Discussione:
Toh, una nostra vecchia conoscenza
(troppo vecchio per rispondere)
Father McKenzie
2018-05-01 05:37:02 UTC
Permalink
Sulla "Bugiarda" (La Stampa per chi non è stato a Torino) di oggi e
anche sul web si parla del caro vecchio Rusq Allah
http://www.lastampa.it/2018/05/01/societa/una-pipata-di-ore-e-mezza-il-mio-record-Ox38bw804rTQgAMef4tCBM/pagina.html

Oltre 3 ore di pipa. Il “Lento Fumo” ha il suo campione
Il record di un prof astigiano con pochi grammi di tabacco
La tappa del campionato di «lento fumo» ospitata domenica a San Pietro
Mosezzo

Pubblicato il 01/05/2018 alle ore 07:08
ROBERTO LODIGIANI S. PIETRO MOSEZZO (NOVARA)
Centellina sbuffi di fumo uno a uno, con misurata concentrazione. Come
un antico rituale. Nessuno come lui riesce a mantenere accesa la brace
di 3 grammi di tabacco nel fornello di una pipa per un tempo più lungo.

Gianfranco Ruscalla, astigiano di 58 anni, è il campione del mondo di
«lento fumo», con all’attivo una «pipata» ineguagliata da 3 ore e 33
minuti. «La partecipazione alle gare di lento fumo - racconta - non è
certo una disciplina sportiva. Però c’è molta competizione, addirittura
agonismo, con una notevole dose di fair play tra concorrenti».

Nella vita di tutti i giorni Ruscalla è professore di storia e filosofia
al liceo scientifico Vercelli di Asti. Quando impugna la pipa e
l’accende, diventa il «maestro dei maestri»: «Non serve solo pazienza ma
anche e soprattutto concentrazione - spiega -. Con 3 grammi di tabacco,
accesi con un massimo di due fiammiferi e in un tempo non superiore a un
minuto, in molti si possono cimentare a “tirarla alla lunga”. Ciò che fa
la differenza è la costanza del risultato. Il mio record mondiale
resiste da dieci anni. Realizzarlo non è stata un’impresa da poco».
Tutto iniziò a Savigliano nel 2003. Cinque anni dopo arrivò il record -
finora imbattuto - che lo ha reso celebre nel mondo: «In Germania, in
una località dal nome quasi impronunciabile, lo migliorai, superando la
soglia dei 210 minuti, concludendo per la precisione, a quota 213’».

Un pizzico di follia

Non c’è un solo segreto per eccellere nel «lento fumo»: «Il fumatore
lento - svela - deve avere un briciolo di follia oltre a una solida
capacità di concentrazione. Mantenere la brace tra la “vita e la morte”
si apprende con pazienza». Il campionissimo ha un rapporto quasi intimo
con il tabacco. Non si limita a fumare la pipa: prima delle
competizioni, in cui tutti usano il modello omologato «101 Maigret»,
riscalda la bocca girando tra le labbra un sigaro. «Mi sono avvicinato
al “lento fumo” per caso. Dopo un avvio tragico, con tempi di accensione
ridicoli, ho gradualmente perfezionato la tecnica. È andata molto meglio
rispetto a nuoto e atletica, sport che avevo provato con risultati
fallimentari. Il meglio di me sono stato in grado di darlo da seduto,
con pipa e tabacco, con prestazioni degne di un ultramaratoneta».

L’avversario che più di tutti dà del filo da torcere al recordman
Ruscalla è il veneto Mauro Cosmo che per allungare i tempi di fumata si
concentra ascoltando la musica nelle cuffiette. Alla seconda tappa del
47° campionato italiano di lento fumo disputata domenica a San Pietro
Mosezzo, alle porte di Novara, Cosmo ha avuto la meglio concludendo in 2
ore e 37 minuti, distanziando Ruscalla di 5 minuti. Ruscalla non si
dispera: «Mi rifarò alla terza e ultima tappa, a fine maggio a Casal di
Pari (Grosseto) . Proverò a migliorare il primato mondiale, rivincendo
così anche il titolo nazionale».
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Klaram
2018-05-01 16:36:56 UTC
Permalink
Sulla "Bugiarda" (La Stampa per chi non è stato a Torino) di oggi e anche sul
web si parla del caro vecchio Rusq Allah
http://www.lastampa.it/2018/05/01/societa/una-pipata-di-ore-e-mezza-il-mio-record-Ox38bw804rTQgAMef4tCBM/pagina.html
Oltre 3 ore di pipa. Il “Lento Fumo” ha il suo campione
Il record di un prof astigiano con pochi grammi di tabacco
La tappa del campionato di «lento fumo» ospitata domenica a San Pietro
Mosezzo
Eh, il nostro poveroclisto Frank IV (?) Ruscalla (o ex-poveroclisto,
visto che non ci segue più), sempre campione del mondo di fumo lento!

k
(il fumo uccide lentamente, ma lui non ha fretta) :))

Loading...