Discussione:
Camilleri
(troppo vecchio per rispondere)
Greg
2018-02-21 18:51:53 UTC
Permalink
Stanno mandando la presentazione del prossimo episodio di MOntalbano, "la mossa del cavallo" e la fa Camilleri, il
quale conclude la sua "prefazione" con un "spero che vi piacerà".
Mi pare che il tempo del verbo debba essere un congiuntivo, ma il congiutivo non si può (potrebbe) declinare al futuro.
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
--
Greg
Giacobino da Tradate
2018-02-21 19:32:22 UTC
Permalink
Camilleri conclude la sua "prefazione" con un "spero che vi piacerà".
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
Si spiega dicendo che la valutazione dello spettatore avverra' in
futuro, dopo la visione. L'aspetto temporale prevale sulla incertezza
della valutazione, che per educazione vorrebbe il congiuntivo .

Poi insomma parla l'autore, che e' rodato e ben conscio dei suoi mezzi,
se lui confida in una ricezione positiva si puo' anche capirlo.
--
la cricca dei giacobini (C) M.G.
Greg
2018-02-21 20:03:56 UTC
Permalink
Camilleri conclude la sua "prefazione" con un "spero che vi piacerà".
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
Si spiega dicendo che la valutazione dello spettatore avverra' in futuro, dopo la visione. L'aspetto temporale
prevale sulla incertezza della valutazione, che per educazione vorrebbe il congiuntivo .
Poi insomma parla l'autore, che e' rodato e ben conscio dei suoi mezzi, se lui confida in una ricezione positiva si
puo' anche capirlo.
Grazie per la spiegazione. Se non fosse stato lui a parlare non ci avrei neanche badato.
--
Greg
Mad Prof
2018-02-21 19:36:22 UTC
Permalink
Post by Greg
Stanno mandando la presentazione del prossimo episodio di MOntalbano, "la
mossa del cavallo" e la fa Camilleri, il
quale conclude la sua "prefazione" con un "spero che vi piacerà".
Mi pare che il tempo del verbo debba essere un congiuntivo, ma il
congiutivo non si può (potrebbe) declinare al futuro.
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
<https://www.mauriziopistone.it/testi/discussioni/gramm06_futuro_oggettive.html>
--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Greg
2018-02-21 20:01:52 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Greg
Stanno mandando la presentazione del prossimo episodio di MOntalbano, "la
mossa del cavallo" e la fa Camilleri, il
quale conclude la sua "prefazione" con un "spero che vi piacerà".
Mi pare che il tempo del verbo debba essere un congiuntivo, ma il
congiutivo non si può (potrebbe) declinare al futuro.
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
<https://www.mauriziopistone.it/testi/discussioni/gramm06_futuro_oggettive.html>
Merci
--
Greg
Bruno Campanini
2018-02-21 23:32:16 UTC
Permalink
Post by Greg
Stanno mandando la presentazione del prossimo episodio di MOntalbano, "la
mossa del cavallo" e la fa Camilleri, il quale conclude la sua "prefazione"
con un "spero che vi piacerà".
Mi pare che il tempo del verbo debba essere un congiuntivo, ma il congiutivo
non si può (potrebbe) declinare al futuro.
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
Presumi giusto.
L'episodio sarà trasmesso la settimana successiva;
in quell'occasione ripresentandolo dovrà dire
"spero che vi piaccia".

Bruno
Greg
2018-02-22 18:56:07 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by Greg
Stanno mandando la presentazione del prossimo episodio di MOntalbano, "la mossa del cavallo" e la fa Camilleri, il
quale conclude la sua "prefazione" con un "spero che vi piacerà".
Mi pare che il tempo del verbo debba essere un congiuntivo, ma il congiutivo non si può (potrebbe) declinare al
futuro.
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
Presumi giusto.
L'episodio sarà trasmesso la settimana successiva;
in quell'occasione ripresentandolo dovrà dire
"spero che vi piaccia".
Bruno
E quella dopo: "spero che vi sia piaciuto", ma ne sono sicuro :)
--
Greg
Bruno Campanini
2018-02-23 11:45:32 UTC
Permalink
Post by Greg
Post by Bruno Campanini
Post by Greg
Stanno mandando la presentazione del prossimo episodio di MOntalbano, "la
mossa del cavallo" e la fa Camilleri, il quale conclude la sua
"prefazione" con un "spero che vi piacerà".
Mi pare che il tempo del verbo debba essere un congiuntivo, ma il
congiutivo non si può (potrebbe) declinare al futuro.
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
Presumi giusto.
L'episodio sarà trasmesso la settimana successiva;
in quell'occasione ripresentandolo dovrà dire
"spero che vi piaccia".
Bruno
E quella dopo: "spero che vi sia piaciuto", ma ne sono sicuro :)
Vent'anni dopo...
"sperai che vi fosse piaciuto"

Bruno
Mad Prof
2018-02-23 19:06:31 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by Greg
Post by Bruno Campanini
Post by Greg
Stanno mandando la presentazione del prossimo episodio di MOntalbano, "la
mossa del cavallo" e la fa Camilleri, il quale conclude la sua
"prefazione" con un "spero che vi piacerà".
Mi pare che il tempo del verbo debba essere un congiuntivo, ma il
congiutivo non si può (potrebbe) declinare al futuro.
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
Presumi giusto.
L'episodio sarà trasmesso la settimana successiva;
in quell'occasione ripresentandolo dovrà dire
"spero che vi piaccia".
Bruno
E quella dopo: "spero che vi sia piaciuto", ma ne sono sicuro :)
Vent'anni dopo...
"sperai che vi fosse piaciuto"
Dipende: se si sta riferendo alla speranza che aveva prima che fosse
mandato in onda, sarebbe:

Speravo che (una volta che lo aveste visto) vi sarebbe piaciuto.
--
73 is the Chuck Norris of numbers.
Bruno Campanini
2018-02-23 19:24:15 UTC
Permalink
Post by Mad Prof
Post by Bruno Campanini
Post by Greg
Post by Bruno Campanini
Post by Greg
Stanno mandando la presentazione del prossimo episodio di MOntalbano, "la
mossa del cavallo" e la fa Camilleri, il quale conclude la sua
"prefazione" con un "spero che vi piacerà".
Mi pare che il tempo del verbo debba essere un congiuntivo, ma il
congiutivo non si può (potrebbe) declinare al futuro.
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
Presumi giusto.
L'episodio sarà trasmesso la settimana successiva;
in quell'occasione ripresentandolo dovrà dire
"spero che vi piaccia".
Bruno
E quella dopo: "spero che vi sia piaciuto", ma ne sono sicuro :)
Vent'anni dopo...
"sperai che vi fosse piaciuto"
Dipende: se si sta riferendo alla speranza che aveva prima che fosse
Speravo che (una volta che lo aveste visto) vi sarebbe piaciuto.
Jawohl!

Bruno
ADPUF
2018-02-28 18:44:01 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by Greg
MOntalbano, "la mossa del cavallo" e la fa Camilleri, il
quale conclude la sua "prefazione" con un "spero che vi
piacerà". Mi pare che il tempo del verbo debba essere un
congiuntivo, ma il congiutivo non si può (potrebbe)
declinare al futuro. Siccome presumo che lui non abbia
sbagliato, allora come si spiega?
Presumi giusto.
L'episodio sarà trasmesso la settimana successiva;
in quell'occasione ripresentandolo dovrà dire
"spero che vi piaccia".
E dopo dirà "spero che vi abbia piaciuto."

Ah no, non è Dimaio.
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Bruno Campanini
2018-02-28 18:59:36 UTC
Permalink
Post by ADPUF
Post by Bruno Campanini
Presumi giusto.
L'episodio sarà trasmesso la settimana successiva;
in quell'occasione ripresentandolo dovrà dire
"spero che vi piaccia".
E dopo dirà "spero che vi abbia piaciuto."
Ah no, non è Dimaio.
Beh, ma io Di Maio l'avrò ascoltato tre o quattro volte:
costruzioni semplici, lineari, ripetute più volte,
scevre comunquee da scorrettezze sintattico-grammaticali.

Bruno
ADPUF
2018-02-28 21:50:03 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by ADPUF
Post by Bruno Campanini
L'episodio sarà trasmesso la settimana successiva;
in quell'occasione ripresentandolo dovrà dire
"spero che vi piaccia".
E dopo dirà "spero che vi abbia piaciuto."
Ah no, non è Dimaio.
io anche meno
Post by Bruno Campanini
costruzioni semplici, lineari, ripetute più volte,
scevre comunquee da scorrettezze sintattico-grammaticali.
So solo che girano tante storie sul suo modo di parlare poco
corretto, sul congiuntivo ecc...

Se mi dici che non è vero, ti credo sulla parola.
--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
https://en.wikipedia.org/wiki/Usenet
Bruno Campanini
2018-02-28 23:50:49 UTC
Permalink
Post by ADPUF
io anche meno
Post by Bruno Campanini
costruzioni semplici, lineari, ripetute più volte,
scevre comunquee da scorrettezze sintattico-grammaticali.
So solo che girano tante storie sul suo modo di parlare poco
corretto, sul congiuntivo ecc...
Le storie le sento anch'io ed è per questo che quando
mi capita di ascoltarlo sto attento a quel che dice.
Come stasera da Matrix, gli ultimi dieci minuti.
Post by ADPUF
Se mi dici che non è vero, ti credo sulla parola.
Dico che non è vero per quelli che sono i miei ascolti
e il mio giudizio.
Comunque sono più vecchio di Berlusconi, quindi potrei
anche essere più sgangherato di lui... nel giudicare.

Bruno
Klaram
2018-03-01 11:51:09 UTC
Permalink
Post by ADPUF
io anche meno
Post by Bruno Campanini
costruzioni semplici, lineari, ripetute più volte,
scevre comunquee da scorrettezze sintattico-grammaticali.
So solo che girano tante storie sul suo modo di parlare poco
corretto, sul congiuntivo ecc...
Se mi dici che non è vero, ti credo sulla parola.
Ne ha sbagliati alcuni tipo: "il movimento ha detto che noi volessimo
fare...", ci sono i video.
Inoltre usa spesso l'indicativo al posto del congiuntivo, ma questo lo
fanno in molti. Ricordo che D'Alema non usava mai il congiuntivo nelle
oggettive, come Mike Bongiorno.

Però, mi sembrano ben più gravi gli errori della Fedeli in quanto
ministro dell'istruzione. Anzi trovo che non stia né in cielo né in
terra un ministro dell'istruzione che non parla correttamente
l'italiano.

k
Roger
2018-03-01 13:06:59 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by ADPUF
Post by Bruno Campanini
Presumi giusto.
L'episodio sarà trasmesso la settimana successiva;
in quell'occasione ripresentandolo dovrà dire
"spero che vi piaccia".
E dopo dirà "spero che vi abbia piaciuto."
Ah no, non è Dimaio.
costruzioni semplici, lineari, ripetute più volte,
scevre comunquee da scorrettezze sintattico-grammaticali.
Ecco come lo giudica Sgarbi:
https://goo.gl/2YVPzN
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Bruno Campanini
2018-03-01 13:40:43 UTC
Permalink
Post by Roger
Post by Bruno Campanini
Post by ADPUF
Ah no, non è Dimaio.
costruzioni semplici, lineari, ripetute più volte,
scevre comunquee da scorrettezze sintattico-grammaticali.
https://goo.gl/2YVPzN
Dovresti giurarmelo che ti piaccia... perché non
posso crederci!

Bruno
Rapsòdo
2018-03-01 14:01:50 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
Post by Bruno Campanini
Post by ADPUF
Ah no, non è Dimaio.
costruzioni semplici, lineari, ripetute più volte,
scevre comunquee da scorrettezze sintattico-grammaticali.
https://goo.gl/2YVPzN
Dovresti giurarmelo che ti piaccia... perché non
posso crederci!
Bruno
A qualcuno riesce di seguire i discorsi politici?
A me sinceramente no.
Poi tra errori grammaticali ed offese non saprei che scegliere;
probabilmente da un punto di vista pedagogico è preferibile
e fa meno danni l'errore grammaticale
Bruno Campanini
2018-03-01 14:19:22 UTC
Permalink
Post by Rapsòdo
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
Post by Bruno Campanini
Post by ADPUF
Ah no, non è Dimaio.
costruzioni semplici, lineari, ripetute più volte,
scevre comunquee da scorrettezze sintattico-grammaticali.
https://goo.gl/2YVPzN
Dovresti giurarmelo che ti piaccia... perché non
posso crederci!
Bruno
A qualcuno riesce di seguire i discorsi politici?
A me sinceramente no.
Poi tra errori grammaticali ed offese non saprei che scegliere;
probabilmente da un punto di vista pedagogico è preferibile
e fa meno danni l'errore grammaticale
Sicuramente! che in questa tornata il lessico non mi pare
così tartassato come il buon senso!

Bruno
Roger
2018-03-01 15:43:22 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
Post by Bruno Campanini
Post by ADPUF
Ah no, non è Dimaio.
costruzioni semplici, lineari, ripetute più volte,
scevre comunquee da scorrettezze sintattico-grammaticali.
https://goo.gl/2YVPzN
Dovresti giurarmelo che ti piaccia... perché non
posso crederci!
Sgarbi non mi piace assolutamente.
Ma in questo caso condivido in pieno quello che dice.
E non vedo in cosa puoi non condividerlo anche tu.
Che Di Maio non sia una scorreggia di Grillo?
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Bruno Campanini
2018-03-01 16:52:13 UTC
Permalink
Post by Roger
Sgarbi non mi piace assolutamente.
A me invece piace, ma nella circostanza non condivido
né il senso né (soprattutto!) il modo di quello che dice.
Post by Roger
Ma in questo caso condivido in pieno quello che dice.
E non vedo in cosa puoi non condividerlo anche tu.
Che Di Maio non sia una scorreggia di Grillo?
Vuoi dire come Gentiloni lo è di Renzi? sono d'accordo!

Bruno
Roger
2018-03-01 17:41:51 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
Sgarbi non mi piace assolutamente.
A me invece piace, ma nella circostanza non condivido
né il senso né (soprattutto!) il modo di quello che dice.
Post by Roger
Ma in questo caso condivido in pieno quello che dice.
E non vedo in cosa puoi non condividerlo anche tu.
Che Di Maio non sia una scorreggia di Grillo?
Vuoi dire come Gentiloni lo è di Renzi? sono d'accordo!
Ahiahiahi!
Ho toccato un nervo scoperto! :-)
--
Ciao,
Roger
--
Coraggio, il meglio è passato (Ennio Flaiano)
Bruno Campanini
2018-03-01 18:26:09 UTC
Permalink
Post by Roger
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
Sgarbi non mi piace assolutamente.
A me invece piace, ma nella circostanza non condivido
né il senso né (soprattutto!) il modo di quello che dice.
Post by Roger
Ma in questo caso condivido in pieno quello che dice.
E non vedo in cosa puoi non condividerlo anche tu.
Che Di Maio non sia una scorreggia di Grillo?
Vuoi dire come Gentiloni lo è di Renzi? sono d'accordo!
Ahiahiahi!
Ho toccato un nervo scoperto! :-)
Sbagliato!

Bruno
Rapsòdo
2018-03-01 18:48:18 UTC
Permalink
[...]
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
Ahiahiahi!
Ho toccato un nervo scoperto! :-)
Sbagliato!
Bruno
Mettiamola così...
ognuno può essere per chi vuole,
ma vedo male chi sostiene in maniera fanatica
e vede come m***e tutti gli altri.
E questo pare un po' l'andazzo comune:
o me o il disastro totale!
Da questo punto di vista sentirli,
passato il dramma, può provocare un effetto comico.
Per questo non ci sono dialoghi, confronti.
Si confrontavano di più Don Camillo e Peppone :)
Io la vedo così.
Rapsòdo
2018-03-01 19:40:28 UTC
Permalink
Rapsòdo ha postato:

[...]
Post by Rapsòdo
Per questo non ci sono dialoghi, confronti.
Si confrontavano di più Don Camillo e Peppone :)
Io la vedo così.
Trovo aureo questo libretto, specie con i tempi che corrono
(ma 'ndo andranno?)
http://bit.do/Rapsodo

Vi saluto, volevo fare solo quella domanda
Bruno Campanini
2018-03-02 00:32:37 UTC
Permalink
Post by Rapsòdo
[...]
Post by Bruno Campanini
Post by Roger
Ahiahiahi!
Ho toccato un nervo scoperto! :-)
Sbagliato!
Bruno
Mettiamola così...
ognuno può essere per chi vuole,
ma vedo male chi sostiene in maniera fanatica
e vede come m***e tutti gli altri.
o me o il disastro totale!
Da questo punto di vista sentirli,
passato il dramma, può provocare un effetto comico.
Per questo non ci sono dialoghi, confronti.
Si confrontavano di più Don Camillo e Peppone :)
Io la vedo così.
Debbono pescare voti, non importa dove.
Però sanno che gli imbecilli sono il bacino più grande
e che a quelli non possono certo leggere il
De bello gallico, né spiegare Aristotele o la
Relatività (ammesso poi che queste cose sappiano farle!).
Quindi avanti con la flat tax (io avrei detto imposta unica),
gli immigrati (che ormai hanno rotto i coglions a tutta
Italia), la Fornero, i vangeli, i rosari (io ci mettrei
anche il papa fra i rimpatriandi), etc, etc.

Bruno

Giacobino da Tradate
2018-03-01 14:42:27 UTC
Permalink
Post by ADPUF
E dopo dirà "spero che vi abbia piaciuto."
Ah no, non è Dimaio.
era Petrolini: "vi ha piaciato"?

ai tempi faceva ridere

mah
--
la cricca dei giacobini (C) M.G.
Bruno Campanini
2018-03-01 14:51:29 UTC
Permalink
Post by Giacobino da Tradate
Post by ADPUF
E dopo dirà "spero che vi abbia piaciuto."
Ah no, non è Dimaio.
era Petrolini: "vi ha piaciato"?
ai tempi faceva ridere
Io ho sentito spesso, non da Petrolini, "è stato piaciuto".
Faceva piangere.

Bruno
B.B.
2018-02-23 16:26:04 UTC
Permalink
Post by Greg
Stanno mandando la presentazione del prossimo episodio di MOntalbano,
"la mossa del cavallo" e la fa Camilleri, il quale conclude la sua
"prefazione" con un "spero che vi piacerà".
Mi pare che il tempo del verbo debba essere un congiuntivo, ma il
congiutivo non si può (potrebbe) declinare al futuro.
Siccome presumo che lui non abbia sbagliato, allora come si spiega?
Non c'è molto da spiegare. In italiano, il futuro può essere utilizzato
in molte situazioni in cui è richiesto il congiuntivo.
Poiché l'avvenire è spesso incerto, il tempo futuro ha delle sfumature
modali che lo collocano a metà strada tra indicativo e congiuntivo.

--bb
Loading...