Discussione:
Due ore fa
(troppo vecchio per rispondere)
Dragonòt
2020-11-22 09:02:36 UTC
Permalink
Probabilmente se ne è già parlato, ma non me ne ricordo.
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?

La Treccani dice che è un verbo:
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/

De Mauro dice che è un avverbio:
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa

Io propenderei per avverbio ...
Bepe
Mad Prof
2020-11-22 09:10:48 UTC
Permalink
Post by Dragonòt
Probabilmente se ne è già parlato, ma non me ne ricordo.
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa
Io propenderei per avverbio ...
Nasce sicuramente come verbo (troviamo l'esatto corrispondente nello
spagnolo hace), ma penso che in pochi oggi lo avvertano come tale. Che quel
fa fosse la terza persona di fare lo scoprii molto dopo aver imparato ad
usarlo.
--
Sanity is not statistical
Valerio Vanni
2020-11-22 10:14:47 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Dragonòt
Io propenderei per avverbio ...
Nasce sicuramente come verbo (troviamo l'esatto corrispondente nello
spagnolo hace), ma penso che in pochi oggi lo avvertano come tale. Che quel
fa fosse la terza persona di fare lo scoprii molto dopo aver imparato ad
usarlo.
Io lo scopro ora :-)
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
Stefan Ram
2020-11-22 11:31:26 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Dragonòt
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
Nasce sicuramente come verbo (troviamo l'esatto corrispondente nello
spagnolo hace), ma penso che in pochi oggi lo avvertano come tale. Che quel
fa fosse la terza persona di fare lo scoprii molto dopo aver imparato ad
usarlo.
Se ho interpretato correttamente l'assegnazione dei nomi ai
post nella mia fonte, nel 2012 hai scritto:

|Se avessimo preso l'abitudine di dire «è arrivato fa due mesi», oggi diremmo
|che "fa" è ormai diventato una preposizione. Invece lo mettiamo dopo. Dunque
|si tratta di una posposizione. Direi che è l'unica posposizione della lingua
|italiana, se si esclude il "-co" di "meco, teco" eccetera.

. Anch'io la considero una posposizione.
Mad Prof
2020-11-22 11:49:08 UTC
Permalink
Post by Stefan Ram
Post by Mad Prof
Post by Dragonòt
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
Nasce sicuramente come verbo (troviamo l'esatto corrispondente nello
spagnolo hace), ma penso che in pochi oggi lo avvertano come tale. Che quel
fa fosse la terza persona di fare lo scoprii molto dopo aver imparato ad
usarlo.
Se ho interpretato correttamente l'assegnazione dei nomi ai
|Se avessimo preso l'abitudine di dire «è arrivato fa due mesi», oggi diremmo
|che "fa" è ormai diventato una preposizione. Invece lo mettiamo dopo. Dunque
|si tratta di una posposizione. Direi che è l'unica posposizione della lingua
|italiana, se si esclude il "-co" di "meco, teco" eccetera.
. Anch'io la considero una posposizione.
È possibile che la memoria mi faccia difetto, ma direi che non l'ho scritto
io.
--
Sanity is not statistical
Stefan Ram
2020-11-22 17:17:01 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Stefan Ram
Post by Mad Prof
Post by Dragonòt
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
Nasce sicuramente come verbo (troviamo l'esatto corrispondente nello
spagnolo hace), ma penso che in pochi oggi lo avvertano come tale. Che quel
fa fosse la terza persona di fare lo scoprii molto dopo aver imparato ad
usarlo.
Se ho interpretato correttamente l'assegnazione dei nomi ai
|Se avessimo preso l'abitudine di dire «è arrivato fa due mesi», oggi diremmo
|che "fa" è ormai diventato una preposizione. Invece lo mettiamo dopo. Dunque
|si tratta di una posposizione. Direi che è l'unica posposizione della lingua
|italiana, se si esclude il "-co" di "meco, teco" eccetera.
. Anch'io la considero una posposizione.
È possibile che la memoria mi faccia difetto, ma direi che non l'ho scritto
io.
Sì, infatti era un post di Davide Pioggia. Scusate per
l'errata attribuzione. Non ero sicuro se il nome dell'autore
apparisse sopra o sotto il post in quella pagina web.
Klaram
2020-11-23 12:22:02 UTC
Permalink
Post by Stefan Ram
Post by Stefan Ram
Se avessimo preso l'abitudine di dire «è arrivato fa due mesi», oggi diremmo
che "fa" è ormai diventato una preposizione. Invece lo mettiamo dopo. Dunque
si tratta di una posposizione. Direi che è l'unica posposizione della lingua
italiana, se si esclude il "-co" di "meco, teco" eccetera.
. Anch'io la considero una posposizione.
Perché la consideri preposizione?

Se ho ben capito Davide Pioggia soteneva che "fa" fosse una
preposizione postposta per analogia con "co" di seco.
Ma "co" di seco viene da "con sè" e "con" è preposizione, al contrario
non esiste nessun caso in cui "fa" funzioni da preposizione. Anzi,
quando è preposta torna ed essere verbo, come in "or fa un anno".

Quelli che, invece, ritengono sia un avverbio, probabilmente lo fanno
proprio perché è postposto, e in analogia con prima/dopo: un anno
prima, un anno dopo.
Però anche qui non esiste nessun altro caso in cui "fa" si comporti
come avverbio autonomo.
Per questo avevo detto, che secondo me, non era un vero e proprio
avverbio, e a questo punto lo chiamerei genericamente "forma
avverbiale".

Aggiungo che "(or) fa un anno", che troviamo nell'italiano antico, si
esiste tuttora nei dialetti.
Per esempio, nella mia variante di piemontese per dire "sono
esattamente tre anni che..." si dice "a fa tre ann ancheuj",
letteralmente "fa tre anni oggi", col fa impersonale.

k
Stefan Ram
2020-11-23 12:59:25 UTC
Permalink
Post by Klaram
Post by Stefan Ram
Se avessimo preso l'abitudine di dire ?? arrivato fa due mesi?, oggi diremmo
che "fa" ? ormai diventato una preposizione. Invece lo mettiamo dopo. Dunque
si tratta di una posposizione. Direi che ? l'unica posposizione della lingua
italiana, se si esclude il "-co" di "meco, teco" eccetera.
. Anch'io la considero una posposizione.
(Le linee di attribuzione di sopra sono un po' incasinate.)
Post by Klaram
Perché la consideri preposizione?
La considero una posposizione, perché è un'adposizione
posticipata. Una citazione dal Web:

|l’italiano possiede anche due pos-posizioni, fa e prima (ad
|esempio, tre anni fa, cinque minuti prima), e una
|preposizione che può essere usata anche come posposizione,
|dopo (ad esempio, dopo un mese, un mese dopo). Sebbene, per
|comodità, si tenda a parlare sempre di preposizioni, la
|letteratura specialistica distingue tra preposizione e
|posposizione e utilizza l’iperonimo adposizione per
|sussumerle entrambe (Bernini 1987, p. 148).

.
Stefan Ram
2020-11-23 13:12:54 UTC
Permalink
Post by Stefan Ram
La considero una posposizione, perché è un'adposizione
posticipata.
posposta
Giovanni Drogo
2020-11-23 14:19:11 UTC
Permalink
Post by Stefan Ram
|l’italiano possiede anche due pos-posizioni, fa e prima (ad
|esempio, tre anni fa, cinque minuti prima), e una
|preposizione che può essere usata anche come posposizione,
|dopo (ad esempio, dopo un mese, un mese dopo).
hmm ... una posposizione dovrebbe (in certe lingue) equivalere a una
preposizione nel senso che ha la "reggenza" di un "complemento" (nelle
lingue flessive il "complemento" puo' essere espresso come un "caso
obliquo" senza pre- o postposizione, oppure la preposizone puo' reggere
un particolare caso ... magari la stessa preposizione puo' reggerne due
creando una distinzione, tipo ablativo per stato in luogo e accusativo
per moto a luogo).

Il caso di citato di "meco, teco, seco" sono adattamenti dal latino
("me-cum, te-cum, se-cum" in cui la preposizione "cum" veniva posposta
(caso raro se non unico).

Non vedo perche' distinguere i casi di "prima" e "dopo", data la loro
specularita'. Anche perche' spesso c'e' un termine di confronto
implicito in una sequenza temporale.

E' arrivato cinque minuti prima (di quando era atteso).
E' arrivato cinque minuti prima (della partenza del treno).
E' arrivato cinque minuti prima (di Giuseppe, ossia di quando e'
arrivato Giuseppe).

Idem con "dopo".
edi'®
2020-11-23 15:07:29 UTC
Permalink
Post by Klaram
Quelli che, invece, ritengono sia un avverbio, probabilmente lo fanno
proprio perché è postposto, e in analogia con prima/dopo: un anno prima,
un anno dopo.
Però anche qui non esiste nessun altro caso in cui "fa" si comporti come
avverbio autonomo.
Un anno fa, tempo fa, secoli fa.
Un anno prima, tempo prima, secoli prima.
Un anno addietro, tempo addietro, secoli addietro.

In queste espressioni faccio fatica a considerare "prima" e "addietro"
grammaticalmente diversi da "fa".
Post by Klaram
Per questo avevo detto, che secondo me, non era un vero e proprio
avverbio, e a questo punto lo chiamerei genericamente "forma avverbiale".
Va bene, ma anche "lontanamente" o "bellamente" sono forme avverbiali...
e sono avverbi.

E.D.
Klaram
2020-11-23 19:09:00 UTC
Permalink
Post by edi'®
Post by Klaram
Quelli che, invece, ritengono sia un avverbio, probabilmente lo fanno
proprio perché è postposto, e in analogia con prima/dopo: un anno prima, un
anno dopo.
Però anche qui non esiste nessun altro caso in cui "fa" si comporti come
avverbio autonomo.
Un anno fa, tempo fa, secoli fa.
Un anno prima, tempo prima, secoli prima.
Un anno addietro, tempo addietro, secoli addietro.
In queste espressioni faccio fatica a considerare "prima" e "addietro"
grammaticalmente diversi da "fa".
Certo, ma se dico "è accaduto un anno prima", "un anno prima" è
locuzione avverbiale, come "tempo fa, "un anno fa" ecc.

"Prima" esiste autonomamente e può essere avverbio o preposizione, a
seconda di come agisce semanticamente: "è accaduto prima" o "prima del
concerto". "Fa", al di fuori di quelle espressioni cristallizzate, non
esiste.

Forse aveva ragione Lem Novantotto, quando salomonicamente scriveva:

"E siccome robe come "due mesi fa" sono sicuramente locuzioni
avverbiali, comportandosi esattamente come avverbi puri quali /ieri,
/oggi, /domani, e siccome - detto questo -tutto quello che ci può
ancora interessare è scomporre la locuzione avverbiale presa a sé
stante, isolandone gli elementi costitutivi, IMHO non ci disturba
troppo continuare a considerare /fa come forma verbale.
Anzi: ci aiuta a capire l'origine della locuzione.

Altrimenti potremmo dire, come alcuni fanno, che /fa sia divenuto
avverbio, e assimilare "due anni fa" a "due anni solamente", pur
restando validissimi tutti i rilievi che tu hai espresso.

Oppure spingiamoci siano a dire che /fa sia diventata l'unica
proposizione posposta, simile a -co in teco e meco e seco, ma colla
particolarità d'essere proprio l'unica a non poter essere (ancora)
preposta.
Ma io eviterei di creare le posposizioni come entità autonome. Mi
sembra
troppo, per così poco. :)"

k
Kiuhnm
2020-11-23 19:27:55 UTC
Permalink
Post by Klaram
Quelli che, invece, ritengono sia un avverbio, probabilmente lo fanno
proprio perché è postposto, e in analogia con prima/dopo: un anno prima,
un anno dopo.
Forse si può parlare di particella avverbiale che serve a formare
locuzioni avverbiali del tipo "poco fa" e "tre ore fa"?
--
Kiuhnm

https://www.cvedetails.com/top-50-products.php
https://www.cvedetails.com/top-50-product-cvssscore-distribution.php
Klaram
2020-11-24 12:06:43 UTC
Permalink
Post by Klaram
Quelli che, invece, ritengono sia un avverbio, probabilmente lo fanno
proprio perché è postposto, e in analogia con prima/dopo: un anno prima, un
anno dopo.
Forse si può parlare di particella avverbiale che serve a formare locuzioni
avverbiali del tipo "poco fa" e "tre ore fa"?
È quello che penso anch'io.
A differenza di "un'ora prima", che può essere sia locuzione
avverbiale sia locuzione prepositiva, le forme con "fa" non sono mai
locuzioni prepositive, sempre avverbiali.
Per questo avevo chiesto, a chi sostiene che "fa" sia una preposizione
posposta, il perché di questa convinzione, ma finora non ho avuto
risposte.

k

Klaram
2020-11-22 10:56:08 UTC
Permalink
Post by Dragonòt
Probabilmente se ne è già parlato, ma non me ne ricordo.
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa
Io propenderei per avverbio ...
Non è un vero e proprio avverbio, ma un locuzione avverbiale derivata
dal verbo fare attraverso locuzioni del tipo "or fa un anno..." (sec.
XV).

k
Giacobino da Tradate
2020-11-22 11:14:13 UTC
Permalink
Il giorno Sun, 22 Nov 2020 11:56:08 +0100
Post by Klaram
Non è un vero e proprio avverbio, ma un locuzione avverbiale
derivata dal verbo fare attraverso locuzioni del tipo "or fa un
anno..." (sec. XV).
+1
--
"Le Mondine" Fan Club
Wolfgang
2020-11-22 11:53:13 UTC
Permalink
Post by Dragonòt
Probabilmente se ne è già parlato, ma non me ne ricordo.
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa
Io propenderei per avverbio ...
Non è un vero e proprio avverbio, ma una locuzione
avverbiale derivata dal verbo fare attraverso
locuzioni del tipo "or fa un anno..." (sec. XV).
Una locuzione avverbiale dev'essere costituita da più di una parola,
altrimenti si tratta di un avverbio.

Il carattere avverbiale di «fa» è confermato dal fatto che questa
voce verbale rimanga al singolare anche col soggetto al plurale
(vedi l'oggetto), mentre «or essere» si coniuga: «or è un anno», «or
sono due ore».

L'invariabilità di «fa» mi rammenta «viva!», anche questa una forma
verbale usata invariata col soggetto al plurale: «Viva arlecchini e
burattini...» [questo esempio si trova sul Treccani].

Ciao,
Wolfgang
Mad Prof
2020-11-22 11:59:41 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Post by Dragonòt
Probabilmente se ne è già parlato, ma non me ne ricordo.
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa
Io propenderei per avverbio ...
Non è un vero e proprio avverbio, ma una locuzione
avverbiale derivata dal verbo fare attraverso
locuzioni del tipo "or fa un anno..." (sec. XV).
Una locuzione avverbiale dev'essere costituita da più di una parola,
altrimenti si tratta di un avverbio.
Il carattere avverbiale di «fa» è confermato dal fatto che questa
voce verbale rimanga al singolare anche col soggetto al plurale
(vedi l'oggetto), mentre «or essere» si coniuga: «or è un anno», «or
sono due ore».
L'invariabilità di «fa» mi rammenta «viva!», anche questa una forma
verbale usata invariata col soggetto al plurale: «Viva arlecchini e
burattini...» [questo esempio si trova sul Treccani].
A reggere il fa ci potrebbe essere un soggetto impersonale implicito, come
in "oggi si sta bene, fa 20 gradi".
--
Sanity is not statistical
Father McKenzie
2020-11-22 14:28:12 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Wolfgang
Post by Dragonòt
Io propenderei per avverbio ...
Non è un vero e proprio avverbio, ma una locuzione
Una locuzione avverbiale dev'essere costituita da più di una parola,
Il carattere avverbiale di «fa» è confermato dal fatto
L'invariabilità di «fa» mi rammenta «viva!»
A reggere il fa ci potrebbe essere un soggetto impersonale implicito
Ok, e per quanto riguarda il sesso degli angeli qual è la vostra
posizione? :-) :-) :-)
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Bruno Campanini
2020-11-22 16:23:30 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Wolfgang
Post by Dragonòt
Io propenderei per avverbio ...
Non è un vero e proprio avverbio, ma una locuzione
Una locuzione avverbiale dev'essere costituita da più di una parola,
Il carattere avverbiale di «fa» è confermato dal fatto L'invariabilità di
«fa» mi rammenta «viva!»
A reggere il fa ci potrebbe essere un soggetto impersonale implicito
Ok, e per quanto riguarda il sesso degli angeli qual è la vostra posizione?
:-) :-) :-)
Quella degli angeli è una famiglia arcobaleno!
That's politically correct!

Bruno
Roger
2020-11-23 11:13:07 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Wolfgang
Post by Dragonòt
Io propenderei per avverbio ...
Non è un vero e proprio avverbio, ma una locuzione
Una locuzione avverbiale dev'essere costituita da più di una parola,
Il carattere avverbiale di «fa» è confermato dal fatto L'invariabilità di
«fa» mi rammenta «viva!»
A reggere il fa ci potrebbe essere un soggetto impersonale implicito
Ok, e per quanto riguarda il sesso degli angeli qual è la vostra posizione?
:-) :-) :-)
Sono uomini.
(Gen, 19, 1-20)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Mad Prof
2020-11-22 14:57:46 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Wolfgang
Post by Dragonòt
Probabilmente se ne è già parlato, ma non me ne ricordo.
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa
Io propenderei per avverbio ...
Non è un vero e proprio avverbio, ma una locuzione
avverbiale derivata dal verbo fare attraverso
locuzioni del tipo "or fa un anno..." (sec. XV).
Una locuzione avverbiale dev'essere costituita da più di una parola,
altrimenti si tratta di un avverbio.
Il carattere avverbiale di «fa» è confermato dal fatto che questa
voce verbale rimanga al singolare anche col soggetto al plurale
(vedi l'oggetto), mentre «or essere» si coniuga: «or è un anno», «or
sono due ore».
L'invariabilità di «fa» mi rammenta «viva!», anche questa una forma
verbale usata invariata col soggetto al plurale: «Viva arlecchini e
burattini...» [questo esempio si trova sul Treccani].
A reggere il fa ci potrebbe essere un soggetto impersonale implicito, come
in "oggi si sta bene, fa 20 gradi".
Come conferma, riporto qui due esempi in cui siamo sicuramente di fronte ad
una forma verbale, visto che troviamo l'indicativo imperfetto.

Nel primo, il verbo è alla terza plurale, perché il soggetto è 'anni':


<https://books.google.it/books?id=mkLRj5NW0cAC&pg=PA143&dq=%22facevano+due+anni%22&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjFmtbgspbtAhVHKuwKHZjPBg0Q6AEwBXoECAcQAg#v=onepage&q=%22facevano%20due%20anni%22&f=false>

«…una sonnambula gli aveva predetto, facevano due anni, che…»

Nel secondo abbiamo il soggetto impersonale:


<https://books.google.it/books?id=Ru0hZd4KRVoC&pg=PA76&dq=%22faceva+due+anni%22&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjAkqujs5btAhVD-aQKHQuXBMUQ6AEwBHoECAAQAg#v=onepage&q=%22faceva%20due%20anni%22&f=false>

«Faceva due anni dalla partenza di Annibale…»
--
Sanity is not statistical
Klaram
2020-11-22 17:25:43 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Post by Dragonòt
Probabilmente se ne è già parlato, ma non me ne ricordo.
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa
Io propenderei per avverbio ...
Non è un vero e proprio avverbio, ma una locuzione
avverbiale derivata dal verbo fare attraverso
locuzioni del tipo "or fa un anno..." (sec. XV).
Una locuzione avverbiale dev'essere costituita da più di una parola,
altrimenti si tratta di un avverbio.
Questo è vero, diciamo che è un avverbio derivato dalla contrazione di
una locuzione. (mi sono salvata?) :))

k
Mad Prof
2020-11-22 17:44:23 UTC
Permalink
Post by Klaram
Post by Wolfgang
Post by Dragonòt
Probabilmente se ne è già parlato, ma non me ne ricordo.
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa
Io propenderei per avverbio ...
Non è un vero e proprio avverbio, ma una locuzione
avverbiale derivata dal verbo fare attraverso
locuzioni del tipo "or fa un anno..." (sec. XV).
Una locuzione avverbiale dev'essere costituita da più di una parola,
altrimenti si tratta di un avverbio.
Questo è vero, diciamo che è un avverbio derivato dalla contrazione di
una locuzione. (mi sono salvata?) :))
Non credo ci sia stata nessuna contrazione. Si dice(va) 'fa un anno',
'faceva due anni', etc.
Al massimo una 'cristallizzazione', forse aiutata dalla posizione del fa
dopo l'intervallo di tempo.
--
Sanity is not statistical
Dragonòt
2020-11-22 16:10:51 UTC
Permalink
Post by Klaram
Non è un vero e proprio avverbio, ma un locuzione avverbiale derivata
dal verbo fare attraverso locuzioni del tipo "or fa un anno..." (sec. XV).
Questa interpretazione salomonica mi sembra convincente. La mia
necessità (taciuta perché OT) era capire come scrivere "doe ore fa" in
piemontese. Se accentare o no il "fa". A questo punto, visto che è
"derivata dal verbo fare", Klara scriveresti "doe ore fà" ?
Bepe
Klaram
2020-11-22 17:30:55 UTC
Permalink
Klaram il 22/11/2020 ha scritto:

IL Sant'Albino chiama "fa" avverbio e scrive: un an fa.

Dimenticavo, oggi scriveremmo: n'ann fa.

k
Father McKenzie
2020-11-22 14:24:05 UTC
Permalink
Post by Dragonòt
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa
Secondo mw è la nota musicale. C'è anche "mezz'ora fa diesis" (detta
anche mezz'ora sol bemolle). Non so se esista anch in chiave di basso
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Kiuhnm
2020-11-22 19:02:34 UTC
Permalink
Post by Father McKenzie
Post by Dragonòt
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa
Secondo mw è la nota musicale. C'è anche "mezz'ora fa diesis" (detta
anche mezz'ora sol bemolle). Non so se esista anch in chiave di basso
Aspettati una telefonata da Frassica.
--
Kiuhnm

https://www.cvedetails.com/top-50-products.php
https://www.cvedetails.com/top-50-product-cvssscore-distribution.php
Kiuhnm
2020-11-22 19:25:53 UTC
Permalink
Post by Dragonòt
Probabilmente se ne è già parlato, ma non me ne ricordo.
Come è da interpretare il "fa" dell'espressione in oggetto?
https://www.treccani.it/vocabolario/fa1/
https://dizionario.internazionale.it/cerca/fa
Io propenderei per avverbio ...
In questi casi ti basta cercare una parola simile: prima.
Cinque anni fa partecipai a...
Le dissi che cinque anni prima avevo partecipato a...

L'inglese è analogo all'italiano, in questo caso:
Five years ago I attended a...
I told her five years before I had attended a...
--
Kiuhnm

https://www.cvedetails.com/top-50-products.php
https://www.cvedetails.com/top-50-product-cvssscore-distribution.php
Continua a leggere su narkive:
Loading...