Discussione:
Richiestivo
Aggiungi Risposta
Mad Prof
2018-11-05 14:55:49 UTC
Rispondi
Permalink
Intorno al minuto 14:22 di questo video



la giornalista Tiziana Panella definisce l'elettorato del M5S
'richiestivo', nel senso di 'esigente', 'che fa molte richieste', 'che
ha molte aspettative'.
Non trovo la parola riportata nei dizionari, anche se cercando in rete
se ne trova qualche traccia in contesti specialistici, con un
significato però completamente diverso da quello con cui l'ha usata la
Panella.
Un possibile neologismo da considerare, o uno scivolone da cassare senza
appello…?
--
Sanity is not statistical
Voce dalla Germania
2018-11-05 15:30:44 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Intorno al minuto 14:22 di questo video
http://youtu.be/7bugZTodUTI
la giornalista Tiziana Panella definisce l'elettorato del M5S
'richiestivo', nel senso di 'esigente', 'che fa molte richieste', 'che
ha molte aspettative'.
Non trovo la parola riportata nei dizionari, anche se cercando in rete
se ne trova qualche traccia in contesti specialistici, con un
significato però completamente diverso da quello con cui l'ha usata la
Panella.
Un possibile neologismo da considerare, o uno scivolone da cassare senza
appello…?
Perché non ci sveli qual è il significato completamente
diverso in quei contesti specialistici? Sarebbe un elemento
in più per valutare se vale la pena di prendere in
considerazione "richiestivo" nel linguaggio comune. Inoltre,
dato che non tutti hanno voglia di seguire quel link,
potresti dirci se a tuo parere "richiestivo" aggiunge
qualche sfumatura che "esigente", "che chiede molto" o
"pieno di aspettative" non hanno, quale e perché.
Mad Prof
2018-11-05 15:57:13 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Voce dalla Germania
Perché non ci sveli qual è il significato completamente
diverso in quei contesti specialistici? Sarebbe un elemento
in più per valutare se vale la pena di prendere in
considerazione "richiestivo" nel linguaggio comune.
Beh, non è che ci siano segretii da svelare. Se cerchi 'richiestivo' su
Google, troverai più o meno le stesse cose che ho trovato io.

Tipo:

<http://www.treccani.it/enciclopedia/strutture-perifrastiche_%28Enciclopedia-dell%27Italiano%29/>

«Nella seconda accezione, la sola propriamente con valore modale, andare
+ participio passato compare prevalentemente alla terza persona e senza
agente, da cui il possibile uso come richiestivo indiretto ('
illocutivi, tipi; per es., l'articolo va rivisto), e risulta
incompatibile con gli intransitivi e con i transitivi non passivizzabili
(per es., *la casa va posseduta).»

Oppure:

<https://www.rivisteweb.it/doi/10.1421/180>

«Sviluppo delle funzioni richiestiva e dichiarativa del gesto di
indicare»

<https://www.simone.it/newdiz/newdiz.php?action=view&id=257&dizionario=15>

«Piaget colloca entrambe le sequenze di tipo richiestivo e dichiarativo
nel V stadio dello sviluppo sensomotorio.»
Post by Voce dalla Germania
Inoltre,
dato che non tutti hanno voglia di seguire quel link,
Nessuno ti obbliga…
--
Sanity is not statistical
Roger
2018-11-05 17:28:42 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
[...]
Un possibile neologismo da considerare, o uno scivolone da cassare senza
appello…?
La seconda che hai detto :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Klaram
2018-11-05 18:45:31 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Roger
Post by Mad Prof
[...]
Un possibile neologismo da considerare, o uno scivolone da cassare senza
appello…?
La seconda che hai detto :-)
Condivido. :)

Però, pur non avendolo mai sentito, mi sembra che richiestivo abbia un
significato diverso da esigente.
Esigente può essere un insegnante severo, o un elettore che pretende
giustamnete che le promesse vengano mantenute.
Invece richiestivo mi sembra più adatto a un elettorato che chiede
ripetutamente e pretende assistenzialismo.

k
Mad Prof
2018-11-06 18:54:40 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Klaram
Però, pur non avendolo mai sentito, mi sembra che richiestivo abbia un
significato diverso da esigente.
Esigente può essere un insegnante severo, o un elettore che pretende
giustamnete che le promesse vengano mantenute.
Invece richiestivo mi sembra più adatto a un elettorato che chiede
ripetutamente e pretende assistenzialismo.
Travaglio stava parlando dei malumori dell'elettorato del M5S dovuti
agli impegni della campagna elettorale non mantenuti (TAP, Ilva, etc.),
in contrapposizione alla fedeltà assoluta al leader dell'elettorato
leghista, cui le mancate promesse o l'incoerenza di Salvini (a detta di
Travaglio) non fanno né caldo né freddo. A questo si riferiva la
giornalista definendo i sostenitori del M5S un 'elettorato richiestivo'.
--
Sanity is not statistical
Klaram
2018-11-07 12:38:13 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Klaram
Però, pur non avendolo mai sentito, mi sembra che richiestivo abbia un
significato diverso da esigente.
Esigente può essere un insegnante severo, o un elettore che pretende
giustamnete che le promesse vengano mantenute.
Invece richiestivo mi sembra più adatto a un elettorato che chiede
ripetutamente e pretende assistenzialismo.
Travaglio stava parlando dei malumori dell'elettorato del M5S dovuti
agli impegni della campagna elettorale non mantenuti (TAP, Ilva, etc.),
in contrapposizione alla fedeltà assoluta al leader dell'elettorato
leghista, cui le mancate promesse o l'incoerenza di Salvini (a detta di
Travaglio) non fanno né caldo né freddo. A questo si riferiva la
giornalista definendo i sostenitori del M5S un 'elettorato richiestivo'.
Se è così, ci sarebbe stato bene anche "esigente".

k
Giacobino da Tradate
2018-11-11 17:31:46 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Klaram
Post by Mad Prof
 mi sembra che richiestivo abbia un significato diverso da esigente.
Intendono forse dire reclamatorio, recriminatorio, pieno di pretese, di
richieste.
Post by Klaram
Post by Mad Prof
 Invece richiestivo mi sembra più adatto a un elettorato che chiede
ripetutamente e pretende assistenzialismo.
piu' che l'assistenzialismo (che e' servito al M%S per sfondare al sud)
in questo caso richiedono di onorare le storiche promesse elettorali (no
TAV, no inqusisiti al potere ecc.)
Post by Klaram
Post by Mad Prof
definendo i sostenitori del M5S un 'elettorato richiestivo'.
Se è così, ci sarebbe stato bene anche "esigente".
Imho c'e' una componente querula che in "esigente" si perde.
--
la cricca dei giacobini (C) M.G.

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
edi'®
2018-11-07 14:13:46 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Klaram
Esigente può essere un insegnante severo, o un elettore che pretende
giustamnete che le promesse vengano mantenute.
Invece richiestivo mi sembra più adatto a un elettorato che chiede
ripetutamente e pretende assistenzialismo.
Postulante?

E.D.
Bruno Campanini
2018-11-05 18:34:53 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
Intorno al minuto 14:22 di questo video
http://youtu.be/7bugZTodUTI
la giornalista Tiziana Panella definisce l'elettorato del M5S
'richiestivo', nel senso di 'esigente', 'che fa molte richieste', 'che
ha molte aspettative'.
Non trovo la parola riportata nei dizionari, anche se cercando in rete
se ne trova qualche traccia in contesti specialistici, con un
significato però completamente diverso da quello con cui l'ha usata la
Panella.
Un possibile neologismo da considerare, o uno scivolone da cassare senza
appello…?
Da cassare senz'altro!

Ma non è uno scivolone... è la prosopopea di chi si sente in autorità
di distorcere la nostra lingua.
Oddio, può anche darsi che l'autorità ce l'abbia,
ma non ne ha certo l'autorevolezza.

Bruno
B.B.
2018-11-06 11:57:50 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
la giornalista Tiziana Panella definisce l'elettorato del M5S
'richiestivo', nel senso di 'esigente', 'che fa molte richieste', 'che
ha molte aspettative'.
Se c'è già "esigente", non vedo per quale ragione creare "richiestivo".
A meno che non ci sia una sfumatura diversa che, però, non percepisco.

O forse chi è "esigente" vuole qualcosa di concreto, mentre chi è
"richiestivo" si fa richieste ma non è realmente interessato ai risultati?

--bb
Mad Prof
2018-11-06 19:01:43 UTC
Rispondi
Permalink
Post by B.B.
Se c'è già "esigente", non vedo per quale ragione creare "richiestivo".
A meno che non ci sia una sfumatura diversa che, però, non percepisco.
Sono d'accordo. Tra l'altro non capisco da dove l'abbia tirato fuori. In
genere quando si deriva una nuova parola, lo si fa (consapevolmente o
meno) in analogia con altre parole già esistenti, applicando la stessa
modalità di derivazione. Forse la base da cui è partita era

ricevere > ricettivo

da cui

richiedere > richiestivo…?
--
Sanity is not statistical
B.B.
2018-11-07 13:44:57 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Mad Prof
ricevere > ricettivo
da cui
richiedere > richiestivo…?
Secondo me avevano in mente "digestivo", ma forse hai ragione tu :P

--bb
Giovanni Drogo
2018-11-07 13:27:46 UTC
Rispondi
Permalink
Post by B.B.
O forse chi è "esigente" vuole qualcosa di concreto, mentre chi è
"richiestivo" si fa richieste ma non è realmente interessato ai risultati?
Mah ... per me "esigente" e' uno che esige, pretende, vuole
assolutamente delle risposte. L'altra parola non la conosco, non la uso
e non la userei.

Il contesto mi fa venire in mente una versione latina vista in una
chiesa delle Marche dell'"opera di misericordia spirituale" che in
italiano viene solitamente resa "consigliare i dubbiosi" e che invece
era "dare BONA consilia PETENTIBUS" ... dare BUONI consigli a quelli
CHE LI CHIEDONO

... se non li chiedono, o non sono buoni, meglio non darli !
Loading...