Discussione:
salùbre
(troppo vecchio per rispondere)
Father McKenzie
2021-08-04 08:11:44 UTC
Permalink
Qualcuno rilevava che in altro post non ho citato "salubre": Ho evitato,
prevedendo la prevedibilissima risposta.
Personalmente, dico "salùbre", voi fate así como le gusta a Ustedes.
Lo so, nessuno dice guaìna (ma vagina sì) e nemmeno evapóro. Eppure, se
per guàina ormai abbiamo fatto il callo...
https://dizionari.corriere.it/dizionario-si-dice/E/evaporo.shtml
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Valerio Vanni
2021-08-04 08:37:44 UTC
Permalink
On Wed, 4 Aug 2021 10:11:44 +0200, Father McKenzie
Post by Father McKenzie
Qualcuno rilevava che in altro post non ho citato "salubre": Ho evitato,
prevedendo la prevedibilissima risposta.
Personalmente, dico "salùbre", voi fate así como le gusta a Ustedes.
Lo so, nessuno dice guaìna (ma vagina sì) e nemmeno evapóro. Eppure, se
per guàina ormai abbiamo fatto il callo...
Rimane accentato piano "svapóro".
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
Yoda
2021-08-04 14:14:28 UTC
Permalink
Post by Father McKenzie
Qualcuno rilevava che in altro post non ho citato "salubre": Ho evitato,
prevedendo la prevedibilissima risposta.
Quel Qualcuno, che sarei io Yoda, ha indicato salubre come esempio
tipico, in queste storie d'accento tonico, di come l'uso modifichi
la lingua cioe', in questo caso, l'italiano standard ciao e guarda
da alcuni diz che copincollo come esempio:
PRIMA
[attenzione! non si pronuncia sàlubre ]
[sa-lù-bre] err. [sà-lu-bre]
[sa-lù-bre, freq. ma non corretto sà-...]

ADESSO
salubre <sa-lù-bre; meno corretto sà-lu-bre>
salùbre (meno corretto sàlubre)
--
Yoda
Wolfgang
2021-08-04 17:43:16 UTC
Permalink
Post by Yoda
Ho evitato, prevedendo la prevedibilissima risposta.
Quel Qualcuno, che sarei io Yoda, ha indicato salubre come
esempio tipico, in queste storie d'accento tonico, di come
l'uso modifichi la lingua cioe', in questo caso, l'italiano
PRIMA
[attenzione! non si pronuncia sàlubre ]
[sa-lù-bre] err. [sà-lu-bre]
[sa-lù-bre, freq. ma non corretto sà-...]
ADESSO
salubre <sa-lù-bre; meno corretto sà-lu-bre>
salùbre (meno corretto sàlubre)
Il tuo esempio dimostra in modo istruttivo che i fini normativi di
una volta i vocabolari li hanno abbandonati, sostituendoli con fini
meramente descrittivi.

Ciao,
Wolfgang
orpheus
2021-08-04 17:51:11 UTC
Permalink
Wolfgang ha postato:
[...]
fini normativi di una volta i vocabolari li hanno abbandonati
[...]

Quindi non sei d'accordo con quanto segue:

"Fondamentale per la definizione del concetto di norma è la
teorizzazione di Coseriu, secondo cui la norma rappresenta,
concretamente, la media delle realizzazioni individuali (parole) delle
possibilità esistenti, in astratto, nel sistema (langue). In questa
prospettiva, per norma non si deve intendere quella «stabilita od
imposta secondo criteri di correttezza e di valutazione soggettiva di
quel che viene espresso», ma «la norma che seguiamo necessariamente se
vogliamo essere membri di una comunità linguistica»"
https://www.treccani.it/enciclopedia/norma-linguistica_(Enciclopedia-dell%27Italiano)/
Wolfgang
2021-08-04 20:46:10 UTC
Permalink
Post by orpheus
[...]
fini normativi di una volta i vocabolari li hanno abbandonati
[...]
"Fondamentale per la definizione del concetto di norma è la
teorizzazione di Coseriu, secondo cui la norma rappresenta,
concretamente, la media delle realizzazioni individuali (parole) delle
possibilità esistenti, in astratto, nel sistema (langue). In questa
prospettiva, per norma non si deve intendere quella «stabilita od
imposta secondo criteri di correttezza e di valutazione soggettiva di
quel che viene espresso», ma «la norma che seguiamo necessariamente se
vogliamo essere membri di una comunità linguistica»"
https://www.treccani.it/enciclopedia/norma-linguistica_(Enciclopedia-dell%27Italiano)/
Vox populi - vox dei. Meglio essere agnostici.

Ciao,
Wolfgang
Klaram
2021-08-05 11:19:36 UTC
Permalink
Post by orpheus
[...]
fini normativi di una volta i vocabolari li hanno abbandonati
[...]
"Fondamentale per la definizione del concetto di norma è la
teorizzazione di Coseriu, secondo cui la norma rappresenta,
concretamente, la media delle realizzazioni individuali (parole) delle
possibilità esistenti, in astratto, nel sistema (langue). In questa
prospettiva, per norma non si deve intendere quella «stabilita od
imposta secondo criteri di correttezza e di valutazione soggettiva di
quel che viene espresso», ma «la norma che seguiamo necessariamente se
vogliamo essere membri di una comunità linguistica»"
https://www.treccani.it/enciclopedia/norma-linguistica_(Enciclopedia-dell%27Italiano)/
Questo non significa accettare ogni obbrobrio senza contrastarlo.
Purtroppo un grande colpevole è l'insegnamento scolastico
dell'italiano, che ha raggiunto un degrado raramente visto in passato.

k

Continua a leggere su narkive:
Loading...