Discussione:
I vari nomi del cachi
Aggiungi Risposta
fiorelisa
2018-10-31 22:07:46 UTC
Rispondi
Permalink
Il cachi si può chiamare anche:
- kaki
- diospero o diospiro
- loto
- legnasanta

Leggo su Wikipedia:
"Il cachi è comunemente chiamato in lingua napoletana legnasanta.
L'origine del nome sta nel fatto che è possibile, una volta aperto il
frutto, scorgere al suo interno una caratteristica immagine del Cristo
in croce.

In Sicilia, invece, si considerava sacro il seme, in quanto esso,
spaccato a metà, mostra il germoglio della nuova piantina, che
assomiglia ad una mano bianco-diafana, ritenuta la manuzza di Maria o dâ
Virgini. "
Giacobino da Tradate
2018-11-01 10:53:56 UTC
Rispondi
Permalink
Post by fiorelisa
frutto, scorgere al suo interno una caratteristica immagine del Cristo
in croce. In Sicilia si considerava sacro il seme, in quanto ... la manuzza di Maria o dâ
Virgini.
Niente, pagani eravamo, pagani siamo rimasti.

YHWH e Allah sono piu' seri.
--
la cricca dei giacobini (C) M.G.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Ammammata
2018-11-02 08:12:14 UTC
Rispondi
Permalink
Il giorno Wed 31 Oct 2018 11:07:46p, *fiorelisa* ha inviato su
Post by fiorelisa
In Sicilia
"e i picciriddi?"

"con du piriti li accurdamo"
--
/-\ /\/\ /\/\ /-\ /\/\ /\/\ /-\ T /-\
-=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- - -=-
Post by fiorelisa
http://www.bb2002.it :) <<<<<
........... [ al lavoro ] ...........
Klaram
2018-11-02 11:30:34 UTC
Rispondi
Permalink
Post by fiorelisa
- kaki
- diospero o diospiro
- loto
- legnasanta
"Il cachi è comunemente chiamato in lingua napoletana legnasanta. L'origine
del nome sta nel fatto che è possibile, una volta aperto il frutto, scorgere
al suo interno una caratteristica immagine del Cristo in croce.
In Sicilia, invece, si considerava sacro il seme, in quanto esso, spaccato a
metà, mostra il germoglio della nuova piantina, che assomiglia ad una mano
bianco-diafana, ritenuta la manuzza di Maria o dâ Virgini. "
Ci sono diversi nomi dialettali per il chachi e qualcuno, chissà
perché, anche un po' volgare. :)

In italiano la parola cachi (da kaki) si riferisce a pianta e frutto,
singolare e plurale, invece noi abbiamo il caco/i cachi.
In certe zone del Monferrato li chiamano pomcach /'pum'kak/ (melacaco)
e da qualche hanno vedo nei negozi una nuova varietà, dalla pasta più
consistente, detta: cacomela.

k
Giovanni Drogo
2018-11-02 12:59:09 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Klaram
In italiano la parola cachi (da kaki) si riferisce a pianta e frutto,
singolare e plurale, invece noi abbiamo il caco/i cachi.
anche a Milano
Post by Klaram
cacomela.
Qui sui mercati oltre al caco "normale" (che diventa rapidamente molto
molliccio e se no e' acerbo e lega i denti) si trova spesso quello che
chiamano "caco vaniglia", direi intermedio come consistenza tra quello
normale e il piu' raro "caco mela".

In campagna mi e' capitato di vedere delle piante con dei cachi "mignon"
(diametro 1-2 cm).
Mad Prof
2018-11-02 13:55:10 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Giovanni Drogo
Qui sui mercati oltre al caco "normale" (che diventa rapidamente molto
molliccio e se no e' acerbo e lega i denti)
Come si suol dire, allappa…
--
Sanity is not statistical
Roger
2018-11-02 13:44:32 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Klaram
[...]
In italiano la parola cachi (da kaki) si riferisce a pianta e frutto,
singolare e plurale, invece noi abbiamo il caco/i cachi.
È vero, il Devoto-Oli, alla voce "caco" dice:

» Forma singolare, ricavata impropriamente dall’invariabile
» cachi (albero e frutto), inteso come plurale.

Ma c'è qualcuno in italia che usa "cachi" (frutto) come singolare?
Cioè dice: "mi sono mangiato un cachi".
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Mad Prof
2018-11-02 13:57:22 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Roger
Ma c'è qualcuno in italia che usa "cachi" (frutto) come singolare?
Cioè dice: "mi sono mangiato un cachi".
Presente, anche se dico cachì, non cachi.
--
Sanity is not statistical
Mad Prof
2018-11-02 14:26:05 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Roger
Ma c'è qualcuno in italia che usa "cachi" (frutto) come singolare?
Cioè dice: "mi sono mangiato un cachi".
Presente, anche se dico cachì, non cachi.
E non sto in Italia… :-)
--
Sanity is not statistical
calypsos
2018-11-03 22:50:16 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Roger
Post by Klaram
[...]
In italiano la parola cachi (da kaki) si riferisce a pianta e frutto,
singolare e plurale, invece noi abbiamo il caco/i cachi.
» Forma singolare, ricavata impropriamente dall’invariabile
» cachi (albero e frutto), inteso come plurale.
Ma c'è qualcuno in italia che usa "cachi" (frutto) come singolare?
Cioè dice: "mi sono mangiato un cachi".
Qua i miei parenti siculoparlanti dicono "cachì": mi sono mangiato uno, due, tre cachì, con l'accento sulla i! (anche al singolare).
A questo punto non resisto, mi viene in mente la celebre battuta, barzelletta o non so cosa che raccontava mio nonno. Lui era un generale dell'esercito, era stato in Libia Grecia o non so dove, luoghi coloniali. Ricordava un cartoncino di invito ad un ricevimento ufficiale, dove in calce era scritto: "Si consiglia abito scuro e cachi chi vuole"
c.

Loading...