Discussione:
Ci sono però una cosa…
Aggiungi Risposta
Mad Prof
2018-12-01 12:02:02 UTC
Rispondi
Permalink
Nella “tazzina di caffè” del 22 novembre,

<https://www.corriere.it/caffe-gramellini/18_novembre_22/cappuccetto-rosso-cd85367c-edd1-11e8-be2f-fc429bf04a05.shtml>

Massimo Gramellini ha scritto questa frase:

«Ci sono però una cosa che non riesco ad accettare e un’altra che non
riesco a comprendere.»

Io avrei scritto “c’è però una cosa…”. Secondo voi il verbo al plurale è
l’unica forma corretta, visto che si tratta di due cose, è accettabile come
alternativa altrettanto corretta al verbo al singolare, o è proprio
sbagliato…?
--
Sanity is not statistical
Klaram
2018-12-01 12:59:08 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Nella “tazzina di caffè” del 22 novembre,
<https://www.corriere.it/caffe-gramellini/18_novembre_22/cappuccetto-rosso-cd85367c-edd1-11e8-be2f-fc429bf04a05.shtml>
«Ci sono però una cosa che non riesco ad accettare e un’altra che non
riesco a comprendere.»
Io avrei scritto “c’è però una cosa…”. Secondo voi il verbo al plurale è
l’unica forma corretta, visto che si tratta di due cose, è accettabile come
alternativa altrettanto corretta al verbo al singolare, o è proprio
sbagliato…?
Anche a me suona bene "c'è però una cosa... e un'altra...", ma credo
sia una concordanza impropria. Meglio il verbo al plurale.

k
Roger
2018-12-01 16:42:05 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Nella “tazzina di caffè” del 22 novembre,
<https://www.corriere.it/caffe-gramellini/18_novembre_22/cappuccetto-rosso-cd85367c-edd1-11e8-be2f-fc429bf04a05.shtml>
«Ci sono però una cosa che non riesco ad accettare e un’altra che non
riesco a comprendere.»
Io avrei scritto “c’è però una cosa…”. Secondo voi il verbo al plurale è
l’unica forma corretta, visto che si tratta di due cose, è accettabile come
alternativa altrettanto corretta al verbo al singolare, o è proprio
sbagliato…?
Per me la frase di Gramellini è sbagliata.

Io avrei scritto:
Ci sono però due cose, una che non riesco ad accettare e un'altra che
non
riesco a comprendere.
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Bruno Campanini
2018-12-01 17:42:00 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Nella “tazzina di caffè” del 22 novembre,
<https://www.corriere.it/caffe-gramellini/18_novembre_22/cappuccetto-rosso-cd85367c-edd1-11e8-be2f-fc429bf04a05.shtml>
«Ci sono però una cosa che non riesco ad accettare e un’altra che non
riesco a comprendere.»
Io avrei scritto “c’è però una cosa…”. Secondo voi il verbo al plurale è
l’unica forma corretta, visto che si tratta di due cose, è accettabile come
alternativa altrettanto corretta al verbo al singolare, o è proprio
sbagliato…?
Le cose sono due quindi... ci sono, e non c'è nulla di sbagliato.
Scrivendola avrei solo messo ":" dopo però.

Col verbo al singolare il giro di valzer dovrebbe essere questo:
- c'è una cosa che non riesco ad accettare
- e ce n'è un'altra che non riesco a comprendere

se però togliamo "ce n'è"... stiamo ballando fuori tempo.
Anche se è la cosa che tutti fanno.

Bruno

Loading...