberta75 perchè è nata nel 1975..

Insomma: se uno ha un indirizzo "facile" basta fare un programmino che
li provi tutti, miscelare casualmente "sender" e "recipient" e qualche
vittima è sistemata.

Io non sono capace di fare queste cose, so solo la teoria!
Bisogna, credo, programmare in C.
Post by Epimeteo
Ma io ho sempre pensato che tutti questi "casini" fossero prodotti da quelli che poi
devono risolverli, un po' come il gommista che semina la strada di chiodi o puntine
Mah ! Può essere vero e può essere la solita leggenda metropolitana.
E' un fatto che esistono gli hacker, e non c'entra niente con i virus.
Per i virus sono d'accordo con te: chi ha interesse a farli, se non
quelli che poi ti vendono la soluzione ?

Per gli hacker è un discorso molto più complicato. Gli hacker sono dei
fuorilegge e fanno cose più gravi, perciò non hanno niente a che fare
con le società per bene.
Ci sono tanti siti di hacker, che poi si vantano in diretta
raccontando le loro imprese (quando "bucano" dei siti, ad esempio).

Sai qual'è la cosa brutta ? Che conoscendo l'informatica e quello che
c'e' dietro non mi fido di nessuno... Sapendo i casini che combinano
in certi posti e la poca sicurezza che c'e' non mi stupisco se uno
riesce ad entrare nel db della banca e prendere tutti i miei soldi !!!

Quando si lavora in un posto se ne conoscono tutte le beghe..
.
Post by Epimeteo
Francamente non ho mai avuto un'elevata opinione della salute mentale e dello
"standard etico" degli informatici, esclusi i presenti, ovviamente... :-))
E hai ragione. Siamo tutti un po' malati, nel nostro piccolo.
Però io sono onesta ;-)

Sab
Epimeteo
2004-02-01 11:20:16 UTC
Permalink
Post by Sabrina
E hai ragione. Siamo tutti un po' malati, nel nostro piccolo.
Però io sono onesta ;-)
Tanto gentile e tanto onesta pare
Sabrina mia, quand'ella altrui formatta,
ch'ogni gruppo discute e s'arrabatta,
ma sovente s'oblìa di cancellare.

Ella si va, sentendo downloadare
maligni vermi in posta molto astuta,
qual madonna d'ingegno provveduta,
venuta in icli a pericol mostrare.

Mostrasi un'informatica sirena
che dà precisa un'avvertenza al core
e alli pirati tosto rompe l'ova.

E par che de la lingua sua si mova
un consiglio soave pien d'amore,
che va dicendo: metti in quarantena.

Epimeteo dantesco
Elisabetta
2004-02-01 12:09:02 UTC
Permalink
Post by Epimeteo
Tanto gentile e tanto onesta pare
Sabrina mia, quand'ella altrui formatta,
ch'ogni gruppo discute e s'arrabatta,
ma sovente s'oblìa di cancellare.
Ella si va, sentendo downloadare
maligni vermi in posta molto astuta,
qual madonna d'ingegno provveduta,
venuta in icli a pericol mostrare.
Mostrasi un'informatica sirena
che dà precisa un'avvertenza al core
e alli pirati tosto rompe l'ova.
E par che de la lingua sua si mova
un consiglio soave pien d'amore,
che va dicendo: metti in quarantena.
Epimeteo dantesco
Bellissima!

E
Epimeteo
2004-02-01 13:30:53 UTC
Permalink
Post by Elisabetta
Bellissima!
Troppo buonissima!
Post by Elisabetta
E
E :-))
Father McKenzie
2004-02-01 13:52:12 UTC
Permalink
C'è una ragione perché sono tornato in questo paese, qui e non invece a
"Elisabetta"
Post by Elisabetta
Bellissima!
Troppo buonissima!
Insomma! Pi sarei io ad aver bisogno di bromuro?
ADPUF
2004-02-01 21:42:56 UTC
Permalink
Post by Sabrina
Io non sono capace di fare queste cose, so solo la teoria!
Bisogna, credo, programmare in C.
Per chi non mastica l'informatica, "in C." non è
l'abbreviazione di una espressione idiomatica ben nota a
tutti gli italiani, ma C è proprio il nome di un linguaggio
di programmazione.
Post by Sabrina
Mah ! Può essere vero e può essere la solita leggenda
metropolitana. E' un fatto che esistono gli hacker, e non
c'entra niente con i virus. Per i virus sono d'accordo con
te: chi ha interesse a farli, se non quelli che poi ti
vendono la soluzione ?
Per gli hacker è un discorso molto più complicato. Gli
hacker sono dei fuorilegge e fanno cose più gravi, perciò
non hanno niente a che fare
con le società per bene.
Ci sono tanti siti di hacker, che poi si vantano in
diretta raccontando le loro imprese (quando "bucano" dei
siti, ad esempio).
Crackers, non hackers.
I primi sono quelli che cercano di entrare nei luoghi
informatici protetti magari per fini illegali, i secondi
sono coloro che si interessano al funzionamento delle
macchine per puro amore di conoscenza.
Quindi quando la TV parla di hackers, pensate invece ai
salatini.
--
pecunia non olet, sed scarseggiat semper
GCPillan
2004-02-01 22:48:22 UTC
Permalink
Post by ADPUF
Post by Sabrina
Ci sono tanti siti di hacker, che poi si vantano in
diretta raccontando le loro imprese (quando "bucano" dei
siti, ad esempio).
Crackers, non hackers.
I primi sono quelli che cercano di entrare nei luoghi
informatici protetti magari per fini illegali, i secondi
sono coloro che si interessano al funzionamento delle
macchine per puro amore di conoscenza.
Hai ragione in linea di principio.
Però tieni conto che questa bella distinzione non è presente né
nell'inglese comune (sia americano che britannico), né nell'industria
del software, né nei dizionari e neppure in molti siti di hacker/cracker.

Figurati se prende in italiano.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Enrico C
2004-02-02 00:14:53 UTC
Permalink
GCPillan | it.cultura.linguistica.italiano
Post by GCPillan
Post by ADPUF
Post by Sabrina
Ci sono tanti siti di hacker, che poi si vantano in
diretta raccontando le loro imprese (quando "bucano" dei
siti, ad esempio).
Crackers, non hackers.
I primi sono quelli che cercano di entrare nei luoghi
informatici protetti magari per fini illegali, i secondi
sono coloro che si interessano al funzionamento delle
macchine per puro amore di conoscenza.
Hai ragione in linea di principio.
Però tieni conto che questa bella distinzione non è presente né
nell'inglese comune (sia americano che britannico), né nell'industria
del software, né nei dizionari e neppure in molti siti di hacker/cracker.
Figurati se prende in italiano.
La parola hacker ha diversi livelli di significato e può essere usata
in molti modi diversi con un valore positivo o negativo a seconda dei
casi.
Un hacker è, in generale, una persona ingegnosa che riesce a far
funzionare qualcosa al di là dei limiti consueti con soluzioni
originali e impreviste. In questo senso, "Sei un vero hacker!", è un
complimento :)

Oggi, però, l'uso corrrente tende a distaccarsi dal significato
originario e a perdere la valenza positiva.
L'hacker, come viene usata comunemente la parola, è capace di usare e
manipolare sistemi informatici, accedendovi senza autorizzazione, per
ragioni che vanno dalla semplice sfida alla curiosità, fino ad
arrivare in a scopi di lucro, criminosi o distruttivi.

Il cracker, invece, nell'uso che mi è capitato di osservare, è
soprattutto colui che escogita sistemi per aggirare i codici di
protezione di programmi software al fine di permetterne un utilizzo
illegittimo, attraverso artifici che vengono appunto detti "crack".

Però è anche vero che in certi ambiti "hacker" e "cracker" sono usati
con significato diverso, quello di cui parlava Adpuf.

Lo stesso Hacking Lexicon definisce controverso l'uso dei due termini.


http://www.robertgraham.com/pubs/hacking-dict.html


hacker (hacking)[1] .
A hacker is someone who is able to manipulate the inner workings of
computers, information, and technology.

Consider Arthur C. Clark's Third Law: "Any sufficiently advanced
technology is indistinguishable from magic". Since normal people have
no clue as to how computers work, they often view hackers with
suspicion and awe (as magicians, sorcerers, witches, and warlocks).
This suspicion leads to the word "hacker" having the connotation of
someone up to no good.

History: The word "hacker" started out in the 14th century to mean
somebody who was inexperienced or unskilled at a particular activity
(such as a golf hacker).

In the 1970s, the word "hacker" was used by computer enthusiasts to
refer to themselves. This reflected the way enthusiasts approach
computers: they eschew formal education and play around with the
computer until they can get it to work. (In much the same way, a golf
hacker keeps hacking at the golf ball until they get it in the hole).

Furthermore, as "experts" learn about the technology, the more they
realize how much they don't know (especially about the implications of
technology). When experts refer to themselves as "hackers", they are
making a Socratic statement that they truly know nothing. For more
information on this connotation, see ESR's computer enthusiast "Jargon
File".

Key point: Today if you do a quick search of "hacker" in a search
engine, you will still occasional uses of the word in senses used in
the 1400s and 1970s, but the overwhelming usage in the 1990s describes
people who break into computers using their sorcerous ways. Likewise,
the vast majority of websites with the word "hack" in their title
refer to illegitimate entry into computer systems, with notable
exceptions like http://www.hacker.com (for golf).

Controversy: The computer-enthusiast community does not like using
"hacker" to describe malicious people; they prefer "cracker". The
security-community restricts the use of the word "cracker" to some who
breaks encryption and copy-protection schemes.

Consequently, a journalist who writes about cybercriminals cannot use
either word without hate mail from the opposing community claiming
they are using the word incorrectly. If a journalists writes about
hackers breaking into computers, they will receive hate-mail claiming
that not all hackers are malicious, and the that the correct word is
"cracker". Likewise, if they write about crackers breaking into
computers, they will receive hate-mail claiming that crackers only
break codes, but its hackers who break into systems. The best choice
probably depends upon the audience; for example one should definitely
talk about malicious crackers in a computer-enthusiast magazine like
Linux Today.


cracker [1]
A specific type of hacker who decrypts passwords or breaks software
copy protection schemes (creating "crackz"). Also, a generic name used
by some to refer to all "malicious" hackers.

Controversy: This work is extremely controversial. See the word hacker
for a discussion about the way that "cracker" is used in the computer
enthusiast community vs. the security community.
--
Enrico C

"The fad of today is the orthodoxy of tomorrow."
FB
2004-02-02 17:32:51 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Un hacker è, in generale, una persona ingegnosa che riesce a far
funzionare qualcosa al di là dei limiti consueti con soluzioni
originali e impreviste.
Uno che decolla con un frullatore?


Ciao, FB
Enrico C
2004-02-02 18:40:00 UTC
Permalink
FB | it.cultura.linguistica.italiano
Post by FB
Post by Enrico C
Un hacker è, in generale, una persona ingegnosa che riesce a far
funzionare qualcosa al di là dei limiti consueti con soluzioni
originali e impreviste.
Uno che decolla con un frullatore?
Yep! :)
--
Enrico C

"The fad of today is the orthodoxy of tomorrow."
ADPUF
2004-02-02 22:01:40 UTC
Permalink
Post by FB
Post by Enrico C
Un hacker è, in generale, una persona ingegnosa che
riesce a far funzionare qualcosa al di là dei limiti
consueti con soluzioni originali e impreviste.
Uno che decolla con un frullatore?
Mi pare che uno dei primi hacker negli USA aveva scoperto
che usando un certo fischietto trovato nelle patatine
riusciva a fare tutte le interurbane gratis ingannando le
centraline telefoniche.
--
pecunia non olet, sed scarseggiat semper
Elisabetta
2004-02-03 03:14:55 UTC
Permalink
Post by ADPUF
Post by FB
Post by Enrico C
Un hacker è, in generale, una persona ingegnosa che
riesce a far funzionare qualcosa al di là dei limiti
consueti con soluzioni originali e impreviste.
Uno che decolla con un frullatore?
Mi pare che uno dei primi hacker negli USA aveva scoperto
che usando un certo fischietto trovato nelle patatine
riusciva a fare tutte le interurbane gratis ingannando le
centraline telefoniche.
Come quando in Italia, nelle vecchie cabine telefoniche a gettone, si poteva
inserire un gettone tra le "maglie" della corda del telefono ottenendo lo
stesso risultato. E lo stesso all'inizio dei primi telefoni a moneta,
bastavano 100 o 50 lire.

E
Enrico C
2004-02-03 12:03:23 UTC
Permalink
Elisabetta | it.cultura.linguistica.italiano
Post by Elisabetta
Post by ADPUF
Post by FB
Post by Enrico C
Un hacker è, in generale, una persona ingegnosa che
riesce a far funzionare qualcosa al di là dei limiti
consueti con soluzioni originali e impreviste.
Uno che decolla con un frullatore?
Mi pare che uno dei primi hacker negli USA aveva scoperto
che usando un certo fischietto trovato nelle patatine
riusciva a fare tutte le interurbane gratis ingannando le
centraline telefoniche.
Come quando in Italia, nelle vecchie cabine telefoniche a gettone, si poteva
inserire un gettone tra le "maglie" della corda del telefono ottenendo lo
stesso risultato. E lo stesso all'inizio dei primi telefoni a moneta,
bastavano 100 o 50 lire.
Sì, ok, però qui siamo già alle applicazioni più o meno losche, alle
furbizie per non pagare le 200 lire.
Invece, l'esempio del decollo via frullatore chiarisce che l'hack
*può* essere anche qualcosa di più nobile e disinteressato, in
generale un approccio creativo alla tecnologia: ingegnarsi oltre le
opzioni offerte dal libretto di istruzioni, curiosare nel
funzionamento interno per scoprire nuove possibilità e andare oltre i
limiti (se poi uno di questi limiti è che occorre pagare una bolletta
salata per le telefonate a lunga distanza... ;))
--
Enrico C

"The fad of today is the orthodoxy of tomorrow."
GCPillan
2004-02-03 20:42:20 UTC
Permalink
Post by Elisabetta
Post by ADPUF
Post by FB
Post by Enrico C
Un hacker è, in generale, una persona ingegnosa che
riesce a far funzionare qualcosa al di là dei limiti
consueti con soluzioni originali e impreviste.
Uno che decolla con un frullatore?
Mi pare che uno dei primi hacker negli USA aveva scoperto
che usando un certo fischietto trovato nelle patatine
riusciva a fare tutte le interurbane gratis ingannando le
centraline telefoniche.
Come quando in Italia, nelle vecchie cabine telefoniche a gettone, si poteva
inserire un gettone tra le "maglie" della corda del telefono ottenendo lo
stesso risultato. E lo stesso all'inizio dei primi telefoni a moneta,
bastavano 100 o 50 lire.
E quindi?

Hacker perché "tipo in gamba" che conosce il sistema utilizzato per
inviare in centrale gli impulsi di tariffazione, "genio elettronico"
perché la sa più lunga degli altri... Perfetta analogia con chi si
inserisce nel sistema informatico sfruttandone le vulnerabilità.

oppure

Cracker perché "rimuove la protezione" ovvero sfrutta gratis un
servizio, il telefono, senza pagare quanto richiesto. Perfetta analogia
con chi fa girare i programmi protetti.

oppure

Vandalo perché per fare contatto deve accedere ai cavetti e quindi
aprire la spirale di protezione, rendendo il telefono presto
inservibile. Perfetta analogia con chi crea virus o vermi che fanno
danni notevolissimi alla collettività rispetto al vantaggio ottenuto.

oppure

Eroe perché conduce una lotta politica contro la SIP, Telecom ladra o la
compagnia di turno che si arricchisce dandoci i prodotti scarsi.
Perfetta analogia con chi combatte Microsoft e SCO con ogni mezzo.

oppure

Stronzo perché per risparmiare 200 lire fa un danno notevolissimo sia
per la riparazione che per il disservizio causato dalla cabina rotta.
Perfetta analogia con chi passa ore e ore col debugger per evitare di
comprare uno shareware da 20 dollari.


Non voglio dimostrare che gli hacker sono stronzi, ma solo che la
definizione di hacker è molto ambigua.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
ADPUF
2004-02-03 21:12:51 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Non voglio dimostrare che gli hacker sono stronzi, ma solo
che la definizione di hacker è molto ambigua.
Chi è senza peccato scagli il primo gettone.
--
pecunia non olet, sed scarseggiat semper
GCPillan
2004-02-04 00:31:17 UTC
Permalink
Post by ADPUF
Chi è senza peccato scagli il primo gettone.
Dimenticavo il principio della Giustizia.

Quanti gettoni ci hanno mangiato i telefoni senza darci il servizio
corrispondente? Ecco perché abbiamo ogni diritto di farci restituire dal
telefono quanto ci ha rubato. E di fargliela pagare strappando via la
cornetta. Quel che è giusto è giusto!
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Elisabetta
2004-02-04 00:23:08 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Post by Elisabetta
Post by ADPUF
Mi pare che uno dei primi hacker negli USA aveva scoperto
che usando un certo fischietto trovato nelle patatine
riusciva a fare tutte le interurbane gratis ingannando le
centraline telefoniche.
Come quando in Italia, nelle vecchie cabine telefoniche a gettone, si poteva
inserire un gettone tra le "maglie" della corda del telefono ottenendo lo
stesso risultato. E lo stesso all'inizio dei primi telefoni a moneta,
bastavano 100 o 50 lire.
E quindi?
[cut]
Post by GCPillan
Vandalo perché per fare contatto deve accedere ai cavetti e quindi
aprire la spirale di protezione, rendendo il telefono presto
inservibile. Perfetta analogia con chi crea virus o vermi che fanno
danni notevolissimi alla collettività rispetto al vantaggio ottenuto.
[cut]
Post by GCPillan
oppure
Stronzo perché per risparmiare 200 lire fa un danno notevolissimo sia
per la riparazione che per il disservizio causato dalla cabina rotta.
Perfetta analogia con chi passa ore e ore col debugger per evitare di
comprare uno shareware da 20 dollari.
Nel caso che ho citato io (quello delle 50 o 100 lire), non si effettuava
nessun danno fisico al telefono. Non mi ricordo esattamente come era, ma più
o meno bastava appoggiare la moneta alla corda del telefono, tra una maglia
e l'altra. Erano abbastanza flessibili quindi non si rompeva niente. Nessun
telefono rotto, nessuna riparazione alla cabina rotta, nessun disservizio.
Pur non ricordandomi i dettagli, ne sono sicura perché era un metodo che
usavo per telefonare al tipo di cui ero cotta, che abitava fuori Firenze,
dopo che la mamma mi impedì tassativamente di usare il telefono di casa
causa bolletta da infarto.
Post by GCPillan
Non voglio dimostrare che gli hacker sono stronzi,
Piuttosto adolescenti acneici con genitori orridi che vogliono impedire lo
svolgimento naturale di una meravigliosa storia d'amore!

E
GCPillan
2004-02-04 00:55:44 UTC
Permalink
Post by Elisabetta
Nel caso che ho citato io (quello delle 50 o 100 lire), non si effettuava
nessun danno fisico al telefono.
Il mio discorso era invece assolutamente generale, si parlava delle
astuzie per chiamare gratis. Ce ne sono state tante e di diverso tipo e
tutte avevano in comune il danno al telefono. Vuoi l'introduzione di
varie sostanze nella feritoia del gettone, vuoi i vari cortocircuiti
tolto il microfono, forato a caldo il display, spelato i fili, vuoi il
nastro adesivo sulla banda magnetica. Sistemi non invasivi proprio non
ne conosco.
Post by Elisabetta
Non mi ricordo esattamente come era, ma più
o meno bastava appoggiare la moneta alla corda del telefono, tra una maglia
e l'altra. Erano abbastanza flessibili quindi non si rompeva niente.
Ci credo poco.
Su quale principio funzionava?
Post by Elisabetta
Nessun
telefono rotto, nessuna riparazione alla cabina rotta, nessun disservizio.
Furto.

Entro in casa tua, non rompo nulla, mi pulisco pure le scarpe.
Uso il tuo telefono e ti scrocco un po' di telefonate.
Mi pare onestissimo, encomiabile.
Post by Elisabetta
Pur non ricordandomi i dettagli, ne sono sicura perché era un metodo che
usavo per telefonare al tipo di cui ero cotta, che abitava fuori Firenze,
dopo che la mamma mi impedì tassativamente di usare il telefono di casa
causa bolletta da infarto.
Ah sì?

Io avevo un amico greco che abitava a casa mia che per telefonare a Roma
ha speso nel giro di qualche mese oltre un milione di lire in
telefonate. Che però non aveva. Così me ne ha dato una parte chiedendomi
di pazientare per il resto. Poi è passato del tempo, ha lasciato la casa
e si è dimenticato dei 375 euro che mi deve. Mi sbilancio pure a dire
che si chiama Antonio Kavalos, così se un giorno fa una ricerca su
Usenet magari trova questa mia lamentela e mi restituisce i soldi.

Non poteva usare la tua moneta magica sul filo?
Post by Elisabetta
Piuttosto adolescenti acneici con genitori orridi che vogliono impedire lo
svolgimento naturale di una meravigliosa storia d'amore!
Non vedo come l'assenza di telefono "impedisce" la storia d'amore.
Anzi, la difficoltà di comunicazione dovrebbe aumentare la spinta
all'incontro diretto. Per esempio sono convinto che Antonio, con parte
dei soldi spesi al telefono avrebbe potuto concedersi qualche weekend a
Roma.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Elisabetta
2004-02-04 01:43:43 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Post by Elisabetta
Nel caso che ho citato io (quello delle 50 o 100 lire), non si effettuava
nessun danno fisico al telefono.
Il mio discorso era invece assolutamente generale, si parlava delle
astuzie per chiamare gratis. Ce ne sono state tante e di diverso tipo e
tutte avevano in comune il danno al telefono. Vuoi l'introduzione di
varie sostanze nella feritoia del gettone, vuoi i vari cortocircuiti
tolto il microfono, forato a caldo il display, spelato i fili, vuoi il
nastro adesivo sulla banda magnetica. Sistemi non invasivi proprio non
ne conosco.
Post by Elisabetta
Non mi ricordo esattamente come era, ma più
o meno bastava appoggiare la moneta alla corda del telefono, tra una maglia
e l'altra. Erano abbastanza flessibili quindi non si rompeva niente.
Ci credo poco.
Su quale principio funzionava?
Non ne ho la più pallida idea, e sinceramente non me ne poteva fregare di
meno all'epoca, e meno ancora adesso. Come ho detto non mi ricordo
esattamennte come funzionava, so solo che lo ho usato io stessa e che non
lasciavo danni, anche perché non avrei saputo da dove cominciare per "forare
a caldo il display", "spelare i fili" (a quell'epoca le corde dei telefoni
erano di metallo), o come usare il telefono avendo tolto il microfono per
causare un corto circuito. Quello che facevo era invasivo, perché la
monetina andava infilata fra le maglie, ma quando avevo finito semplicemente
la toglievo e il telefono era come prima.
Post by GCPillan
Post by Elisabetta
Nessun
telefono rotto, nessuna riparazione alla cabina rotta, nessun disservizio.
Furto.
Entro in casa tua, non rompo nulla, mi pulisco pure le scarpe.
Uso il tuo telefono e ti scrocco un po' di telefonate.
Mi pare onestissimo, encomiabile.
Non ho detto che non c'era niente di sbagliato in quello che ho fatto,
semplicemente che non recavo nessun danno fisico all'apparecchiatura, ne'
interruzione di servizio. Per quel che riguarda il furto, la Sip si è
ripresa abbondantemente il suo negli anni a venire smagnetizzandomi infinite
schede che non mi ha mai rimborsato. Legge del karma!

[cut]
Post by GCPillan
Post by Elisabetta
Piuttosto adolescenti acneici con genitori orridi che vogliono impedire lo
svolgimento naturale di una meravigliosa storia d'amore!
Non vedo come l'assenza di telefono "impedisce" la storia d'amore.
Anzi, la difficoltà di comunicazione dovrebbe aumentare la spinta
all'incontro diretto. Per esempio sono convinto che Antonio, con parte
dei soldi spesi al telefono avrebbe potuto concedersi qualche weekend a
Roma.
A parte il fatto che l'incontro diretto, se avessi potuto farlo lo avrei
fatto (come infatti capitava ogni tanto), in ogni caso... lighten up! Era
una battuta! Mi sembri un po' tesino.

E
GCPillan
2004-02-04 17:48:04 UTC
Permalink
[...] in ogni caso... lighten up! Era
una battuta! Mi sembri un po' tesino.
Lo sono.

Hai ravvivato in me ricordi molto negativi fatti di camminate al freddo
dopo cena alla ricerca di una cabina funzionante (non avevo telefono a
casa) e di attese snervanti fuori da cabine occupate da ragazze che
parlavano per interi quarti d'ora quando io avevo bisogno di un minuto.

Quando la disgraziata di turno, irritata da me che aprivo la porta e le
chiedevo se ne aveva ancora per molto, mi rispondeva che c'erano altre
cabine, io le descrivevo dettagliatamente quali altre cabine nel raggio
di 300 metri avevo provato ed avevo trovato guaste.

Ovvio posso spiegare a chi, come te, si palesa come causa prima delle
mie arrabbiature e tempo perso quanto male mi hanno arrecato e il tono
che uso è fin troppo tenero.

Tu dici che non sai come funzionava la moneta piantata dentro la guaina.
O funzionava per miracolo oppure metteva in corto i conduttori interni
danneggiando l'isolante interno. Dopodiché han dovuto spendere i nostri
soldi per passare al cavo corazzato e persone molto astute hanno
riprodotto lo stesso meccanismo aprendo la guaina quel tanto che
serviva. Anche loro, come te, possono dire di non aver rotto il
telefono. L'hanno però indebolito accelerandone il guasto, esattamente
come la monetina piantata tra le spire della guaina.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Alessandro "Tagt The Spellcaster" Valli
2004-02-04 09:32:40 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Per esempio sono convinto che Antonio, con parte
dei soldi spesi al telefono avrebbe potuto concedersi qualche weekend a
Roma.
LOL :-)
Giancarlo, ci sono volte che mi fai rovesciare!
La storia di Antonio è *bellissima*! :-)))
Ciao
Ale


--
Namárië Valinor
GCPillan
2004-02-01 22:36:23 UTC
Permalink
Post by Sabrina
No, questa è ancora una cosa diversa. Praticamente basta fare un
programmino stupido che inventi degli indirizzi email e li metta come
mittenti in un messaggio, fare il messaggio, inviarlo col virus a dei
destinatari generati a caso o pescati su internet... e il gioco è
fatto.
Cioè, se io faccio un programmino che prova tutti gli indirizzi di
tin, prima o poi becco il tuo.
quando ho finito i 100 numeri a mia disposizione, sicuramente qualche
povera Roberta è stata beccata, perchè sicuramente ci sara' qualcuno
di nome Roberta con indirizzo email Roberta75 perchè è nata nel 1975..
I virus non fanno così per due motivi:
- la generazione non è affatto semplice
- il numero di email da spedire sarebbe enorme ed il virus
si paleserebbe immediatamente.

Questo era un sistema usato dagli spammer tempo fa.
Oggi sia il mittente che i destinatari sono scelti dalla rubrica del
computer infetto.

Nota. Non raccontatemi le eccezioni: sto descrivendo quel che succedo
con i virus più popolari.
Post by Sabrina
Mah ! Può essere vero e può essere la solita leggenda metropolitana.
E' un fatto che esistono gli hacker, e non c'entra niente con i virus.
Per i virus sono d'accordo con te: chi ha interesse a farli, se non
quelli che poi ti vendono la soluzione ?
Mi sembra un ragionamento molto semplicistico.

Ci sono moltissimi atti di vandalismo fatti da chi non ha nulla da
guadagnare con il ripristino dei danni. Cabine telefoniche, cartelli
stradali, scritte sui muri. Quasi sempre la spinta è doppia: spirito di
protagonismo (l'ho fatto io, sono coraggioso, sono astuto) o spirito di
lotta ideologica (contro Microsoft, contro SCO, contro la multinazionale
che inquina, che sfrutta la povertà). Chi scrive virus rientra nella
categoria "vandalo" a tutti gli effetti.
Post by Sabrina
Per gli hacker è un discorso molto più complicato. Gli hacker sono dei
fuorilegge e fanno cose più gravi, perciò non hanno niente a che fare
con le società per bene.
Se il discorso è complicato, non vedo come liquidarlo con "gli hacker
sono dei fuorilegge". E' come dire "i piloti sono fuorilegge". Dipende
se guidano l'auto in un circuito o nelle strade pubbliche.
Post by Sabrina
Sai qual'è la cosa brutta ? Che conoscendo l'informatica e quello che
c'e' dietro non mi fido di nessuno... Sapendo i casini che combinano
in certi posti e la poca sicurezza che c'e' non mi stupisco se uno
riesce ad entrare nel db della banca e prendere tutti i miei soldi !!!
I soldi di una banca non stanno in un database.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
ADPUF
2004-02-02 18:04:10 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Questo era un sistema usato dagli spammer tempo fa.
Oggi sia il mittente che i destinatari sono scelti dalla
rubrica del computer infetto.
Ho letto che un trucchetto era quello di inserire un
indirizzo falso nella rubrica così quando il virus spedisce
il messaggio si riceve un errore.
Oppure ci si mette anche il proprio.
Post by GCPillan
Ci sono moltissimi atti di vandalismo fatti da chi non ha
nulla da guadagnare con il ripristino dei danni. Cabine
telefoniche, cartelli stradali, scritte sui muri. Quasi
sempre la spinta è doppia: spirito di protagonismo (l'ho
fatto io, sono coraggioso, sono astuto) o spirito di lotta
ideologica (contro Microsoft, contro SCO, contro la
multinazionale che inquina, che sfrutta la povertà). Chi
scrive virus rientra nella categoria "vandalo" a tutti gli
effetti.
Anche solo per rabbia.
--
pecunia non olet, sed scarseggiat semper
Sabrina
2004-02-03 09:02:22 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Questo era un sistema usato dagli spammer tempo fa.
Oggi sia il mittente che i destinatari sono scelti dalla rubrica del
computer infetto.
Non è vero. Spesso ricevo spam con indirizzi proprio generati in modo
automatico.
Io ho alcuni indirizzi che non uso mai (registrati solo perchè erano
compresi nell'abbonamento free), eppure sono inondati di spam.
Non possono essere presi dalla rubrica di nessuno, sono generati a
caso. Se ho un indirizzo che è ***@tin.it è chiaro che me lo
riempiono di spam.
Post by GCPillan
con i virus più popolari.
Con i virus non so. Con gli scam fanno come sopra.
Post by GCPillan
Mi sembra un ragionamento molto semplicistico.
anche a me. Era tanto per dire, no ? Siccome la maggior parte della
gente pensa che sia così, e non abbiamo prove che non lo sia, potrebbe
anche essere (?!).
Post by GCPillan
Se il discorso è complicato, non vedo come liquidarlo con "gli hacker
sono dei fuorilegge". E' come dire "i piloti sono fuorilegge". Dipende
se guidano l'auto in un circuito o nelle strade pubbliche.
Cosa c'entrano i piloti ? Gli hacker, intesi come coloro che sfruttano
delle vulnerabilità e producono dei danni, oppure contribuiscono alla
diffusione dei software pirati oppure entrano nel sistema della casa
bianca e bucano il sito... sono dei fuorilegge.
Nel senso che quello che fanno non è legale, non nel senso che sono
anche stupratori-violenti-assassini !!!
Mi sembra logico.
Post by GCPillan
I soldi di una banca non stanno in un database.
Azz ! Grazie ! Pensavo che dentro il db di bancaintesa ci fosse un
cassetto con dentro tutti i miei miliardi di euro ! Pensavo che se uno
mi frega la password e riesce ad entrare nel mio conto, con un
semplice ftp si fa il download dei miei soldi sull'hard disk e poi li
stampa con la stampante a colori !!!

Quello che volevo dire è che se uno riesce ad entrare nel db della
banca, dove ci sono anagrafiche, movimenti e chi piu' ne ha piu' ne
metta, potrebbe benissimo azzerare il mio conto e mettere la cifra
corrispondente sul suo conto alle isole cayman.
Non mi sembra una cosa impossibile, soprattutto sapendo come funziona
la sicurezza di banche e compagnia bella.

Sab
GCPillan
2004-02-03 19:47:20 UTC
Permalink
Post by Sabrina
Post by GCPillan
Questo era un sistema usato dagli spammer tempo fa.
Oggi sia il mittente che i destinatari sono scelti dalla rubrica del
computer infetto.
Non è vero. Spesso ricevo spam con indirizzi proprio generati in modo
automatico.
Forse non mi hai capito.
Generazione automatica di indirizzi....

Spammer: sì, molto in passato, poco oggi.
Virus: no.
Post by Sabrina
Io ho alcuni indirizzi che non uso mai (registrati solo perchè erano
compresi nell'abbonamento free), eppure sono inondati di spam.
Non possono essere presi dalla rubrica di nessuno, sono generati a
riempiono di spam.
Non ho scritto che da una certa data hanno decretato la fine di questo
sistema. Volevo dire che era in voga anni fa mentre oggi è parte
trascurabile dello spam.
Post by Sabrina
Post by GCPillan
Mi sembra un ragionamento molto semplicistico.
anche a me. Era tanto per dire, no ? Siccome la maggior parte della
gente pensa che sia così, e non abbiamo prove che non lo sia, potrebbe
anche essere (?!).
Non mi pare corretto gettare fango su dei professionisti.
Soprattutto se si appoggia ad un pensiero comune basato su sospetti
senza razionalità.
Post by Sabrina
Post by GCPillan
Se il discorso è complicato, non vedo come liquidarlo con "gli hacker
sono dei fuorilegge". E' come dire "i piloti sono fuorilegge". Dipende
se guidano l'auto in un circuito o nelle strade pubbliche.
Cosa c'entrano i piloti ?
E' un'analogia che va letta in questo senso.

Hacker = esperto delle macchine informatiche
Pilota = esperto delle macchine da corsa.

Hacker che risolve problemi
va con
Pilota che vince le gare di corsa

Hacker che fa danni
va con
Pilota che va a velocità folli per le strade pubbliche

Dire "gli hacker sono fuorilegge" è analogo a dire "i piloti sono
fuorilegge".
Post by Sabrina
Gli hacker, intesi come coloro che sfruttano
delle vulnerabilità e producono dei danni, oppure contribuiscono alla
diffusione dei software pirati oppure entrano nel sistema della casa
bianca e bucano il sito... sono dei fuorilegge.
Non l'avevi specificato però.

Allora potrei dire "gli italiani sono ladri"
Senza specificare quali, tanto si capisce.
Post by Sabrina
Quello che volevo dire è che se uno riesce ad entrare nel db della
banca, dove ci sono anagrafiche, movimenti e chi piu' ne ha piu' ne
metta, potrebbe benissimo azzerare il mio conto e mettere la cifra
corrispondente sul suo conto alle isole cayman.
No.
I tuoi soldi non stanno in un database.
Post by Sabrina
Non mi sembra una cosa impossibile, soprattutto sapendo come funziona
la sicurezza di banche e compagnia bella.
Bisognerebbe falsificare l'intera storia di tutti i movimenti e non
lasciare traccia alcuna. Ora, se con qualche transazione ti viene
svuotato il conto, per esempio rubandoti la password con un keylogger, è
vero che vedi il conto vuoto, ma è anche vero che puoi inseguire la
transazione fraudolenta fino a riottenere il maltolto.

Non nego che le truffe esistano, ma sono lunghe e dissimulate proprio
per non dare nell'occhio. Il trasferimento di intere fortune dalla banca
al megacriminale che tiene in sequestro il mago del computer è roba da
film d'azione che nella realtà non sta proprio in piedi.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
ADPUF
2004-02-03 21:19:30 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Post by Sabrina
Quello che volevo dire è che se uno riesce ad entrare nel
db della banca, dove ci sono anagrafiche, movimenti e chi
piu' ne ha piu' ne metta, potrebbe benissimo azzerare il
mio conto e mettere la cifra corrispondente sul suo conto
alle isole cayman.
No.
I tuoi soldi non stanno in un database.
Post by Sabrina
Non mi sembra una cosa impossibile, soprattutto sapendo
come funziona la sicurezza di banche e compagnia bella.
Bisognerebbe falsificare l'intera storia di tutti i
movimenti e non lasciare traccia alcuna. Ora, se con
qualche transazione ti viene svuotato il conto, per
esempio rubandoti la password con un keylogger, è vero che
vedi il conto vuoto, ma è anche vero che puoi inseguire la
transazione fraudolenta fino a riottenere il maltolto.
Non nego che le truffe esistano, ma sono lunghe e
dissimulate proprio per non dare nell'occhio. Il
trasferimento di intere fortune dalla banca al
megacriminale che tiene in sequestro il mago del computer
è roba da film d'azione che nella realtà non sta proprio
in piedi.
Credo che gran parte dei reati informatico-finanziari che
danneggiano le banche (le quali osservano un rigorosissimo
silenzio in proposito per evidenti motivi di prestigio e
anti-panico) siano opera di personale interno (anche dopo
che se ne è andato) che conosce procedure e metodi,
eventualmente con aiuti esterni.
Il concetto di "bomba a tempo" è uno di questi casi.
--
pecunia non olet, sed scarseggiat semper
Sabrina
2004-02-03 21:56:50 UTC
Permalink
Post by GCPillan
Non ho scritto che da una certa data hanno decretato la fine di questo
sistema. Volevo dire che era in voga anni fa mentre oggi è parte
trascurabile dello spam.
e io, a giudicare dalla quantita' di spamming che ricevo, direi che
non e' molto trascurabile.
Post by GCPillan
Non mi pare corretto gettare fango su dei professionisti.
Guarda che io faccio parte di quei professionisti, tanto per
cominciare. Non getto proprio fango sugli informatici, ma vedo come si
lavora in certi posti.
Post by GCPillan
Hacker = esperto delle macchine informatiche
Di solito, però, hacker viene usato nella sua connotazione negativa.
Io ovviamente mi riferivo a quel significato.
Post by GCPillan
Allora potrei dire "gli italiani sono ladri"
Senza specificare quali, tanto si capisce.
Esempio non calzante. Vedi sopra.
Post by GCPillan
I tuoi soldi non stanno in un database.
Certo che sì.
Post by GCPillan
Bisognerebbe falsificare l'intera storia di tutti i movimenti e non
lasciare traccia alcuna. Ora, se con qualche transazione ti viene
svuotato il conto, per esempio rubandoti la password con un keylogger, è
vero che vedi il conto vuoto, ma è anche vero che puoi inseguire la
transazione fraudolenta fino a riottenere il maltolto.
Ho capito.... ma intanto il danno possono fartelo.
Lo so anche io che non basta togliere la cifra del saldo, ci sono gli
storici e bla bla bla, però se uno ci si mettesse d'impegno,
riuscirebbe benissimo a fare qualche danno.

Per farti un esempio, io ho lavorato in posti dove avevo sottomano
delle password che servivano per fare dei pagamenti.
Avrei potuto benissimo inserirmi come beneficiaria di una certa
transazione economica e non se ne sarebbero accorti neanche morti,
soprattutto se avessi messo dei dati plausibili. In un posto in cui
escono miliardi, 1 milione di lire non avrebbe destato sosptti, e
sarebbe stato anche adeguatamente documentato.

Ovvio che non l'ho fatto, ma il mio esempio era un modo semplice per
dire che le banche e co. non sono sicure.
So di una banca in cui, per sbaglio, hanno caricato per n volte gli
stessi pagamenti di bollette.... per fortuna se ne sono accorti in
tempo, ma magari un correntista non si accorge che gli hanno
addebitato due volte la bolletta perche' non ci fa caso (questo non
c'entra nulla con hacker, ma col lavorare male si' !)
Post by GCPillan
Non nego che le truffe esistano, ma sono lunghe e dissimulate proprio
per non dare nell'occhio. Il trasferimento di intere fortune dalla banca
al megacriminale che tiene in sequestro il mago del computer è roba da
film d'azione che nella realtà non sta proprio in piedi.
Completamente d'accorso.

Scusa, ma se un informatico anche tu ?

Sab
GCPillan
2004-02-04 00:24:04 UTC
Permalink
Post by Sabrina
Post by GCPillan
Non ho scritto che da una certa data hanno decretato la fine di questo
sistema. Volevo dire che era in voga anni fa mentre oggi è parte
trascurabile dello spam.
e io, a giudicare dalla quantita' di spamming che ricevo, direi che
non e' molto trascurabile.
Negli anni ho analizzato diverse migliaia di messaggi non richiesti
recapitati in una decina di mie caselle. Sono quindi riuscito a farmi
un'idea di come recuperano gli indirizzi. Possiedo da diversi anni un
indirizzo brevissimo: una lettera e una cifra su un dominio famosissimo.
Stando alla tua logica, dovrebbe essere tra i primi generati dagli
spammer. Quella casella è pulitissima. Viceversa, un indirizzo tipo
gcpillan@<famoso provider italiano> è stato pulitissimo fino ad un
giorno dal quale è cominciata una vera e propria valanga di spam. Mi
sono chiesto perché. L'unico uso che ne avevo fatto era su un gruppo
(chiuso) MSN. Controprova ho fatto la stessa cosa con un altro
indirizzo. Idem.

Infine, ho letto tempo fa un dossier molto lungo e dettagliato sullo
spamming negli USA con interviste a famosi spammatori che spiegavano le
loro tecniche. Un passaggio che ricordo bene è che la generazione di
indirizzi non rendeva più perché ci sono sistemi più efficaci. Se lo
vuoi cercare... forse su ZD-Net o sul NY Times.

Ma stiamo divagando.
Il motivo per cui sono andato in argomento è che i virus che ci troviamo
oggi NON generano indirizzi per i motivi che ti ho scritto ieri.
Post by Sabrina
Post by GCPillan
Non mi pare corretto gettare fango su dei professionisti.
Guarda che io faccio parte di quei professionisti, tanto per
cominciare. Non getto proprio fango sugli informatici, ma vedo come si
lavora in certi posti.
Non credo proprio che tu, se davvero lavori in una delle quattro aziende
specializzate in antivirus, sia così stupida da ipotizzare che queste
case giochino sporco a tal punto, con rischi notevoli di esser scoperte.
Hai presente che ci sono taglie come ai tempi del far-west?
Post by Sabrina
Di solito, però, hacker viene usato nella sua connotazione negativa.
Io ovviamente mi riferivo a quel significato.
Ovviamente lo dici tu.
Ci sono persone, anche in questo NG che riportano un sacco di
definizioni e tu te ne esci con un'affermazioni semplicistica e che
induce in errore?
Post by Sabrina
Post by GCPillan
Allora potrei dire "gli italiani sono ladri"
Senza specificare quali, tanto si capisce.
Esempio non calzante. Vedi sopra.
Perché non è calzante?
Se ti trovi in un contesto in cui si considerano ladri gli italiani
trovi inutile specificare meglio il tuo pensiero?
Post by Sabrina
Post by GCPillan
I tuoi soldi non stanno in un database.
Certo che sì.
Va bene, se sei convinta tu...
Post by Sabrina
Ho capito.... ma intanto il danno possono fartelo.
Lo so anche io che non basta togliere la cifra del saldo, ci sono gli
storici e bla bla bla, però se uno ci si mettesse d'impegno,
riuscirebbe benissimo a fare qualche danno.
Esattamente come in una cassaforte.
Tu inizialmente hai fatto un discorso da ragazzino che ha visto un film.
Entro nel DB e ti svuoto il conto. L'informazione è distribuita in tanti
posti. Il denaro non è rappresentato dal valore di una variabile ma il
risultato di numerose operazioni. Tant'è che il modo per spostarlo è
PRODURRE una transazione.
Post by Sabrina
Per farti un esempio, io ho lavorato in posti dove avevo sottomano
delle password che servivano per fare dei pagamenti.
Avrei potuto benissimo inserirmi come beneficiaria di una certa
transazione economica e non se ne sarebbero accorti neanche morti,
soprattutto se avessi messo dei dati plausibili.
Vedi che stai arrivando al punto?
Il modo che hai di rubare "elettronicamente" è lo stesso che hai di
rubare "fisicamente". Devi spostare del denaro senza che nessuno se ne
accorga. Quindi se per le tue mani passano milioni riesci a rubarne
piccola parte. Ma il conto personale che si azzera o che si dimezza NON
rientra affatto nella casistica che ora descrivi.
Post by Sabrina
Ovvio che non l'ho fatto, ma il mio esempio era un modo semplice per
dire che le banche e co. non sono sicure.
Un conto è affermare che qualcuno può rubare (e questo lo sappiamo
tutti) o che è possibile rapinare (e questo lo sappiamo) o che è
possibile falsificare bilanci (e questo lo sappiamo)... tutt'altro è
dire che basta accedere al DB per far sparire i soldi.
Post by Sabrina
So di una banca in cui, per sbaglio, hanno caricato per n volte gli
stessi pagamenti di bollette.... per fortuna se ne sono accorti in
tempo, ma magari un correntista non si accorge che gli hanno
addebitato due volte la bolletta perche' non ci fa caso (questo non
c'entra nulla con hacker, ma col lavorare male si' !)
Non è "fortuna" ma segnalazione di qualcuno.
Quello che descrivi è un errore comune, ma è altrettanto normale che
venga recuperato. Quando avevo la CartaSi ho avuto anche io un doppio
addebito (la stessa spesa in due mesi successivi).
Post by Sabrina
Scusa, ma se un informatico anche tu ?
Scusami, ma solitamente evito di parlare di me.
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Sabrina
2004-02-04 08:43:43 UTC
Permalink
On Wed, 04 Feb 2004 01:24:04 +0100, GCPillan <***@email.com>
wrote:
p.s. : se vuoi rispondermi ancora, per favore scrivimi in privato.
ciao.
Post by GCPillan
spammer. Quella casella è pulitissima. Viceversa, un indirizzo tipo
Questa cosa dipende anche dal provider. Ci sono provider che
effettuano un controllo anti-spam a monte e altri che non lo fanno.
Ad esempio, io ho un indirizzo su interfree che è pieno di schifezze,
eppure non lo uso mai "in pubblico"...
Post by GCPillan
Ma stiamo divagando.
Il motivo per cui sono andato in argomento è che i virus che ci troviamo
oggi NON generano indirizzi per i motivi che ti ho scritto ieri.
Ti avevo gia' dato ragione !!!!!!!!!
Post by GCPillan
Non credo proprio che tu, se davvero lavori in una delle quattro aziende
specializzate in antivirus, sia così stupida da ipotizzare che queste
case giochino sporco a tal punto, con rischi notevoli di esser scoperte.
Allora, io ho detto che sono un informatica, e come tale faccio parte
di quella categoria di professionisti. Non intendevo dire che sono
della Symantec !
Post by GCPillan
Ovviamente lo dici tu.
e 100 milioni di persone....
Quando si parla di hacker al telegiornale o sui giornali si intende
quel tipo di hacker che fa dei danni o delle frodi.
Siccome stavo parlando con delle persone non informatiche, ho
semplificato il discorso.
Se poi un informatico si mette a sottilizzare sulle differenze tra
hacker buoni e cattivi e altre cose tecniche, allora ha frainteso il
messaggio.

Di solito quando parlo con gli utenti cerco di spiegare le cose in
modo semplice, altrimenti non se ne esce piu' (come infatti stiamo
dimostrando io e te).
Post by GCPillan
Tu inizialmente hai fatto un discorso da ragazzino che ha visto un film.
Entro nel DB e ti svuoto il conto. L'informazione è distribuita in tanti
posti. Il denaro non è rappresentato dal valore di una variabile ma il
risultato di numerose operazioni. Tant'è che il modo per spostarlo è
PRODURRE una transazione.
Appunto, e per un hacker interessato a fare un danno questa sarebbe
una cazzatina.
Sempre per il discorso di cui sopra, non sono stata a fare un disegno
dell'ERD di una banca e non ho spiegato che esistono i backup ecc...
ecc....
Dico solo: sapendo come sono poco sicuri certi posti e come sono poco
rispettate le regole di sicurezza informatica, non mi stupirei se un
giorno non trovassi piu' i miei soldi.
E' chiaro che nessun hacker ha interesse a rubare i miei soldi, ma
capitano i casi in cui con qualche raggiro ti fregano il numero di
carta di credito (e' successo ad una amica americana).
Perciò dico : attenzione attenzione attenzione.
Mai dare informazioni private, mai cliccare ok sulle finestrelle senza
leggere bene cosa c'e' scritto ! Per non parlare dei falsi...
Post by GCPillan
Vedi che stai arrivando al punto?
Infatti, ma non volevo scendere nel dettaglio, visto che come ti ho
detto era un esempio per "dummies".
Post by GCPillan
Non è "fortuna" ma segnalazione di qualcuno.
Un mio collega che se n'e' accorto. E ridico: per fortuna c'era lui !
Altrimenti, quelli che avevano fatto il danno non avevano nemmeno
controllato !
Post by GCPillan
Scusami, ma solitamente evito di parlare di me.
Ok.
Visto che sembra interessarti molto arrivare a certe specificazioni,
pensavo fossi del ramo.

Comunque, se sei d'accordo e se mi vuoi ancora rispondere, usa il mio
ind email, così la finiamo con questi messaggi che sono proprio OT.
Enrico C
2004-02-04 11:47:07 UTC
Permalink
Post by Sabrina
Quando si parla di hacker al telegiornale o sui giornali si
intende quel tipo di hacker che fa dei danni o delle frodi.
Beh, i telegiornali sono fatti apposta per dare le cattive
notizie, no? :) Inoltre, devono semplificare, non vanno troppo per
il sottile.

A me, però, capita di usare la parola hacker anche in senso
positivo, come complimento a una persona che risolve un problema
tecnico aggirando le difficoltà con ingegno e un pizzico di
astuzia.
--
Enrico C

"The fad of today is the orthodoxy of tomorrow."
GCPillan
2004-02-04 18:12:50 UTC
Permalink
Post by Sabrina
p.s. : se vuoi rispondermi ancora, per favore scrivimi in privato.
ciao.
Prima volte che vedo un PS anteposto.
Perché dovrei scriverti in privato?
Io rispondo in privato a chi mi scrive in privato e rispondo su NG a chi
scrive su NG.
Post by Sabrina
Questa cosa dipende anche dal provider. Ci sono provider che
effettuano un controllo anti-spam a monte e altri che non lo fanno.
Lo so. Ma io ho fatto il confronto tra due indirizzi dello stesso
provider e comunque ogni azione antispam è fatta con il mio consenso.
Il discorso che ti ho fatto sulla generazione indirizzi a caso è basato
sull'esperienza e sulla conoscenza e rimane valido.
Post by Sabrina
Allora, io ho detto che sono un informatica, e come tale faccio parte
di quella categoria di professionisti. Non intendevo dire che sono
della Symantec !
Se tu dici che i vetrai mandano il monello a tirare i sassi (come da
famoso film) stai facendo cattive insinuazioni sulla categoria "vetrai".
Quando mi rispondi che fai parte della categoria che tenti di
incolpare, intendo "vetrai" e non artigiani in genere.
Post by Sabrina
Quando si parla di hacker al telegiornale o sui giornali si intende
quel tipo di hacker che fa dei danni o delle frodi.
Siccome stavo parlando con delle persone non informatiche, ho
semplificato il discorso.
Veramente questo è un NG specializzato a spaccare il capello in quattro
sul significato delle parole. E' come dire che il delfino è un pesce a
un NG di biologi. E tu vuoi semplificare il discorso?
Post by Sabrina
Di solito quando parlo con gli utenti cerco di spiegare le cose in
modo semplice, altrimenti non se ne esce piu' (come infatti stiamo
dimostrando io e te).
Basta dire in modo semplice le cose come stanno.
Post by Sabrina
Dico solo: sapendo come sono poco sicuri certi posti e come sono poco
rispettate le regole di sicurezza informatica, non mi stupirei se un
giorno non trovassi piu' i miei soldi.
Amen.
Non è questa la sede.
Post by Sabrina
E' chiaro che nessun hacker ha interesse a rubare i miei soldi,
Amen.
Sei di un'ingenuità sconcertante.
Il bene ed il male si fronteggiano ogni giorno.
La realtà dei fatti è l'esito di questo confronto.
Rapine, furti, estorsioni, tangenti, utilizzo fraudolento di carte...
Mai sentito uno che si sia trovato senza soldi perché qualcuno è entrato
nel DB. Questa è la realtà.
Post by Sabrina
Mai dare informazioni private, mai cliccare ok sulle finestrelle senza
leggere bene cosa c'e' scritto ! Per non parlare dei falsi...
Ma tutto questo cosa c'entra con il DB e la sparizione di tutti i soldi?


Io capisco che tu voglia semplificare, ma quando la semplificazione è
eccessiva si risolve in disinformazione. Questo NG non è frequentato da
persone che è opportuno spaventare con "i soldi nel conto possono
sparire all'improvviso" o "gli hacker sono fuorilegge".
--
____________________________________

Giancarlo Pillan - Ivrea - Italy
____________________________________
Sabrina
2004-02-05 12:37:19 UTC
Permalink
On Wed, 04 Feb 2004 19:12:50 +0100, GCPillan <***@email.com>
wrote:

mi inchino alla tua onniscienza.
Post by GCPillan
Post by Sabrina
p.s. : se vuoi rispondermi ancora, per favore scrivimi in privato.
ciao.
Prima volte che vedo un PS anteposto.
Perché dovrei scriverti in privato?
Io rispondo in privato a chi mi scrive in privato e rispondo su NG a chi
scrive su NG.
l'avevo messo lì nel caso tu non avessi avuto voglia di leggere tutto
il messaggio.
Post by GCPillan
Se tu dici che i vetrai mandano il monello a tirare i sassi (come da
famoso film) stai facendo cattive insinuazioni sulla categoria "vetrai".
mai detto questo. visto che vogliamo spaccare il capello in 4, io ho
detto che potrebbe essere visto che non possiamo sapere cosa c'e'
dietro.
please, rileggi.
Post by GCPillan
Veramente questo è un NG specializzato a spaccare il capello in quattro
sul significato delle parole. E' come dire che il delfino è un pesce a
un NG di biologi. E tu vuoi semplificare il discorso?
con dei non informatici, mi e' stato insegnato a fare così. E' come se
arrivasse un esperto di motori e usasse termini tecnici e parlasse di
cose che la gente comune non sa, riguardo al motore di una ferrari da
corsa.
Tutti usano il pc, ma pochi sanno esattamente cosa c'e' dentro, e come
funziona il s.o. ecc....
Allora, se con un profano mi metto a fare discorsi su cosa è un
service, un provider, un interrupt ecc... ecc... devo ripubblicare il
libro di Tenembaum.
Post by GCPillan
Basta dire in modo semplice le cose come stanno.
Scusa, non sono brava come te. mi re-inchino.
Post by GCPillan
Non è questa la sede.
infatti, avevo solo risposto dando dei consigli a chi riceve delle
mail strane. Visto che, sempre i profani, cadono vittime di certi
scherzetti pericolosi.
Sei tu che hai "startato" una discussione sull'esattissimo significato
di hacker e su come funzioni un sistema informativo di una banca.
Post by GCPillan
Sei di un'ingenuità sconcertante.
Credo che tutto si possa dire di me, tranne che sono ingenua.
Credo che se uno mi vuole "ciulare" i soldi, fa prima a fregarsi il
mio numero di carta di credito. Per fregare i soldi direttamente dalla
banca probabilmente prenderebbero di mira un cc piu' sostanzioso del
mio.
Post by GCPillan
Mai sentito uno che si sia trovato senza soldi perché qualcuno è entrato
nel DB. Questa è la realtà.
scusa, come al solito tu sei stato molto piu' preciso di me.
Post by GCPillan
Post by Sabrina
Mai dare informazioni private, mai cliccare ok sulle finestrelle senza
leggere bene cosa c'e' scritto ! Per non parlare dei falsi...
Ma tutto questo cosa c'entra con il DB e la sparizione di tutti i soldi?
niente. C'entra sempre col discorso di potenziali frodi, sempre col
messaggio originario di Karla.
Post by GCPillan
Io capisco che tu voglia semplificare, ma quando la semplificazione è
eccessiva si risolve in disinformazione. Questo NG non è frequentato da
persone che è opportuno spaventare con "i soldi nel conto possono
sparire all'improvviso" o "gli hacker sono fuorilegge".
mai spaventato nessuno. Solo dato dei consigli.
Siccome la gente sottovaluta molto le potenzialità negative di
internet (e non lo dico io, ma lo dicono autorevoli fonti, che hanno
svolto ricerche), mi sembrava un modo veloce di dire di stare attenti.

E' come quando uno ti dice "non uscire di notte che ci sono i maniaci
sessuali"... E' ovvio che non dappertutto ci sono i maniaci sessuali,
che non tutte le donne vengono violentate ecc... ecc...., ma se uno fa
un esempio per forza di cose deve semplificare.

Scusa se mi sono permessa di fare degli esempi. Lascerò la parola a
te, che probabilmente sei un professionista IT molto piu' competente e
serio di me.

Scusa ancora.

Sab
Enrico C
2004-02-05 17:24:31 UTC
Permalink
Post by Sabrina
Sei tu che hai "startato" una discussione
Scusami se switcho di thread in topic, ma "startato" non l'avevo mai
readato, thinkpad te! :)))

[Just Kidding]
--
Enrico C

"The fad of today is the orthodoxy of tomorrow."
Sabrina
2004-02-05 18:21:14 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Scusami se switcho di thread in topic, ma "startato" non l'avevo mai
readato, thinkpad te! :)))
[Just Kidding]
si dice, si dice... startare, stoppare, forwardare ecc.... ecc...

;-))))
magica
2004-02-05 20:44:16 UTC
Permalink
In <***@news.lillathedog.net> Enrico C <***@spamcop.net>
scrive...
Post by Enrico C
Post by Sabrina
Sei tu che hai "startato" una discussione
Scusami se switcho di thread in topic, ma "startato" non l'avevo mai
readato, thinkpad te! :)))
Ma le virgolette vorranno pur dire qualcosa, no?

E cosa ne dici dei file "friabili" (fri da free), da me inventati anni
fa per prendere in giro i miei colleghi col vezzo del rollare dentro e
fuori, del printare eccetera? :-)

Ciao.

Gian Carlo
Enrico C
2004-02-05 21:06:12 UTC
Permalink
Post by magica
E cosa ne dici dei file "friabili" (fri da free), da me
Quoto e rotflo!

Se riferito a scassinatori di password, "cracker friabili" ;)
--
Enrico C

"The fad of today is the orthodoxy of tomorrow."
Istoreo es aei
2004-02-09 22:59:34 UTC
Permalink
Post by Sabrina
Allora, se con un profano mi metto a fare discorsi su cosa è un
service, un provider, un interrupt ecc... ecc... devo ripubblicare il
libro di Tenembaum.
Ripubblicarlo, no. Rileggerlo... forse. ;-)

Tanembaum. Andrea Tanembaum.

Saluti binari,
(H)istoreo
--
Per redigere questo messaggio non è stata usata alcuna tecnologia Mafio$oft.
Istoreo es aei
2004-02-10 01:33:40 UTC
Permalink
Post by Istoreo es aei
Post by Sabrina
Allora, se con un profano mi metto a fare discorsi su cosa è un
service, un provider, un interrupt ecc... ecc... devo ripubblicare il
libro di Tenembaum.
Ripubblicarlo, no. Rileggerlo... forse. ;-)
Tanembaum. Andrea Tanembaum.
^ ^
^ ^

<gasp> Horresco legens.

Tane_n_baum.

Saluti riveduti e corretti,
(H)istoreo
--
Per redigere questo messaggio non è stata usata alcuna tecnologia Mafio$oft.
ADPUF
2004-02-10 20:29:05 UTC
Permalink
Post by Istoreo es aei
Tane_n_baum.
Che significa Abete.
--
pecunia non olet, sed scarseggiat semper
Sabrina
2004-02-11 16:36:15 UTC
Permalink
Post by Istoreo es aei
Ripubblicarlo, no. Rileggerlo... forse. ;-)
Tanembaum. Andrea Tanembaum.
ooops. Typos !

;-)

mi confondo sempre con un quasi omonimo. Pardon, ho sottomano nomi
molto strani, ultimamente !

Epimeteo
2004-01-31 13:46:30 UTC
Permalink
Post by Sabrina
1- installarsi un antivirus sul pc e fare in modo che controlli le
mail in entrata e in uscita. Esistono anche degli antivirus free.
(snip)

Sab, non sarebbe anche opportuno impostare la visualizzazione dei messaggi (come si
traduce "layout"?) in modo tale da NON visualizzare il riquadro di anteprima?

Ciao,
Epi
Sabrina
2004-01-31 14:53:34 UTC
Permalink
Post by Epimeteo
Sab, non sarebbe anche opportuno impostare la visualizzazione dei messaggi (come si
traduce "layout"?) in modo tale da NON visualizzare il riquadro di anteprima?
Ciao,
Epi
Sì, questa è un'altra cosa da fare. Me la sono dimenticata perchè io
non uso mai il riquadro di anteprima. Lo odio !!!

In effetti, meglio disabilitare tutto cio' che potrebbe far eseguire
qualcosa (quindi l'anteprima, le aperture degli allegati in
automatico, ecc... ecc...)

Ma l'antivirus (opportunamente aggiornato ogni 2/3 gg) è già un'ottima
protezione.
Io non ho mai beccato nessun virus, nonostante venga sommersa da mail
che ne contengono. Il mio antivirus li frega tutti.

Sab
Karla
2004-01-31 19:41:09 UTC
Permalink
Post by Sabrina
On Fri, 30 Jan 2004 21:27:45 +0100, "Karla"
Ringrazio tutti per le risposte (e le battute :-)) ), in particolare
Sabrina, che mi ha illuminato sulle intenzioni di queste persone.

Karla
Giovanni Drogo
2004-02-02 09:17:45 UTC
Permalink
Post by Karla
ho appena ricevuto una mail, da un certo James Clark, che mi annuncia una
vincita di duemilioni di euro. Il mio indirizzo sarebbe stato sorteggiato,
Consiglio di consultare il sito degli hoaxbusters ("cacciatori di
bufale") http://HoaxBusters.ciac.org/. Si puo' anche fare una search con
alcuni pezzi del testo del mail ricevuto, e se e' una bufala, o una
catena di S.Antonio, o altro, la si trova subito !
--
----------------------------------------------------------------------
***@mi.iasf.cnr.it is a newsreading account used by more persons to
avoid unwanted spam. Any mail returning to this address will be rejected.
Users can disclose their e-mail address in the article if they wish so.
Continua a leggere su narkive:
Loading...