Discussione:
Aiuto: cerco verbi senza participio passato
Aggiungi Risposta
a***@gmail.com
2016-05-22 18:41:14 UTC
Rispondi
Permalink
Qualcuno saprebbe dirmi alcuni verbi Italiani che non hanno il participio
passato e quindi non possono formare i tempi composti?
"It's got to be false for us to believe it"
per esempio, concernere
Claudio Bianchini
2016-05-22 20:14:27 UTC
Rispondi
Permalink
Post by a***@gmail.com
Qualcuno saprebbe dirmi alcuni verbi Italiani che non hanno il participio
passato e quindi non possono formare i tempi composti?
"It's got to be false for us to believe it"
per esempio, concernere
Grazie agli straordinari mezzi che la tecnologia ci mette a disposizione
possiamo avere l'elenco completo dei verbi difettivi

http://grammatica-italiana.dossier.net/verbi-difettivi.htm
edevils
2016-05-23 12:23:28 UTC
Rispondi
Permalink
Post by a***@gmail.com
Qualcuno saprebbe dirmi alcuni verbi Italiani che non hanno il
participio passato e quindi non possono formare i tempi composti?
...
Post by a***@gmail.com
per esempio, concernere
Vedi quanto dice il Serianni:

"Alcuni verbi sono difettivi del solo participio passato. Ricordiamo:
competere, concernere, dirimere, divergere, esimere, incombere, inerire,
soccombere, splendere, suggere, transigere."


Come tutte le cose, anche questa non va presa *troppo* alla lettera,
specie per quanto riguarda gli usi dei secoli trascorsi ed eventuali
licenze poetiche sempre possibili.
In D'Annunzio per esempio si trova "risplenduto"

http://www.classicitaliani.it/D'annunzio/prosa/varia/orazione%20Carducci.htm

e in vecchi testi giuridici e non solo anche "competere" aveva il suo
bravo participio passato.

"Non si tratta di un maggiore diritto di appello che sia concesso ai
condannati dal Tribunale; ma si vuole soltanto conservare quel diritto
di appello, che sarebbe loro competuto se ...".


"...dovranno gli atti essere sottoposti a quel tribunale, cui per legge
avrebbe competuto di pronunciare la ..."


"Il solo MgCl, non ha sempre tenuto nella serie il posto che gli sarebbe
competuto, tra KCl e CaCl,"
ADPUF
2016-05-27 17:33:23 UTC
Rispondi
Permalink
Post by edevils
Il giorno sabato 18 luglio 1998 09:00:00 UTC+2, Massimiliano
Qualcuno saprebbe dirmi alcuni verbi Italiani che non hanno
il participio passato e quindi non possono formare i tempi
composti?
per esempio, concernere
"Alcuni verbi sono difettivi del solo participio passato.
Ricordiamo: competere, concernere, dirimere, divergere,
esimere, incombere, inerire, soccombere, splendere, suggere,
transigere."
Mi sembrano verbi di origine dotta e uso limitato rispetto al
parlato quotidiano della ggente.

La ggente ha sempre il verbo pronto, e se non c'è se lo
inventa!
:-)
--
AIOE ³¿³
edi'®
2016-05-23 15:15:18 UTC
Rispondi
Permalink
Il giorno sabato *18 luglio 1998* 09:00:00 UTC+2,
Qualcuno saprebbe dirmi alcuni verbi Italiani che non hanno il participio
passato e quindi non possono formare i tempi composti?
per esempio, concernere
Nel frattempo l'OP - che ai tempi della sua domanda era un giovane
studente universitario - ha fatto in tempo a festeggiare la nascita del
suo primo nipotino...

;-) E.D.
l***@gmail.com
2018-11-04 11:27:17 UTC
Rispondi
Permalink
Spendere
Giacobino da Tradate
2018-11-04 13:47:57 UTC
Rispondi
Permalink
Post by l***@gmail.com
Spendere
Speso
--
la cricca dei giacobini (C) M.G.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Roger
2018-11-04 20:33:59 UTC
Rispondi
Permalink
Post by l***@gmail.com
Spendere
Spendere ce l'ha il participio passato.

Verbi invece che non ce l'anno sono: (elenco largamente incompleto):

. Concernere
. Dirimere
. Discernere
. Esimere
. Irrompere
. Incombere
. Prudere
. Urgere
. (Ri)splendere
. Soccombere (c'è chi ammette soccombuto)
. Stridere
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Ammammata
2018-11-05 07:21:53 UTC
Rispondi
Permalink
Il giorno Sun 04 Nov 2018 09:33:59p, *Roger* ha inviato su
inventiamoli, no? ;)
. Concernere concerto
. Dirimere diritto
. Discernere discreto (secernere-secreto)
. Esimere esitto (esigere-esatto)
. Irrompere irrotto
. Incombere incorso
. Prudere pruso
. Urgere urto
. Splendere spleso
. Soccombere (c'è chi ammette soccombuto)
. Stridere stritto
--
/-\ /\/\ /\/\ /-\ /\/\ /\/\ /-\ T /-\
-=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- - -=-
http://www.bb2002.it :) <<<<<
........... [ al lavoro ] ...........
Roger
2018-11-05 08:01:40 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ammammata
Il giorno Sun 04 Nov 2018 09:33:59p, *Roger* ha inviato su
inventiamoli, no? ;)
. Incombere incorso
. Soccombere (c'è chi ammette soccombuto)
Se per incombere hai inventato "incorso", per soccombere ci sta
"soccorso" :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
edi'®
2018-11-05 08:28:48 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Roger
Post by Ammammata
inventiamoli, no? ;)
. Incombere   incorso
. Soccombere (c'è chi ammette soccombuto)
Se per incombere hai inventato "incorso", per soccombere ci sta
"soccorso" :-)
"Incorso" è il pp di incorrere.
Tra gli altri salverei "irrotto".

E.D.
Roger
2018-11-05 09:43:26 UTC
Rispondi
Permalink
Post by edi'®
Post by Roger
Post by Ammammata
inventiamoli, no? ;)
. Incombere   incorso
. Soccombere (c'è chi ammette soccombuto)
Se per incombere hai inventato "incorso", per soccombere ci sta
"soccorso" :-)
"Incorso" è il pp di incorrere.
Così come "soccorso" è il pp si soccorrere.
Post by edi'®
Tra gli altri salverei "irrotto".
Io no.
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Valerio Vanni
2018-11-05 09:54:02 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Roger
Post by edi'®
Tra gli altri salverei "irrotto".
Io no.
Io sì.
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
edi'®
2018-11-05 10:56:31 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Valerio Vanni
Post by Roger
Post by edi'®
Tra gli altri salverei "irrotto".
Io no.
Io sì.
Su etimo.it leggo "Irrotto = lat. irruptus, onde irruzione"
https://www.etimo.it/?term=irrompere

Gugolando si trova qua e là. Ad esempio: "Fino al termine della guerra
Haig fu convinto che sarebbe venuto il giorno in cui le sue truppe
sarebbero *irrotte* all’assalto attraverso il varco creato dalle
artiglierie, trasformando la sconfitta tedesca in una rotta disordinata
verso il Reno. Inutile dire che quel giorno non arrivò mai"
https://it.wikipedia.org/wiki/David_Lloyd_George

La Crusca, però, scrive:
...nel merito, un’attestazione significativa, fra le pochissime che
abbiamo trovato indagando un’infinità di testi dell’ultimo secolo
archiviati in Google, è quella che s’incontra in un passo del Partigiano
Johnny di Beppe Fenoglio: "Johnny invece era irrotto in casa di
primissima mattina, passando come una lurida ventata fra lo svenimento
di sua madre e la scultorea stupefazione del padre").
Dato che il nostro punto di riferimento deve essere la lingua più che lo
stile, riteniamo corretto dire che il participio passato e i tempi
composti di irrompere non appartengono all’uso dell’italiano

E.D.
edi'®
2018-11-05 11:50:03 UTC
Rispondi
Permalink
Post by edi'®
...nel merito, un’attestazione significativa, fra le pochissime che
abbiamo trovato indagando un’infinità di testi dell’ultimo secolo
archiviati in Google, è quella che s’incontra in un passo del Partigiano
Johnny di Beppe Fenoglio: "Johnny invece era irrotto in casa di
primissima mattina, passando come una lurida ventata fra lo svenimento
di sua madre e la scultorea stupefazione del padre").
Dato che il nostro punto di riferimento deve essere la lingua più che lo
stile, riteniamo corretto dire che il participio passato e i tempi
composti di irrompere non appartengono all’uso dell’italiano
Ho provato a cercare su google libri.
Qualcosa si trova anche in testi recenti, come ad esempio

- Le novità che in Francia erano irrotte con il /droit intermédiaire/
poi accolte...
https://books.google.it/books?id=WqJ0DQAAQBAJ&pg=PA257&dq=ERANO+IRROTTE&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwiL8uvRk73eAhWLzaQKHXx_DQoQ6AEIKjAA#v=onepage&q=ERANO%20IRROTTE&f=false

ma è soprattutto sui testi dell'800 che il pp di irrompere si presenta
più frequentemente:

- finché mancando nella miseria degli sterminati territori ogni
alimento, *irrotte* le sponde montagnose
https://books.google.it/books?id=NsQ4AQAAMAAJ&q=IRROTTE&dq=IRROTTE&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwja1dKUlb3eAhUjpYsKHR2yD7EQ6AEISTAG
- i quali stimolati forse dai danni che le lotte recenti aveano ad essi
arrecato, erano *irrotti* nel territorio romano
https://books.google.it/books?id=l4MxBuTBaN0C&dq=IRROTTE&hl=it&pg=PA261#v=onepage&q=IRROTTE&f=false
- Dove sono quei tanti popoli a cento nomi, che *irrotti* sull'Europa,
sull'Asia, sull'Affrica nei bassi tempi, le sconvolsero, le devastarono,
e vi posero quindi soggiorno?
https://books.google.it/books?id=qOv7YW7lb2sC&dq=IRROTTE&hl=it&pg=PA49#v=onepage&q=IRROTTE&f=false
- gl'inseguenti, a troppa foga *irrotti* Eccedano dal campo
https://books.google.it/books?id=iZbNRQHjwP8C&dq=IRROTTE&hl=it&pg=PA19#v=onepage&q=IRROTTE&f=false
- etc.

Il commento della Crusca, quindi, mi pare eccessivamente tranciante.

E.D.
Ammammata
2018-11-05 10:01:46 UTC
Rispondi
Permalink
Il giorno Mon 05 Nov 2018 09:28:48a, *=?UTF-8?B?ZWRpJ8Ku?=* ha inviato su
Post by edi'®
"Incorso" è il pp di incorrere.
Tra gli altri salverei "irrotto".
yes, incorso è omofono ;)
comunque si giocava con le parole neh...
--
/-\ /\/\ /\/\ /-\ /\/\ /\/\ /-\ T /-\
-=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- - -=-
Post by edi'®
http://www.bb2002.it :) <<<<<
........... [ al lavoro ] ...........
p***@gmail.com
2018-11-05 10:09:01 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ammammata
Il giorno Sun 04 Nov 2018 09:33:59p, *Roger* ha inviato su
inventiamoli, no? ;)
. Discernere discreto (secernere-secreto)
"discreto", usato in questo senso, è un latinismo.

Dello stesso passo di San Tommaso (le 16 condizioni per una confessione perfetta) ho trovato due interpretazioni diverse che mostrano questa ambiguità:

"L' ottava condizione, che dee avere la confessione, si è discreta, che dee essere discreta; cioè a dire, che discerna i più gravi e maggiori peccati da' minori, e da' più leggieri: e così gli confessi la persona con maggiore gravezza, e piu pesantamente, che peccati, che sono leggieri: li quali anche non si debbono indiscretamente aggravare."

"La settima conditione, ch'ella dee essere Discreta, cioè fatta prudentemente: & che con parole honeste si esplichino i peccati, & le circostanze"
l***@gmail.com
2018-11-04 11:28:43 UTC
Rispondi
Permalink
Volevo scrivere splendere
*GB*
2018-11-04 12:15:47 UTC
Rispondi
Permalink
Post by l***@gmail.com
Volevo scrivere splendere
Il problema è che già in latino questo verbo non aveva il supino e i
tempi del passato. Comunque, checché ne pensi la Crusca, il suo p.p.
dovrebbe essere "spleso" (per analogia con: acceso; difeso, offeso;
preso, appreso, compreso, sorpreso; reso, arreso; sceso, disceso; speso,
sospeso; teso, atteso, conteso, disteso, esteso, inteso, preteso, steso)
e non invece "splenduto" per analogia con "venduto" (in quanto vendere
viene da venum dare), ma non si usa.

Bye,

*GB*
*GB*
2018-11-04 12:40:25 UTC
Rispondi
Permalink
per analogia con "venduto" (in quanto vendere viene da venum dare)
E il verbo perdere viene da pessum dare, per cui il suo part. pass.
latineggiante è "perduto". Di conseguenza, il più comune "perso" è
analogico, dai p.p. degli altri verbi in -endere.

Bye,

*GB*
*GB*
2018-11-04 13:36:41 UTC
Rispondi
Permalink
Post by *GB*
E il verbo perdere viene da pessum dare, per cui il suo part. pass.
latineggiante è "perduto". Di conseguenza, il più comune "perso" è
analogico, dai p.p. degli altri verbi in -endere.
Se non è chiaro, tenete conto che in latino arcaico l'accento tonico era
di tipo germanico (sulla prima sillaba della parola), cosa che provocava
riduzioni vocaliche nei composti e derivati, e inoltre che in latino
classico le S intervocaliche da sonore si erano rotacizzate a R. Quindi:

pess(um) do > pèsdo > pèrdo

pess(um) datum > pèsdatum > pèsditum > pèrditum

Che il latino arcaico assomigliasse un po' al germanico non stupisce,
dato che il gotico assomigliava un po' più al latino che al greco. Nella
Lettera ai Corinzi II 1:9 la frase greca:

ἀλλὰ αὐτοὶ ἐν ἑαυτοῖς τὸ ἀπόκριμα τοῦ θανάτου ἐσχήκαμεν

fu tradotta così in latino e in gotico (dove þ = th):

sed ipsi in nobis ipsis responsum mortis habuimus

akei silbans in uns silbam andahaft dauþaus habaidedum

Notare che ips- e silb- (self inglese, selbst tedesco) sono metatesi
l'uno dell'altro e che uns è metatesi di nos. Il termine akei assomiglia
al latino atque. D'altra parte dauthaus (death inglese, Tod tedesco)
assomiglia al greco thanatou, mentre il corrispondente termine latino
assomiglia a quelli in area slava (it. morte = russo смерть, smert').

Bye,

*GB*
Maurizio Pistone
2018-11-04 13:55:24 UTC
Rispondi
Permalink
Post by *GB*
Che il latino arcaico assomigliasse un po' al germanico non stupisce,
dato che il gotico assomigliava un po' più al latino che al greco.
la somiglianza del gotico al greco e al latino è accentuata dal fatto
che quella di Wulfila è una traudizone rigidamente letterale, che
mantiene passo passo la struttura della frase originaria
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
*GB*
2018-11-04 15:33:12 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Maurizio Pistone
la somiglianza del gotico al greco e al latino è accentuata dal fatto
che quella di Wulfila è una traudizone rigidamente letterale, che
mantiene passo passo la struttura della frase originaria
Grazie per l'osservazione e la citazione del nome dell'autore (Wulfila =
Lupacchiotto).

Bye,

*GB*
JaWo
2018-11-05 09:49:27 UTC
Rispondi
Permalink
Post by *GB*
Che il latino arcaico assomigliasse un po' al germanico non stupisce,
dato che il gotico assomigliava un po' più al latino che al greco. Nella
  ἀλλὰ αὐτοὶ ἐν ἑαυτοῖς τὸ ἀπόκριμα τοῦ θανάτου ἐσχήκαμεν
  sed  ipsi    in nobis ipsis  responsum mortis  habuimus
  akei silbans in uns  silbam  andahaft dauþaus  habaidedum
Notare che ips- e silb- (self inglese, selbst tedesco) sono metatesi
l'uno dell'altro e che uns è metatesi di nos. Il termine akei assomiglia
al latino atque. D'altra parte dauthaus (death inglese, Tod tedesco)
assomiglia al greco thanatou, mentre il corrispondente termine latino
assomiglia a quelli in area slava (it. morte = russo смерть, smert').
- in area baltoslava, cf. lit mirtìs.

dauthaus, Tod < IE *dheu- > lat fūn- > funerale.
*GB*
2018-11-05 19:32:15 UTC
Rispondi
Permalink
Post by JaWo
termine latino assomiglia a quelli in area slava (it. morte = russo
смерть, smert').
- in area baltoslava, cf. lit mirtìs.
Non conoscevo, grazie.
Post by JaWo
dauthaus, Tod  < IE *dheu- > lat fūn-  > funerale.
Quindi il nom. dauthus <-> funus. Interessante! Il genitivo latino
subisce riduzione vocalica e rotacismo: funusis > funesis > funeris.
Notare che in greco "omicidio" si dice phonos (φόνος).

Ma allora direi che la forma del russo smert' la troviamo nel tedesco
Schmerz = dolore.

Forse in PIE la radice *smer significava "essere in lutto" e derivava da
*mer = morire (cfr. ingl. murder = omicidio).

Bye,

*GB*
JaWo
2018-11-06 07:57:25 UTC
Rispondi
Permalink
Post by *GB*
Post by JaWo
termine latino assomiglia a quelli in area slava (it. morte = russo
смерть, smert').
- in area baltoslava, cf. lit mirtìs.
Non conoscevo, grazie.
Post by JaWo
dauthaus, Tod  < IE *dheu- > lat fūn-  > funerale.
Quindi il nom. dauthus <-> funus. Interessante! Il genitivo latino
subisce riduzione vocalica e rotacismo: funusis > funesis > funeris.
Notare che in greco "omicidio" si dice phonos (φόνος).
Ma allora direi che la forma del russo smert' la troviamo nel tedesco
Schmerz = dolore.
Forse in PIE la radice *smer significava "essere in lutto" e derivava da
*mer = morire (cfr. ingl. murder = omicidio).
Al riguardo vorrei aggiungere:
smert' - spiegazione difficile della s- visto il verbo umeret'/umirat'.
Schmerz < smerza (ted.ant. VIII sec). Troviamo forme con o senza la s-:
sanscr. mṛdnā́ti 'spingere', gr. σμερδαλέος 'orribile',lat. mordēre,
tutti quanti con allargamento dentale (anche ingl.murder, ted. Mord),
presumibilmente dal PIE *mer(ə)- 'strofinare, fregare'.

p***@gmail.com
2018-11-05 12:10:46 UTC
Rispondi
Permalink
Post by l***@gmail.com
Volevo scrivere splendere
"instare":

http://www.treccani.it/vocabolario/instare/
Loading...