Discussione:
Raddoppio dell'articolo
Aggiungi Risposta
Wolfgang
2021-05-29 09:29:49 UTC
Rispondi
Permalink
La «Repubblica» di oggi a pagina 30:

      «Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
      a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
      (1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
      industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»

(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)

Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il
capitale». È normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?

Ciao,
Wolfgang
Wolfgang
2021-05-29 09:35:26 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Wolfgang
un'errore?
Va cancellato l'apostrofo: «un errore?»

Ciao,
Wolfgang
Mad Prof
2021-05-29 09:52:38 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Wolfgang
      «Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
      a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
      (1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
      industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il
capitale». È normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
È la stessa logica di chi scrive "nella prima edizione de Il capitale",
invece di "nella prima edizione del Capitale": si considera l'articolo
parte integrante del titolo.

<https://www.ibs.it/guida-per-lettore-contemporaneo-de-libro-luigi-ferrari/e/9788875031657>
--
Sanity is not statistical
Voce dalla Germania
2021-05-29 09:58:06 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Wolfgang
«Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
(1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il capitale».
È normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
Non c'è nessun raddoppio e la frase è normalissima. "Nel", preposizione
articolata, regge l'aggettivo "suo", maschile perché è sottinteso
"libro". Poi viene il titolo del libro, che inizia con "il".

Parlando di altri libri potremmo scrivere p. es. "nel suo /La bella e la
bestia/".
Non so se il pezzo tra le barre apparirà in corsivo e se c'è un modo
migliore per ottenere quel risultato.
Mad Prof
2021-05-29 10:06:42 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Voce dalla Germania
Post by Wolfgang
«Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
(1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il capitale».
È normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
Non c'è nessun raddoppio e la frase è normalissima. "Nel", preposizione
articolata, regge l'aggettivo "suo", maschile perché è sottinteso
"libro". Poi viene il titolo del libro, che inizia con "il".
Parlando di altri libri potremmo scrivere p. es. "nel suo /La bella e la
bestia/".
Non so se il pezzo tra le barre apparirà in corsivo e se c'è un modo
migliore per ottenere quel risultato.
Normalissimo oggi. Una volta invece di scrivere "nel suo I promessi sposi"
sarebbe stato normalissimo scrivere "nei suoi Promessi sposi".
--
Sanity is not statistical
Maurizio Pistone
2021-05-29 18:16:56 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Normalissimo oggi. Una volta invece di scrivere "nel suo I promessi sposi"
sarebbe stato normalissimo scrivere "nei suoi Promessi sposi".
oggi come cent'anni fa io avrei scritto "nei Promessi Sposi", senza né
"suo" né "suoi", contando sul fatto che il lettore sappia chi ne è
l'autore.
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
https://mauriziopistone.it
https://lacabalesta.it
Voce dalla Germania
2021-05-30 08:34:42 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by Mad Prof
Normalissimo oggi. Una volta invece di scrivere "nel suo I promessi sposi"
sarebbe stato normalissimo scrivere "nei suoi Promessi sposi".
oggi come cent'anni fa io avrei scritto "nei Promessi Sposi", senza né
"suo" né "suoi", contando sul fatto che il lettore sappia chi ne è
l'autore.
Congratulazioni! A oltre 105 anni scrivi ancora su Usenet!
Certo, chi legge qualcosa in italiano sa quasi certamente chi ha scritto
"I promessi sposi". Modificando l'esempio all'inizio della discussione,
toglieresti l'aggettivo possessivo anche in: "... che Barisovskij cita e
confuta nel suo "Meditazioni sulla metamorfosi nelle rane"?

Non perdete tempo a cercare l'autore e il titolo. Li ho appena inventati.
Father McKenzie
2021-05-30 08:42:28 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Voce dalla Germania
toglieresti l'aggettivo possessivo anche in: "... che Barisovskij cita e
confuta nel suo "Meditazioni sulla metamorfosi nelle rane"?
Non perdete tempo a cercare l'autore e il titolo. Li ho appena inventati.
Se nomini Barisovskij, chiunque sia, dicendo che "cita e confuta"
qualcosa in un'opera, ricordando un titolo, anche senza "suo" non credo
si possa pensare che l'opera in cui Barisovskij cita qualcosa sia stata
scritta da Kapperevskij. A meno di un clamoroso plagio.
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Maurizio Pistone
2021-05-30 21:41:46 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Voce dalla Germania
Modificando l'esempio all'inizio della discussione,
toglieresti l'aggettivo possessivo anche in: "... che Barisovskij cita e
confuta nel suo "Meditazioni sulla metamorfosi nelle rane"?
Non perdete tempo a cercare l'autore e il titolo. Li ho appena inventati.
vedo che neanche tu ce l'hai fatta a inventare "nelle sue Le
meditazioni..."
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
https://mauriziopistone.it
https://lacabalesta.it
Yoda
2021-05-30 22:34:37 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by Voce dalla Germania
Modificando l'esempio all'inizio della discussione,
toglieresti l'aggettivo possessivo anche in: "... che Barisovskij cita e
confuta nel suo "Meditazioni sulla metamorfosi nelle rane"?
Non perdete tempo a cercare l'autore e il titolo. Li ho appena inventati.
vedo che neanche tu ce l'hai fatta a inventare "nelle sue Le
meditazioni..."
Perche' "suo" e' il saggio, non le meditazioni. Guarda come fila:
<<Nel suo Le meditazioni...>> ciao
--
Yoda
Klaram
2021-05-29 10:09:10 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Voce dalla Germania
Post by Wolfgang
«Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
(1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il capitale».
È normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
Non c'è nessun raddoppio e la frase è normalissima. "Nel", preposizione
articolata, regge l'aggettivo "suo", maschile perché è sottinteso
"libro". Poi viene il titolo del libro, che inizia con "il".
Sì, è una frase normalississima. Se non ci fosse "suo", allora "nel"
stonerebbe: ... ne "Il capitale".

k
Wolfgang
2021-05-29 11:56:24 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Voce dalla Germania
        «Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
        a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
        (1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
        industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il capitale».
È normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
Non c'è nessun raddoppio e la frase è normalissima. "Nel",
preposizione articolata, regge l'aggettivo "suo", maschile perché è
sottinteso "libro". Poi viene il titolo del libro, che inizia con "il".
Sei convinto che l'articolo «il», inglobato nella preposizione
articolata «nel», regga soltanto l'aggettivo «suo», anziché il
titolo del libro?
Post by Voce dalla Germania
Parlando di altri libri potremmo scrivere p. es. "nel suo /La bella
e la bestia/".
Non so se il pezzo tra le barre apparirà in corsivo e se c'è un modo
migliore per ottenere quel risultato.
Il tuo /La bella e la bestia/ non appare in corsivo in quanto
spezzato in fin di riga. Il corsivo è ovviamente riservato a testi
che appiano per intero sulla medesima riga.

Ciao,
Wolfgang
Roger
2021-05-29 11:49:43 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Wolfgang
      «Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
      a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
      (1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
      industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il capitale». È
normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
Avresti trovato corretto se il giornalista avesse scritto «nel suo
"Capitale"»?
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Wolfgang
2021-05-29 12:07:26 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Roger
       «Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
       a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
       (1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
       industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il
capitale». È normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
Avresti trovato corretto se il giornalista avesse scritto «nel
suo "Capitale"»?
No, perché avrebbe manomesso il titolo, del quale l'articolo fa
parte. Ma non obbiettarmi che il giornalista non avesse avuto altra
scelta. Poteva aggiungere «opera» o «libro» per rispettare la
grammatica, scrivendo:

«la sua opera "Il capitale"» oppure «il suo libro "Il capitale"».

Ciao,
Wolfgang
Roger
2021-05-29 12:15:15 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Roger
       «Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
       a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
       (1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
       industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il capitale». È
normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
Avresti trovato corretto se il giornalista avesse scritto «nel
suo "Capitale"»?
No, perché avrebbe manomesso il titolo, del quale l'articolo fa parte. Ma non
obbiettarmi che il giornalista non avesse avuto altra scelta. Poteva
«la sua opera "Il capitale"» oppure «il suo libro "Il capitale"».
Non obbietto assolutamente! :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Mad Prof
2021-05-29 12:30:07 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Wolfgang
Post by Roger
       «Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
       a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
       (1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
       industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il
capitale». È normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
Avresti trovato corretto se il giornalista avesse scritto «nel
suo "Capitale"»?
No, perché avrebbe manomesso il titolo, del quale l'articolo fa
parte. Ma non obbiettarmi che il giornalista non avesse avuto altra
scelta. Poteva aggiungere «opera» o «libro» per rispettare la
«la sua opera "Il capitale"» oppure «il suo libro "Il capitale"».
"Nel Capitale Marx analizza…" ti sconfinfera?
--
Sanity is not statistical
Ilario di Poitiers
2021-05-29 12:54:19 UTC
Rispondi
Permalink
...
Post by Roger
Avresti trovato corretto se il giornalista avesse scritto «nel
suo "Capitale"»?
No, perché avrebbe manomesso il titolo, del quale l'articolo fa parte.
...

Le espressioni linguistiche, titoli compresi, sono fatte per essere
"manomesse" secondo le esigenze della comunicazione.

Si dice normalmente
"La trama dei Promessi sposi".

e non
La trama di I promessi sposi"


"La trama de "I promessi sposi".
Ma non obbiettarmi che il giornalista non avesse avuto altra scelta.
«la sua opera "Il capitale"» oppure «il suo libro "Il capitale"».
Tutto si può fare se si allunga il brodo, ma chi paga per l'inchiostro
di troppo? :D
--
IdP


"A lie can travel half way around the world while the truth is putting
on its shoes." (Mark Twain)
Mad Prof
2021-05-29 13:54:25 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ilario di Poitiers
...
Post by Roger
Avresti trovato corretto se il giornalista avesse scritto «nel
suo "Capitale"»?
No, perché avrebbe manomesso il titolo, del quale l'articolo fa parte.
...
Le espressioni linguistiche, titoli compresi, sono fatte per essere
"manomesse" secondo le esigenze della comunicazione.
Si dice normalmente
"La trama dei Promessi sposi".
e non
La trama di I promessi sposi"

"La trama de "I promessi sposi".
<https://www.treccani.it/enciclopedia/de-i-promessi-sposi-o-dei-promessi-sposi_%28La-grammatica-italiana%29/>

Qui dice che la forma "de I promessi sposi" è stata "a lungo in uso. Io
avrei detto invece che è un uso più recente rispetto a "dei Promessi
sposi".
--
Sanity is not statistical
Ilario di Poitiers
2021-05-29 14:52:35 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
<https://www.treccani.it/enciclopedia/de-i-promessi-sposi-o-dei-promessi-sposi_%28La-grammatica-italiana%29/>
Spiegazione condivisibile, anche nell'eccezione.


===

DE I PROMESSI SPOSI O DEI PROMESSI SPOSI?

Quando il titolo di un libro o di un’opera dell’ingegno in generale
(quadro, composizione musicale, film, canzone) inizia con l’articolo
determinativo, si è soliti fondere la preposizione con l’articolo,
dando luogo alla preposizione articolata corrispondente

Nel 1825-27 Manzoni dava alle stampe la prima edizione dei Promessi
sposi (C. Marazzini, Da Dante alla lingua selvaggia)

La forma de I Promessi sposi è sconsigliata, benché a lungo in uso,
perché la sequenza de i non esiste nell’italiano contemporaneo.
Ugualmente sconsigliato per lo stesso motivo è l’uso della preposizione
semplice di

di I Promessi sposi

Il problema, invece, non si presenta se il titolo inizia con l’articolo
indeterminativo

Il protagonista di Un tranquillo week end di paura

L’obiezione all’uso della preposizione articolata è che il titolo
esatto dell’opera viene alterato dalla fusione dell’articolo, per cui
nella forma dei Promessi sposi non si capirebbe se il titolo è Promessi
sposi o I Promessi sposi. Come alternativa, si può usare l’apposizione
libro, romanzo, opera

il romanzo I Promessi sposi

Anche se talora la soluzione potrebbe sembrare forzata o pedante; è
dunque consigliabile quando il titolo è particolarmente raro o
difficile nel libro All’insegna del Buon Corsiero di Silvio D’Arzo (in
questo caso, se si usasse la forma Nell’Insegna del Buon Corsiero non
si capirebbe il titolo esatto).

===
--
IdP


"If you don't read the newspaper, you're uninformed. If you read the
newspaper, you're mis-informed." (Mark Twain)
Mad Prof
2021-05-29 17:50:33 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ilario di Poitiers
Anche se talora la soluzione potrebbe sembrare forzata o pedante; è
dunque consigliabile quando il titolo è particolarmente raro o
difficile nel libro All’insegna del Buon Corsiero di Silvio D’Arzo (in
questo caso, se si usasse la forma Nell’Insegna del Buon Corsiero non
si capirebbe il titolo esatto).
Troverei accettabile «in "All'insegna del Buon Corsiero" di Silvio
D'Arzo…».
--
Sanity is not statistical
Yoda
2021-05-29 18:09:38 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Ilario di Poitiers
Anche se talora la soluzione potrebbe sembrare forzata o pedante; è
dunque consigliabile quando il titolo è particolarmente raro o
difficile nel libro All’insegna del Buon Corsiero di Silvio D’Arzo (in
questo caso, se si usasse la forma Nell’Insegna del Buon Corsiero non
si capirebbe il titolo esatto).
Troverei accettabile «in "All'insegna del Buon Corsiero" di Silvio
D'Arzo…».
Imho meglio <<nell'All'insegna del Buon Corsiero, di Silvio Berlus^W
D'Arzo>> ciao
(Nella non c'entra nulla con Alla, sempre imho eh)
--
Yoda
Father McKenzie
2021-05-30 08:44:05 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ilario di Poitiers
Il problema, invece, non si presenta se il titolo inizia con l’articolo
indeterminativo
Non esistendo le preposizioni articolate indeterminative, ci mancherebbe
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Giovanni Drogo
2021-05-29 20:52:08 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Qui dice che la forma "de I promessi sposi" è stata "a lungo in uso.
non l'ho vista quasi mai per opere di letteratura, ma la vedevo spesso
per indicare giornali (quotidiani o periodici) in cui l'articolo fa
parte del titolo
Klaram
2021-05-30 09:57:03 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Qui dice che la forma "de I promessi sposi" è stata "a lungo in uso.
non l'ho vista quasi mai per opere di letteratura, ma la vedevo spesso per
indicare giornali (quotidiani o periodici) in cui l'articolo fa parte del
titolo
Una volta le scrittura era (mediamente) più formale, oggi "de I
promessi sposi" suona antiquato.

k
valerio vanni
2021-05-30 10:04:25 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Klaram
Una volta le scrittura era (mediamente) più formale, oggi "de I
promessi sposi" suona antiquato.
Come si legge, esattamente?
Father McKenzie
2021-05-30 11:29:31 UTC
Rispondi
Permalink
Post by valerio vanni
Post by Klaram
Una volta le scrittura era (mediamente) più formale, oggi "de I
promessi sposi" suona antiquato.
Come si legge, esattamente?
Provo: con un "glottal stop" tra de e I. So I suppose.
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
valerio vanni
2021-05-30 12:12:25 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Father McKenzie
Post by valerio vanni
Post by Klaram
Una volta le scrittura era (mediamente) più formale, oggi "de I
promessi sposi" suona antiquato.
Come si legge, esattamente?
Provo: con un "glottal stop" tra de e I. So I suppose.
Potrebbe essere, ma non mi sembra di avere mai sentito pronunciare niente del genere.
Klaram
2021-05-30 17:14:59 UTC
Rispondi
Permalink
Post by valerio vanni
Post by Father McKenzie
Post by valerio vanni
Post by Klaram
Una volta le scrittura era (mediamente) più formale, oggi "de I
promessi sposi" suona antiquato.
Come si legge, esattamente?
Provo: con un "glottal stop" tra de e I. So I suppose.
Potrebbe essere, ma non mi sembra di avere mai sentito pronunciare niente del genere.
Dovrebbe essere come dice Father, ma credo che parlando dicano quasi
tutti "dei Promessi sposi", compreso Serianni.


(a 4 e 30)

k
Mad Prof
2021-05-30 18:22:02 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Klaram
Post by valerio vanni
Post by Father McKenzie
Post by valerio vanni
Post by Klaram
Una volta le scrittura era (mediamente) più formale, oggi "de I
promessi sposi" suona antiquato.
Come si legge, esattamente?
Provo: con un "glottal stop" tra de e I. So I suppose.
Potrebbe essere, ma non mi sembra di avere mai sentito pronunciare niente del genere.
Dovrebbe essere come dice Father, ma credo che parlando dicano quasi
tutti "dei Promessi sposi", compreso Serianni.
http://youtu.be/NlI9EDdSkRY
(a 4 e 30)
Sarebbe strano il contrario, visto che Serianni suggerisce di scrivere "dei
Promessi sposi".

<https://italian.stackexchange.com/a/8052>
--
Sanity is not statistical
Roger
2021-05-30 18:50:03 UTC
Rispondi
Permalink
Post by valerio vanni
Post by Father McKenzie
Post by valerio vanni
Una volta le scrittura era (mediamente) più formale, oggi "de I promessi
sposi" suona antiquato.
Come si legge, esattamente?
Provo: con un "glottal stop" tra de e I. So I suppose.
Potrebbe essere, ma non mi sembra di avere mai sentito pronunciare niente del genere.
Dovrebbe essere come dice Father, ma credo che parlando dicano quasi tutti
"dei Promessi sposi", compreso Serianni.
http://youtu.be/NlI9EDdSkRY
(a 4 e 30)
Nel parlato è indiscutibile che tutti dicono "dei Promessi Sposi",
anche
perché viene innaturale fare la pausa tra "de" e "i".
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Mad Prof
2021-05-30 10:19:04 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Klaram
Post by Mad Prof
Qui dice che la forma "de I promessi sposi" è stata "a lungo in uso.
non l'ho vista quasi mai per opere di letteratura, ma la vedevo spesso per
indicare giornali (quotidiani o periodici) in cui l'articolo fa parte del
titolo
Una volta le scrittura era (mediamente) più formale, oggi "de I
promessi sposi" suona antiquato.
Senza nessuna pretesa di scientificità, ma da una rapida scorsa a Google
Libri mi sembra che tra i risultati del XIX secolo "de I promessi sposi"
sia rarissimo(*), mentre troviamo molte occorrenze di "dei Promessi sposi".
Invece è tra i risultati del XX secolo che "de I promessi sposi" appare con
una certa frequenza.

(*) In uno di questi pochissimi esempi tra l'altro c'è un apostrofo dopo
de: "de' I promessi sposi", ad indicare che per l'autore quel de' stava per
dei.
--
Sanity is not statistical
Ilario di Poitiers
2021-05-30 11:41:17 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Klaram
Una volta le scrittura era (mediamente) più formale, oggi "de I
promessi sposi" suona antiquato.
Senza nessuna pretesa di scientificità, ma da una rapida scorsa a Google
Libri mi sembra che tra i risultati del XIX secolo "de I promessi sposi"
sia rarissimo(*), mentre troviamo molte occorrenze di "dei Promessi sposi".
Invece è tra i risultati del XX secolo che "de I promessi sposi" appare con
una certa frequenza.
(*) In uno di questi pochissimi esempi tra l'altro c'è un apostrofo dopo
de: "de' I promessi sposi", ad indicare che per l'autore quel de' stava per
dei.
La maggior parte dei testi che saltan fuori da Google libri, se
restringo la ricerca al XIX secolo, sono spagnoli.

"la primera edición de I Promessi sposi, del gran Manzoni"

ecc.

Se non erro "de" è l'unica soluzione possibile, in questo caso. Anche
se si traducesse il titolo, sarebbe "de Los novios". In spagnolo non si
pone neppure il dubbio, non esistendo la preposizione articolata
plurale equivalente a "dei", correggetemi se sbaglio.
--
IdP


"Every night and every morn / Some to misery are born; / Every morn and
every night / Some are born to sweet delight" (William Blake)
Mad Prof
2021-05-30 12:04:36 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ilario di Poitiers
Post by Mad Prof
Post by Klaram
Una volta le scrittura era (mediamente) più formale, oggi "de I
promessi sposi" suona antiquato.
Senza nessuna pretesa di scientificità, ma da una rapida scorsa a Google
Libri mi sembra che tra i risultati del XIX secolo "de I promessi sposi"
sia rarissimo(*), mentre troviamo molte occorrenze di "dei Promessi sposi".
Invece è tra i risultati del XX secolo che "de I promessi sposi" appare con
una certa frequenza.
(*) In uno di questi pochissimi esempi tra l'altro c'è un apostrofo dopo
de: "de' I promessi sposi", ad indicare che per l'autore quel de' stava per
dei.
La maggior parte dei testi che saltan fuori da Google libri, se
restringo la ricerca al XIX secolo, sono spagnoli.
Sì, ma ovviamente quelli non li ho considerati.

Questo è quello dove appare "de' i":

<https://books.google.it/books?id=X4QNAAAAQAAJ&pg=PA234&dq=%22de+i+promessi+sposi%22&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjP7JWorfHwAhVGnaQKHUofAVoQuwUwAnoECAgQBg>

Qui c'è una lettera "al traduttore inglese de I promessi sposi":

<https://books.google.it/books?id=9MFznhJkAswC&q=%22de+i+promessi+sposi%22&dq=%22de+i+promessi+sposi%22&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjP7JWorfHwAhVGnaQKHUofAVoQ6AEwB3oECAwQAw>

Il resto è appunto roba o spagnola o francese.
--
Sanity is not statistical
Ilario di Poitiers
2021-05-31 17:06:37 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Sì, ma ovviamente quelli non li ho considerati.
<https://books.google.it/books?id=X4QNAAAAQAAJ&pg=PA234&dq=%22de+i+promessi+sposi%22&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjP7JWorfHwAhVGnaQKHUofAVoQuwUwAnoECAgQBg>
<https://books.google.it/books?id=9MFznhJkAswC&q=%22de+i+promessi+sposi%22&dq=%22de+i+promessi+sposi%22&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjP7JWorfHwAhVGnaQKHUofAVoQ6AEwB3oECAwQAw>
Il resto è appunto roba o spagnola o francese.
Invece io ho trovato un

VITTORIO GASSMAN
ne
IL SORPASSO



:D
--
IdP


"Giving up smoking is the easiest thing in the world. I know because
I've done it thousands of times." (Mark Twain)
Maurizio Pistone
2021-05-30 21:41:46 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
(*) In uno di questi pochissimi esempi tra l'altro c'è un apostrofo dopo
de: "de' I promessi sposi", ad indicare che per l'autore quel de' stava per
dei.
escludendo un errore di composizione tipografica, si tratterebbe di una
preposizione articolata davanti ad articolo.

Anche nel XIX secolo ne facevano e ne scrivevano di cotte e di crude.
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
https://mauriziopistone.it
https://lacabalesta.it
Yoda
2021-05-29 14:09:25 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ilario di Poitiers
Ma non obbiettarmi che il giornalista non avesse avuto altra scelta.
«la sua opera "Il capitale"» oppure «il suo libro "Il capitale"».
Tutto si può fare se si allunga il brodo, ma chi paga per l'inchiostro
di troppo? :D
Ma allora facciamo:
<<la sua opera "Das Kapital" (tradotto: "Il capitale")>>
cosi' chi paga, almeno spende bene ciao
--
Yoda
valerio vanni
2021-05-29 18:58:49 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ilario di Poitiers
Si dice normalmente
"La trama dei Promessi sposi".
Post by Wolfgang
«la sua opera "Il capitale"» oppure «il suo libro "Il capitale"».
Tutto si può fare se si allunga il brodo, ma chi paga per l'inchiostro
di troppo? :D
Per me ha senso allungarlo se ci sono rischi di ambiguità.
Ilario di Poitiers
2021-05-29 12:44:49 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Wolfgang
      «Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
      a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
      (1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
      industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il capitale». È
normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
In questo caso è abbastanza normale, per quanto si possa anche dire
"Marx nel suo "Capitale".

Con le testate giornalistiche invece non usa raddoppiare, direi.
"Buzzati ... fu un fantastico giornalista, sempre nel suo Corriere
della Sera...".
--
IdP


"Rivoluzionario è lo scrittore che riesce a porre attraverso la sua
opera esigenze rivoluzionarie diverse da quelle che la politica pone;
esigenze interne, segrete, recondite dell’uomo che egli soltanto sa
scorgere nell’uomo." (Elio Vittorini)
Bruno Campanini
2021-05-29 14:45:14 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Wolfgang
      «Non a caso è anche uno degli animali più citati dai filosofi,
      a partire dalla "Favola delle api" di Bernard de Mandeville
      (1705), testo filosofico pubblicato all'alba della rivoluzione
      industriale, che Marx cita e confuta nel suo "Il capitale".»
(il corsivo dell'originale l'ho messo tra virgolette)
Me ne interessano solo le ultime quattro parole: «nel suo Il capitale». È
normale questo raddoppio dell'articolo «il», o è un'errore?
Ciao,
Wolfgang
È normale.
Ma uscendo dal seminato: qualcumo l'ha letto Il Capitale?

Mi piacerebbe sentire e scambiare qualche opinione.

Bruno
Giovanni Drogo
2021-06-05 08:57:37 UTC
Rispondi
Permalink
Trovato ieri sul Corriere Milano articolo in cui compaiono:

davanti a "Il Cenacolo" (2 volte)
che interpreta ne "The Living Tableaux"
ricreazione filmica de "L'Ultima Cena"

Continua a leggere su narkive:
Loading...