Discussione:
Integrare
(troppo vecchio per rispondere)
Mad Prof
2020-12-19 20:56:10 UTC
Permalink
Cito dall'ultima voce di questa lista di domande frequenti sui DPCM vari:

<http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638>

«Di norma, lo stato di necessità si configura solo rispetto a persone non
autosufficienti che, perciò, hanno bisogno di essere continuativamente
assistite. In generale, dunque, non *integra* una situazione di necessità
quella di alleviare la solitudine di persone sole, ma autosufficienti.»

Tralasciando ogni altra considerazione, quell'uso del verbo integrare mi
risulta nuovo. È un gergo giuridico? Io avrei scritto 'costituisce'.
--
Sanity is not statistical
Father McKenzie
2020-12-19 23:56:14 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Tralasciando ogni altra considerazione, quell'uso del verbo integrare mi
risulta nuovo. È un gergo giuridico? Io avrei scritto 'costituisce'.
"Integra la fattispecie di cui al'art.X..."

https://rb.gy/10f9d9

https://rb.gy/fhvk5v
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Mad Prof
2020-12-20 11:21:45 UTC
Permalink
Post by Father McKenzie
Post by Mad Prof
Tralasciando ogni altra considerazione, quell'uso del verbo integrare mi
risulta nuovo. È un gergo giuridico? Io avrei scritto 'costituisce'.
"Integra la fattispecie di cui al'art.X..."
https://rb.gy/10f9d9
https://rb.gy/fhvk5v
Singolare, oltre all'accezione di integrare, anche la costruzione della
frase: integra + oggetto + soggetto.
--
Sanity is not statistical
Kiuhnm
2020-12-20 00:20:04 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
<http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638>
«Di norma, lo stato di necessità si configura solo rispetto a persone non
autosufficienti che, perciò, hanno bisogno di essere continuativamente
assistite. In generale, dunque, non *integra* una situazione di necessità
quella di alleviare la solitudine di persone sole, ma autosufficienti.»
Tralasciando ogni altra considerazione, quell'uso del verbo integrare mi
risulta nuovo. È un gergo giuridico? Io avrei scritto 'costituisce'.
Il verbo "integrare" significa "rendere intero", quindi "completare".
Gli elementi disponibili integrano X se non manca niente.
A essere pignoli, l'ultima frase del testo da te citato, non ha molto
senso, visto che "alleviare" è un'azione, non una situazione. Si
confonde cioè la situazione con l'intervento.
--
Kiuhnm

https://www.cvedetails.com/top-50-products.php
https://www.cvedetails.com/top-50-product-cvssscore-distribution.php
Mad Prof
2020-12-20 11:20:16 UTC
Permalink
Post by Kiuhnm
Post by Mad Prof
<http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638>
«Di norma, lo stato di necessità si configura solo rispetto a persone non
autosufficienti che, perciò, hanno bisogno di essere continuativamente
assistite. In generale, dunque, non *integra* una situazione di necessità
quella di alleviare la solitudine di persone sole, ma autosufficienti.»
Tralasciando ogni altra considerazione, quell'uso del verbo integrare mi
risulta nuovo. È un gergo giuridico? Io avrei scritto 'costituisce'.
Il verbo "integrare" significa "rendere intero", quindi "completare".
Gli elementi disponibili integrano X se non manca niente.
A essere pignoli, l'ultima frase del testo da te citato, non ha molto
senso, visto che "alleviare" è un'azione, non una situazione. Si
confonde cioè la situazione con l'intervento.
Ma se in quella frase sostituisci integra con rende intero, non è che abbia
molto senso.
--
Sanity is not statistical
valerio vanni
2020-12-20 11:37:08 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Mad Prof
<http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638>
«Di norma, lo stato di necessità si configura solo rispetto a persone non
autosufficienti che, perciò, hanno bisogno di essere continuativamente
assistite. In generale, dunque, non *integra* una situazione di necessità
quella di alleviare la solitudine di persone sole, ma autosufficienti.»
Ma se in quella frase sostituisci integra con rende intero, non è che abbia
molto senso.
Anch'io voto per l'insensatezza.

E' la mania del legalese, quella di infilare parole ricercate (e ambigue) al posto di parole semplici e chiare.
Kiuhnm
2020-12-20 17:35:52 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Kiuhnm
Post by Mad Prof
<http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638>
«Di norma, lo stato di necessità si configura solo rispetto a persone non
autosufficienti che, perciò, hanno bisogno di essere continuativamente
assistite. In generale, dunque, non *integra* una situazione di necessità
quella di alleviare la solitudine di persone sole, ma autosufficienti.»
Tralasciando ogni altra considerazione, quell'uso del verbo integrare mi
risulta nuovo. È un gergo giuridico? Io avrei scritto 'costituisce'.
Il verbo "integrare" significa "rendere intero", quindi "completare".
Gli elementi disponibili integrano X se non manca niente.
A essere pignoli, l'ultima frase del testo da te citato, non ha molto
senso, visto che "alleviare" è un'azione, non una situazione. Si
confonde cioè la situazione con l'intervento.
Ma se in quella frase sostituisci integra con rende intero, non è che abbia
molto senso.
Anche il tuo "costituire" significa formare, mettere assieme, quindi
costituire = integrare = completare, più o meno. L'idea è la stessa.
--
Kiuhnm

https://www.cvedetails.com/top-50-products.php
https://www.cvedetails.com/top-50-product-cvssscore-distribution.php
Mad Prof
2020-12-20 18:48:31 UTC
Permalink
Post by Kiuhnm
Post by Mad Prof
Post by Kiuhnm
Post by Mad Prof
<http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638>
«Di norma, lo stato di necessità si configura solo rispetto a persone non
autosufficienti che, perciò, hanno bisogno di essere continuativamente
assistite. In generale, dunque, non *integra* una situazione di necessità
quella di alleviare la solitudine di persone sole, ma autosufficienti.»
Tralasciando ogni altra considerazione, quell'uso del verbo integrare mi
risulta nuovo. È un gergo giuridico? Io avrei scritto 'costituisce'.
Il verbo "integrare" significa "rendere intero", quindi "completare".
Gli elementi disponibili integrano X se non manca niente.
A essere pignoli, l'ultima frase del testo da te citato, non ha molto
senso, visto che "alleviare" è un'azione, non una situazione. Si
confonde cioè la situazione con l'intervento.
Ma se in quella frase sostituisci integra con rende intero, non è che abbia
molto senso.
Anche il tuo "costituire" significa formare, mettere assieme, quindi
costituire = integrare = completare, più o meno. L'idea è la stessa.
Per costituire, il Treccani riporta

<https://www.treccani.it/vocabolario/costituire>

«2.b. Assumere carattere di ... : l’atto costituisce reato; spesso con
sign. simile a essere, divenire: la certezza costituisce la base di ogni
ragionamento; questo fatto costituisce una vera eccezione alla regola.»

Integrare non mi pare un sinonimo, in questa accezione.
--
Sanity is not statistical
Kiuhnm
2020-12-20 20:56:19 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Kiuhnm
Post by Mad Prof
Post by Kiuhnm
Post by Mad Prof
<http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638>
«Di norma, lo stato di necessità si configura solo rispetto a persone non
autosufficienti che, perciò, hanno bisogno di essere continuativamente
assistite. In generale, dunque, non *integra* una situazione di necessità
quella di alleviare la solitudine di persone sole, ma autosufficienti.»
Tralasciando ogni altra considerazione, quell'uso del verbo integrare mi
risulta nuovo. È un gergo giuridico? Io avrei scritto 'costituisce'.
Il verbo "integrare" significa "rendere intero", quindi "completare".
Gli elementi disponibili integrano X se non manca niente.
A essere pignoli, l'ultima frase del testo da te citato, non ha molto
senso, visto che "alleviare" è un'azione, non una situazione. Si
confonde cioè la situazione con l'intervento.
Ma se in quella frase sostituisci integra con rende intero, non è che abbia
molto senso.
Anche il tuo "costituire" significa formare, mettere assieme, quindi
costituire = integrare = completare, più o meno. L'idea è la stessa.
Per costituire, il Treccani riporta
<https://www.treccani.it/vocabolario/costituire>
«2.b. Assumere carattere di ... : l’atto costituisce reato; spesso con
sign. simile a essere, divenire: la certezza costituisce la base di ogni
ragionamento; questo fatto costituisce una vera eccezione alla regola.»
Integrare non mi pare un sinonimo, in questa accezione.
Non vedo differenze sostanziali, sinceramente. Costituire deriva da cum
+ statuere che significa stabilire/decidere/fissare assieme. Il senso è
sempre quello del completamento. Sto solo dicendo che "integrare" nel
senso di "costituire" non dovrebbe sorprendere più di tanto. Per me ha
senso.
--
Kiuhnm

https://www.cvedetails.com/top-50-products.php
https://www.cvedetails.com/top-50-product-cvssscore-distribution.php
Continua a leggere su narkive:
Loading...