Discussione:
Congiuntivo e Condizionale
(troppo vecchio per rispondere)
s***@hotmail.it
2008-10-10 20:47:35 UTC
Permalink
Ciao a tutti
Ho una frase che mi crea dei dubbi, è giusto dire:
Se lo facessi ora è come se perderei dei soldi.
oppure come mi è stato corretto per via della consecùtio tèmporum:
Se lo facessi ora è come se perdessi dei soldi

Non bisogna usare congiuntivo e poi condizionale quando si comincia
una frase con se? Insomma quando bisogna esprimere una possibilità,
una probabilità?
ES. Se fossi sposato, fuggirei. Questo so che è giusto ma nella prima
frase non capisco dove sia l'errore. Daltronde l'italiano NON deve
suonare bene, ma essere corretto, quindi a chi mi saprà dare una
spiegazione gliene sarò grato. :)
Marco.
Bruno Campanini
2008-10-10 21:39:46 UTC
Permalink
<***@hotmail.it> ha scritto nel messaggio news:c7e72bee-fcb5-4efb-a22b-***@f63g2000hsf.googlegroups.com...

Ciao a tutti
Ho una frase che mi crea dei dubbi, è giusto dire:
Se lo facessi ora è come se perderei dei soldi.
oppure come mi è stato corretto per via della consecùtio tèmporum:
Se lo facessi ora è come se perdessi dei soldi

Non bisogna usare congiuntivo e poi condizionale quando si comincia
una frase con se? Insomma quando bisogna esprimere una possibilità,
una probabilità?
=============================================
Se lo facessi ora sarebbe come se perdessi dei soldi.
=============================================

ES. Se fossi sposato, fuggirei. Questo so che è giusto ma nella prima
frase non capisco dove sia l'errore. Daltronde l'italiano NON deve
suonare bene, ma essere corretto, quindi a chi mi saprà dare una
spiegazione gliene sarò grato. :)
Marco.
=============================================
Se SUONA bene è anche corretto.
Certo che un po' di orecchio musicale ci vuole.

Bruno
s***@hotmail.it
2008-10-10 22:21:42 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
=============================================
Se lo facessi ora sarebbe come se perdessi dei soldi.
=============================================
ES. Se fossi sposato, fuggirei. Questo so che è giusto ma nella prima
frase non capisco dove sia l'errore. Daltronde l'italiano NON deve
suonare bene, ma essere corretto, quindi a chi mi saprà dare una
spiegazione gliene sarò grato. :)
Marco.
=============================================
Se SUONA bene è anche corretto.
Certo che un po' di orecchio musicale ci vuole.
Bruno
Bruno non mi sei stato molto d'aiuto dato che l'orecchio mus
VeeBer
2008-10-10 23:17:49 UTC
Permalink
{Se fossi ==> sarebbe} + come {se perdessi}

capito come funziona?
Post by Bruno Campanini
=============================================
Se lo facessi ora sarebbe come se perdessi dei soldi.
=============================================
ES. Se fossi sposato, fuggirei. Questo so che è giusto ma nella prima
frase non capisco dove sia l'errore. Daltronde l'italiano NON deve
suonare bene, ma essere corretto, quindi a chi mi saprà dare una
spiegazione gliene sarò grato. :)
Marco.
=============================================
Se SUONA bene è anche corretto.
Certo che un po' di orecchio musicale ci vuole.
Bruno
Bruno non mi sei stato molto d'aiuto dato che l'orecchio musicale in
italiano conta molto poco!
Comunque grazie.
Luchino
2008-10-11 13:50:12 UTC
Permalink
Bruno non mi sei stato molto d'aiuto dato che l'orecchio musicale in
italiano conta molto poco!
Per contare, conta eccome. Solo che bisogna avercelo :-)))))
Epimeteo
2008-10-11 16:42:11 UTC
Permalink
Post by Luchino
Bruno non mi sei stato molto d'aiuto dato che l'orecchio musicale in
italiano conta molto poco!
Per contare, conta eccome. Solo che bisogna avercelo :-)))))
Questo è giusto, anzi sacrosanto, ma non mi pare che nel caso posto da Marco
l'orecchio musicale c'entri molto.
E' una questione di sintassi, dunque di logica e di studio, più che di
musicalità: si tratta di un periodo ipotetico in cui c'è la classica protasi
("se lo facessi"), ma l'apodosi ("è") è espressa in modo colloquiale (con
l'indicativo, invece del condizionale, come ha spiegato Bruno) per dare più
forza e attualità al discorso.
L'ultimo segmento di frase, introdotto dal "come se", è una comparativa
ipotetica e come tale vuole anch'essa il congiuntivo imperfetto.

Eh, brutta bestia, l'italiano...

Ciao.
Epimeteo
---
"Come se non fosse stato mai amore":

(cit. ipotetica, ma scusate gli strilli)
FatherMcKenzie
2008-10-11 16:44:54 UTC
Permalink
Post by Epimeteo
Eh, brutta bestia, l'italiano...
Siamo fortunati a non essere russi: hanno la declinazione con lo
strumentale, il locativo, il prepositivo...
E anche a non essere cinesi.
--
Oudépote anégnote en taîs grafaîs, líthon hòn apedokímasan hoi
oikodomoûntes hoûtos egenéthe eis kefalèn gonías: parà Kuríou egéneto
haúte, kaì éstin thaumastè en ofthalmoîs hemôn? (Mt 21:42)
Luchino
2008-10-11 17:07:16 UTC
Permalink
Post by Epimeteo
Questo è giusto, anzi sacrosanto, ma non mi pare che nel caso posto da Marco
l'orecchio musicale c'entri molto.
E' una questione di sintassi, dunque di logica e di studio, più che di
musicalità: si tratta di un periodo ipotetico in cui c'è la classica protasi
Indubbiamente hai ragione, ma ciò che intendevo dire con la mia
facezia era che questo simpatico "orecchio musicale" si può "affinare"
con la logica e lo studio che citi, e quindi identificare
immediatamente, "a orecchio", che una consecutio temporum è errata
semplicemente perché "ti suona male". Poi, alla domanda sul "perché"
sia sbagliata, allora si fornisce la tua giustissima spiegazione.
In altre parole, è proprio avendo studiato che si acquisisce, magari
anche a livello inconscio, quell'orecchio che ti fa dire che una
singola parola o un intero periodo è giusto o sbagliato: era, insomma,
una bonaria presa in giro rivolta all'amico Marco, che sosteneva non
importare cosa suoni bene o meno bene, ma cosa sia corretto o meno. Il
senso era che se ti "suona bene" ma è sbagliato, vuol dire che nel tuo
orecchio c'è qualcosa che non funziona :-)
Bruno Campanini
2008-10-11 17:14:02 UTC
Permalink
Post by Luchino
Post by Epimeteo
Questo è giusto, anzi sacrosanto, ma non mi pare che nel caso posto da Marco
l'orecchio musicale c'entri molto.
E' una questione di sintassi, dunque di logica e di studio, più che di
musicalità: si tratta di un periodo ipotetico in cui c'è la classica protasi
Indubbiamente hai ragione, ma ciò che intendevo dire con la mia
facezia era che questo simpatico "orecchio musicale" si può "affinare"
con la logica e lo studio che citi, e quindi identificare
immediatamente, "a orecchio", che una consecutio temporum è errata
semplicemente perché "ti suona male". Poi, alla domanda sul "perché"
sia sbagliata, allora si fornisce la tua giustissima spiegazione.
In altre parole, è proprio avendo studiato che si acquisisce, magari
anche a livello inconscio, quell'orecchio che ti fa dire che una
singola parola o un intero periodo è giusto o sbagliato: era, insomma,
una bonaria presa in giro rivolta all'amico Marco, che sosteneva non
importare cosa suoni bene o meno bene, ma cosa sia corretto o meno. Il
senso era che se ti "suona bene" ma è sbagliato, vuol dire che nel tuo
orecchio c'è qualcosa che non funziona :-)
Parli come un libro stampato! che *più meglio* non si può!
Infatti se ti suona bene ma è sbagliato vuol proprio dire che
nel tuo orecchio qualcosa non funziona.

Bruno
Luchino
2008-10-11 18:46:29 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Parli come un libro stampato! che *più meglio* non si può!
Troppo gentile, grazie, ma sono sicuro che qui dentro in tanti
potreste darmi lezioni!
Bruno Campanini
2008-10-11 17:09:19 UTC
Permalink
Post by Epimeteo
Questo è giusto, anzi sacrosanto, ma non mi pare che nel caso posto da Marco
l'orecchio musicale c'entri molto.
E' una questione di sintassi, dunque di logica e di studio, più che di
musicalità: si tratta di un periodo ipotetico in cui c'è la classica protasi
("se lo facessi"), ma l'apodosi ("è") è espressa in modo colloquiale (con
l'indicativo, invece del condizionale, come ha spiegato Bruno) per dare più
forza e attualità al discorso.
L'ultimo segmento di frase, introdotto dal "come se", è una comparativa
ipotetica e come tale vuole anch'essa il congiuntivo imperfetto.
Eh, brutta bestia, l'italiano...
E tu capisci che "Se lo facessi ora è come se..." è una gran cazzata
in base alla sintassi, alla protasi e all'apodosi?

Io lo rilevo icto auris.
Una visita otorino no?

Bruno
Epimeteo
2008-10-12 06:46:58 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
E tu capisci che "Se lo facessi ora è come se..." è una gran cazzata
in base alla sintassi, alla protasi e all'apodosi?
Io lo rilevo icto auris.
Una visita otorino no?
EH?
CHE HAI DETTO?

Epi
---
"... te ci hanno mai mannato a quer paese,
sapessi già la gente che ce sta,
er primo cittadino è amico mio,
tu dije che te ci ho mannato io...
E va' e va',
va' avanti tu
che adesso ci ho da fa'..."
(cit. di Sordi)

Karla
2008-10-11 16:42:44 UTC
Permalink
Post by s***@hotmail.it
Ciao a tutti
Se lo facessi ora è come se perderei dei soldi.
1) Se lo facessi ora perderei dei soldi.

2) Se lo facessi ora sarebbe come se perdessi dei soldi.

La 1 è un periodo ipotetico con se + cong. e la reggente al condizionale.

La 2 è lo stesso fino a sarebbe (se lo facessi --> sarebbe una perdita),
"come se perdessi" è un'altra proposizione (qualche autore la chiama
comparativa di analogia) che vuole il congiuntivo.

"Se lo facessi ora è come se perdessi dei soldi" è colloquiale (ormai si
sente di tutto) ma non corretta come la 2.

k
Continua a leggere su narkive:
Loading...