Discussione:
saten
(troppo vecchio per rispondere)
Giovanni Drogo
2020-12-15 14:10:09 UTC
Permalink
Mi aveva incuriosito la grafia “Satèn” in una pubblicita' vinicola e
apprendo da wikipedia che 'il termine "Satèn" è un marchio registrato
dal Consorzio Franciacorta' e non una parola di origine straniera, o
legata a "satin" (che pare cinese, non francese)
Klaram
2020-12-16 12:34:12 UTC
Permalink
Mi aveva incuriosito la grafia “Satèn” in una pubblicita' vinicola e apprendo
da wikipedia che 'il termine "Satèn" è un marchio registrato dal Consorzio
Franciacorta' e non una parola di origine straniera, o legata a "satin" (che
pare cinese, non francese)
Parola di fantasia, ma forse ispirata da dal francese satin.

“Satèn” è la pronuncia francese di “satin”, che significa “raso”. La
sua particolarità è che anche in inglese “satin” ha lo stesso
significato e indica un tessuto fine, liscio e morbido. La parola evoca
inoltre, per assonanza, un altro termine come “seta” (ma attenzione a
non tradurre “satin” con “seta”!) e fu dunque considerato perfetto per
sottolineare le caratteristiche di questi vini, così morbidi e
“setosi”, sia per il mercato italiano sia per quello estero."

Qualche anno fa un mio conoscente mi aveva regalato delle bottiglie di
Mulassina, spumante prodotto in Liguria nella zona di Finale, e mi
aveva elogiato le bollicine, che in effetti non sono grossolane, ma
fini e delicate. Chissà se i due spumanti si assomigliano. Dovrò
assaggiare questo Satèn. :))

k
princefabrizio.wixsite.com/inventions
2020-12-16 17:55:59 UTC
Permalink
Post by Klaram
Post by Giovanni Drogo
Mi aveva incuriosito la grafia “Satèn” in una pubblicita' vinicola e
apprendo da wikipedia che 'il termine "Satèn" è un marchio registrato
dal Consorzio Franciacorta' e non una parola di origine straniera, o
legata a "satin" (che pare cinese, non francese)
Parola di fantasia, ma forse ispirata da dal francese satin.
“Satèn” è la pronuncia francese di “satin”, che significa “raso”. La sua
particolarità è che anche in inglese “satin” ha lo stesso significato e
indica un tessuto fine, liscio e morbido. La parola evoca inoltre, per
assonanza, un altro termine come “seta” (ma attenzione a non tradurre
“satin” con “seta”!) e fu dunque considerato perfetto per sottolineare
le caratteristiche di questi vini, così morbidi e “setosi”, sia per il
mercato italiano sia per quello estero."
Qualche anno fa un mio conoscente mi aveva regalato delle bottiglie di
Mulassina, spumante prodotto in Liguria nella zona di Finale, e mi aveva
elogiato le bollicine, che in effetti non sono grossolane, ma fini e
delicate. Chissà se i due spumanti si assomigliano. Dovrò assaggiare
questo Satèn.  :))
k
Sempre brava :-P
Valerio Vanni
2020-12-16 21:52:08 UTC
Permalink
On Tue, 15 Dec 2020 15:10:09 +0100, Giovanni Drogo
Post by Giovanni Drogo
Mi aveva incuriosito la grafia “Satèn” in una pubblicita' vinicola e
apprendo da wikipedia che 'il termine "Satèn" è un marchio registrato
dal Consorzio Franciacorta' e non una parola di origine straniera, o
legata a "satin" (che pare cinese, non francese)
Oggi l'ho sentita per la prima volta alla radio.
E' stata pronunciata "satén".
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
Loading...