Discussione:
Da dove viene "boh"
Aggiungi Risposta
fiorelisa
2018-11-18 17:13:09 UTC
Rispondi
Permalink
Qualcuno sa da dove viene 'boh', la nostra interiezione che significa
'non lo so, non ne ho idea', o anche stupore, incredulità, perplessità?

A volte gli inglesi chiedono incuriositi "What is 'boh'?"

In effetti è una bella parolina, breve, incisiva, e densa di
significato. Infatti la usiamo spesso.

A volte le mamme insegnano ai bambini a non dirla, perché non è educato
rispondere così a una domanda, e invitano ad usare un più elegante 'Non
lo so'.

Però c'è di che essere orgogliosi del nostro 'boh'.

Conoscete altre interiezioni così caratteristiche presenti in altre lingue?
Lorenzo Lodi
2018-11-18 20:20:32 UTC
Rispondi
Permalink
Post by fiorelisa
Qualcuno sa da dove viene 'boh', la nostra interiezione che significa
'non lo so, non ne ho idea', o anche stupore, incredulità, perplessità?
[...]

Il vocabolario etimologicao di Alberto Nocentini lo dà come: 'onomatopea
romanza', primo uso registrato 1957.

Poi aggiunge:
Una tenue possibilità di dare una motivazione che non sia di natura
onomatopeica è offerta dalla loc. antico lombardo ne bon ne reu, antico
bergamasco ni bo ni re ‘né buono né cattivo’, equivalente a ‘niente’
(Rohlfs 499), da cui potrebbe essere stato tratto bo(n) come monosillabo
negativo usato in risposta ad una richiesta d’informazione; pura ipotesi
che può essere confermata solo da prove testuali.

Quindi sembra non si sappia di sicuro
Bruno Campanini
2018-11-19 11:49:56 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Lorenzo Lodi
Post by fiorelisa
Qualcuno sa da dove viene 'boh', la nostra interiezione che significa
'non lo so, non ne ho idea', o anche stupore, incredulità, perplessità?
[...]
Il vocabolario etimologicao di Alberto Nocentini lo dà come: 'onomatopea
romanza', primo uso registrato 1957.
Ben prima del 1957 (dico durante la guerra) nella campagna romagnola
si usava il dialettale moh (traduzione letterale di ma, pronunciato
molto chiuso) per indicare incertezza, dubbio, il non sapere.

Forse poi c'è stato il passaggio al più raffinato (italiano) boh,
che qui da noi si esplicita più frequentemente con "che c... ne so!"
sempre in italiano, che il dialetto da noi è quasi sparito.

Bruno
Klaram
2018-11-19 12:45:09 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by Lorenzo Lodi
Post by fiorelisa
Qualcuno sa da dove viene 'boh', la nostra interiezione che significa
'non lo so, non ne ho idea', o anche stupore, incredulità, perplessità?
[...]
Il vocabolario etimologicao di Alberto Nocentini lo dà come: 'onomatopea
romanza', primo uso registrato 1957.
Ben prima del 1957 (dico durante la guerra) nella campagna romagnola
si usava il dialettale moh (traduzione letterale di ma, pronunciato
molto chiuso) per indicare incertezza, dubbio, il non sapere.
Forse poi c'è stato il passaggio al più raffinato (italiano) boh,
Anche da noi, in dialetto e con lo stesso significato, si dice
"mah..." con la "a", però nel sud piemontese dove abbiamo la a scura,
la pronuncia è una via di mezzo tra ma e mo.
Boh, è arrivato da altre parti.
Teniamo anche presente che stiamo parlando di "ma" e "bó", la h è solo
un espediente grafico per indicare il tono con cui queste interiezioni
vengono pronunciate e, quando non se ne conosce l'origine, si dice che
sono onomatopeiche, io invece penso che ci sia una etimologia e una
storia, come per tante altre interiezioni.
In provenzale bó (bon) significa buono, come il napoletano buó, in
piemontese è molto usato "bòn", per dire "bene, andiamo avanti!", ma
non deriva da lì, e sarebbe importante sapere in che zona d'Italia
"boh" ha avuto origine.

k
Klaram
2018-11-19 12:52:07 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Lorenzo Lodi
Post by fiorelisa
Qualcuno sa da dove viene 'boh', la nostra interiezione che significa
'non lo so, non ne ho idea', o anche stupore, incredulità, perplessità?
[...]
Il vocabolario etimologicao di Alberto Nocentini lo dà come: 'onomatopea
romanza', primo uso registrato 1957.
Una tenue possibilità di dare una motivazione che non sia di natura
onomatopeica è offerta dalla loc. antico lombardo ne bon ne reu, antico
bergamasco ni bo ni re ‘né buono né cattivo’, equivalente a ‘niente’
(Rohlfs 499), da cui potrebbe essere stato tratto bo(n) come monosillabo
negativo usato in risposta ad una richiesta d’informazione; pura ipotesi
che può essere confermata solo da prove testuali.
Quindi sembra non si sappia di sicuro
Interessante. Come ho scritto nell'altro messaggio, bisognerebbe
sapere in che regione questa interiezione è comparsa nell'italiano,
perché è sicuramente di origine dialettale.

k
Dragonòt
2018-11-18 20:23:06 UTC
Rispondi
Permalink
Qualcuno sa da dove viene 'boh', la nostra interiezione che significa 'non
lo so, non ne ho idea', o anche stupore, incredulità, perplessità?
Non lo sa neanche la Crusca:
https://tinyurl.com/y7crfk9y
"sembrerebbe essere semplicemente un'espressione onomatopeica (così T. De
Mauro nel Grande Dizionario italiano dell'Uso, UTET, Torino, 2000), cioè una
trascrizione di un probabile suono che si produce quando si esprime
incertezza." (cit.).
Bepe
Ammammata
2018-11-19 07:37:02 UTC
Rispondi
Permalink
Il giorno Sun 18 Nov 2018 06:13:09p, *fiorelisa* ha inviato su
Post by fiorelisa
Qualcuno sa da dove viene 'boh', la nostra interiezione che significa
'non lo so, non ne ho idea', o anche stupore, incredulità, perplessità?
oppure il "deh!" che Malvaldi ha spiegato per benino in un suo racconto

nota: c'è chi scrive "bho" ma a ma non piace per nulla
--
/-\ /\/\ /\/\ /-\ /\/\ /\/\ /-\ T /-\
-=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- - -=-
Post by fiorelisa
http://www.bb2002.it :) <<<<<
........... [ al lavoro ] ...........
Father McKenzie
2018-11-19 14:54:05 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Ammammata
oppure il "deh!" che Malvaldi ha spiegato per benino in un suo racconto
nota: c'è chi scrive "bho" ma a ma non piace per nulla
Io sarei d'accordo con Bruno. Rispondo "cazzundasacciu" ("cazzoneso") se
con l'interlocutore ho un po' di familiarità; altrimenti "che vuole che
le dica", "non ne ho la minima idea", "non saprei" o equivalenti
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Giacobino da Tradate
2018-11-19 16:48:24 UTC
Rispondi
Permalink
Post by fiorelisa
Qualcuno sa da dove viene 'boh', la nostra interiezione che significa
'non lo so, non ne ho idea', o anche stupore, incredulità, perplessità?
Boh!
Post by fiorelisa
Conoscete altre interiezioni così caratteristiche presenti in altre lingue?
Yep!
--
la cricca dei giacobini (C) M.G.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Ammammata
2018-11-20 08:15:10 UTC
Rispondi
Permalink
Il giorno Mon 19 Nov 2018 05:48:24p, *Giacobino da Tradate* ha inviato
Post by fiorelisa
Conoscete altre interiezioni così caratteristiche presenti in altre lingue?
Yep!
Doh!
--
/-\ /\/\ /\/\ /-\ /\/\ /\/\ /-\ T /-\
-=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- -=- - -=-
Post by fiorelisa
http://www.bb2002.it :) <<<<<
........... [ al lavoro ] ...........
pirex
2018-11-20 20:48:56 UTC
Rispondi
Permalink
boh
Gennaro
2018-11-21 16:37:48 UTC
Rispondi
Permalink
Post by fiorelisa
Qualcuno sa da dove viene 'boh', la nostra interiezione che significa
'non lo so, non ne ho idea', o anche stupore, incredulità, perplessità?
A volte gli inglesi chiedono incuriositi "What is 'boh'?"
In effetti è una bella parolina, breve, incisiva, e densa di
significato. Infatti la usiamo spesso.
A volte le mamme insegnano ai bambini a non dirla, perché non è educato
rispondere così a una domanda, e invitano ad usare un più elegante 'Non
lo so'.
Però c'è di che essere orgogliosi del nostro 'boh'.
Conoscete altre interiezioni così caratteristiche presenti in altre lingue?
Magari!
Father McKenzie
2018-11-22 09:46:20 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Gennaro
Post by fiorelisa
Conoscete altre interiezioni così caratteristiche presenti in altre lingue?
Magari!
Azz! in napolese :-D :-D
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
Loading...