Discussione:
eventi
Aggiungi Risposta
Giovanni Drogo
2020-10-11 16:07:05 UTC
Rispondi
Permalink
In una lettera al Corriere tale sig. Lomaglio ritiene che la parola
'evento' ... "nell'accezione originaria e' un fatto frutto del caso
oppure un fenomeno che si verifica in un lasso temporale cosi' ristretto
da poterlo considerare istantaneo" ... e contesta il fatto che ..."oggi
viene usato per riferirsi allo svolgimento di una mostra, l'assegnazione
di un premio, un congresso, tutti fatti prevedibili ..."

Chissa' cosa direbbe della nostra usanza gergale in astrofisica delle
alte energie di chiamare "evento" un fotone o una particella (in realta'
la sua rivelazione, vulgo detezione, in un rivelatore).
Mad Prof
2020-10-11 16:49:37 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Giovanni Drogo
[…]
Chissa' cosa direbbe della nostra usanza gergale in astrofisica delle
alte energie di chiamare "evento" un fotone o una particella (in realta'
la sua rivelazione, vulgo detezione, in un rivelatore).
Rivelazione/rivelatore o rilevazione/rilevatore?
--
Sanity is not statistical
Giovanni Drogo
2020-10-11 20:19:02 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Rivelazione/rivelatore o rilevazione/rilevatore?
decisamenre rivelazione/rivelatore o gergalmente detezione o
direttamente detection/detector.
Klaram
2020-10-11 17:02:36 UTC
Rispondi
Permalink
In una lettera al Corriere tale sig. Lomaglio ritiene che la parola 'evento'
... "nell'accezione originaria e' un fatto frutto del caso oppure un fenomeno
che si verifica in un lasso temporale cosi' ristretto da poterlo considerare
istantaneo" ... e contesta il fatto che ..."oggi viene usato per riferirsi
allo svolgimento di una mostra, l'assegnazione di un premio, un congresso,
tutti fatti prevedibili ..."
Non è vero, non è l'accezione originaria.
Il termine esiste dal XVI sec. (qualcuno dice anche da prima) col
significato di avvenimento.

Il significato particolare che ha assunto in fisica è, ovviamente,
molto più recente.

k
Bruno Campanini
2020-10-13 00:01:34 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Klaram
Post by Giovanni Drogo
In una lettera al Corriere tale sig. Lomaglio ritiene che la parola
'evento' ... "nell'accezione originaria e' un fatto frutto del caso oppure
un fenomeno che si verifica in un lasso temporale cosi' ristretto da
poterlo considerare istantaneo" ... e contesta il fatto che ..."oggi viene
usato per riferirsi allo svolgimento di una mostra, l'assegnazione di un
premio, un congresso, tutti fatti prevedibili ..."
Non è vero, non è l'accezione originaria.
Il termine esiste dal XVI sec. (qualcuno dice anche da prima) col
significato di avvenimento.
Il significato particolare che ha assunto in fisica è, ovviamente, molto più
recente.
Comunque sia evento sia avvenimento hanno in sé la proprietà di
verificarsi in un lasso di tempo normalmente breve.
Così non sono eventi una guerra, una migrazione, una pandemia, etc.
Mentre sono eventi il nascere e il morire, il raggiungimento di un
traguardo (quale che sia), un terremoto, una grandinata, etc.

Bruno
Giacobino da Tradate
2020-10-13 07:58:39 UTC
Rispondi
Permalink
Il giorno Tue, 13 Oct 2020 02:01:34 +0200
Post by Bruno Campanini
"nell'accezione originaria [l'evento è] cosi' ristretto da poterlo
considerare istantaneo"
vero
Post by Bruno Campanini
"oggi viene usato per riferirsi allo svolgimento di una mostra,
l'assegnazione di un premio, un congresso, tutti fatti prevedibili
..."
l'evento protratto e' un accadimento, e' puntiforme solo perche' lo
segni con una sintetica nota in calendario. "24 ottobre, matrimonio!"
Post by Bruno Campanini
Il termine esiste dal XVI sec. col significato di avvenimento.
con l'agile speme precorre l'evento = si figura nella testa tutti gli
accadimenti ancora a venire. Pero' parliamo di una poesia.
Post by Bruno Campanini
Comunque sia evento sia avvenimento hanno in sé la proprietà di
verificarsi in un lasso di tempo normalmente breve.
anche in informatica l'evento e' puntiforme
Post by Bruno Campanini
Bruno
--
"Le Mondine" Fan Club
Klaram
2020-10-13 10:54:28 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Bruno Campanini
Comunque sia evento sia avvenimento hanno in sé la proprietà di
verificarsi in un lasso di tempo normalmente breve.
Così non sono eventi una guerra, una migrazione, una pandemia, etc.
Mentre sono eventi il nascere e il morire, il raggiungimento di un
traguardo (quale che sia), un terremoto, una grandinata, etc.
Mah, non sono tanto d'accordo.
In certi ambiti tecnici (fisica, calcolo delle probabilità ecc.) è
come dici tu, ma genericamente l'evento dovrà essere qualcosa di
definito, ma non ha limiti di durata.
Una guerra, una battaglia, un assedio, sono eventi bellici
indipendentemente dalla durata.
Ci sono anche gli "organizzatori di eventi" che organizzano convegni,
mostre, fiere ecc., anche di lunga durata. La fiera del tartufo di Alba
dura più di due mesi e certe mostre d'arte durano anche sei mesi.

k
Roger
2020-10-13 11:33:22 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Klaram
Post by Bruno Campanini
Comunque sia evento sia avvenimento hanno in sé la proprietà di
verificarsi in un lasso di tempo normalmente breve.
Così non sono eventi una guerra, una migrazione, una pandemia, etc.
Mentre sono eventi il nascere e il morire, il raggiungimento di un
traguardo (quale che sia), un terremoto, una grandinata, etc.
Mah, non sono tanto d'accordo.
In certi ambiti tecnici (fisica, calcolo delle probabilità ecc.) è come dici
tu, ma genericamente l'evento dovrà essere qualcosa di definito, ma non ha
limiti di durata.
Una guerra, una battaglia, un assedio, sono eventi bellici indipendentemente
dalla durata.
Ci sono anche gli "organizzatori di eventi" che organizzano convegni,
mostre, fiere ecc., anche di lunga durata. La fiera del tartufo di Alba dura
più di due mesi e certe mostre d'arte durano anche sei mesi.
Concordo!
L'expo 2015 di Milano è durata sei mesi ed è normalmente chiamata
evento:

https://milano.repubblica.it/cronaca/2017/08/07/foto/expo_milano_cosa_resta_due_anni_dopo-172555569/1/#1
--
Ciao,
Roger
--
Vassene il tempo e l'uom non se ne avvede
il Colombo viaggiatore
2020-10-14 06:12:49 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Roger
Concordo!
L'expo 2015 di Milano è durata sei mesi ed è normalmente chiamata
si sta appunto obiettando che chiamare "eventi" quelle che invece sono
manifestazioni protratte, è un uso distorto del termine.
--
bed & breakfast & my IPAD
Roger
2020-10-14 09:31:18 UTC
Rispondi
Permalink
Post by il Colombo viaggiatore
Post by Roger
Concordo!
L'expo 2015 di Milano è durata sei mesi ed è normalmente chiamata
si sta appunto obiettando che chiamare "eventi" quelle che invece sono
manifestazioni protratte, è un uso distorto del termine.
Obiettiamo pure, non capisco su quali basi...
--
Ciao,
Roger
--
Vassene il tempo e l'uom non se ne avvede
Klaram
2020-10-14 10:38:09 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Roger
Post by il Colombo viaggiatore
Post by Roger
Concordo!
si sta appunto obiettando che chiamare "eventi" quelle che invece sono
manifestazioni protratte, è un uso distorto del termine.
Obiettiamo pure, non capisco su quali basi...
Infatti, non ho trovato nessuna ragione, né etimologica né di uso
antico, per cui un "evento" debba essere breve o brevissimo.

In attesa di smentite... aspetto gli eventi.

k
Giacobino da Tradate
2020-10-11 17:49:17 UTC
Rispondi
Permalink
Il giorno Sun, 11 Oct 2020 18:07:05 +0200
Post by Giovanni Drogo
Chissa' cosa direbbe della nostra usanza gergale in astrofisica
e dell'"orizzonte degli eventi" che ci racconti?
--
"Le Mondine" Fan Club
Kiuhnm
2020-10-11 18:34:55 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Giovanni Drogo
In una lettera al Corriere tale sig. Lomaglio ritiene che la parola
'evento' ... "nell'accezione originaria e' un fatto frutto del caso
oppure un fenomeno che si verifica in un lasso temporale cosi' ristretto
da poterlo considerare istantaneo" ... e contesta il fatto che ..."oggi
viene usato per riferirsi allo svolgimento di una mostra, l'assegnazione
di un premio, un congresso, tutti fatti prevedibili ..."
Chissa' cosa direbbe della nostra usanza gergale in astrofisica delle
alte energie di chiamare "evento" un fotone o una particella (in realta'
la sua rivelazione, vulgo detezione, in un rivelatore).
Visto che hai tirato in ballo l'astrofisica, aggiungo che in informatica
un evento (event) è in effetti qualcosa d'istantaneo, come l'avvenuta
pressione del tasto sinistro del mouse o la pressione di un tasto della
tastiera. In probabilità invece, volendola interpretare, è un
sottoinsieme dei possibili stati nei quali si può trovare un sistema
(per es. {1,2} può rappresentare l'evento in cui il dado ha dato 1 o 2).
In effetti, in ambito tecnico, di solito l'evento è il risultato finale,
non il processo che ha portato a tale risultato.

Comunque non capisco il senso di tali contestazioni. Se un termine viene
usato con 3 significati diversi allora ha 3 significati diversi. Mi
ricorda un grammatico che sosteneva che fosse sbagliato usare
"formidabile" nel senso di "eccezionale".
--
Kiuhnm

Dire a qualcuno che dire a qualcuno che fuma come
un turco è offensivo è offensivo.
Kiuhnm
2020-10-14 17:35:05 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Giovanni Drogo
In una lettera al Corriere tale sig. Lomaglio ritiene che la parola
'evento' ... "nell'accezione originaria e' un fatto frutto del caso
oppure un fenomeno che si verifica in un lasso temporale cosi' ristretto
da poterlo considerare istantaneo" ... e contesta il fatto che ..."oggi
viene usato per riferirsi allo svolgimento di una mostra, l'assegnazione
di un premio, un congresso, tutti fatti prevedibili ..."
Invece di "contestare" bisognerebbe "notare".

A essere pignoli, i fatti elencati sopra sono /pianificati/, non
prevedibili, infatti un evento può saltare per un imprevisto.

A essere ancora più pignoli, la prevedibilità non è binaria. Per es. è
prevedibile o no che domani sorgerà il sole?

Ma più importante, chi ha deciso che l'accezione corrente debba essere
uguale a quella originaria?

Mi fa pensare a quelli che sostengono che per parlare un italiano
corretto sia necessario, o estremamente utile, conoscere il latino. Tali
persone fanno poi notare come tante regole italiane derivino da quelle
latine. Peccato, noto io, che ci siano anche tante regole che
contraddicano quelle latine e che sia quindi necessario sia conoscere il
latino che sapere esattamente come le regole sono cambiate.
Per es. un latinista sosteneva addirittura che non si potesse dire "Non
ho visto nessun individuo sospetto", ma che si dovesse invece dire "Non
ho visto alcun individuo sospetto".
L'ultima forma potrà essere più elegante, ma la prima non è di certo
sbagliata.
--
Kiuhnm

Dire a qualcuno che dire a qualcuno che fuma come
un turco è offensivo è offensivo.
Giovanni Drogo
2020-10-15 09:40:45 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Kiuhnm
A essere ancora più pignoli, la prevedibilità non è binaria. Per es. è
prevedibile o no che domani sorgerà il sole?
Ah gia' come diceva Wittgenstein ...

6.36311 Dass die Sonne morgen aufgehen wird, ist eine Hypothese; und
das heisst: wir wi s s e n nicht, ob sie aufgehen wird.

6.36311 That the sun will rise to-morrow, is an hypothesis; and that
means that we do not know whether it will rise.

Loading...