Discussione:
consecutio, problema
(troppo vecchio per rispondere)
Fernando
2020-09-21 17:29:38 UTC
Permalink
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi

Quale delle 2 è esatta?

Grazie
Kiuhnm
2020-09-21 17:32:02 UTC
Permalink
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi
Quale delle 2 è esatta?
Spero ci sia qualcuno che abbia...
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse...

O no?
--
Kiuhnm
Roger
2020-09-21 18:12:18 UTC
Permalink
Post by Kiuhnm
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi
Quale delle 2 è esatta?
Spero ci sia qualcuno che abbia...
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse...
O no?
Sottoscrivo.
--
Ciao,
Roger
--
Vassene il tempo e l'uom non se ne avvede
Bruno Campanini
2020-09-21 21:12:14 UTC
Permalink
Post by Kiuhnm
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi
Quale delle 2 è esatta?
Spero ci sia qualcuno che abbia...
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse...
O no?
Perché... voglio [che] ci sia qualcuno che abbia...
non funziona?

Bruno
Giacobino da Tradate
2020-09-22 07:30:30 UTC
Permalink
Il giorno Mon, 21 Sep 2020 19:29:38 +0200
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
io avrei detto

"Vorrei che ci fosse qualcuno che ha una soluzione da darmi".

Fino a "vorrei che ci fosse" la frase veleggia nella incertezza. Poi
come insegna la Poetica arriva il deus: qualcuno "ha una soluzione".
All'indicativo, e una soluzione sicura, non una "qualche soluzione"
qualunque. La cosa e' anche piu' esplicita se contrai la frase:

"Vorrei che ci fosse qualcuno che ha la soluzione".

"Vorrei che ci fosse qualcuno con la soluzione".

"Vorrei che arrivasse qualcuno competente".

"Avere la soluzione" nella mia sensibilita' va messa all'indicativo
perche' appartiene al personaggio salvifico, non al narratore inguaiato.
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi
l'istante padroneggia il congiuntivo e si compiace di esibirlo. Bravo, sette piu'.
--
"Le Mondine" Fan Club
--
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
edi'®
2020-09-22 07:49:15 UTC
Permalink
Post by Giacobino da Tradate
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
io avrei detto
"Vorrei che ci fosse qualcuno che ha una soluzione da darmi".
Fino a "vorrei che ci fosse" la frase veleggia nella incertezza. Poi
come insegna la Poetica arriva il deus: qualcuno "ha una soluzione".
All'indicativo, e una soluzione sicura, non una "qualche soluzione"
qualunque.
Con questo ragionamento anche il condizionale iniziale non avrebbe
senso: desidero senz'altro una soluzione, quindi "voglio qualcuno..."

Ma il periodo con il condizionale nella principale (e congiuntivo a
seguire) rende molto meglio l'idea dell'incertezza nella quale mi trovo,
mentre sono alla ricerca di qualcuno che mi aiuti a risolvere il problema.
Anzi, il fatto che io voglia ciò è fuori discussione... mentre non è
certo che ci sia qualcuno in grado di aiutarmi. Quindi se proprio
volessi l'indicativo dovrei usarlo nella principale.

Quanto sopra giusto per concludere che io direi senz'altro
- Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse una soluzione

E.D.
Giacobino da Tradate
2020-09-22 12:41:48 UTC
Permalink
Il giorno Tue, 22 Sep 2020 09:49:15 +0200
Post by edi'®
Post by Giacobino da Tradate
"Vorrei che ci fosse qualcuno che ha una soluzione da darmi".
Fino a "vorrei che ci fosse" la frase veleggia nella incertezza. Poi
come insegna la Poetica arriva il deus
Con questo ragionamento anche il condizionale iniziale non avrebbe
senso: desidero senz'altro una soluzione, quindi "voglio qualcuno..."
No beh, questo e' un condizionale di cortesia, il petente non e' in
condizione di imporre condizioni quindi giustamente invoglia i
consulenti mostrandosi cerimonioso e remissivo.
Post by edi'®
Ma il periodo con il condizionale nella principale (e congiuntivo a
seguire) rende molto meglio l'idea dell'incertezza nella quale mi
trovo
Si' ma in questo modo estende indebitamente la sua incertezza (ossia sua
incompetenza) anche al consulente dovrebbe aiutarlo. Il modo dubitativo
e' in qualche modo denigratorio ("parla per te, credi che io non abbia
la soluzione?"), oltretutto gli fa capire che l'altro e' in pieno
marasma e quindi gli aumenta la tariffa.
Post by edi'®
Anzi, il fatto che io voglia ciò è fuori discussione...
mentre non è certo che ci sia qualcuno in grado di aiutarmi. Quindi
se proprio volessi l'indicativo dovrei usarlo nella principale.
La richiesta, cosi' concepita ("io esigo ma dubito di
trovare uno in gamba"), non riscuoterebbe troppo successo.
Post by edi'®
- Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse una soluzione
Vaselina rulez.
--
"Le Mondine" Fan Club
--
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
edi'®
2020-09-22 13:13:03 UTC
Permalink
Post by Giacobino da Tradate
Post by edi'®
Con questo ragionamento anche il condizionale iniziale non avrebbe
senso: desidero senz'altro una soluzione, quindi "voglio qualcuno..."
No beh, questo e' un condizionale di cortesia, il petente non e' in
condizione di imporre condizioni quindi giustamente invoglia i
consulenti mostrandosi cerimonioso e remissivo.
La scena che immaginavo io è quella di uno che borbotta tra sé e sé.
Post by Giacobino da Tradate
Post by edi'®
Ma il periodo con il condizionale nella principale (e congiuntivo a
seguire) rende molto meglio l'idea dell'incertezza nella quale mi
trovo
Si' ma in questo modo estende indebitamente la sua incertezza (ossia sua
incompetenza) anche al consulente dovrebbe aiutarlo. Il modo dubitativo
e' in qualche modo denigratorio ("parla per te, credi che io non abbia
la soluzione?"), oltretutto gli fa capire che l'altro e' in pieno
marasma e quindi gli aumenta la tariffa.
:-D

E.D.
Klaram
2020-09-22 13:38:20 UTC
Permalink
Post by edi'®
Post by Giacobino da Tradate
Post by edi'®
Con questo ragionamento anche il condizionale iniziale non avrebbe
senso: desidero senz'altro una soluzione, quindi "voglio qualcuno..."
No beh, questo e' un condizionale di cortesia, il petente non e' in
condizione di imporre condizioni quindi giustamente invoglia i
consulenti mostrandosi cerimonioso e remissivo.
La scena che immaginavo io è quella di uno che borbotta tra sé e sé.
Non è necessario che borbotti, basta che sia beneducato e che parli
bene l'italiano.

k
edi'®
2020-09-22 13:56:15 UTC
Permalink
Post by edi'®
Post by Giacobino da Tradate
Post by edi'®
Con questo ragionamento anche il condizionale iniziale non avrebbe
senso: desidero senz'altro una soluzione, quindi "voglio qualcuno..."
No beh, questo e' un condizionale di cortesia, il petente non e' in
condizione di imporre condizioni quindi giustamente invoglia i
consulenti mostrandosi cerimonioso e remissivo.
La scena che immaginavo io è quella di uno che borbotta tra sé e sé.
Non è necessario che borbotti, basta che sia beneducato e che parli bene
l'italiano.
Quindi tu, parlando tra te e te, non ti sogneresti mai di borbottare:
- voglio qualcuno che mi apprezzi come merito!
- voglio qualcuno di onesto al governo!
o simili?
Cioè, iniziare ogni frase con il condizionale di cortesia è un obbligo
per chiunque sia beneducato e sappia parlare bene?

E.D.
Klaram
2020-09-22 15:55:41 UTC
Permalink
Post by edi'®
Post by edi'®
Post by Giacobino da Tradate
Post by edi'®
Con questo ragionamento anche il condizionale iniziale non avrebbe
senso: desidero senz'altro una soluzione, quindi "voglio qualcuno..."
No beh, questo e' un condizionale di cortesia, il petente non e' in
condizione di imporre condizioni quindi giustamente invoglia i
consulenti mostrandosi cerimonioso e remissivo.
La scena che immaginavo io è quella di uno che borbotta tra sé e sé.
Non è necessario che borbotti, basta che sia beneducato e che parli bene
l'italiano.
- voglio qualcuno che mi apprezzi come merito!
- voglio qualcuno di onesto al governo!
o simili?
Cioè, iniziare ogni frase con il condizionale di cortesia è un obbligo per
chiunque sia beneducato e sappia parlare bene?
Ovviamente, userei l'indicativo e non solo parlando tra me e me. Ma mi
accorgo di aver sbagliato a rispondere a te. Non ho letto bene il
filone. Ti chido scusa.

k
edi'®
2020-09-22 15:59:02 UTC
Permalink
mi accorgo di aver sbagliato a rispondere a te. Non ho letto bene il
filone. Ti chiedo scusa.
Ma figurati, per così poco? ;-)

E.D.
Kiuhnm
2020-09-22 17:57:18 UTC
Permalink
mi accorgo di aver sbagliato a rispondere a te. Non ho letto bene il
filone. Ti chiedo scusa.
Ma figurati, per così poco?  ;-)
Che belli i post che si autocorreggono!
--
Kiuhnm
Giovanni Drogo
2020-09-22 16:59:21 UTC
Permalink
Post by Giacobino da Tradate
No beh, questo e' un condizionale di cortesia, il petente non e' in
condizione di imporre condizioni quindi giustamente invoglia i
consulenti
"Dare bona consilia petentibus" traduceva in una chiesa marchigiana
l'Opera di Misericordia Spirituale solitamente tradotta con
"consigliare i dubbiosi"
Giacobino da Tradate
2020-09-22 18:51:07 UTC
Permalink
Il giorno Tue, 22 Sep 2020 18:59:21 +0200
Post by Giovanni Drogo
il petente non e' in condizione di imporre condizioni
"Dare bona consilia petentibus" traduceva in una chiesa marchigiana
A Tradate traduciamo "petentes" come "richiedenti". E' un termine
burocratico, l'assonanza con "petanti" (*) fa parte del gioco.


(*) scoreggioni
--
"Le Mondine" Fan Club
--
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Giovanni Drogo
2020-09-22 19:13:34 UTC
Permalink
Post by Giacobino da Tradate
Post by Giovanni Drogo
"Dare bona consilia petentibus" traduceva in una chiesa marchigiana
A Tradate traduciamo "petentes" come "richiedenti". E' un termine
burocratico, l'assonanza [omissis]
nel post originario c'erano petenti e consulenti. Altro termine
burocratico ? O magari sono entrambi di origine ecclesiastica (o
clericale, ricordiamo che i clerks erano chierici) ?

Io quel latino lo traduco non "consigliare i dubbiosi" ma "dare BUONI
consigli a QUELLI CHE LI CHIEDONO" ... che mi sembra doveroso, dare
consigli di poco valore, e senza venirne sollecitati, meglio evitare |
Klaram
2020-09-22 12:30:11 UTC
Permalink
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi
Quale delle 2 è esatta?
Non DIREI che la prima SIA sbagliata, ma con i verbi di desiderio,
volontà, opportunità ecc. il condizionale presente sta meglio con il
congiuntivo imperfetto, quindi è preferibile la seconda.

k
Kiuhnm
2020-09-22 18:05:06 UTC
Permalink
Post by Klaram
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi
Quale delle 2 è esatta?
Non DIREI che la prima SIA sbagliata, ma con i verbi di desiderio,
volontà, opportunità ecc. il condizionale presente sta meglio con il
congiuntivo imperfetto, quindi è preferibile la seconda.
k
Accetteresti "Vorrei che tu sia qui"? Non credo.
Qui potrebbe venire il dubbio soltanto perché c'è la relativa.
--
Kiuhnm
Klaram
2020-09-23 11:58:32 UTC
Permalink
Post by Kiuhnm
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi
Quale delle 2 è esatta?
Non DIREI che la prima SIA sbagliata, ma con i verbi di desiderio, volontà,
opportunità ecc. il condizionale presente sta meglio con il congiuntivo
imperfetto, quindi è preferibile la seconda.
k
Accetteresti "Vorrei che tu sia qui"? Non credo.
Con "vorrei che..." uso sempre il congiuntivo imperfetto.

k
Gennaro
2020-09-24 13:18:51 UTC
Permalink
Post by Klaram
Post by Kiuhnm
Post by Klaram
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi
Quale delle 2 è esatta?
Non DIREI che la prima SIA sbagliata, ma con i verbi di desiderio,
volontà, opportunità ecc. il condizionale presente sta meglio con il
congiuntivo imperfetto, quindi è preferibile la seconda.
k
Accetteresti "Vorrei che tu sia qui"? Non credo.
Con "vorrei che..." uso sempre il congiuntivo imperfetto.
k
Ma il dubbio lo pone la subordinata di II grado successiva.
Kiuhnm
2020-09-24 17:26:32 UTC
Permalink
Post by Gennaro
Post by Klaram
Post by Kiuhnm
Post by Klaram
Post by Fernando
Vorrei che ci fosse qualcuno che abbia qualche soluzione da darmi
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi
Quale delle 2 è esatta?
Non DIREI che la prima SIA sbagliata, ma con i verbi di desiderio,
volontà, opportunità ecc. il condizionale presente sta meglio con il
congiuntivo imperfetto, quindi è preferibile la seconda.
k
Accetteresti "Vorrei che tu sia qui"? Non credo.
Con "vorrei che..." uso sempre il congiuntivo imperfetto.
k
Ma il dubbio lo pone la subordinata di II grado successiva.
Infatti. Comunque quell'"abbia" mi suona male, quindi, senza pensarci,
mi verrebbe da dire sicuramente la seconda frase.
Ragionandoci, potrei operare la seguente trasformazione:
Vorrei che ci fosse qualcuno che avesse qualche soluzione da darmi.
Vorrei che ci fosse qualcuno e che questo qualcuno avesse qualche
soluzione da darmi.
Vorrei che questo qualcuno avesse qualche soluzione da darmi.
Da questo si deduce che ci vuole l'imperfetto.
--
Kiuhnm

Chi crede crede di sapere e chi sa sa di credere,
ma, a differenza del primo, anche quanto credere.
Loading...