Discussione:
cose insopportabili
(troppo vecchio per rispondere)
calypsos
2020-09-10 20:45:26 UTC
Permalink
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il "quant'altro", vi propongo nuove cose insopportabili:
"problematiche" al posto di "problemi"
"condizionalità" al posto di "condizioni"
"quelli/e che..." segue oggetto
Che ne pensate?
c.
Kiuhnm
2020-09-10 21:03:39 UTC
Permalink
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Post by calypsos
"problematiche" al posto di "problemi"
Treccani: problemàtica s. f. [femm. sostantivato di problematico]. –
L’insieme dei problemi fra loro connessi relativi a un dato argomento:
la p. della disoccupazione giovanile; tutta la p. sulla questione si
riduce a pochi dati.
Post by calypsos
"condizionalità" al posto di "condizioni"
Mai sentito: l'avrò rimosso.
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Per esempio?
--
Kiuhnm
orpheus
2020-09-11 07:07:11 UTC
Permalink
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il "quant'altro",
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Post by calypsos
"problematiche" al posto di "problemi"
Treccani: problemàtica s. f. [femm. sostantivato di problematico]. –
L’insieme dei problemi fra loro connessi relativi a un dato
argomento: la p. della disoccupazione giovanile; tutta la p. sulla
questione si riduce a pochi dati.
In un mondo ormai del tutto caratterizzato da "interdipendenze" abbiamo
certo più problematiche che problemi... credo che l'userò più spesso
:-)
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"condizionalità" al posto di "condizioni"
Mai sentito: l'avrò rimosso.
Circa 360.000 risultati
https://www.google.it/search?hl=it&q=%22condizionalit%C3%A0%22

Il termine Condizionalità (cross-compliance in inglese ed
éco-conditionnalité in francese) si riferisce all'insieme di regole che
ogni agricoltore beneficiario di contributi messi a disposizione dalla
Politica Agricola Comune (PAC) è tenuto a rispettare.
https://it.wikipedia.org/wiki/Condizionalit%C3%A0
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Per esempio?
boh...

--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
Klaram
2020-09-11 10:57:42 UTC
Permalink
Orpheus ha scritto.
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il "quant'altro",
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Post by calypsos
"problematiche" al posto di "problemi"
Treccani: problemàtica s. f. [femm. sostantivato di problematico]. –
L’insieme dei problemi fra loro connessi relativi a un dato
argomento: la p. della disoccupazione giovanile; tutta la p. sulla
questione si riduce a pochi dati.
In un mondo ormai del tutto caratterizzato da "interdipendenze" abbiamo
certo più problematiche che problemi... credo che l'userò più spesso
:-)
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"condizionalità" al posto di "condizioni"
Spesso, però, problematica, tematica, condizionalità sono usate a
sproposito, quando basterebbero problema, tema, condizione. Si ha
l'impressione che ad alcuni piaccia la complicazione delle cosa
semplici.

k
orpheus
2020-09-11 11:46:12 UTC
Permalink
Post by Klaram
Orpheus ha scritto.
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Post by calypsos
"problematiche" al posto di "problemi"
Treccani: problemàtica s. f. [femm. sostantivato di
problematico]. – L’insieme dei problemi fra loro connessi
relativi a un dato argomento: la p. della disoccupazione
giovanile; tutta la p. sulla questione si riduce a pochi dati.
In un mondo ormai del tutto caratterizzato da "interdipendenze"
abbiamo certo più problematiche che problemi... credo che l'userò
più spesso :-)
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"condizionalità" al posto di "condizioni"
Spesso, però, problematica, tematica, condizionalità sono usate a
sproposito, quando basterebbero problema, tema, condizione. Si ha
l'impressione che ad alcuni piaccia la complicazione delle cosa
semplici.
k
A me non pare spesso, non ho avuto questa impressione navigando.
Anche io ad esempio non mi sono quasi mai imbattuto in "condizionalità"
e vedendo su Google pare un termine usato soprattutto nella filiera
agricola.
Semplificare poi a volte non è un bene, la strada delle semplificazioni
impera, in un mondo che invece è interazione e complessità
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
Kiuhnm
2020-09-11 17:37:56 UTC
Permalink
Post by orpheus
Semplificare poi a volte non è un bene, la strada delle semplificazioni
impera, in un mondo che invece è interazione e complessità
"Everything should be made as simple as possible, but not simpler."
Albert Einstein

La parte difficile (tricky part) è quel "not simpler", ovviamente.
--
Kiuhnm
orpheus
2020-09-11 17:57:45 UTC
Permalink
Post by Kiuhnm
Post by orpheus
Semplificare poi a volte non è un bene, la strada delle
semplificazioni impera, in un mondo che invece è interazione e
complessità
"Everything should be made as simple as possible, but not simpler."
Albert Einstein
La parte difficile (tricky part) è quel "not simpler", ovviamente.
Sono d'accordo, si possono dire cose anche molto complicate in maniera
semplice. Quello che riesce a fare un bravo divulgatore. Io a volte
guardo pure i libretti scientifici scritti per ragazzi... tipo quelli
di Luca Novelli, e non me ne vergogno :-)
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
Kiuhnm
2020-09-11 19:04:16 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by Kiuhnm
Post by orpheus
Semplificare poi a volte non è un bene, la strada delle
semplificazioni impera, in un mondo che invece è interazione e
complessità
"Everything should be made as simple as possible, but not simpler."
Albert Einstein
La parte difficile (tricky part) è quel "not simpler", ovviamente.
Sono d'accordo, si possono dire cose anche molto complicate in maniera
semplice. Quello che riesce a fare un bravo divulgatore. Io a volte
guardo pure i libretti scientifici scritti per ragazzi... tipo quelli
di Luca Novelli, e non me ne vergogno :-)
In inglese c'è l'espressione "ELI5" che è l'acronimo di "Explain Like
I'm 5". Quando esce una pubblicazione complicata c'è sempre qualcuno che
chiede un ELI5.
--
Kiuhnm
edi'®
2020-09-11 07:57:23 UTC
Permalink
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il "quant'altro", vi
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Naturalmente, ma penso che calypsos si riferisse all'uso di "piuttosto
che" con valore disgiuntivo (oppure).
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Per esempio?
Mi viene in mente la trasmizzione televisiva "quelli che il calcio".

E.D.
orpheus
2020-09-11 07:59:40 UTC
Permalink
Post by edi'®
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Naturalmente, ma penso che calypsos si riferisse all'uso di
"piuttosto che" con valore disgiuntivo (oppure).
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Per esempio?
Mi viene in mente la trasmizzione televisiva "quelli che il calcio".
anche a me era venuta, però è quelli che... il calcio
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
orpheus
2020-09-11 08:03:50 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by edi'®
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Naturalmente, ma penso che calypsos si riferisse all'uso di
"piuttosto che" con valore disgiuntivo (oppure).
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Per esempio?
Mi viene in mente la trasmizzione televisiva "quelli che il calcio".
anche a me era venuta, però è quelli che... il calcio
almeno credevo, controllando pare di no... però è inteso con ironia
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
Bruno Campanini
2020-09-11 13:04:01 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by edi'®
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Naturalmente, ma penso che calypsos si riferisse all'uso di
"piuttosto che" con valore disgiuntivo (oppure).
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Per esempio?
Mi viene in mente la trasmizzione televisiva "quelli che il calcio".
anche a me era venuta, però è quelli che... il calcio
Quelli che con una bella dormita passa tutto, anche il cancro, oh yeh!

Da "Quelli che " di Enzo Jannacci:
https://www.angolotesti.it/E/testi_canzoni_enzo_jannacci_4346/testo_canzone_quelli_che_160877.html

Bruno
orpheus
2020-09-11 14:28:11 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
Post by orpheus
Post by edi'®
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Naturalmente, ma penso che calypsos si riferisse all'uso di
"piuttosto che" con valore disgiuntivo (oppure).
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Per esempio?
Mi viene in mente la trasmizzione televisiva "quelli che il calcio".
anche a me era venuta, però è quelli che... il calcio
Quelli che con una bella dormita passa tutto, anche il cancro, oh yeh!
https://www.angolotesti.it/E/testi_canzoni_enzo_jannacci_4346/testo_canzone_quelli_che_160877.html
Post by Bruno Campanini
Bruno
è un cantato... va interpretato come "quelli che (dicono) con una bella
dormita" etc etc (salute)
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
Gennaro
2020-09-11 08:07:35 UTC
Permalink
Post by edi'®
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il "quant'altro",
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Naturalmente, ma penso che calypsos si riferisse all'uso di "piuttosto
che" con valore disgiuntivo (oppure).
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Per esempio?
Mi viene in mente la trasmizzione televisiva "quelli che il calcio".
E.D.
Non se si può parlare di frase scissa, ma immagino sul tipo
"Non mi vengono in mente quelli che sono gli esempi più adatti" per "Non
mi vengono in mente gli esempi più adatti"...
edi'®
2020-09-11 08:52:34 UTC
Permalink
Post by edi'®
Mi viene in mente la trasmizzione
Don Diego de la Vega.

E.D.
Giacobino da Tradate
2020-09-11 18:04:28 UTC
Permalink
Il giorno Fri, 11 Sep 2020 10:52:34 +0200
Post by edi'®
Post by edi'®
Mi viene in mente la trasmizzione
Don Diego de la Vega.
Zorry Kid?
--
"Le Mondine" Fan Club
--
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Kiuhnm
2020-09-11 17:40:50 UTC
Permalink
Post by edi'®
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il "quant'altro",
"Piuttosto che" è perfettamente lecito se usato correttamente.
Naturalmente, ma penso che calypsos si riferisse all'uso di "piuttosto
che" con valore disgiuntivo (oppure).
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Per esempio?
Mi viene in mente la trasmizzione televisiva "quelli che il calcio".
L'ho sempre presa come battuta o un modo simpatico volutamente
sgrammaticato per riferirsi a una categoria di persone.
--
Kiuhnm
Klaram
2020-09-12 13:21:14 UTC
Permalink
Post by edi'®
Post by Kiuhnm
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Per esempio?
Mi viene in mente la trasmizzione televisiva "quelli che il calcio".
L'ho sempre presa come battuta o un modo simpatico volutamente sgrammaticato
per riferirsi a una categoria di persone.
Anch'io. Come Che tempo che fa.

k

Roger
2020-09-11 08:47:42 UTC
Permalink
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il "quant'altro", vi
propongo nuove cose insopportabili: "problematiche" al posto di "problemi"
"condizionalità" al posto di "condizioni"
"quelli/e che..." segue oggetto
Penso che tu intenda dire: "segue verbo essere"
Esempio:
quello/a che è
quelli/e che sono
Post by calypsos
Che ne pensate?
Da mettere al muro.
Ma mi rendo conto che è una marea che sale ed una battaglia persa.
Su "piuttosto che" disgiuntivo hanno persino scritto un libretto:

https://books.google.it/books/about/Piuttosto_che.html?id=JXqACs-jCUEC&printsec=frontcover&source=kp_read_button&redir_esc=y#v=onepage&q&f=false
--
Ciao,
Roger
--
Vassene il tempo e l'uom non se ne avvede
Giacobino da Tradate
2020-09-11 19:26:46 UTC
Permalink
Il giorno Fri, 11 Sep 2020 10:47:42 +0200
Post by Roger
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Penso che tu intenda dire: "segue verbo essere"
quello/a che è
quelli/e che sono
Post by calypsos
Che ne pensate?
Da mettere al muro.
quadro o fucilazione?

"Quelli che" sono chiaramente la citazione della canzone di Jannacci
(un rap ante litteram, o forse un talking), e a sua volta la canzone
era gia' un catalogo delle frasi fatte e dei comportamenti
*insopportabili*, sulla scia di Flaubert.

Quelli che [verbo] [complemento] [sono esecrabili], oh si'.

"sono esecrabili" e' sempre sottinteso, il verbo o il complemento
vengono omessi a seconda della opportunita' espressiva.

Quelli che Almirante parla bene, oh yes.
--
"Le Mondine" Fan Club
--
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
calypsos
2020-09-11 20:38:53 UTC
Permalink
Post by Giacobino da Tradate
Il giorno Fri, 11 Sep 2020 10:47:42 +0200
Post by Roger
Post by calypsos
"quelli/e che..." segue oggetto
Penso che tu intenda dire: "segue verbo essere"
quello/a che è
quelli/e che sono
Post by calypsos
Che ne pensate?
Da mettere al muro.
quadro o fucilazione?
"Quelli che" sono chiaramente la citazione della canzone di Jannacci
(un rap ante litteram, o forse un talking), e a sua volta la canzone
era gia' un catalogo delle frasi fatte e dei comportamenti
*insopportabili*, sulla scia di Flaubert.
Quelli che [verbo] [complemento] [sono esecrabili], oh si'.
"sono esecrabili" e' sempre sottinteso, il verbo o il complemento
vengono omessi a seconda della opportunita' espressiva.
Quelli che Almirante parla bene, oh yes.
--
"Le Mondine" Fan Club
--
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Molto interessante la conversazione, molti hanno capito perfettamente il mio pensiero, altri no.
Riepilogo:
"quelli/e che..." non sono Quelli di Jannacci o del calcio, ma giornalisti e politici in tv che dicono, p.es. "si discute su quella che è l'apertura delle scuole" oppure "sentiamo quella che è l'opinione del tizio" oppure "vediamo quella che è la situazione all'estero" ecc.Chiaro?
Di "condizionalità" si parla sempre non per regole agricole bensì a proposito del MES "senza condizionalità". A proposito : perchè tanto accanimento contro il MES???
"assolutamente"- "completamente", se non c'è il sì o il no non si capisce, ricordo un amico che richiesto se avesse già mangiato rispose: "Completamente" e voleva dire no, che non aveva ancora mangiato
Altra cosa insopportabile: "mi auspico" (no comment)
c.
orpheus
2020-09-11 20:51:59 UTC
Permalink
calypsos il 11/09/2020 alle 22:38:53 ha postato:

[...]
Post by calypsos
Di "condizionalità" si parla sempre non per
regole agricole bensì a proposito del MES "senza condizionalità".
[...]

hala, hala....

calà’, v.intr. almeno nel senso di diminuire che ha appunto il verbo
calare; nel contado almeno un tempo veniva detto: “E’ calo di peso”: è
calato di peso, con una contrazione per un motivo pratico, vien fatto
di pensare, come per molte altre parole storpiate specialmente in
campagna. Si pensi inoltre al modo di dire con la c- molto aspirata:
“Cala, cala”: abbassa la cresta! “Non esagerare!” (Malagoli).
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
orpheus
2020-09-11 21:16:53 UTC
Permalink
Post by orpheus
[...]
Post by calypsos
Di "condizionalità" si parla sempre non per
regole agricole bensì a proposito del MES "senza condizionalità".
[...]
hala, hala....
calà’, v.intr. almeno nel senso di diminuire che ha appunto il verbo
calare; nel contado almeno un tempo veniva detto: “E’ calo di peso”: è
calato di peso, con una contrazione per un motivo pratico, vien fatto
di pensare, come per molte altre parole storpiate specialmente in
“Cala, cala”: abbassa la cresta! “Non esagerare!” (Malagoli).
Ma poi, anche per il MES, è cos' sbagliato parlare di condizionalità?

Il Meccanismo europeo di stabilità (MES - European Stability Mechanism,
ESM) è stato istituito mediante un trattato intergovernativo, al di
fuori del quadro giuridico della UE, nel 2012. La sua funzione
fondamentale è concedere, sotto precise condizioni, assistenza
finanziaria ai paesi membri che - pur avendo un debito pubblico
sostenibile - trovino temporanee difficoltà nel finanziarsi sul mercato.

La condizionalità varia a seconda della natura dello strumento
utilizzato: per i prestiti assume la forma di un programma di
aggiustamento macroeconomico, specificato in un apposito memorandum; è
meno stringente nel caso delle linee di credito precauzionali,
destinate a paesi in condizioni economiche e finanziarie
fondamentalmente sane ma colpiti da shock avversi.
https://www.bancaditalia.it/media/fact/2019/mes_riforma/index.html

a me pare che assuma un significato specifico
A tal fine, il fondo subordina l’erogazione dei propri prestiti a
misure di aggiustamento economico. Tale condizionalità è indispensabile
per affrontare le radici economiche profonde di una crisi, evitando che
questa si ripeta in futuro; essa mira anche a contenere il rischio che
le limitate risorse del FMI – in ultima istanza, i contributi versati
dai suoi paesi membri – siano messe troppo facilmente a disposizione
per creare una rete di salvataggio.
https://www.treccani.it/enciclopedia/fmi_%28Lessico-del-XXI-Secolo%29/
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
orpheus
2020-09-11 21:28:01 UTC
Permalink
[...]
Post by calypsos
Di "condizionalità" si parla sempre non per
regole agricole bensì a proposito del MES "senza condizionalità".
[...]
e continuando, perché mi pare interessante:
Questo essendo il quadro istituzionale di riferimento, l’8 maggio 2020
l’Eurogruppo e il 15 maggio il Consiglio dei governatori del Mes hanno
deliberato che i Paesi possano accedere alla linea di credito
rafforzata (ECCL) accompagnata da un’unica condizionalità, ossia che le
risorse siano impiegate nel sostenere spese sanitarie dirette o
indirette legate all’emergenza Coronavirus.
https://www.treccani.it/magazine/atlante/geopolitica/Mes_o_non_Mes.html
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
Al Asset
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Post by calypsos
"problematiche" al posto di "problemi"
"condizionalità" al posto di "condizioni"
"quelli/e che..." segue oggetto
Che ne pensate?
c.
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
Generalmente rispondo che "..no, l'ho trovato sulla Enciclopédia"
Ma mi danno anche fastidio "assolutamente sì", "controesodo",
"sia... che...".
--
Al Asset
La violenza è l'ultima risorsa degli incapaci
(Sindaco Salvor Hardin, "Cronache della Galassia" Asimov)
orpheus
2020-09-11 09:11:16 UTC
Permalink
Post by Al Asset
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il "quant'altro",
vi propongo nuove cose insopportabili: "problematiche" al posto di
"problemi" "condizionalità" al posto di "condizioni"
"quelli/e che..." segue oggetto
Che ne pensate?
c.
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
Generalmente rispondo che "..no, l'ho trovato sulla Enciclopédia"
Ma mi danno anche fastidio "assolutamente sì", "controesodo",
"sia... che...".
A parte che hai scritto "da" invece che "dà"... può capitare.
A me invece dà fastidio l'arroganza linguistica, quando vengono usate
espressioni per me violente, come "mettere al muro" oppure "pistola
puntata"... la scelta delle parole è importante, e questo mi pare più
grave che puntare il dito verso errori, che a volte sono pure presunti
errori. Questione di propensioni personali, evidentemente
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
orpheus
2020-09-11 09:36:07 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by Al Asset
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il
"problematiche" al posto di "problemi" "condizionalità" al posto
di "condizioni" "quelli/e che..." segue oggetto
Che ne pensate?
c.
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
Generalmente rispondo che "..no, l'ho trovato sulla Enciclopédia"
Ma mi danno anche fastidio "assolutamente sì", "controesodo",
"sia... che...".
A parte che hai scritto "da" invece che "dà"... può capitare.
A me invece dà fastidio l'arroganza linguistica, quando vengono usate
espressioni per me violente, come "mettere al muro" oppure "pistola
puntata"... la scelta delle parole è importante, e questo mi pare più
grave che puntare il dito verso errori, che a volte sono pure presunti
errori. Questione di propensioni personali, evidentemente
Controèsdo tra l'altro è contmplato pure dal Treccani
https://www.treccani.it/vocabolario/controesodo/

"Assolutamente" dà fastidio pure a me, ma in maniera tollerabile,
dato che spesso mi sembrà più un intercalare delle persone,
per darsi coraggio... siamo in un periodo di forti sensazioni di
"fragilità" :-)
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
Klaram
2020-09-11 10:52:30 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by Al Asset
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il "quant'altro",
vi propongo nuove cose insopportabili: "problematiche" al posto di
"problemi" "condizionalità" al posto di "condizioni"
"quelli/e che..." segue oggetto
Che ne pensate?
c.
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
Generalmente rispondo che "..no, l'ho trovato sulla Enciclopédia"
Ma mi danno anche fastidio "assolutamente sì", "controesodo",
"sia... che...".
A me invece dà fastidio l'arroganza linguistica, quando vengono usate
espressioni per me violente, come "mettere al muro" oppure "pistola
puntata"... la scelta delle parole è importante, e questo mi pare più
grave che puntare il dito verso errori, che a volte sono pure presunti
errori. Questione di propensioni personali, evidentemente
Questo è un aspetto più psicologico o di bon ton che non lingiustico.

k
Bruno Campanini
2020-09-11 13:07:43 UTC
Permalink
[...]
Post by Klaram
Questo è un aspetto più psicologico o di bon ton che non lingiustico.
k
Perché quel "non"?

Bruno
Klaram
2020-09-11 15:28:41 UTC
Permalink
Post by Bruno Campanini
[...]
Post by Klaram
Questo è un aspetto più psicologico o di bon ton che non lingiustico.
k
Perché quel "non"?
Pleonastico.
Father McKenzie
2020-09-11 12:02:42 UTC
Permalink
Post by orpheus
dà fastidio l'arroganza linguistica, quando vengono usate
espressioni per me violente
Occhio, non sempre è il linguaggio a caratterizzare la statura dela
persona: chi dice "bestialità" con educazione è ancora più pericoloso,
perché magari non riconoscibile ictu oculi; anzi, diceva un adagio dei
tempi che furono, i mascalzoni coi baffi spioventi si riconoscono
subito, mentre sono quelli con l'aria da gente perbene i più pericolosi
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
orpheus
2020-09-11 12:12:46 UTC
Permalink
Post by Father McKenzie
Post by orpheus
dà fastidio l'arroganza linguistica, quando vengono usate
espressioni per me violente
Occhio, non sempre è il linguaggio a caratterizzare la statura dela
persona: chi dice "bestialità" con educazione è ancora più
pericoloso, perché magari non riconoscibile ictu oculi; anzi, diceva
un adagio dei tempi che furono, i mascalzoni coi baffi spioventi si
riconoscono subito, mentre sono quelli con l'aria da gente perbene i
più pericolosi
giusta osservazione, te l'avallo...
d'altra parte gente semplice, con linguaggio molto discutibile,
a volte invece fanno grande tenerezza, come nel link che ti ho mandato,
spero che tu l'abbia visto... merita
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
orpheus
2020-09-11 12:39:18 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by Father McKenzie
Post by orpheus
dà fastidio l'arroganza linguistica, quando vengono usate
espressioni per me violente
Occhio, non sempre è il linguaggio a caratterizzare la statura dela
persona: chi dice "bestialità" con educazione è ancora più
pericoloso, perché magari non riconoscibile ictu oculi; anzi, diceva
un adagio dei tempi che furono, i mascalzoni coi baffi spioventi si
riconoscono subito, mentre sono quelli con l'aria da gente perbene i
più pericolosi
giusta osservazione, te l'avallo...
d'altra parte gente semplice, con linguaggio molto discutibile,
a volte invece fanno grande tenerezza, come nel link che ti ho
mandato, spero che tu l'abbia visto... merita
ed aggiungo: se la scuola fosse fatta a quella maniera,
avremmo risolto quasi completamente i problemi di "liquidità"
alla Bauman :-)
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
Father McKenzie
2020-09-11 10:07:18 UTC
Permalink
Post by Al Asset
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
E' un'istituzione internazionale, scritta in varie lingue con
partecipazione globale. Le scelte imho sono due: pronuncia originale
(cioè uichi pìdia all'inglese) o italianizzata (uichipèdia). Uichipedìa
proprio non mi viene.
--
Et interrogabant eum turbae dicentes: “Quid ergo faciemus?”.
Respondens autem dicebat illis: “Qui habet duas tunicas,
det non habenti; et, qui habet escas, similiter faciat”.
(Ev. sec. Lucam 3,10-11)
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Roger
2020-09-11 10:09:51 UTC
Permalink
Post by Al Asset
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
E' un'istituzione internazionale, scritta in varie lingue con partecipazione
globale. Le scelte imho sono due: pronuncia originale (cioè uichi pìdia
all'inglese) o italianizzata (uichipèdia). Uichipedìa proprio non mi viene.
Assolutamente d'accordo.
--
Ciao,
Roger
--
Vassene il tempo e l'uom non se ne avvede
Roger
2020-09-11 12:31:21 UTC
Permalink
Post by Al Asset
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
E' un'istituzione internazionale, scritta in varie lingue con partecipazione
globale. Le scelte imho sono due: pronuncia originale (cioè uichi pìdia
all'inglese) o italianizzata (uichipèdia). Uichipedìa proprio non mi viene.
Più che da "enciclopedía" la pronuncia in italiano si fa trascinare
dalle numerose
parole in -édia: commedia, tragedia, inedia, sedia, (inter)media,
rimedia,
assedia...
Come succede anche al sottoscritto.
--
Ciao,
Roger
--
Vassene il tempo e l'uom non se ne avvede
Giovanni Drogo
2020-09-11 15:15:19 UTC
Permalink
globale. Le scelte imho sono due: pronuncia originale (cioè uichi pìdia
all'inglese) o italianizzata (uichipèdia). Uichipedìa proprio non mi viene.
strano perche' e' la piu' spontanea pensando a enciclopedia
Valerio Vanni
2020-09-11 11:26:49 UTC
Permalink
On Fri, 11 Sep 2020 10:56:02 +0200 (GMT+02:00), Al Asset
Post by Al Asset
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
E Wikipèdia?
--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
orpheus
2020-09-11 11:48:25 UTC
Permalink
Post by Valerio Vanni
On Fri, 11 Sep 2020 10:56:02 +0200 (GMT+02:00), Al Asset
Post by Al Asset
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
E Wikipèdia?
forse per lui meglio uno sciopero della fame con relativa inedìa...
ihihihihihihih
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
orpheus
2020-09-11 12:02:21 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by Valerio Vanni
On Fri, 11 Sep 2020 10:56:02 +0200 (GMT+02:00), Al Asset
Post by Al Asset
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
E Wikipèdia?
forse per lui meglio uno sciopero della fame con relativa inedìa...
ihihihihihihih
eppoi questo ha qualcosa a che fare, per noi italiani, credo
https://www.dizionario-italiano.it/dizionario-italiano.php?lemma=PAIDEIA100
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
orpheus
2020-09-11 12:15:35 UTC
Permalink
Post by orpheus
Post by orpheus
Post by Valerio Vanni
On Fri, 11 Sep 2020 10:56:02 +0200 (GMT+02:00), Al Asset
Post by Al Asset
A me da molto fastidio il nome Wikipedia pronunciato Wikipìdia,
oppure Wikipédia invece di Wikipedìa.
E Wikipèdia?
forse per lui meglio uno sciopero della fame con relativa inedìa...
ihihihihihihih
eppoi questo ha qualcosa a che fare, per noi italiani, credo
https://www.dizionario-italiano.it/dizionario-italiano.php?lemma=PAIDEIA100

però, deivando da "paideia" si arriva proprio a Wikipedìa,
questo mi convince
“La forma vikipedìa … è … la preferibile, considerando anche la
pronuncia italiana del suffisso -pedia, come in enciclopedia)…”
https://accademiadellacrusca.it/it/consulenza/la-pronuncia-di-wikipedia/1389
--
"Humanitas dicta est qua nos invicem tuemur"
Dragonòt
2020-09-11 10:17:58 UTC
Permalink
[...]
E' l'ora di una nuova Appendix Probi ;-)
Bepe
Mad Prof
2020-09-11 12:41:17 UTC
Permalink
Post by calypsos
A parte il già molto commentato "piuttosto che" e il "quant'altro", vi
"problematiche" al posto di "problemi"
Questa è vecchia:


--
Sanity is not statistical
Loading...