Discussione:
Preposizioni arcaiche in uso
(troppo vecchio per rispondere)
G.
2018-04-03 19:16:33 UTC
Permalink
Vi propongo la fotografia di un manifesto legale, scattata qualche giorno
fa. Ha attirato la mia attenzione per la forma e soprattutto per l'uso delle
preposizioni articolate arcaiche... :)

https://imgur.com/kdoHs07 (scusate la poca qualità dell'immagine)

G.
Wolfgang
2018-04-03 20:14:45 UTC
Permalink
Post by G.
Vi propongo la fotografia di un manifesto legale, scattata qualche
giorno fa. Ha attirato la mia attenzione per la forma e soprattutto
per l'uso delle preposizioni articolate arcaiche... :)
https://imgur.com/kdoHs07 (scusate la poca qualità dell'immagine)
G.
Niente da dire contro l'uso delle preposizioni articolate arcaiche
se questo uso fosse coerente. Si trova ad esempio «pel corrente
anno» nella terza riga, ma «per il termine» una sola riga più avanti.

Ciao,
Wolfgang
Bruno Campanini
2018-04-03 23:24:44 UTC
Permalink
Post by G.
Vi propongo la fotografia di un manifesto legale, scattata qualche
giorno fa. Ha attirato la mia attenzione per la forma e soprattutto
per l'uso delle preposizioni articolate arcaiche... :)
https://imgur.com/kdoHs07 (scusate la poca qualità dell'immagine)
G.
Niente da dire contro l'uso delle preposizioni articolate arcaiche se questo
uso fosse coerente. Si trova ad esempio «pel corrente anno» nella terza riga,
ma «per il termine» una sola riga più avanti.
Avercene dell'italiano così scritto!

L'estensore avrà voluto evitare due "pel" troppo vicini.
Per far ciò avrei semplicemente eliminato "il termine di".

Bruno
Wolfgang
2018-04-05 00:30:42 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by Wolfgang
Post by G.
Vi propongo la fotografia di un manifesto legale, scattata qualche
giorno fa. Ha attirato la mia attenzione per la forma e soprattutto
per l'uso delle preposizioni articolate arcaiche... :)
https://imgur.com/kdoHs07 (scusate la poca qualità dell'immagine)
G.
Niente da dire contro l'uso delle preposizioni articolate arcaiche
se questo uso fosse coerente. Si trova ad esempio «pel corrente
anno» nella terza riga, ma «per il termine» una sola riga più avanti.
Avercene dell'italiano così scritto!
L'estensore avrà voluto evitare due "pel" troppo vicini.
Ciò dimostra però che per l'estensore «pel» non era una forma
normale e regolare come ad esempio «del». O potresti immaginarti
che, per evitare la vicinanza di due «del», si sostituisca il
secondo con «di il»?
Post by Bruno Campanini
Per far ciò avrei semplicemente eliminato "il termine di".
Bruno
Ciao,
Wolfgang
Bruno Campanini
2018-04-05 13:44:45 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Avercene dell'italiano così scritto!
L'estensore avrà voluto evitare due "pel" troppo vicini.
Ciò dimostra però che per l'estensore «pel» non era una forma normale e
regolare come ad esempio «del». O potresti immaginarti che, per evitare la
vicinanza di due «del», si sostituisca il secondo con «di il»?
Nella circostanza tutto può essere arguito
e nulla può essere dimostrato.

Resta il fatto che pel e pei sono forme desuete ma corrette
per "per il" e "per i".

Ribadisco: avercene dell'italiano così scritto!

Bruno
Bruno Campanini
2018-04-05 13:50:22 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Nella circostanza tutto può essere arguito
e nulla può essere dimostrato.
Resta il fatto che pel e pei sono forme desuete ma corrette
per "per il" e "per i".
Ribadisco: avercene dell'italiano così scritto!
PS
==
Dimenticavo, c'è anche pe'... pe' tuoi occhi!

Bruno
ADPUF
2018-04-06 21:03:03 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by Bruno Campanini
Nella circostanza tutto può essere arguito
e nulla può essere dimostrato.
Resta il fatto che pel e pei sono forme desuete ma corrette
per "per il" e "per i".
Ribadisco: avercene dell'italiano così scritto!
PS
==
Dimenticavo, c'è anche pe'... pe' tuoi occhi!
Tutte forme buone pegli amanti dell'antiquariato...

"Perla bianca, perla nera... pella miseria!"
(cit. china)
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
https://en.wikipedia.org/wiki/Usenet
Ammammata
2018-04-04 06:25:52 UTC
Permalink
Il giorno Tue 03 Apr 2018 09:16:33p, *G.* ha inviato su
Post by G.
l'uso delle
preposizioni articolate arcaiche... :)
magari lo ha scritto con WordStar... ;)
--
/-\ /\/\ /\/\ /-\ /\/\ /\/\ /-\ T /-\
-=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- - -=-
Post by G.
http://www.bb2002.it :) <<<<<
........... [ al lavoro ] ...........
Giovanni Drogo
2018-04-04 09:14:26 UTC
Permalink
in fin dei conti e' solo un pel
Ammammata
2018-04-04 12:32:02 UTC
Permalink
Il giorno Wed 04 Apr 2018 11:14:26a, *Giovanni Drogo* ha inviato su
Post by Giovanni Drogo
in fin dei conti e' solo un pel
più o meno al centro c'è anche un pei
--
/-\ /\/\ /\/\ /-\ /\/\ /\/\ /-\ T /-\
-=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- - -=-
Post by Giovanni Drogo
http://www.bb2002.it :) <<<<<
........... [ al lavoro ] ...........
Klaram
2018-04-04 09:42:21 UTC
Permalink
Post by G.
Vi propongo la fotografia di un manifesto legale, scattata qualche giorno
fa. Ha attirato la mia attenzione per la forma e soprattutto per l'uso delle
preposizioni articolate arcaiche... :)
https://imgur.com/kdoHs07 (scusate la poca qualità dell'immagine)
L'immagine si vede benissimo.

L'architetto si è laureato nel '68 quindi dovrebbe avere intorno ai 75
anni o più. Evidentemente ama queste forme arcaiche (pel, pei) e nel
suo sito ha scritto anche "varii", ossia distingue il plurale dei nomi
in -io da quelli in -o, abitudine che ormai si è persa del tutto.

k
Giovanni Drogo
2018-04-04 13:47:28 UTC
Permalink
scritto anche "varii", ossia distingue il plurale dei nomi in -io da
quelli in -o, abitudine che ormai si è persa del tutto.
Beh osservatorii (pl. di osservatorio) e osservatori (pl. di
osservatore) direi che e' praticamente necessario,
Bruno Campanini
2018-04-04 14:42:39 UTC
Permalink
scritto anche "varii", ossia distingue il plurale dei nomi in -io da quelli
in -o, abitudine che ormai si è persa del tutto.
Beh osservatorii (pl. di osservatorio) e osservatori (pl. di osservatore)
direi che e' praticamente necessario,
Uditore, uditorio
riformatore, riformatorio
consultore, consultorio
direttore, direttorio
scrittore, scrittorio

e altri che non serve che li esponghi
(cit)

Bruno
Rapsòdo
2018-04-04 14:55:01 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
scritto anche "varii", ossia distingue il plurale dei nomi in -io da
quelli in -o, abitudine che ormai si è persa del tutto.
Beh osservatorii (pl. di osservatorio) e osservatori (pl. di osservatore)
direi che e' praticamente necessario,
Uditore, uditorio
riformatore, riformatorio
consultore, consultorio
direttore, direttorio
scrittore, scrittorio
e altri che non serve che li esponghi
(cit)
Bruno
ovvii come vocaboli :')
Giovanni Drogo
2018-04-05 09:33:22 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Beh osservatorii (pl. di osservatorio) e osservatori (pl. di osservatore)
direi che e' praticamente necessario,
direttore, direttorio
e altri che non serve che li esponghi
certo, ma io citavo il termine piu' comune nel mio giro (a qualche
britannico occorre spiegare che l'Osservatore Romano non e' il
bollettino della Specola Vaticana)
Wolfgang
2018-04-05 00:05:44 UTC
Permalink
Post by Klaram
[...]
L'architetto si è laureato nel '68 quindi dovrebbe avere intorno ai
75 anni o più. Evidentemente ama queste forme arcaiche (pel, pei) e
nel suo sito ha scritto anche "varii", ossia distingue il plurale
dei nomi in -io da quelli in -o, abitudine che ormai si è persa del
tutto.
k
C'era tra di noi uno che usava il circonflesso nei casi del genere,
scrivendo varî, studî, principî, assassinî ecc., ma non ricordo più
il suo nome.

Ciao,
Wolfgang
Giorgio Pastore
2018-04-05 05:44:04 UTC
Permalink
Post by Klaram
Post by G.
Vi propongo la fotografia di un manifesto legale, scattata qualche giorno
fa. Ha attirato la mia attenzione per la forma e soprattutto per l'uso delle
preposizioni articolate arcaiche... :)
https://imgur.com/kdoHs07 (scusate la poca qualità dell'immagine)
L'immagine si vede benissimo.
L'architetto si è laureato nel '68 quindi dovrebbe avere intorno ai 75
anni o più. Evidentemente ama queste forme arcaiche (pel, pei) e nel suo
sito ha scritto anche "varii", ossia distingue il plurale dei nomi in
-io da quelli in -o, abitudine che ormai si è persa del tutto.
L'età dell' architetto penso che c'entri poco. E' tipico di certa prosa
burocratico-amministrativa. E, va ricordato, la burocrazia tende a
preservare forme desuete molto più di altri ambiti. Una delle ragioni è
che se si deve scrivere qualcosa, quasi mai si riparte da zero ma ci si
rifà all' ultimo caso della stessa tipologia. Questo spiega una maggiore
inerzia della prosa amministrativa, burocratica, ministeriale e in parte
giuridica, relativamente a modernizzazioni.

Giorgio
Ammammata
2018-04-05 06:48:05 UTC
Permalink
Il giorno Thu 05 Apr 2018 07:44:04a, *Giorgio Pastore* ha inviato su
Post by Giorgio Pastore
quasi mai si riparte da zero ma ci si
rifà all' ultimo caso della stessa tipologia
copia/incolla dalla pubblicazione precedente :)
--
/-\ /\/\ /\/\ /-\ /\/\ /\/\ /-\ T /-\
-=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- - -=-
Post by Giorgio Pastore
http://www.bb2002.it :) <<<<<
........... [ al lavoro ] ...........
Loading...