Discussione:
RAI 3 e uranio fossile
(troppo vecchio per rispondere)
Roberto Deboni DMIsr
2021-04-25 10:11:19 UTC
Permalink
Chi ha visto ieri RAI3, la puntata "speciale" (sic!)
di Sapiens dal titolo

"L'atomo fuggente – un prezzo troppo alto"

avra' sentito il sig.Tozzi affermare che l'uranio sarebbe un
[combustibile] fossile.

Prego ?

Ma cosa significa "fossile" ?

Ero rimasto ad un resto una volta vivente che poi si e'
trasformato negli eoni. E' cambiato qualcosa da quando
e' nato l'antinuclearismo ?
Bruno Campanini
2021-04-25 10:32:58 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Chi ha visto ieri RAI3, la puntata "speciale" (sic!)
di Sapiens dal titolo
"L'atomo fuggente – un prezzo troppo alto"
avra' sentito il sig.Tozzi affermare che l'uranio sarebbe un
[combustibile] fossile.
Prego ?
Ma cosa significa "fossile" ?
Intendeva metaforicanente asserirne l'attuale abbandono in
termini di sfruttamento o voleva dire "fissile"?

Bruno
Roberto Deboni DMIsr
2021-04-26 10:59:14 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by Roberto Deboni DMIsr
Chi ha visto ieri RAI3, la puntata "speciale" (sic!)
di Sapiens dal titolo
"L'atomo fuggente – un prezzo troppo alto"
avra' sentito il sig.Tozzi affermare che l'uranio sarebbe un
[combustibile] fossile.
Prego ?
Ma cosa significa "fossile" ?
Intendeva metaforicanente asserirne l'attuale abbandono in
termini di sfruttamento o voleva dire "fissile"?
No, parlava proprio della "rinnovabilita'", e quindi con fossile
intendeva che non fosse rinnovabile (peraltro ci sarebbe da
discutere: il concetto di autofertilizzante non esiste per i
"combustili fossili" come inteso nel resto del mondo ... e
questa qualche conseguenza sulla "durabilita'" c'e' l'ha ...).
Mad Prof
2021-04-25 10:36:04 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Chi ha visto ieri RAI3, la puntata "speciale" (sic!)
di Sapiens dal titolo
"L'atomo fuggente – un prezzo troppo alto"
avra' sentito il sig.Tozzi affermare che l'uranio sarebbe un
[combustibile] fossile.
Prego ?
Ma cosa significa "fossile" ?
<https://www.treccani.it/vocabolario/fossile>

Ottenuto scavando.
--
Sanity is not statistical
Wolfgang
2021-04-25 11:31:39 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Roberto Deboni DMIsr
Chi ha visto ieri RAI3, la puntata "speciale" (sic!)
di Sapiens dal titolo
"L'atomo fuggente - un prezzo troppo alto"
avra' sentito il sig.Tozzi affermare che l'uranio
sarebbe un [combustibile] fossile.
Prego ?
Ma cosa significa "fossile" ?
<https://www.treccani.it/vocabolario/fossile>
Ottenuto scavando.
Capita spesso che l'uso moderno si stacchi un po' dal significato
originale, che figura sul Treccani nella spiegazione etimologica. Un
po' più avanti si legge invece:

      «Nell'uso moderno, riferito solo ad avanzi di
      organismi animali o vegetali: [seguono esempi]»

Mario Tozzi usa invece il vocabolo nel senso di «antiquato»,
«sorpassato», «fuori moda», «non più attuale» o simile. Sarebbe
assurdo affibbiare tal epiteto a un elemento chimico. Capisco invece
il «fossile» di Tozzi come riferito all'uso dell'uranio come
combustibile, anziché all'elemento stesso.

Ciao,
Wolfgang
Mad Prof
2021-04-25 12:14:41 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Post by Mad Prof
Post by Roberto Deboni DMIsr
Chi ha visto ieri RAI3, la puntata "speciale" (sic!)
di Sapiens dal titolo
"L'atomo fuggente - un prezzo troppo alto"
avra' sentito il sig.Tozzi affermare che l'uranio
sarebbe un [combustibile] fossile.
Prego ?
Ma cosa significa "fossile" ?
<https://www.treccani.it/vocabolario/fossile>
Ottenuto scavando.
Capita spesso che l'uso moderno si stacchi un po' dal significato
originale, che figura sul Treccani nella spiegazione etimologica. Un
      «Nell'uso moderno, riferito solo ad avanzi di
      organismi animali o vegetali: [seguono esempi]»
Mario Tozzi usa invece il vocabolo nel senso di «antiquato»,
«sorpassato», «fuori moda», «non più attuale» o simile. Sarebbe
assurdo affibbiare tal epiteto a un elemento chimico. Capisco invece
il «fossile» di Tozzi come riferito all'uso dell'uranio come
combustibile, anziché all'elemento stesso.
No, usa fossile in senso etimologico, come sinonimo di "estrattivo".

<http://tozzi-national-geographic.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/05/19/il-nucleare-2-riserve-di-uranio/>

«Infine l’uranio, come tutti i combustibili fossili, risponde alla legge
del picco: quando sei a metà delle riserve, la seconda parte è più
difficile da estrarre e costa molto di più (accade oggi per il petrolio).»
--
Sanity is not statistical
Mad Prof
2021-04-25 12:28:18 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Wolfgang
Post by Mad Prof
Post by Roberto Deboni DMIsr
Chi ha visto ieri RAI3, la puntata "speciale" (sic!)
di Sapiens dal titolo
"L'atomo fuggente - un prezzo troppo alto"
avra' sentito il sig.Tozzi affermare che l'uranio
sarebbe un [combustibile] fossile.
Prego ?
Ma cosa significa "fossile" ?
<https://www.treccani.it/vocabolario/fossile>
Ottenuto scavando.
Capita spesso che l'uso moderno si stacchi un po' dal significato
originale, che figura sul Treccani nella spiegazione etimologica. Un
      «Nell'uso moderno, riferito solo ad avanzi di
      organismi animali o vegetali: [seguono esempi]»
Mario Tozzi usa invece il vocabolo nel senso di «antiquato»,
«sorpassato», «fuori moda», «non più attuale» o simile. Sarebbe
assurdo affibbiare tal epiteto a un elemento chimico. Capisco invece
il «fossile» di Tozzi come riferito all'uso dell'uranio come
combustibile, anziché all'elemento stesso.
No, usa fossile in senso etimologico, come sinonimo di "estrattivo".
<http://tozzi-national-geographic.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/05/19/il-nucleare-2-riserve-di-uranio/>
«Infine l’uranio, come tutti i combustibili fossili, risponde alla legge
del picco: quando sei a metà delle riserve, la seconda parte è più
difficile da estrarre e costa molto di più (accade oggi per il petrolio).»
Ci sarebbe poi da aprire un capitolo a parte sull'uso di combustibile,
visto che nelle centrali nucleari non avviene nessuna combustione.
--
Sanity is not statistical
Roberto Deboni DMIsr
2021-04-26 11:43:48 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Mad Prof
Post by Wolfgang
Post by Mad Prof
Post by Roberto Deboni DMIsr
Chi ha visto ieri RAI3, la puntata "speciale" (sic!)
di Sapiens dal titolo
"L'atomo fuggente - un prezzo troppo alto"
avra' sentito il sig.Tozzi affermare che l'uranio
sarebbe un [combustibile] fossile.
Prego ?
Ma cosa significa "fossile" ?
<https://www.treccani.it/vocabolario/fossile>
Ottenuto scavando.
Capita spesso che l'uso moderno si stacchi un po' dal significato
originale, che figura sul Treccani nella spiegazione etimologica. Un
      «Nell'uso moderno, riferito solo ad avanzi di
      organismi animali o vegetali: [seguono esempi]»
Mario Tozzi usa invece il vocabolo nel senso di «antiquato»,
«sorpassato», «fuori moda», «non più attuale» o simile. Sarebbe
assurdo affibbiare tal epiteto a un elemento chimico. Capisco invece
il «fossile» di Tozzi come riferito all'uso dell'uranio come
combustibile, anziché all'elemento stesso.
No, usa fossile in senso etimologico, come sinonimo di "estrattivo".
<http://tozzi-national-geographic.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/05/19/il-nucleare-2-riserve-di-uranio/>
«Infine l’uranio, come tutti i combustibili fossili, risponde alla legge
del picco: quando sei a metà delle riserve, la seconda parte è più
difficile da estrarre e costa molto di più (accade oggi per il petrolio).»
Ci sarebbe poi da aprire un capitolo a parte sull'uso di combustibile,
visto che nelle centrali nucleari non avviene nessuna combustione.
Ma "in senso lato" abbiamo un "consumo" della sostanza inserita
nel "forno nucleare". Credo che scrivere "combustibile nucleare"
non snaturi il contesto quanto invece fatto scrivendo di
"uranio fossile".

Sul Oxford English Dictionary ed.1989 leggiamo una interessante
definizione:

combustibile fossile = materiale combustibile ottenuto dal sottosuolo
e formatosi durante il passato geologico; ora
soprattutto in contrasto con le fonti di energia
nucleare

In altre parole, gli inglesi nel 1989 hanno voluto definire in modo
inequivocabile che l'uso comune in energetica di "fossile" e' in
contrapposizione a quello di "nucleare".

Esempio: "combustibile fossile" verso "combustibile nucleare".

Secondo il sig.Tozzi invece sarebbero sinonimi ...
Giovanni Drogo
2021-04-26 12:07:19 UTC
Permalink
Non e' che c'e' anche una confusione tra "combustibile" e "fuel" ?

"combustibile" in italiano fa chiaramente riferimento alla "combustione"
("La combustione è una reazione chimica che comporta l'ossidazione di un
combustibile da parte di un comburente, ...")

"Un combustibile è una sostanza chimica che viene ossidata nel processo
di combustione [...] Per estensione vengono detti combustibili
nucleari ..."

Mi domando se l'inglese "fuel" sia piu' generico, almeno nella
percezione moderna dei madrelingua ...

"Combustion, or burning, is a high-temperature exothermic redox chemical
reaction between a fuel and an oxidant, ..."

com•bus•ti•ble kəm-bŭs′tə-bəl►

adj.
Capable of igniting and burning.
adj.
Easily aroused or excited.
n.
A substance that ignites and burns readily.

"A fuel is any material that can be made to react with other substances
so that it releases energy as heat energy or to be used for work."

anche se

fuel (n.)

c. 1200, feuel, feul "fuel, material for burning," also figurative, from
Old French foaille "fuel for heating," from Medieval Latin legal term
focalia "right to demand material for making fire, right of cutting
fuel," from classical Latin focalia "brushwood for fuel," from neuter
plural of Latin focalis "pertaining to a hearth," from focus "hearth,
fireplace"
Roberto Deboni DMIsr
2021-04-26 15:03:44 UTC
Permalink
Post by Giovanni Drogo
Non e' che c'e' anche una confusione tra "combustibile" e "fuel" ?
"combustibile" in italiano fa chiaramente riferimento alla "combustione"
("La combustione è una reazione chimica che comporta l'ossidazione di un
combustibile da parte di un comburente, ...")
"Un combustibile è una sostanza chimica che viene ossidata nel processo
di combustione [...]  Per estensione vengono detti combustibili nucleari
..."
Mi domando se l'inglese "fuel" sia piu' generico, almeno nella
percezione moderna dei madrelingua ...
"Combustion, or burning, is a high-temperature exothermic redox chemical
reaction between a fuel and an oxidant, ..."
 com•bus•ti•ble kəm-bŭs′tə-bəl►
    adj.
    Capable of igniting and burning.
    adj.
    Easily aroused or excited.
    n.
    A substance that ignites and burns readily.
"A fuel is any material that can be made to react with other substances
so that it releases energy as heat energy or to be used for work."
anche se
fuel (n.)
c. 1200, feuel, feul "fuel, material for burning," also figurative, from
Old French foaille "fuel for heating," from Medieval Latin legal term
focalia "right to demand material for making fire, right of cutting
fuel," from classical Latin focalia "brushwood for fuel," from neuter
plural of Latin focalis "pertaining to a hearth," from focus "hearth,
fireplace"
Interessante disquisizione.

Maurizio Pistone
2021-04-25 12:20:07 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Capita spesso che l'uso moderno si stacchi un po' dal significato
originale, che figura sul Treccani nella spiegazione etimologica. Un
«Nell'uso moderno, riferito solo ad avanzi di
organismi animali o vegetali: [seguono esempi]»
effettivamente quando uno sente parlare di "combustibili fossili"
intendendo carbone e petrolio, pensa al fatto che si tratta di residui
di organismi viventi (questo almeno è certo per il carbone, per il
petrolio ci sono anche altre teorie).

Se guardiamo alla storia delle fonti di energia, l'umanità ha
utilizzato, fino all'età moderna, esclusivamente combustibili presenti
sulla superficie terrestre, in massima parte legname. È solo per effetto
della rivoluzione idustriale che si sono utilizzate sostanze presenti
nel sottosuolo, dette appunto "fossili" perché si ricavano scavando.

Lo svilupoo della paleontologia ha portato a considerare "fossili"
prevalentemente tracce di viventi di epoche antichissime, che emergono
dalla profondità della terra. Il termine poi èestato esteso,
metaforicamente, a qualunque traccia di un passato remoto, anche
presente in superficie.

Ma Tozzi, che è in primo luogo un geologo, usa questo termine nel senso
proprio.
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
https://mauriziopistone.it
https://lacabalesta.it
Ilario di Poitiers
2021-04-25 13:09:48 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by Wolfgang
Capita spesso che l'uso moderno si stacchi un po' dal significato
originale, che figura sul Treccani nella spiegazione etimologica. Un
«Nell'uso moderno, riferito solo ad avanzi di
organismi animali o vegetali: [seguono esempi]»
effettivamente quando uno sente parlare di "combustibili fossili"
intendendo carbone e petrolio, pensa al fatto che si tratta di residui
di organismi viventi (questo almeno è certo per il carbone, per il
petrolio ci sono anche altre teorie).
Se guardiamo alla storia delle fonti di energia, l'umanità ha
utilizzato, fino all'età moderna, esclusivamente combustibili presenti
sulla superficie terrestre, in massima parte legname. È solo per effetto
della rivoluzione idustriale che si sono utilizzate sostanze presenti
nel sottosuolo, dette appunto "fossili" perché si ricavano scavando.
Lo svilupoo della paleontologia ha portato a considerare "fossili"
prevalentemente tracce di viventi di epoche antichissime, che emergono
dalla profondità della terra. Il termine poi èestato esteso,
metaforicamente, a qualunque traccia di un passato remoto, anche
presente in superficie.
Ma Tozzi, che è in primo luogo un geologo, usa questo termine nel senso
proprio.
Tozzi è un geologo che però discetta di svariati argomenti.
Sulla pagina Facebook si definisce "geeologo, divulgatore scientifico e
saggista italiano, noto anche come autore e personaggio televisivo".
https://www.facebook.com/mariotozziofficial/

L'argomento del programma, se ben capisco, era l'energia.
Quando si parla di fonti energetiche fossili ci si riferisce
normalmente ai combustibili fossili di origine organica, tra i quali
non è incluso l'uranio.
Tozzi, che immagino sia contrario alle centrali nucleari, probabilmente
gioca con le parole (fissile, fossile) per associare l'uranio alle
fonti fossili, che generalmente sono considerate da superare.
--
IdP


"Saper ascoltare significa possedere, oltre al proprio, il cervello
degli altri." (Leonardo da Vinci)
Maurizio Pistone
2021-04-25 15:12:30 UTC
Permalink
Post by Ilario di Poitiers
Tozzi, che immagino sia contrario alle centrali nucleari, probabilmente
gioca con le parole (fissile, fossile) per associare l'uranio alle
fonti fossili, che generalmente sono considerate da superare.
questa è un'illazione. Che "fossile" significhi "da scavo" è invece un
fatto.
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
https://mauriziopistone.it
https://lacabalesta.it
Ilario di Poitiers
2021-04-25 20:39:57 UTC
Permalink
Maurizio Pistone
Post by Maurizio Pistone
Post by Ilario di Poitiers
Tozzi, che immagino sia contrario alle centrali nucleari, probabilmente
gioca con le parole (fissile, fossile) per associare l'uranio alle
fonti fossili, che generalmente sono considerate da superare.
questa è un'illazione. Che "fossile" significhi "da scavo" è invece un
fatto.
Non è quello il significato in ambito energetico e neppure in geologia.
E' semmai un senso etimologico.
Se guardiamo solo all'etimo, certo, "fossile" ha il significato
originario "ottenuto scavando", ma allora anche "illazione" (dal latino
illatiōne, derivato di infĕrre, "causare") ha il significato
etimologico di "processo mentale con cui da una premessa si trae una
conseguenza logica" (Treccani).
La verità è che l'etimo non la racconta tutta, anzi in certi casi porta
fuori strada. Il significato principale di "illazione" nella lingua
italiana è un altro: una congettura basata solo su indizi, non provata,
arbitraria.
Nel merito, ammetto che la mia era solo una supposizione (ho scritto
"probabilmente", avrei dovuto scrivere "forse"), basata sul fatto che
Tozzi è un abile comunicatore. E' ben possibile che mi sia sbagliato e
che l'assonanza con "fissile" sia solo casuale.

Resta comunque il fatto che Tozzi inserisce il nucleare tra i
"combustibili fossili" con una forzatura, mi pare, rispetto al
significato normale dell'espressione "combustibile fossile", che non è
quello etimologico ma sia nell'uso comune sia nell'uso specialistico è
limitato alle sostanze di origine organica mineralizzate.

combustibile fossile
loc.s.m.
TS chim.
sostanza naturale (petrolio, carbone e sim.) formatasi nel corso delle
ere geologiche per alterazione di materia organica, usata come fonte di
energia
https://dizionario.internazionale.it/parola/combustibile-fossile

Si parla infatti di "fossilizzazione":

Processo in seguito al quale i resti di organismi animali o vegetali, o
tracce degli stessi, possono conservarsi entro i sedimenti che fanno
parte della crosta terrestre; ciò avviene quando i resti rimangono,
alla morte dell’organismo, isolati dall’azione degli agenti distruttivi
esterni (per es., perché rapidamente coperti da sedimenti), subendo poi
una lenta mineralizzazione o pietrificazione, per cui la loro sostanza
viene sostituita con silice o con carbonato o fosfato di calcio, oppure
una incrostazione che ne tramanda la forma esterna, o anche,
trattandosi di vegetali, una carbonizzazione. Può anche avvenire che i
resti dell’organismo rimangano permanentemente isolati (insetti
nell’ambra, mammut nel ghiaccio) subendo così la mummificazione, con
perfetta conservazione di tutti i tessuti.
https://www.treccani.it/vocabolario/fossilizzazione/



Anche in geologia (visto che Tozzi è geologo di formazione) "fossile"
non significa "da scavo" ma si riferisce specificamente ai resti
organici che si sono conservati da epoche antichissime nelle rocce
della crosta terrestre.
Non trovo un glossario di geologia italiano, ma credo che in spagnolo o
in inglese il significato non muti.


338-Fósil.- Resto o vestigio de seres vivos que dejaron sus huellas en
las rocas de la corteza terrestre. Los fósiles constituyen la base
fundamental para la determinación de la edad de las rocas donde se
encuentran.
La ciencia que estudia los fósiles se denomina Paleontología. Paleo =
Antiguo,
Onto = Ser, Logos = Tratado.
Los fósiles determinan la edad relativa de las rocas, mientras que los
elementos radiactivos determinan la edad absoluta.
I: Fossil F: Fossil P: Fóssil A: Fossil, Versteinerung
https://www.academia.edu/4059077/DICCIONARIO_GEOLOGICO


fossil
Any mineralized or otherwise preserved remains or traces (such as
footprints) of animals, plants, or other once-living organisms.
https://en.wikipedia.org/wiki/Glossary_of_geology#F
--
IdP


"Je veux que la mort me trouve plantant mes choux." (Michel de
Montaigne)
Mad Prof
2021-04-25 20:55:43 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Maurizio Pistone
Post by Maurizio Pistone
Post by Ilario di Poitiers
Tozzi, che immagino sia contrario alle centrali nucleari, probabilmente
gioca con le parole (fissile, fossile) per associare l'uranio alle
fonti fossili, che generalmente sono considerate da superare.
questa è un'illazione. Che "fossile" significhi "da scavo" è invece un
fatto.
Non è quello il significato in ambito energetico e neppure in geologia.
E' semmai un senso etimologico.
Se guardiamo solo all'etimo, certo, "fossile" ha il significato
originario "ottenuto scavando", ma allora anche "illazione" (dal latino
illatiōne, derivato di infĕrre, "causare") ha il significato
etimologico di "processo mentale con cui da una premessa si trae una
conseguenza logica" (Treccani).
La verità è che l'etimo non la racconta tutta, anzi in certi casi porta
fuori strada. Il significato principale di "illazione" nella lingua
italiana è un altro: una congettura basata solo su indizi, non provata,
arbitraria.
Nel merito, ammetto che la mia era solo una supposizione (ho scritto
"probabilmente", avrei dovuto scrivere "forse"), basata sul fatto che
Tozzi è un abile comunicatore. E' ben possibile che mi sia sbagliato e
che l'assonanza con "fissile" sia solo casuale.
Resta comunque il fatto che Tozzi inserisce il nucleare tra i
"combustibili fossili" con una forzatura, mi pare, rispetto al
significato normale dell'espressione "combustibile fossile", che non è
quello etimologico ma sia nell'uso comune sia nell'uso specialistico è
limitato alle sostanze di origine organica mineralizzate.
Credo che la prospettiva di Tozzi sia quella della rinnovabilità: dal suo
punto di vista tutte le considerazioni che valgono per i combustibili
fossili in senso stretto, valgono anche per l'uranio e la fissione
nucleare.
--
Sanity is not statistical
Ilario di Poitiers
2021-04-25 21:13:20 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Credo che la prospettiva di Tozzi sia quella della rinnovabilità: dal suo
punto di vista tutte le considerazioni che valgono per i combustibili
fossili in senso stretto, valgono anche per l'uranio e la fissione
nucleare.
Infatti, pare un'associazione frutto della sua contrarietà al nucleare,
che Tozzi considera da superare al pari dei combustibili fossili.

Tuttavia, esiste già l'espressione "fonti energetiche non rinnovabili"
che include petrolio, gas naturale, carbone, nucleare... senza dover
forzare il normale significato di "combustibili fossili" che non
include l'uranio.
--
IdP


"La Maladie et la Mort font des cendres / De tout le feu qui pour nous
flamboya." (Charles Baudelaire)
Roberto Deboni DMIsr
2021-04-26 15:01:51 UTC
Permalink
Post by Ilario di Poitiers
Post by Mad Prof
Credo che la prospettiva di Tozzi sia quella della rinnovabilità: dal suo
punto di vista tutte le considerazioni che valgono per i combustibili
fossili in senso stretto, valgono anche per l'uranio e la fissione
nucleare.
Infatti, pare un'associazione frutto della sua contrarietà al nucleare,
che Tozzi considera da superare al pari dei combustibili fossili.
Tuttavia, esiste già l'espressione "fonti energetiche non rinnovabili"
che include petrolio, gas naturale, carbone, nucleare... senza dover
forzare il normale significato di "combustibili fossili" che non include
l'uranio.
In queste sue parole si evidenzia come nel giro di solo 20-30 anni,
la politica (i direi la "propaganda") abbia cambiato i significati
su un tema scottante (per il denaro in gioco per la politica, non
c'entra nulla con l'ambientalismo, come oggi il "nodo" arrivato al
pettine sta dimostrando) come quello (lucroso per alcuni) del
approvvigionamento di energia.

Ai miei tempi nell'universita' (prima di Chernobyl, per intenderci)
si parlava correntemente di "fonti energetiche fossili" (carbone,
gas e petrolio). Del resto la terminologia era "antica", la si
trovava nei tomi di ingegneria dell'800.
Poi e' arrivata la Guerra dello Yom Kippur (1973) e la questione
petrolifera (embargo petrolifero del 1973 contro i paesi alleati,
Canada, Giappone, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Rhodesia,
Stati Uniti, Sud Africa).
Nel 1973, la scelta delle fonti di energia era tra quelle
"fossili", quelle idroelettriche e quella da fissione nucleare.
Nel 1973 abbiamo 132 reattori in funzione, 43'761 MW di potenza,
173 TW·h di produzione elettrica mondiale. Notare che Italia a
quel tempo aveva 547 MW di potenza nucleare. In realta', il
nucleare era in pieno sviluppo; una idea del tipo di "crescita"
lo si puo' capire, tenendo a mente i lunghi tempi di pianificazione
e costruzione del nucleare, osservando i dati del 1974: 154
reattori, 61'021 MW e 239 TW·h, o quelli del 1976: 186 reattori,
83'992 MW di potenza, 385 TW·h. Una crescita avviata prima del 1973.
L'eolico e il solare erano guardati ancora con sufficienza,
anche se va detto che l'eolico ha gia' installato la sua prima
unita' da 1,25 MW (oltre i megawatt) gia' nel 1941 nel Vermont.
Ma siamo ancora a livello di propotipi senza seguito (tranne
da parte di piccoli prodotturi per autoconsumo, dell'ordine dei
25 kW di potenza, autosufficienza tipica nell'america rurale).
Il solare invece era considerato piu' per produrre energia
termica, piuttosto che meccanica/elettrica.

Nel 1973 cambia tutto. Improvvisamente il petrolio non e' piu'
politicamente corretto. Se prima del 1973, parlare contro i
combustibili fossili negli ambienti industriali era al limite
della eresia, dopo il 1973, puntare su altre fonti diventa una
opzione papabile. E viene introdotto il termine di

"fonti alternative" o "energie alternative"

in cui da subito e' stato incluso anche l'energia nucleare.

L'altra lezione del 1973, dimenticata dopo la guerra, e'
che non si deve fare affidamento su poche fonti, ma occorre
erogare l'energia elettrica da un ventaglio di fonti diverse
(dove "fonti" non e' sinonimo di "fornitori").
Tanto piu' questo criterio e' importante quando le fonti
sono fortemente variabili come quelle "rinnovabili" e non
mi riferisco alla intermittenza, che e' un concetto diverso.
Ad esempio, l'idroelettrico non si puo' considerare in alcun
modo una fonte intermittente, ma la produzione italiana,
da un anno all'altro, puo' variare anche del 50%. Se quindi,
ad esempio, si concentrasse sull'idroelettrico tutta la produzione,
che faremo quell'anno, in cui manca il 50% ?
La conseguenza di questo insegnamento e' che non si vuole puntare
banalmente a sostituire i combustibili fossili con l'energia
nucleare, e per quanto possibile, idroelettrica.
E quindi, dopo il 1973 l'occidente avvia un intenso programma di
sviluppo di fonti alternative ai combustibili fossili.
Ovviamente il settore dei combustibili fossili non era affatto
entusiasata, ma il crescente settore industriale nucleare,
le aziende elettriche, il settore delle imprese di costruzioni
specializzate (ad esempio, in dighe), trovano nel loro interesse
appoggiare i fautori dell'energia eolica e solare. Con il peso
economico (seppure minore) di queste industrie, piu' l'appoggio
degli economisti e strateghi preoccupati per la debolezza
mostrata dagli Stati Uniti per la sua esposizione ai combustibili
di importazione, gia' nel 1975, sotto una presidenza "incolore"
come quella di Ford, abbiamo la NASA investita del compito di
sviluppare un eolico di taglia industriale e nello stesso anno
viene connessa alla rete elettrica la prima "fattoria eolica"
che alimenta oltre 4000 abitazioni.
Piu' complicato lo sviluppo dell'energia solare. A quel tempo il
fotovoltaico era costoso e riservato al settore spaziale,
ove l'unica fonte alternativa era quella problematica
termo-nucleare. "problematica" perche' i satelliti hanno il
vizio di perdere l'orbita nel tempo e la componente termo-nucleare
e' talmente massiccia che sopravvive l'atmosfera terrestre.
In quanto al solare termodinamico, c'era stato qualche esempio,
nel 1913 (Egitto, energia meccanica per irrigazione), del 1929
di R.H.Goddard (Popular Science, novembre 1929), del 1968 di
G.Francia a Genova, ma era rimasto indietro. Per il solare
dobbiamo aspettare le presidenziali del 1976, in piena crisi
energetica, con il petrolio che sfonda quota $60, che lancia
la presidenza Carter. E se avesse avuto dubbi, il petrolio ha
continuato a salire, fino ad oltre $100 dal 1978.
Carter nel 1977 istituisce il DOE (Dipartimento dell'Energia)
e il Public Utility Regulatory Policies Act (PURPA) che forniva
agevolazioni alle aziende elettriche che producevano elettricita'
da "fonti rinnovabili" (una "prima" nella legislazione USA).
L'approccio di Carter e' stato liberista, ovvero il problema di
trovare fonti rinnovabili era delegato ai privati, e questo e'
stato criticamente importante nello sviluppo del solare termodinamico.
Infatti, una azienda, la Luz International, ha puntato decisamente
sullo sviluppo del solare termodinamico (che altrimenti sarebbe
stato ignorato, come infatti in Europa e' accaduto, con un solo
prototipo, Eurelios, che ENEL ha rapidamente "seppelito") e, nei
limiti dell'avaro e limitato appoggio allo schema fatto dallo
Stato della California (ove esistevano tra i migliori siti), prima
costruisce centrali da 50 MW e poi, finalmente ottenuto l'aumento
di potenza, pianifica 5 unita' da 80 MW (di 2 due entrate in servizio).
Quei oltre 300 MW di potenza installata, per 20 anni sono stati la
parte rilevante di tutta la produzione elettrica solare mondiale
(e sono ancora in servizio commerciale). Se non fosse stato per il
tanto odiato (in Italia ?) liberismo, il solare termodinamico forse
oggi non ci sarebbe. Infatti, e' vero che il DOE, tramite
Sandia National Laboratories, sviluppa il progetto "Solar One",
una soluzione "a torre", puntata a studiare la dimensione ideale
degli eliostati, con il prototipo completato nel 1981, poi
esteso nel 1995 a "Solar Two" in cui si usavano sali fusi (60%
nitrato di sodio e 40% nitrato di potassio) che elimina il
problema della intermittenza della radiazione solare, ma questo
progetto non ha seguito nel settore industriale, esattamente
come e' accaduto in Europa con l'Eurelios.

Nota bene: per affrontare al crisi energetica gli USA non erano
obbligati a promuovere le rinnovabili, ma avrebbero potuto fare
diversamente ... come infatti avvenuto durante la seconda crisi
del 2011. Questa volta gli USA spingono al massimo per la
produzione di combustibili fossili autoctoni.


Saltiamo al 1980: gli impianti idroelettrici (ove possibile)
e nucleari (245 reattori per 133'037 MW e 635 TW·h di produzione)
sono in pieno sviluppo. Il numero di reattori in cantiere e'
tale che sullo slancio di quel programma di costruzione nel
1987 abbiamo 400 reattori per 295'812 MW e 1'600 TW·h di produzione.

Gli arabi si rendono conto del gravissimo errore fatto e, per
cominciare, spingono la produzione petrolifera, al limite del
dumping, per fare crollare il prezzo del petrolio, che infatti
poi scende sotto i $40 nel 1985 (principalmente Arabia Saudita).
E poi, insieme alle industrie petrolifere, e i movimenti "pacifisti"
sovietici, lavorano, dietro i banchi, per selezionare le fonti
alternative a cui permettere l'"emersione". Per cominciare
viene si passa a spingere il nucleare in secondo piano,
promuovendo il termini "fonti rinnovabili", e poi tra le
rinnovabili, vengono selezionati quelle "papabili", ovvero eolico
e fotovoltaico. Nel tempo poi le "fonti alternative" vengono
degradate a sinonimo di "fonti rinnovabili", cancellando del
tutto l'energia nucleare dal novero di fonte alternativa ai
combustibili fossili.

E non e' un caso che qui in Usenet, il gruppo relativo alle
energie rinnovabili "it.discussioni.energie-alternative",
abbiamo nel manifesto la menzione che riguarderebbe:

"lo sfruttamento dell'energia solare termica, fotovoltaica,
eolica e di molte altre fonti rinnovabili ..."

E allora perche' non e' stato proposto

it.discussioni.energie-rinovabili

? In ogni caso, dopo aspra discussione, osservando che molti
"rinnovabilisti" facevano costanti interventi contro il
nucleare (e anche perche' il gruppo non e' moderato e quindi
e' impossibile la censura) oggi su discuste anche del nucleare.


A proposito di "distorsioni" dell'insegnamento nazionale,
ho trovato di peggio, da un libro di scuola media 1968:
"I carboni fossili sono costituiti da residui vegetali che, attraverso
milioni di anni, hanno subito, ad opera di microrganismi, processi di
lenta combustione. Essi sono quindi particolarmente ricchi di
carbonio."
Roberto Deboni DMIsr
2021-04-26 11:57:37 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
Post by Ilario di Poitiers
Tozzi, che immagino sia contrario alle centrali nucleari, probabilmente
gioca con le parole (fissile, fossile) per associare l'uranio alle
fonti fossili, che generalmente sono considerate da superare.
questa è un'illazione.
E' una illazione quanto quella delle motivazioni per cui definisce
"scoria nucleare" quello che in altri paesi e' semplicemente
"combustibile esausto".
Post by Maurizio Pistone
Che "fossile" significhi "da scavo" è invece un fatto.
In italiano pare si possa dare significato alle parole di per se',
fuori dal contesto in cui sono state rinvenute. Anzi, i cultori
della lingua italiana amano trovare parole "potenti-descrittive",
ovvero che riassumono una intera frase. Si spera con un
significato univoco ... ma anche no.

"fossile" ha svariati significati, come tante altre parole
italiane. Quindi cosa "significhi" una parole non puo'
prescindere dal contesto in cui viene utilizzata, anzi, in
italiano, anche la posizione nella frase e' critica. Si pensi
a "capitano" (sostantivo) verso "capitano" (indicativo del
verbo capitare, ma qualcuno scrive anche del verbo capitanare).
Oppure "sindaco" verso "sindaco".
Roberto Deboni DMIsr
2021-04-26 11:27:04 UTC
Permalink
Post by Wolfgang
Post by Mad Prof
Post by Roberto Deboni DMIsr
Chi ha visto ieri RAI3, la puntata "speciale" (sic!)
di Sapiens dal titolo
"L'atomo fuggente - un prezzo troppo alto"
avra' sentito il sig.Tozzi affermare che l'uranio
sarebbe un [combustibile] fossile.
Prego ?
Ma cosa significa "fossile" ?
<https://www.treccani.it/vocabolario/fossile>
Ottenuto scavando.
Capita spesso che l'uso moderno si stacchi un po' dal significato
originale, che figura sul Treccani nella spiegazione etimologica. Un po'
      «Nell'uso moderno, riferito solo ad avanzi di
      organismi animali o vegetali: [seguono esempi]»
Mario Tozzi usa invece il vocabolo nel senso di «antiquato»,
«sorpassato», «fuori moda», «non più attuale» o simile. Sarebbe assurdo
affibbiare tal epiteto a un elemento chimico. Capisco invece il
«fossile» di Tozzi come riferito all'uso dell'uranio come combustibile,
anziché all'elemento stesso.
Anche su questo ci sarebbe da osservare che sugli elementi fissili
non avviene alcuna combustione: del resto entrano nel reattore come
ossidi metallici (UO2, PuO2, ThO2 ...) ed escono come ossidi metallici.

Anch'io spesso scrivo "combustibile nucleare" con riferimento alle
barre o pellet di uranio inseriti nel nocciolo, ma si tratta di
un significato in "senso lato" che rispetta le intenzioni semantiche
(una parte, peraltro molto piccola, dell'uranio, si "consuma").

Sono andato a controllare sul Oxford English Dictionary, edizione
1950, e informo che anche nella lingua inglese si legge:

"Found buried, dug up, (fossil fuel etc.; now rare);
(thing) preserved in strata of earth with more or less
chemical or other change of texture & recognizable as
remains of plant or animal of past ages ... omissis ..."

Che e' peggio ancora, negli anni '50, nella definizione
successiva, il petrolio non mantiene la forma e quindi non
sarebbe fossile ? Per fortuna le parole nella lingua inglese
dipendono fortemente dal contesto, ovvero parlando in inglese
non si estrae mai la singola parola dal contesto, perche' i
significati potrebbero essere stravolti. E quindi nei contesti
scientifici e tecnici reputabili (ovvero "disgiunti" da
motivazioni politiche o altre non pertinenti) l'uso di
"fossil fuel" è riferito solo ai combustibili di origine
biologica, generati in tempi lunghissimi. Sottolineo i
"tempi lunghissimi", perche' spero nessuno consideri
fossile la carbonella, solo perche' ricavata da materiali
di origine biologica (ma in tempi recentissimi, anche pochi
giorni fa).

Purtroppo per leggere un aggiornamento della definizione
70 anni dopo, occorre pagare, ma ecco la versione completa
del 1989 (che vi riporti intera, caso mai non riuscite ad
accedere):

<https://www.oed.com/oed2/00089011>

-------------------------------------------------------

From the second edition (1989):
fossil, a. and n.
(ˈfɒsɪl) Also 6 focille, 7–8 fossile, (7 -ill, 8 fosile, fossel). [a. F.
fossile, ad. L. fossil-is dug up, f. fodĕre to dig.]


A. adj.


1. a. Obtained by digging; found buried in the earth.
[1563 W. Fulke Meteors (1640) 1 Those bodies, that are generated in the
earth called Fossilia.] 1654 Vilvain Epit. Ess. iii. lxx, Seven unmixt
fossil Metals are forecited. 1669 Worlidge Syst. Agric. (1681) 25 Lime,
Chalk, Marle, or any cold fossile Soils, are an extraordinary
Improvement to dry, sandy, hot Lands. 1673 Ray Journ. Low C. 101 Fossile
Dice, which they say they dig out of the Earth. 1732 Arbuthnot Rules of
Diet 269 All fossil Salts, as Sea-Salt, Rock-Salt, etc. 1816 J. Smith
Panorama Sc. & Art II. 354 Fossil coal, and‥bitumen, contain a large
quantity of carbon.


†b. fossil fishes: fishes anciently supposed to live in water
underground. Obs.
1661 Lovell Hist. Anim. & Min. Introd. [a1661 Fuller Worthies Lancashire
ii. (1662) 107 These Pisces Fossiles or Subterranean Fishes must needs
be unwholesome.]


c. fossil fuel: combustible material obtained from below ground and
formed during the geological past; now esp. contrasted with sources of
nuclear energy. Also attrib.
1835 [J. Holland] (title) The history and description of fossil fuel,
the collieries and coal trade of Great Britain. 1854 Ronalds &
Richardson Chem. Technol. (ed. 2) I. 54 The oldest of all kinds of
fossil fuel, the anthracite. 1921 Sci. Amer. 14 May 292/3 The early
exhaustion of our fossil fuels will require the use of such other
sources of power as water, wind, and sun. 1949 Science 4 Feb. 107/2 In
view of the eventual exhaustion of fossil fuels, it is of interest to
know to what extent water power can be depended upon to replace them.
1952 Ayres & Scarlott Energy Sources i. 4 The combustion of fossil fuels
or the accelerated nuclear fission of elements. 1955 Times 9 Aug. 8/2
This would exhaust the known reserves of coal, oil and natural gas (the
so-called fossil fuels) within less than a century. 1969 R. B. Fuller
Operating Man. Spaceship Earth viii. 122 Physical energy‥is ever
increasingly deposited as a fossil-fuel savings account aboard our
Spaceship Earth through photosynthesis and‥topsoil fossilization.


2. a. Now applied in narrower sense to the remains of animals and
plants, belonging to past (usually prehistoric) ages, and found embedded
in the strata of the earth. (Commonly apprehended as an attrib. use of
the n.)
fossil ivory, ivory furnished by the tusks of mammoths preserved in
Siberian ice; fossil screws (see quot. 1882).
1665 Phil. Trans. I. 111 Of Fossile wood and Coals. c1680 Enquiries 2/1
Is there any‥Amianthus, Fossile teeth, or any kind of Ore unknown to
you? 1695 Woodward Nat. Hist. Earth vi. (1702) 251 The fossil Shells are
many of them of the same kinds with those that now appear upon the
neighbouring Shores. 1753 Chambers Cycl. Suppl. s.v. Ivory, Fossile
Ivory. 1754 Phil. Trans. XLVIII. 801 It is‥considerably lighter than any
fossile petrifaction. 1758 Fothergill ibid. L. 688 The fossill Bones of
an Alligator found‥near Whitby. 1802 Playfair Illustr. Hutton. Th. 196
This is true likewise of the fossil-pitch of Coal-Brookdale. 1850 Lyell
2nd Visit U.S. II. xxx. 177 A fossil forest. 1875 W. Maskell Ivories 2
Another kind of real ivory—the fossil ivory. 1880 Haughton Phys. Geog.
vi. 264 Its fossil eggs are estimated at twenty-four pounds weight each.
1882 Cassell, Fossil-screws, a popular name for the casts in the rock
left by spiral shells, or for those of encrinites when their impressions
are horizontally furrowed.
fig. 1841–4 Emerson Ess., Poet Wks. (Bohn) I. 162 Language is fossil
poetry. 1849 Robertson Serm. Ser. i. xii. (1866) 206 Words are fossil
thoughts. 1877 Conder Basis Faith i. 34 The fossil impression of a dead
faith.


b. Used in names of certain mineral substances fancifully considered to
resemble organic products, as fossil copal, fossil cork, fossil farina:
see the ns.; fossil flax, fossil paper, fossil wood, fossil wool,
varieties of asbestos; fossil flour, fossil meal, ? = fossil farina.
1859 Page Handbk. Geol. Terms, Fossil-Paper, Fossil-Wool. 1882 Cassell,
Fossil-flour. Ibid., Fossil-wood. 1882 Ogilvie, Fossil-flax. 1883
Cassell's Fam. Mag. Dec. 62/2 ‘Fossil meal’ is the name given to a
composition‥used for coating steam pipes and boilers.


3. Applied contemptuously to persons, ideas, etc.: Belonging to the
past, out of date; ‘petrified’, incapable of growth or progress.
1859 T. Parker in Weiss Life (1863) II. 103 The Pope is a fossil ruler,
pre-mediæval. 1894 Ld. Rosebery in Westm. Gaz. 22 Mar. 5/2 Those fossil
politicians—for there is a fossil Radicalism as well as a fossil Toryism.


B. n.


†1. a. In early use: Any rock, mineral, or mineral substance dug out of
the earth. Obs.
1619 H. Hutton Follie's Anat. (Percy Soc.) 23 So that he seemes as if
black Vulcan's art Of diverse fossiles had compil'd each part. 1665–6
Phil. Trans. I. 111 Of some Fossils as Sand, Gravel, Earths. 1744
Berkeley Siris §23 Its being dug out of the earth shews it to be a
fossil. 1799 Scotl. Descr. (ed. 2) 15 An infinite diversity of minerals
and other fossils. 1807 J. Headrick View Min. etc. Arran 58, I could not
find any solid rock of that fossil [pitchstone]. 1814 tr. Klaproth's
Trav. 382 The chief mass of this porphyry seems‥to be a distinct fossil
from basalt.


†b. A fossil fish: see A. 1b. Obs.
1569 E. Fenton Secr. Nat. 50b, The auncient Philosophers affirme, that
there haue bene founde fishes vnder the earth, who (for that cause) they
called Focilles.


c. humorously. Something dug out of the earth.
1855 Lady Holland Mem. Syd. Smith I. 376 You always detect a little of
the Irish fossil, the potato, peeping out in an Irishman.


2. Now only in restricted sense: Anything found in the strata of the
earth, which is recognizable as the remains of a plant or animal of a
former geological period, or as showing vestiges of the animal or
vegetable life of such a period.
[1707 Curios. in Husb. & Gard. 296 When a Plant petrifies, it
degenerates by degrading it self to the Rank of Fossiles.] 1736 P.
Collinson in Darlington's Mem. (1849) 73 What are called fossils—being
stones‥that have either the impressions, or else the regular form of
shells, leaves, fishes, fungi [etc.]. 1774 Goldsm. Nat. Hist. (1776) I.
26 These shells and extraneous fossils are not productions of the earth.
1831 Brewster Newton (1855) II. xvi. 100 He regarded fossils as the real
remains of plants and animals which had been buried in the strata.


3. fig. Something ‘petrified’, that has lost its vitality or capacity
for growth or progress. Also, contemptuously applied to a person of
antiquated notions or habits.
1844 Emerson Lect., Yng. Amer. Wks. (Bohn) II. 300 Government has been a
fossil; it should be a plant. 1857 C. Brontë Professor iv, When a man
endures what ought to be unendurable he is a fossil.


4. attrib. and Comb., attributive or similative, as fossil-like adj.;
objective, as fossil-bearing adj.; parasynthetic, as fossil-fuelled
adj.; fossil-botanist, one skilled in fossil-botany, the study of fossil
plants; fossil-ore (see quot.).
1886 A. Winchell Walks & Talks Geol. Field 195 These lowest
*fossil-bearing strata. 1850 H. Miller Footpr. Creat. x. (1874) 183 The
*fossil botanist who devoted him~self chiefly to the study of
microscopic structure. 1882 Cassell, *Fossil-botany. 1964 J. B. McClure
in Trans. World Power Conf. (Lausanne) Ia. 326 The early application of
higher efficiency in *fossil fueled processes is limited by declining
fuel costs‥and high capital costs. 1967 Technology Week 23 Jan. 34/2 The
nuclear power plants currently being constructed will be competitive
with fossil-fueled plants. 1970 Times 10 Apr. 31/5 The bugbear of short
range with existing battery electric systems could be overcome in the
short term‥by offering a small fossil-fuelled engine alternator. 1874
Sayce Compar. Philol. i. 61 Long-forgotten strata of society which our
*fossil-like records reveal to us. 1881 Raymond Mining Gloss., *Fossil
ore, fossiliferous red hematite.


Hence †ˈfossilry, ? a collection of fossils.
1755 Gentl. Mag. XXV. 567 Verses occasion'd by seeing the Fossilry at
Tenderves in Cornwall.
Roberto Deboni DMIsr
2021-04-26 11:35:32 UTC
Permalink
On 26/04/2021 13:27, Roberto Deboni DMIsr wrote:

8>< ----
Post by Roberto Deboni DMIsr
Purtroppo per leggere un aggiornamento della definizione
70 anni dopo, occorre pagare, ma ecco la versione completa
del 1989 (che vi riporti intera, caso mai non riuscite ad
<https://www.oed.com/oed2/00089011>
-------------------------------------------------------
fossil, a. and n.
(ˈfɒsɪl) Also 6 focille, 7–8 fossile, (7 -ill, 8 fosile, fossel). [a. F.
fossile, ad. L. fossil-is dug up, f. fodĕre to dig.]
A. adj.
8>< ----
Post by Roberto Deboni DMIsr
c. fossil fuel: combustible material obtained from below ground and
formed during the geological past; now esp. contrasted with sources of
nuclear energy. Also attrib.
1835 [J. Holland] (title) The history and description of fossil fuel,
the collieries and coal trade of Great Britain. 1854 Ronalds &
Richardson Chem. Technol. (ed. 2) I. 54 The oldest of all kinds of
fossil fuel, the anthracite. 1921 Sci. Amer. 14 May 292/3 The early
exhaustion of our fossil fuels will require the use of such other
sources of power as water, wind, and sun. 1949 Science 4 Feb. 107/2 In
view of the eventual exhaustion of fossil fuels, it is of interest to
know to what extent water power can be depended upon to replace them.
1952 Ayres & Scarlott Energy Sources i. 4 The combustion of fossil fuels
or the accelerated nuclear fission of elements. 1955 Times 9 Aug. 8/2
This would exhaust the known reserves of coal, oil and natural gas (the
so-called fossil fuels) within less than a century. 1969 R. B. Fuller
Operating Man. Spaceship Earth viii. 122 Physical energy‥is ever
increasingly deposited as a fossil-fuel savings account aboard our
Spaceship Earth through photosynthesis and‥topsoil fossilization.
Ecco la traduzione:

c) combustibile fossile: materiale combustibile ottenuto dal sottosuolo
e formatosi durante il passato geologico; ora [soprattutto, esp.] in
contrasto con le fonti di energia nucleare. Anche [attributo, attrib.]

1835 [J. Holland] (titolo) La storia e la descrizione dei combustibili
fossili, delle miniere di carbone e del commercio di carbone della
Gran Bretagna. 1854 Ronalds & Richardson Chem. Technol. (ed. 2) I. 54
Il più antico di tutti i tipi di combustibile fossile, l'antracite.
1921 Sci. Amer. 14 maggio 292/3 L'esaurimento precoce dei nostri
combustibili fossili richiederà l'uso di altre fonti di energia come
l'acqua, il vento e il sole. 1949 Science 4 Feb. 107/2 In
considerazione dell'esaurimento finale dei combustibili fossili, è
interessante sapere fino a che punto si può fare affidamento
sull'energia idrica per sostituirli. 1952 Ayres & Scarlott Energy
Sources i. 4 La combustione di combustibili fossili o la fissione
nucleare accelerata di elementi. 1955 Times 9 agosto 8/2 Ciò
esaurirebbe le riserve conosciute di carbone, petrolio e gas naturale
(i cosiddetti combustibili fossili) in meno di un secolo. 1969 R. B.
Fuller Operating Man. Astronave Terra viii. 122 L'energia fisica ‥
viene sempre più depositata come un conto di risparmio di combustibili
fossili a bordo della nostra Astronave Terra attraverso la fotosintesi
e la fossilizzazione del suolo.
valerio vanni
2021-04-25 11:40:20 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma cosa significa "fossile" ?
<https://www.treccani.it/vocabolario/fossile>
Ottenuto scavando.
Fossile e fissile allo stesso tempo ;-)
Roberto Deboni DMIsr
2021-04-26 10:57:18 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Roberto Deboni DMIsr
Chi ha visto ieri RAI3, la puntata "speciale" (sic!)
di Sapiens dal titolo
"L'atomo fuggente – un prezzo troppo alto"
avra' sentito il sig.Tozzi affermare che l'uranio sarebbe un
[combustibile] fossile.
Prego ?
Ma cosa significa "fossile" ?
<https://www.treccani.it/vocabolario/fossile>
Ottenuto scavando.
Si, qualcuno anni fa aveva ribattuto similmente, ma la cosa mi
semanticamente mi "perplime".

Altrimenti, i minerali di argento, ferro, oro, rame, piombo, etc.
sarebbero tutti fossili ? Quindi lo stesso litio sarebbe un
fossile ? Insomma le rinnovabili basano il loro futuro si un
elemento fossile estratto dalla Terra ?

Per scrupolo, ho controllato, ma essendo un termine "molto"
antiquato, c'era da aspettarselo, la definizione e' ancora
piu' "forte" sul Devoto Oli "cartaceo" del 1990.

"In origine, di *qualsiasi* materiale estratto dalla crosta
terrrestre;"

In altre parole, seconda la definizione "originaria", quella a
cui fanno appello gli antinuclearisti, *TUTTO* cio' che non e'
fabbricato a partire da materiali raccolti o cresciuti o
coltivati in superficie, sarebbe di origine fossile ?!!!!
Quindi, automobili (per i metalli) e turbine eoliche (idem),
sarebbero di origine fossile ? La stessa acqua che in molti
posti viene prelevata da pozzi scavati nella terra, sarebbe
di orgine fossile ?
Solo il fotovoltaico, stranamente, si salverebbe, perche' si
potrebbe affermare che deriva dalla sabbia raccolta sulle
spiagge ...
Ma l'assurdita' e' che il petrolio che in origine veniva
raccolto come sgorgava dalla terra, perderebbe la sua
caratteristica di origine fossile!

Interessante il riferimento in linguistica, a parole
arcaiche, forme scomparse, ma sopravvissuta in un altra.
Un uso "fossile" della parola "fossile" ? :-)
Maurizio Pistone
2021-04-25 15:19:16 UTC
Permalink
immagino lo stupore se uno storico dell'arte parlasse in televisione di
"arti plastiche" nella Grecia antica
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
https://mauriziopistone.it
https://lacabalesta.it
Maurizio Pistone
2021-04-26 12:01:21 UTC
Permalink
Si parla anche di "acqua fossile":

<https://en.wikipedia.org/wiki/Fossil_water>
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
https://mauriziopistone.it
https://lacabalesta.it
Ilario di Poitiers
2021-04-26 12:49:38 UTC
Permalink
Post by Maurizio Pistone
<https://en.wikipedia.org/wiki/Fossil_water>
Coeva dei fossili oggetti di studio della paleontologia, depositata
nella crosta terrestre da ere antichissime. In questo senso si parla di
"acqua fossile", ma è espressione codificata.

"Uranio fossile" invece sembra essere espressione usata solo da Mario
Tozzi e pochi altri.
Google Verbatim restituisce una manciata di risultati, tra cui alcuni
si riferiscono a materiali fossili con all'interno presenza di uranio,
e altri sono refusi frutto della solita confusione tra fissile e
fossile. Spicca la delibera di Arenzano, "Comune denuclearizzato", dove
si legge: "RICORDATO INOLTRE CHE occorre fare i conti con le riserve di
uranio fossile altamente radioattivo - U 235 - che rappresenta il
combustibile ..."

https://www.google.it/search?q=%22uranio+fossile%22&safe=off&sxsrf=ALeKk00m2fKOcgxd0Er3NEG0mMFhXP96Dg:1619440134955&source=lnt&tbs=li:1&sa=X&ved=2ahUKEwjr9-nP9JvwAhWN_rsIHVhoAf8QpwV6BAgBEDY&biw=1536&bih=699


Forse Tozzi ha ripescato il significato etimologico ma in ogni caso non
usa l'espressione nel senso proprio del contesto, il campo delle fonti
energetiche, e neppure della geologia a quanto pare. Forse (ma è solo
un'illazione) il suo non è zelo etimologico ma antinuclearista.
--
IdP


"I've lived through some terrible things in my life, some of which
actually happened." (Mark Twain)
Continua a leggere su narkive:
Loading...