Discussione:
Addio, linguistica!
(troppo vecchio per rispondere)
Wolfgang
2005-12-28 12:47:28 UTC
Permalink
Come si fa a distinguere quando il termine "'apologia" è
usato per indicare una difesa (a seguito i 'una /offesa/)
o quando è usato per indicare un'esaltazione?
P.S.: A che serve la trascrizione fonematica di «offesa»?
Su Usenet se scrivi tra // significa che formatti in italico
(ossia corsivo, "inclinato").
Ti ringrazio della lezione. Sei il primo ad avermi insegnato
esplicitamente che in questo newsgroup gli argomenti linguistici
sono F.T.

Amari saluti,

Wolfgang
Se devi scrivere in *grassetto* lo metti fra asterischi,
mentre il _corsivo_ è dato da segni di sottolineatura.
No, il /corsivo/ lo si fa così.
Ma il bravo Alessandro non ha reagito. Sa meglio di me come ci
si comporta in questo newsgroup.
Enrico C
2005-12-28 13:43:58 UTC
Permalink
On Wed, 28 Dec 2005 13:47:28 +0100, Wolfgang wrote in
Post by Wolfgang
Ti ringrazio della lezione. Sei il primo ad avermi insegnato
esplicitamente che in questo newsgroup gli argomenti linguistici
sono F.T.
Eh?
--
Enrico C

* cut the ending "cut-togli.invalid" string when replying by email *
Wolfgang
2005-12-28 14:38:35 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Ti ringrazio della lezione. Sei il primo ad avermi insegnato
esplicitamente che in questo newsgroup gli argomenti linguistici
sono F.T.
Eh?
Tagliando tutto quanto stava prima di quello che hai quotato, te
ne sei preclusa la comprensione, e adesso aspetti che io o qualche
altra buon'anima ripristini le righe tagliate. Sebbene la beata
Madre Teresa di Calcutta sia già scomparsa -altrimenti non sarebbe
beata- cerco di spiegarti il post da te mutilato.

La sedicente «amargura de lo efimero», al secolo Giovanni Neiman,
si fu servita delle sbarre -riservati, come tutti sappiamo, a
segnare le trascrizioni fonematiche- per mettere in evidenza la
parola «offesa». In risposta alla mia relativa contestazione, la
«amargura» mi insegnò che le sbarre servivano a «formattare in
italico (ossia corsivo, "inclinato")» la parola tra esse incluse,
dalla quale spiegazione io desumo che in questo gruppo non valgano
piú le convinzioni grafiche della linguistica: come da oggetto.
Sbaglio?

Ciao, Wolfgang
Enrico C
2005-12-28 15:00:37 UTC
Permalink
On Wed, 28 Dec 2005 15:38:35 +0100, Wolfgang wrote in
Post by Wolfgang
Post by Wolfgang
Ti ringrazio della lezione. Sei il primo ad avermi insegnato
esplicitamente che in questo newsgroup gli argomenti linguistici
sono F.T.
Eh?
Tagliando tutto quanto stava prima di quello che hai quotato, te
[...]

Ho citato la frase cui rispondevo, il resto ovviamente l'ho letto.
Post by Wolfgang
La sedicente «amargura de lo efimero», al secolo Giovanni Neiman,
si fu servita delle sbarre -riservati, come tutti sappiamo, a
segnare le trascrizioni fonematiche- per mettere in evidenza la
parola «offesa». In risposta alla mia relativa contestazione, la
«amargura» mi insegnò che le sbarre servivano a «formattare in
italico (ossia corsivo, "inclinato")» la parola tra esse incluse,
dalla quale spiegazione io desumo che in questo gruppo non valgano
piú le convinzioni grafiche della linguistica: come da oggetto.
Ora il tuo paradosso mi è più chiaro. Prima era un po' criptico,
almeno per le mie modeste capacità intellettive postprandiali.
Post by Wolfgang
Sbaglio?
Sì, IMHO.
Si tratta di due convenzioni che si contendono lo stesso simbolo
("/"), entrambe valide su un newsgroup di linguistica: la prima perché
siamo su un gruppo Usenet, la seconda perché questo gruppo si occupa,
appunto, di linguistica.
In genere, il significato da attribuire alle sbarre, tra i due
possibili, si ricava agevolmente dal contesto.

Del resto, la tua conlusione che la linguistica è proclamata F.T.... è
paradossale. Ribatto con un paradosso uguale e contrario: se
abolissimo la prima convenzione sull'uso del simbolo "/", quella
usenettiana che lo identifica come delimitatore del corsivo, dovremmo
concludere di non essere più su Usenet? ;)
--
Enrico C

* cut the ending "cut-togli.invalid" string when replying by email *
Wolfgang
2005-12-28 23:42:40 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Si tratta di due convenzioni che si contendono lo stesso
la prima perché siamo su un gruppo Usenet, la seconda perché
questo gruppo si occupa, appunto, di linguistica.
In ICLiIt vale solo la seconda convenzione, giacché
«lex specialis derogat legi generali».

Ciao, Wolfgang
Max M.
2005-12-29 01:32:32 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
In ICLiIt vale solo la seconda convenzione, giacché
«lex specialis derogat legi generali».
Uhm. Non mi convince. La prima vale in tutta Usenet compreso ICLiIt, la
seconda vale in tutti i contesti di linguistica compreso ICLiIt.

Poiché c'è una sostanziale specularità, non vedo ragione di considerare
"lex specialis" una particolare delle due.

Max
Fiorelisa
2005-12-29 11:14:19 UTC
Permalink
Post by Max M.
Post by Wolfgang
In ICLiIt vale solo la seconda convenzione, giacché
«lex specialis derogat legi generali».
Uhm. Non mi convince. La prima vale in tutta Usenet compreso ICLiIt, la
seconda vale in tutti i contesti di linguistica compreso ICLiIt.
Poiché c'è una sostanziale specularità, non vedo ragione di considerare
"lex specialis" una particolare delle due.
Perché non facciamo una bella cosa? Mi pare di aver capito che il corsivo, in
usenet, si può rendere anche in un altro modo, cioè mettendo il testo
_tra_lineette_basse_ , così. E' vero? Quindi, visto che è sempre meglio evitare
le ambiguità laddove sono evitabili, perché per il corsivo non usiamo questa
convenzione, lasciando le barre alla sola trascrizione fonetica?
Wolfgang
2005-12-29 12:22:50 UTC
Permalink
Post by Fiorelisa
Perché non facciamo una bella cosa? Mi pare di aver capito che
il corsivo, in usenet, si può rendere anche in un altro modo,
cioè mettendo il testo _tra_lineette_basse_ , così. È vero?
Quindi, visto che è sempre meglio evitare le ambiguità laddove
sono evitabili, perché per il corsivo non usiamo questa
convenzione, lasciando le barre alla sola trascrizione fonetica?
Fonematica, Fiorelisa, non fonetica! Del resto ritengo la tua
un'ottima idea. Personalmente preferisco però l'asterisco al segno
di sottolineatura, essendo non sempre bene visibile quest'ultimo.

Approfitto per ripetere i segni convenzionali:
<...> = lettere, scientificamente dette grafemi (grafia comune);
[...] = suoni, anche detti foni (trascrizione fonetica);
/.../ = fonemi (trascrizione fonematica, anche detta fonemica).

È inoltre buona usanza linguistica riservare il genere femminile
ai grafemi ed attribuire ai foni e fonemi quello maschile, ad es.
la <b>, il [b] ed il /b/, sottinteso nel primo caso «lettera»,
negli altri due «suono» o «fono» e, rispettivamente, «fonema».
Ritengo questa distribuzione dei generi un modo razionale di
sfruttare la tolleranza della lingua italiana riguardo al genere
dei nomi delle lettere.

Ciao, Wolfgang
Fiorelisa
2005-12-29 14:23:05 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Fonematica, Fiorelisa, non fonetica!
Sì, pardon!
Post by Wolfgang
Del resto ritengo la tua
un'ottima idea. Personalmente preferisco però l'asterisco al segno
di sottolineatura, essendo non sempre bene visibile quest'ultimo.
Ma l'asterisco si usa già per il grassetto. No, sarebbe terribile! Nascerebbero
veramente equivoci dalle conseguenze nefaste: liti feroci, guerre, pestilenze,
bombardamenti...
Anacleto Mitraglia
2005-12-29 14:28:42 UTC
Permalink
Post by Fiorelisa
bombardamenti...
Chiamare gli americani per queste futilità mi sembra eccessivo. Poi
sbagliano mira e demoliscono la scuola elementare di zona con le loro bombe
intelligenti. Esportare la democrazia in un gruppo di lingua italiana può
essere molto pericoloso.

P.
franco antonelli
2005-12-29 16:14:13 UTC
Permalink
Post by Anacleto Mitraglia
Post by Fiorelisa
bombardamenti...
Chiamare gli americani per queste futilità mi sembra eccessivo. Poi
sbagliano mira e demoliscono la scuola elementare di zona con le loro bombe
intelligenti. Esportare la democrazia in un gruppo di lingua italiana può
essere molto pericoloso.
P.
Vero, basterebbe mitragliare...

Bye,F.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
ADPUF
2006-02-05 23:55:45 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Post by Fiorelisa
Perché non facciamo una bella cosa? Mi pare di aver capito che
il corsivo, in usenet, si può rendere anche in un altro modo,
cioè mettendo il testo _tra_lineette_basse_ , così. È vero?
Quindi, visto che è sempre meglio evitare le ambiguità laddove
sono evitabili, perché per il corsivo non usiamo questa
convenzione, lasciando le barre alla sola trascrizione fonetica?
Fonematica, Fiorelisa, non fonetica! Del resto ritengo la tua
un'ottima idea. Personalmente preferisco però l'asterisco al segno
di sottolineatura, essendo non sempre bene visibile quest'ultimo.
<...> = lettere, scientificamente dette grafemi (grafia comune);
[...] = suoni, anche detti foni (trascrizione fonetica);
/.../ = fonemi (trascrizione fonematica, anche detta fonemica).
È inoltre buona usanza linguistica riservare il genere femminile
ai grafemi ed attribuire ai foni e fonemi quello maschile, ad es.
la <b>, il [b] ed il /b/, sottinteso nel primo caso «lettera»,
negli altri due «suono» o «fono» e, rispettivamente, «fonema».
Ritengo questa distribuzione dei generi un modo razionale di
sfruttare la tolleranza della lingua italiana riguardo al genere
dei nomi delle lettere.
Wolfgang, come ho già scritto in un altro messaggio che forse
non hai letto, oltre alla barra dritta '/' abbiamo a
disposizione anche la barra rovescia '\'; non si potrebbe
utilizzarla per le trascrizioni fonematiche in questa sede?

In tal modo si eviterebbe il conflitto "legale" fra le norme
linguistiche e le norme usenettiche; e si eviterebbe che con
certi lettori le trascrizioni f. vengano rese in corsivo senza
le barre.

A meno che non vi siano ragioni di trasporto (cut&paste) fra
ambienti differenti che rendano difficile e macchinosa la
conversione (p.es. da una pagina HTML a un messaggio qui, o
viceversa).

Si tratterebbe di abituarsi ad usare un tasto differente.
--
º¿º
Wolfgang
2006-02-06 09:12:47 UTC
Permalink
Post by ADPUF
Wolfgang, come ho già scritto in un altro messaggio che
forse non hai letto, oltre alla barra dritta '/' abbiamo a
disposizione anche la barra rovescia '\'; non si potrebbe
utilizzarla per le trascrizioni fonematiche in questa sede?
Certo che si può. Ma visto che questo è un gruppo che si dedica
alla linguistica, non mi piace l'idea di cedere alle usanze di
coloro che non si interessano della linguistica. Cedano loro!
Post by ADPUF
In tal modo si eviterebbe il conflitto "legale" fra le norme
linguistiche e le norme usenettiche; e si eviterebbe che con
certi lettori le trascrizioni f. vengano rese in corsivo senza
le barre.
Ripeto che questo è un gruppo linguistico. Chi partecipa imposti
il suo lettore nel modo appropriato.
Post by ADPUF
A meno che non vi siano ragioni di trasporto (cut&paste) fra
ambienti differenti che rendano difficile e macchinosa la
conversione (p.es. da una pagina HTML a un messaggio qui, o
viceversa).
Si tratterebbe di abituarsi ad usare un tasto differente.
Confesso di aver poca voglia di abituarmici. Perché i non linguisti
non si abituano alle nostre usanze? O vuoi forse dire che gli
interessati alla linguistica siano solo ospiti che dipendono dalla
generosa clemenza di quelli cui non ne importa? Se è cosí, ho fatto
una buona scelta intitolando questo filone «Addio, linguistica!».

Ciao Wolfgang
ADPUF
2006-02-23 23:29:53 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Post by ADPUF
Wolfgang, come ho già scritto in un altro messaggio che
forse non hai letto, oltre alla barra dritta '/' abbiamo a
disposizione anche la barra rovescia '\'; non si potrebbe
utilizzarla per le trascrizioni fonematiche in questa sede?
Certo che si può. Ma visto che questo è un gruppo che si dedica
alla linguistica, non mi piace l'idea di cedere alle usanze di
coloro che non si interessano della linguistica. Cedano loro!
"La spezzo ma non la piego!" [la barra]
(graffito murario d'epoca)
Post by Wolfgang
Post by ADPUF
In tal modo si eviterebbe il conflitto "legale" fra le norme
linguistiche e le norme usenettiche; e si eviterebbe che con
certi lettori le trascrizioni f. vengano rese in corsivo senza
le barre.
Ripeto che questo è un gruppo linguistico. Chi partecipa imposti
il suo lettore nel modo appropriato.
Agli ordini!
Post by Wolfgang
Post by ADPUF
A meno che non vi siano ragioni di trasporto (cut&paste) fra
ambienti differenti che rendano difficile e macchinosa la
conversione (p.es. da una pagina HTML a un messaggio qui, o
viceversa).
Si tratterebbe di abituarsi ad usare un tasto differente.
Confesso di aver poca voglia di abituarmici. Perché i non linguisti
non si abituano alle nostre usanze? O vuoi forse dire che gli
interessati alla linguistica siano solo ospiti che dipendono dalla
generosa clemenza di quelli cui non ne importa? Se è cosí, ho fatto
una buona scelta intitolando questo filone «Addio, linguistica!».
Ciao Wolfgang
Che ostinazione!

La mia idea mi pare razionale e in grado di salvare capra e cavoli.

Ma, siccome in realtà non importa niente a nessuno, dato che
nessuno mi ha dato indicazione favorevole, sia fatta la tua
volontà, e tutto prosegua come al solito.

Ciao <ciao> /'tSao/ *ciao* _ciao_ \'tSao\ «ciao» .
--
º¿º
Epimeteo
2006-02-24 05:50:37 UTC
Permalink
"ADPUF" <***@mosq.it> ha scritto nel messaggio news:43fe4501$0$28068$***@reader1.news.tin.it...
[...]
Post by ADPUF
Che ostinazione!
La mia idea mi pare razionale e in grado di salvare capra e cavoli.
Ma, siccome in realtà non importa niente a nessuno, dato che
nessuno mi ha dato indicazione favorevole, sia fatta la tua
volontà, e tutto prosegua come al solito.
Adpuf, non fare così, lo sai che i linguisti poi ci rimangono male...
Eddài, falli contenti!
In fondo con le barre messe giuste e usate bene, come Dio comanda, si fa una
specie di ginnastica mentale e ci si mantiene giovani.
Post by ADPUF
Ciao <ciao> /'tSao/ *ciao* _ciao_ \'tSao\ «ciao» .
"Ciao",
#Epimeteo#
--
"Fratelli d'Italia,
l'Italia l'è pingua,
del grasso di De Mauro
s'è cinta la lingua.
Dov'è la sua /barra/?
Le porgan l'attrezzo,
che schiava di un vezzo
cicciona diventò."
(cit. di una canzoncina di Chommameteo)

Enrico C
2005-12-29 13:10:23 UTC
Permalink
On Thu, 29 Dec 2005 12:14:19 +0100, Fiorelisa wrote in
Post by Fiorelisa
Perché non facciamo una bella cosa? Mi pare di aver capito che il corsivo, in
usenet, si può rendere anche in un altro modo, cioè mettendo il testo
_tra_lineette_basse_ , così. E' vero?
Nossignora. Almeno non su _Usenet_, dove le _lineette basse_ (solo
_due_ per volta, però), dicono al programma che usi per leggere di
visualizzare parole _sottolineate_. Se usi un reader decente, dovresti
vedere l'effetto.
Post by Fiorelisa
Quindi, visto che è sempre meglio evitare
le ambiguità laddove sono evitabili, perché per il corsivo non usiamo questa
convenzione, lasciando le barre alla sola trascrizione fonetica?
Wolfgang parlava di trascrizione fonematica, ma capisco il senso del
tuo intervento. A me pare, però, che l'intera questione non nasca da
dubbi e ambiguità verificatesi nel concreto, ma da una posizione di
principio.
--
Enrico C

* cut the ending "cut-togli.invalid" string when replying by email *
Fiorelisa
2005-12-29 14:14:43 UTC
Permalink
Post by Enrico C
On Thu, 29 Dec 2005 12:14:19 +0100, Fiorelisa wrote in
Post by Fiorelisa
Perché non facciamo una bella cosa? Mi pare di aver capito che il corsivo, in
usenet, si può rendere anche in un altro modo, cioè mettendo il testo
_tra_lineette_basse_ , così. E' vero?
Nossignora. Almeno non su _Usenet_, dove le _lineette basse_ (solo
_due_ per volta, però), dicono al programma che usi per leggere di
visualizzare parole _sottolineate_. Se usi un reader decente, dovresti
vedere l'effetto.
:)
No, non vedo nulla di sottolineato. Però il concetto potrebbe essere
equivalente, perché si sa che, nelle bozze di una volta, una parola sottolineata
indicava che bisognava poi scriverla corsiva. Insomma, facendo un piccolo sforzo
di fantasia, si potrebbe pure fare come se.

P.S.: Enrico, ti posso chiedere una cosa OT? Ma coi reader decenti, come li
chiami tu, quando io metto una faccina si vedono poi quegli orrendi palloni
gialli?
Post by Enrico C
Post by Fiorelisa
Quindi, visto che è sempre meglio evitare
le ambiguità laddove sono evitabili, perché per il corsivo non usiamo questa
convenzione, lasciando le barre alla sola trascrizione fonetica?
Wolfgang parlava di trascrizione fonematica, ma capisco il senso del
tuo intervento.
:)
Come sono fortunata!
Post by Enrico C
A me pare, però, che l'intera questione non nasca da
dubbi e ambiguità verificatesi nel concreto, ma da una posizione di
principio.
Sì, è vero. Però è una posizione di principio che ha il suo perché.
Enrico C
2005-12-29 14:31:01 UTC
Permalink
On Thu, 29 Dec 2005 15:14:43 +0100, Fiorelisa wrote in
Post by Fiorelisa
Ma coi reader decenti, come li
chiami tu, quando io metto una faccina si vedono poi quegli orrendi palloni
gialli?
No, è un'optional che hanno solo alcuni lettori, /per chi piace/. ;)
--
Enrico C

* cut the ending "cut-togli.invalid" string when replying by email *
Fiorelisa
2005-12-29 14:37:58 UTC
Permalink
Post by Enrico C
On Thu, 29 Dec 2005 15:14:43 +0100, Fiorelisa wrote in
Post by Fiorelisa
Ma coi reader decenti, come li
chiami tu, quando io metto una faccina si vedono poi quegli orrendi palloni
gialli?
No, è un'optional che hanno solo alcuni lettori, /per chi piace/. ;)
Gloria e Paradiso! Sono più tranquilla. W! W!
Enrico C
2005-12-29 14:48:13 UTC
Permalink
On Thu, 29 Dec 2005 15:31:01 +0100, Enrico C wrote in
Post by Enrico C
un'optional
Chiarificazione per i posteri che in futuro troveranno la mia
maldestra frase su Google: trattasi di errore; non intendevo
significare che "optional" sia di genere femminile.
--
Enrico C

* cut the ending "cut-togli.invalid" string when replying by email *
Fiorelisa
2005-12-29 14:49:13 UTC
Permalink
Post by Enrico C
On Thu, 29 Dec 2005 15:14:43 +0100, Fiorelisa wrote in
Post by Fiorelisa
Ma coi reader decenti, come li
chiami tu, quando io metto una faccina si vedono poi quegli orrendi palloni
gialli?
No, è un'optional che hanno solo alcuni lettori, /per chi piace/. ;)
P.S.: Noto solo ora l'apostrofo davanti a "optional". E' leggittimo? Prima ho
pensato di no, poi di sì, poi... non lo so.
Anacleto Mitraglia
2005-12-29 14:51:36 UTC
Permalink
Post by Fiorelisa
P.S.: Noto solo ora l'apostrofo davanti a "optional". E' leggittimo?
Prima ho pensato di no, poi di sì, poi... non lo so.
Per quanto mi consta "optional" è maschile: "gli optional".

P.
ADPUF
2006-02-05 23:55:05 UTC
Permalink
Post by Fiorelisa
Post by Enrico C
On Thu, 29 Dec 2005 15:14:43 +0100, Fiorelisa wrote in
Post by Fiorelisa
Ma coi reader decenti, come li
chiami tu, quando io metto una faccina si vedono poi quegli orrendi palloni
gialli?
No, è un'optional che hanno solo alcuni lettori, /per chi piace/. ;)
Io le vedo! Vedo le facce!
(solo col mozilla)
Post by Fiorelisa
P.S.: Noto solo ora l'apostrofo davanti a "optional". E' leggittimo? Prima ho
pensato di no, poi di sì, poi... non lo so.
Scusa, ma che io sappia, «legittimo» va con una <g>.
No?
--
º¿º
Fiorelisa
2006-02-06 10:26:41 UTC
Permalink
Post by Fiorelisa
Post by Enrico C
On Thu, 29 Dec 2005 15:14:43 +0100, Fiorelisa wrote in
Post by Fiorelisa
Ma coi reader decenti, come li
chiami tu, quando io metto una faccina si vedono poi quegli orrendi palloni
gialli?
No, è un'optional che hanno solo alcuni lettori, /per chi piace/. ;)
Io le vedo! Vedo le facce!
(solo col mozilla)
------------------------

Mamma mia, che impressione!
Post by Fiorelisa
P.S.: Noto solo ora l'apostrofo davanti a "optional". E' leggittimo? Prima ho
pensato di no, poi di sì, poi... non lo so.
Scusa, ma che io sappia, «legittimo» va con una <g>.
No?
----------------------------------------

Sì!
Refuso fu.
Enrico C
2005-12-29 14:42:46 UTC
Permalink
On Thu, 29 Dec 2005 15:14:43 +0100, Fiorelisa wrote in
Post by Fiorelisa
:)
No, non vedo nulla di sottolineato. Però il concetto potrebbe essere
equivalente, perché si sa che, nelle bozze di una volta, una parola sottolineata
indicava che bisognava poi scriverla corsiva. Insomma, facendo un piccolo sforzo
di fantasia, si potrebbe pure fare come se.
P.S.: Enrico, ti posso chiedere una cosa OT? Ma coi reader decenti, come li
chiami tu,
[...]

Ci sono delle regole su come deve comportarsi un reader quando
visualizza un messaggio Usenet.
Non le ho a portata di mano, ma mi par di ricordare che sia previsto,
o almeno auspicato, che le parole tra *virgolette* siano rese in
*grassetto*, quelle tra _lineette basse_ siano _sottolineate_ e quelle
tra /sbarre/ siano mostrate come /corsivo/.
--
Enrico C

* cut the ending "cut-togli.invalid" string when replying by email *
Fiorelisa
2005-12-29 14:56:01 UTC
Permalink
Post by Enrico C
On Thu, 29 Dec 2005 15:14:43 +0100, Fiorelisa wrote in
Post by Fiorelisa
:)
No, non vedo nulla di sottolineato. Però il concetto potrebbe essere
equivalente, perché si sa che, nelle bozze di una volta, una parola sottolineata
indicava che bisognava poi scriverla corsiva. Insomma, facendo un piccolo sforzo
di fantasia, si potrebbe pure fare come se.
P.S.: Enrico, ti posso chiedere una cosa OT? Ma coi reader decenti, come li
chiami tu,
[...]
Ci sono delle regole su come deve comportarsi un reader quando
visualizza un messaggio Usenet.
Non le ho a portata di mano, ma mi par di ricordare che sia previsto,
o almeno auspicato, che le parole tra *virgolette* siano rese in
*grassetto*, quelle tra _lineette basse_ siano _sottolineate_ e quelle
tra /sbarre/ siano mostrate come /corsivo/.
Quelle tra virgolette sono rese in grassetto? E gli asterischi, allora? E come
faccio a mettere una parola tra virgolette? Che confusione terribile!
Sono sconvolta. La cosa triste è che non c'è un sistema che sia uguale per
tutti. Non avrò mai la certezza di come sarà visualizzato ciò che scrivo. Mi
passa del tutto la voglia di usare le convenzioni grafiche.
Lilith
2005-12-29 15:08:08 UTC
Permalink
Post by Enrico C
Non le ho a portata di mano, ma mi par di ricordare che sia previsto,
o almeno auspicato, che le parole tra *virgolette* siano rese in
*grassetto*,
No, tra asterischi (come del resto hai appena fatto tu qui sopra).
Enrico C
2005-12-29 15:20:48 UTC
Permalink
On Thu, 29 Dec 2005 15:42:46 +0100, Enrico C wrote in
Post by Enrico C
o almeno auspicato, che le parole tra *virgolette* siano rese in
Altra nota per il diario di bordo: intendevo *asterischi*, of course!,
non "virgolette".
--
Enrico C

* cut the ending "cut-togli.invalid" string when replying by email *
Lilith
2005-12-29 15:32:04 UTC
Permalink
Cos'è, il Titanic?
:-D
Enrico C
2005-12-29 16:05:39 UTC
Permalink
On Thu, 29 Dec 2005 16:32:04 +0100, Lilith wrote in
Post by Lilith
Cos'è, il Titanic?
:-D
No, l'Enterprise.
--
Enrico C

"Spock, beam her up!"
Father McKenzie
2005-12-29 16:12:16 UTC
Permalink
Lilith, para que tú me oigas, mis palabras se adelgazan a veces como las
huellas de las gaviotas en las playas
Post by Lilith
Cos'è, il Titanic?
No, abbiam fattol'antiTitanica
--
Freedom's just another word for nothing left to lose
(Janis Joplin)
29/12/2005 17.11.58
Continua a leggere su narkive:
Loading...